Home > Turismo e Vacanze > Sabato 15 Aprile: VIGNERONS@COURMAYEUR

Sabato 15 Aprile: VIGNERONS@COURMAYEUR

scritto da: Contatto | segnala un abuso

Sabato 15 Aprile: VIGNERONS@COURMAYEUR


Gli albergatori di Courmayeur propongono una degustazione itinerante nelle loro case. Presso gli alberghi aderenti, in via Roma e all’Office du Tourisme di Courmayeur, sabato 15 aprile sarà possibile acquistare, al costo di 15 euro, il calice dellevento con il quale effettuare le degustazioni. Un servizio navette gratuito garantirà la raggiungibilità di tutte le strutture aderenti nei villaggi di Courmayeur, Dolonne, Entrèves.

Ecco le sfiziosità che possono essere degustate a Entrèves presso L'Auberge de La Maison.

Tartare di Tseur Achétaye marinata alle erbe con gherigli di noci su chip di Pan Ner

Dopo aver tagliato la Tseur Achétaye (PAT) a coltello, condire con timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta ed erbe aromatiche montane. Quindi aggiungere Olio di Noci (PAT) a filo, regolando di sale e pepe. Tostare in forno a 170°C per 10 minuti alcune fette di Pan Ner (PAT) di circa mezzo centimetro, lasciando poi raffreddare. Disporre la tartare sulla chip, impiattare con un invisibile filo dolio, due grani di sale rosa e mezzo gheriglio di noce. VdA Finger food.

Involtino di carpaccio di Tsuer Achétaye con Fontina DOP su spicchio di mela renetta

Tagliare delle fettine trasparenti la Tseur Achétaye (PAT) avvolgendole poi su listarelle di Fontina di Alpeggio, ma anche Fontina invernale può andare bene. Adagiare linvoltino così ottenuto a cavallo di una fetta sottile di Mela Renetta (PAT) della nostra valle. Condire con una idea di Olio di Noci (PAT). VdA Finger food.

Lintero ricavato verrà devoluto ad AIDO Valle dAosta

.

#FingerFood | #WeekEnd | #MontBlanc |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Tempo, Spazio, Silenzio, YOGA: il modo giusto per ritrovare se stessi all'Auberge de La Maison

Tempo, Spazio, Silenzio, YOGA: il modo giusto per ritrovare se stessi all'Auberge de La Maison
P { margin-bottom: 0.21cm; } Anche l'Auberge de La Maison, celebra la Giornata Internazionale dello Yoga, con una lezione di yoga outdoor sul grande prato, proprio al cospetto del Monte Bianco. L'Auberge de La Maison si trova in un contesto unico al mondo, tra colate di ghiaccio e roccia, in un suggestivo contrasto di colori che spaziano dal blu del cielo, al grigio-nero della roccia, al bianco (continua)

L'appuntamento della domenica mattina è con il Brunch Auberge

L'appuntamento della domenica mattina è con il Brunch Auberge
P { margin-bottom: 0.21cm; } Troppo tardi per il classico cappuccio e brioche? Troppo presto per una polenta concia? Niente paura l'Auberge de La Maison di Courmayuer vi viene in aiuto con il Brunch Auberge. Il brunch è la giusta via dimezzo tra la colazione e il pranzo, adatto a quelli che la domenica amano dormire fino a tardi, concedersi un po' di coccole e anche ai mattinieri atleti i (continua)

Il VdA Torrette Superieur 2014 di Maison Anselmet conquista il gusto a stelle e strisce

Il VdA Torrette Superieur 2014 di Maison Anselmet conquista il gusto a stelle e strisce
Wine Spectator, opinion leader di riferimento per il mercato nordamericano dei vini, ha assegnato al Vallée d'Aoste Torrette Superieur 2014 della valdostana Maison Anselmet un punteggio elevatissimo (91 su 100), un riconoscimento quasi inaspettato per la Maison anche in considerazione del fatto che questo è un vino base. La degustazione effettuata da Wine Spectator ha una procedur (continua)

L'Auberge de La Maison a fianco degli sportivi

L'Auberge de La Maison a fianco degli sportivi
Punto di riferimento dell'hotellerie valdostana, l'Auberge de La Maison, si contraddistingue per i suoi servizi d'eccellenza e per la sua capacità di fornire particolare attenzione anche agli amanti della bicicletta. La montagna è trekking, arrampicata ma anche “bici”. All'Auberge de La Maison gli amanti delle due ruote trovano tutto il supporto per godere appieno di una vacanza all'insegna del (continua)

Dieci anni per un nuovo Prigioniero

Dieci anni per un nuovo Prigioniero
Nel settore agricolo il processo di riproduzione è particolarmente affermato, per quanto riguarda le piante è sufficiente moltiplicare un frammento vegetale, come una radice o un ramo, per avere un prodotto dalle caratteristiche uniformi, sempre ripetibili. Per estendere la superficie di una vigna, quella de Le Prisonnier, Maison Anselmet deve dedicare ben dieci anni. Cinque anni fa, Giorgio Anse (continua)