Home > Arte e restauro > IL MEDIOEVO RITROVATO DI LAUS

IL MEDIOEVO RITROVATO DI LAUS

scritto da: In arce | segnala un abuso

IL MEDIOEVO RITROVATO DI LAUS


Il Medioevo ritrovato di Laus
 
Lodi, 14 febbraio 2017
 
 
Che cosa: storia e architettura del Medioevo.
 
Dove: Lodi (Lombardia), Sala del Teatrino (Via Paolo Gorini, 21).
 
Come: conferenza.
 
Quando: martedì 14 febbraio 2017 (ore 17:00).
 
Chi: Jessica Ferrari (storica dell’arte).
 
Informazioni: telefono 0371 412748 o 0371 31546; Facebook FAI Fondo Ambiente Italiano Lodi e Melegnano; e-mail delegazionefai.lodimelegnano@fondoambiente.it; Web www.fondoambiente.it/lodimelegnano.asp. Partecipazione a pagamento.
 
 
Il percorso storico e le particolarità architettoniche della cattedrale dell’antica città di Laus (oggi Lodi Vecchio, Lombardia).
Tratterà questo argomento la conferenza Il Medioevo ritrovato di Laus, che si terrà martedì 14 febbraio 2017 nella Sala del Teatrino di Lodi (Lombardia).
L’incontro fa parte di un corso intitolato «Passeggiate di Lombardia», giunto nel 2017 alla sua decima edizione.
Organizzato dalla Delegazione di Lodi-Melegnano del «FAI» con il patrocinio del Comune di Lodi, la rassegna seleziona aspetti salienti del patrimonio storico-artistico del Lodigiano e della Lombardia, affidandone il racconto a esperti locali.
Ne Il Medioevo ritrovato di Laus la protagonista sarà l’indagine condotta da Jessica Ferrari: storica dell’arte esperta in architettura medievale, che nel 2016 ha conseguito il diploma di scuola di specializzazione sostenendo una tesi proprio sulla cattedrale di Santa Maria a Lodi Vecchio.
Ferrari parlerà dei vari aspetti riguardanti l’edificio ludevegino, che fino alla metà del XII secolo fu il centro religioso del Lodigiano: le origini, lo sviluppo, le ipotesi ricostruttive, le decorazioni, i rapporti con il contesto urbano dell’antica Laus, la distruzione della città e la fondazione dell’odierna Lodi nel 1158, la quasi totale distruzione dell’edificio nella seconda metà del XIX secolo.
 
 
La conferenza Il Medioevo ritrovato di Laus si svolgerà a Lodi (Lombardia) nel pomeriggio di martedì 14 febbraio 2017 (ore 17:00) presso la Sala del Teatrino di Via Paolo Gorini, 21. L’evento è organizzato dalla Delegazione di Lodi-Melegnano del «FAI». L’incontro si svolgerà entro un ambiente coperto e riscaldato. Contributo: 8 (aderenti «FAI» 6 , studenti fino a 25 anni gratis). Durata: 1 ora c.a.
 
 
La data, l’orario e il luogo indicati potrebbero subire variazioni e/o cancellazioni senza necessità né responsabilità di preavviso. Per informazioni: telefono 0371 412748 o 0371 31546; Facebook www.facebook.com/FAI-Fondo-Ambiente-Italiano-Lodi-e-Melegnano-582018018549517; e-mail delegazionefai.lodimelegnano@fondoambiente.it; Web www.fondoambiente.it/lodimelegnano.asp o («In arce») www.inarce.com/it/eventi/il-medioevo-ritrovato-di-laus-conferenza.html.

Fonte notizia: http://www.inrce.com/it/eventi/il-medioevo-ritrovato-di-laus-conferenza.html


archeologia | architettura | arte | Beni Culturali | cultura | storia | Medioevo | Lodi | Lombardia | Lodi Vecchio | Lodivecchio | Lodigiano | Milano | conferenza | Comune di Milano | Ducato di Milano | FAI | Ferrari | Jessica Ferrari |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Entra nel magico Medioevo con i vestiti medievali


Castelli e propaganda dal Medioevo all’Età Moderna


La città di Pistoia


Un percorso nell’arte medievale aretina attraverso i social network


Concerto di Santa Cecilia 2017


Ricoh Italia in prima linea nella lotta contro l’Alzheimer


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

ARTE CONTEMPORANEA ITALIANA 2

ARTE CONTEMPORANEA ITALIANA 2
Artisti italiani in mostra a Costanza. Arte Contemporanea Italiana 2 Si è tenuta dal 2 al 14 agosto 2011 la mostra di pittura, scultura e fotografia intitolata Arte Contemporanea Italiana 2.Allestita nella Bürgersaal di Costanza, l’esposizione ha proposto alcune decine di lavori prodotti da 33 artisti attivi nel panorama italiano.Fra le opere presentate al pubblico in occasione dell’evento figurano quelle di Tonino Caputo, Luca Da (continua)

ARTISTI DEL ’900 ITALIANO. GENERAZIONI A CONFRONTO

ARTISTI DEL ’900 ITALIANO. GENERAZIONI A CONFRONTO
Artisti del ’900 italiano. Generazioni a confronto La mostra Artisti del ’900 italiano. Generazioni a confronto si è tenuta dal 23 novembre 2013 al 6 gennaio 2014.L’evento ha presentato al pubblico una selezione di 119 lavori realizzati da altrettanti autori attivi nel panorama italiano durante il Novecento.La scelta si è orientata su artisti quali Giuseppe Ajmone, Luca Alinari, Getulio Alvia (continua)

MEMORIE

MEMORIE
Pittura, scultura e fotografia: emozioni e sensazioni in una mostra multimediale diffusa. Opere di Erminio Tansini. A cura di Davide. Memorie   La mostra multimediale diffusa Memorie si è svolta nei territori di Milano, Cremona, Piacenza e Lodi dal 9 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021. L’evento ha focalizzato l’attenzione sull’opera artistica di Erminio Tansini nei campi della pittura, della scultura e della fotografia. L’esposizione ha presentato una selezione di oltre 80 lavori (dipinti a o (continua)

IMMAGINARIO REALE

IMMAGINARIO REALE
Emozioni e sensazioni in una mostra fotografica multimediale. Opere di Erminio Tansini. A cura di Davide. Immaginario reale La mostra fotografica Immaginario reale si è svolta dal 27 giugno al 6 settembre 2020.L’esposizione è stata un evento multimediale dedicato alle sculture in legno realizzate da Erminio Tansini.Giocate sulla pereidolia, le opere protagoniste della mostra sono state realizzate con ceppi, radici, rami e tronchi che l’artista ha selezionato per la maggior parte lungo torrenti e (continua)

FORME SFUGGENTI #41 – CASTELLO DI CANOSSA

FORME SFUGGENTI #41 – CASTELLO DI CANOSSA
Forme sfuggenti #41Castello di Canossa   Il 28 e il 29 settembre 2019 a Canossa (Reggio nell’Emilia) si è tenuto il 41º appuntamento della serie itinerante «Forme sfuggenti», intitolato Castello di Canossa. La rassegna è dedicata alle sculture lignee prodotte da Erminio Tansini: allestisce set fotografici che scenarizzano temporaneamente le opere tansiniane (continua)