Home > Sport > LORENZA MENAPACE NARRA LA “SUA” VALDINON BIKE

LORENZA MENAPACE NARRA LA “SUA” VALDINON BIKE

scritto da: Newspower | segnala un abuso


CAMPIONESSA IN CARICA DI TRENTINO MTB

 

Il 7 maggio 9ª “ValdiNon Bike” a Cavareno (TN)

Lorenza Menapace è una delle atlete più forti del circuito

Percorso confermato di 43 km e 1220 metri di dislivello

Iscrizioni a 28 euro da saldare entro il 30 aprile

 

 

La “ValdiNon Bike” del 7 maggio quest’anno festeggerà la nona edizione, e chi meglio della nonesa DOC nonché campionessa in carica del circuito Trentino MTB presented by Rotalnord poteva raccontare la prova che esalta la scenografica “valle delle mele”? Il tracciato rimarrà immutato rispetto allo scorso anno, regalando nuovamente scorci mozzafiato ai poderosi bikers: “È un percorso all’apparenza facile, ma in realtà molto veloce e non di facile interpretazione, soprattutto nella parte finale dove le ultime salite secche e particolarmente ripide fanno “bruciare” le gambe, dopo tutta la parte molto veloce ma “spinta” della ciclabile che da Fondo porta verso Romeno”. Lo scorso anno la Menapace alzò le braccia al cielo, così come fece nel 2012 dopo aver combattuto (e sconfitto allo sprint) con la fortissima avversaria diretta Daniela Campuzano, forse l’episodio che la campionessa trentina ricorda con maggior soddisfazione in questi anni di battaglie in Trentino MTB: “Una vittoria incredibile, per pochi centimetri… da brivido”.

Ovviamente Lorenza Menapace sarà ai nastri di partenza anche il 7 maggio prossimo nella prima tappa di Trentino MTB presented by Rotalnord, pronta a testare le proprie condizioni atletiche ed il percorso: “Ci sarò anche quest’anno, non ho ancora provato il tracciato ma lo farò appena la neve si scioglie, delle mie avversarie non mi preoccupo, penso prima di tutto a me stessa”. Essendo nata e cresciuta proprio in questi luoghi, Lorenza parte con il turbo quando si tratta di competere alla “ValdiNon Bike”: “Sì, mi ritengo in parte avvantaggiata conoscendo bene il terreno su cui corro, ma d’altra parte la tensione di correre in casa può dare stimolo come giocare brutti scherzi”.

La prima prova del circuito è anche una delle più scenografiche ed esaltanti dal punto di vista paesaggistico, in Val di Non ci sono luoghi non rintracciabili altrove: “La varietà di ambienti che incontri durante la gara sono unici…terreni di vario tipo, colline verdissime intervallate da boschi fitti, da paeselli caratteristici e da una magnifica vista sul Brenta”.

La stagione di Trentino MTB è oramai imminente, lo spettacolo sarà assicurato con una gara in più (la Passo Buole Xtreme di Ala) ed il calendario più “concentrato” che non terminerà più nel mese di ottobre ma ad agosto: “Mi aspetto di fare il mio meglio…se poi le altre ‘ne avranno di più’ tanto di cappello. Il circuito così mi piace di più, questa formula regala sicuramente dinamicità e ti fa rimanere sempre sul pezzo”. La cosa più difficile non è vincere ma riconfermarsi, Lorenza Menapace lo sa bene e, nonostante le numerose vittorie, riesce sempre a… “Trovare sempre motivazioni, perché amo quel che faccio, lo faccio per divertimento ed il mio momento sono gli attimi dedicati a me stessa”. Chiusura dedicata alle prove alle quali la trentina è più affezionata: “La mia preferita è la “ValdiNon Bike” naturalmente, poi la “Val di Sole Marathon” che conosco a memoria e anche la “3TBIKE”… che mi ha regalato nel 2016 la gioia del Trentino MTB più sudato che io abbia mai corso. Tutte comunque sono prove di alto livello che hanno, ognuna, da insegnare qualcosa a tutta la mountain bike italiana”.

Il percorso della “ValdiNon Bike” 2017 sarà di 43 km e 1220 metri di dislivello, con start ed arrivo previsti al Centro Sportivo Altanaunia di Cavareno. Per iscriversi alla cifra di 28 euro (entro il 30 aprile) i bikers potranno consultare il rinnovato sito web: www.valdinonbike.net


Fonte notizia: http://www.newspower.it/comunicati/ValdiNonBike/Comunicati/ValdiNonBike_comu.htm


valdinon bike | trentino mtb | trentino | val di non | newspower |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

RABENSTEINER COGLIE LA PRIMA... VALDINON BIKE. MENAPACE BRUCIA CAMPUZANO AL FOTOFINISH


TRENTINO MTB: BUONA LA PRIMA, PAULISSEN E MENAPACE PRIMI LEADER


Cos'è una Fat Bike?


TRENTINO MTB HA PRESO IL VIA DALLA VAL DI NON. RABENSTEINER E MENAPACE IN TESTA DOPO LA PRIMA


Trentino MTB alla seconda resa dei conti, Menapace e Longa in testa al Challenge


RUOTE ARTIGLIATE…MORDONO LA VAL DI NON, TRENTINO MTB 2014 PRONTO AL DECOLLO


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

LA VENOSTA “OPEN” SI FA IN QUATTRO. GERMANIA, FINLANDIA, ITALIA E SVEZIA

LA VENOSTA “OPEN” SI FA IN QUATTRO. GERMANIA, FINLANDIA, ITALIA E SVEZIA
Colpaccio di Thomas Bing che recupera e vince la 33 km La finlandese Kati Roivas prenota il successo (33 km) fin dal via Il Team Internorm Trentino fa en-plein nella 23 km con Busin ed Eriksson Seconda gara nel weekend a Melago, successo in una splendida giornata di sole “La fortuna aiuta gli audaci”, ma certamente anche la determinazione. Gerald Burger per questo 2022 aveva programmato la 2.a edizione de La Venosta al Lago di Resia. Un’ambientazione unica per la 100.a tappa di Visma Ski Classics andata in scena ieri, ed anche per la gara di oggi, una ‘open’ valida anche come prova Challenger dello stesso circuito.Manca la neve? E allora tutti in Vallelunga, dove (continua)

IL RUGGITO DEI ‘VECCHI LEONI’ A LA VENOSTA. GJERDALEN E JOHANSSON, 10 KM DA RECORD

IL RUGGITO DEI ‘VECCHI LEONI’ A LA VENOSTA. GJERDALEN E JOHANSSON, 10 KM DA RECORD
La Venosta, quinta tappa di Ski Classics con un inedito formato Tord Asle Gjerdalen (1983) ha sorpreso tutti ed ha vinto con 18”99 su Nyenget Nel finale Britta Johansson Norgrenn (1983) mette il turbo e svernicia la Dahl Dopo i campioni delle lunghe distanze, domani gara open di 23 e 33 km Sole, cielo azzurro, neve, montagne da favola e… due grandi campioni. Oggi in Alto Adige Tord Asle Gjerdalen e Britta Johansson Norgren hanno dato la loro classica zampata vincendo la seconda edizione de La Venosta in un inedito format, una 10 km a cronometro da Kapron a Malga Melago. Spettatori inusuali stambecchi e camosci, risvegliati dal clamore dell’evento e dall’elicottero della TV: la Venos (continua)

CALCIATORI, RALLISTI, BIKERS E FONDISTI: LA MARCIALONGA È CALAMITA DI SPORTIVI

CALCIATORI, RALLISTI, BIKERS E FONDISTI: LA MARCIALONGA È CALAMITA DI SPORTIVI
Il 30 gennaio al via l’ex della Roma Riise, l’iridato Grönholm, Melandri, Longa e Valbusa Sport e politica: a dare il via il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia Pista pronta, Marcialonga in rampa di lancio, sarà la 49.a E poi la combinata Craft, perché Marcialonga è anche ciclismo e running Sono 11 anni che la Marcialonga non si disputa il 30 gennaio, la data fissa è quella dell’ultima domenica del primo mese dell’anno, come succederà tra poco più di due settimane. Fino ad oggi, la granfondo trentina si è corsa il 30 gennaio negli anni 1972, 1977, 1983, 1994, 2000, 2005 e 2011. Quest’anno ricorre la 49.a edizione e il fermento è molto, come sempre. La pista, conferma il direttore gen (continua)

Mythos, gesta degli dei sulle Dolomiti. MTB multitasking in Valle di Primiero

Mythos, gesta degli dei sulle Dolomiti. MTB multitasking in Valle di Primiero
Gli eroi della mtb alla 2a edizione della Mythos Primiero Dolomiti La società Pedali di Marca organizza tre gare il 10 settembre Tracciato Marathon per i ‘pro’, Classic ed Easy per amatori ed e-bikers Iscrizioni online già disponibili sul sito dell’evento ‘Mito’ deriva dal greco ‘mỳthos’, significa racconto, ma non un racconto qualsiasi. Si parla delle gesta di dei, semidei, eroi e mostri, di fenomeni naturali, dell’origine del mondo e si tenta di dare una spiegazione logica ai riti o alle domande che il popolo si pone. I ‘miti’ della marathon Mythos Primiero Dolomiti, il cui slogan appunto recita "Create miti su voi stessi, anche gli dei han (continua)

Arrivano i russi! La Venosta frizzante. Ustjugov & C. sabato, domenica la open

Arrivano i russi! La Venosta frizzante. Ustjugov & C. sabato, domenica la open
Gara di lusso sabato tra i Pro Team, confronto tra “classico” e double poling A parte i russi di Ski Classics arrivano Ustjugov, Sorina e Smirnova Il Team Koteng in quarantena in Svizzera Domenica gara open, 23 e 33 km per tutti. Iscrizioni aperte fino a sabato alle 18 I team trentini fanno “acquisti” nella campagna pre-olimpica e La Venosta ne guadagna! L’annullamento delle gare di Coppa del Mondo di Francia e Slovenia lascia a secco i fondisti di tutto il mondo, i russi in allenamento a Passo Lavazè ne approfittano e si accasano con i teams trentini.Così nella quinta tappa Ski Classics, sabato in Val Venosta, o meglio nella sua laterale Vallelunga, i 10 km a c (continua)