Home > News > Draicchio Franco, ultrarunner: Terza edizione della Sei ore de Conti

Draicchio Franco, ultrarunner: Terza edizione della Sei ore de Conti

scritto da: Matteo Simone | segnala un abuso

Draicchio Franco, ultrarunner: Terza edizione della Sei ore de Conti


Matteo SIMONE http://www.psicologiadellosport.net Il mondo degli ultramaratoneti fatto di amicizie, incontri, festa per allievare la fatica, frequentare gli ultrarunner mi ha permesso di scrivere un libro dal titolo Ultramaratoneti e gare estreme http://www.prospettivaeditrice.it/index.php?id_product=357&controller=product Franco Draicchio aveva un sogno che ha trasformato in realtà, organizzare una sua gara ed ora sta preparando la terza edizione della sua gara, un grande obiettivo, di seguito le sue impressioni. Ciao Franco, pensieri, sensazioni, emozioni per la prossima 6 ore dei Conti? “Siamo giunti alla terza edizione della Sei ore de Conti e con l’aiuto dei miei amici podisti della Valmisa stiamo cercando di promuovere la manifestazione in tutta Italia presenziando alle varie maratone e ultra maratone. Già da qualche mese stiamo lavorando per offrire a chi viene a Serra de Conti una gara diversa dalle altre cercando di distinguerci dalle altre.” Cosa dicono gli atleti che hanno partecipato? “Devo dire che i riscontri degli atleti che sono venuti alla Sei ore de conti sono tutti positivi ecco perché spesso sono loro stessi che promuovono la nostra manifestazione. Già dalla prima edizione abbiamo raccolto tutti i loro commenti che ci sono pervenuti e gli abbiamo inseriti sul nostro sito www.seioredeconti.it in una sezione che abbiamo chiamato DICONO DI NOI.” Aneddoti particolari? “Quello che ricordo con più piacere è stato alla fine della passata edizione, un’atleta è venuto da me, mi ha abbracciato dicendomi grazie, per me è stata una grande soddisfazione che ha dato un senso a mesi di sacrifici.” Obiettivi particolari per questa tua gara? “L’obbiettivo di questa gara penso che sia uguale a quello di tutti gli organizzatori cioè portare più gente possibile, certo il periodo in piena estate non ci aiuta ma a Serra de Conti con i suoi vicoli stretti ed ombreggiati ti regala sempre una leggera brezzolina che mitiga le calure della stagione.” Qualche anticipazione? “Lo scorso anno abbiamo investito tanto in animazione. Sei ore non sono poche ecco perchè anche se in un circuito di 1060m abbiamo allestito 3 punti musicali ed in piazza Gramsci nella zona partenza arrivo vi era la postazione musicale di RVE (radio vallesina) che con la diretta radio e i suoi dj da animato la manifestazione con musica e interviste ai partecipanti, inoltre abbiamo avuto uno spettacolo con delle ballerine brasiliane che devo dire sono state molto gradite. Quest’anno se possibile faremo anche di più.” L'anno scorso gelati, come mai? “I gelati sono diventati il nostro segno di riconoscimento ormai. In fase di preparazione della prima edizione abbiamo pensato al ghiacciolo per rinfrescare i podisti dal caldo di luglio. Devo dire che la scelta è stata molto ma molto apprezzata. Ma quando dici Sei ore de Conti non si pensa solo al gelato ma da non dimenticare anche le mozzarelline con pomodorini, le nostre magnifiche crostate le bibite fresche fino alla fine della manifestazione, il ristoro a base di pasta oltre al classico pasta party finale ma lo scorso anno abbiamo offerto ai podisti durante l’ultima ora di corsa spiedini di pesce fatti alla griglia al momento.” Che dire! Tocca provare questa sei ore di corsa tra festa e fatica, tra amici e vicoletti di Serra dei conti, quando ci sono tutte queste attrazioni e coccole è difficile dire di no. Hai pensato di invogliare anche atleti disabili e più giovani a partecipare? “Per i più giovani quest’anno ho un’idea che non voglio anticipare, mentre lo scorso anno ho avuto l’onore di avere alla partenza LORIS CAPANNA. La sua scelta di venire a Serra de Conti mi ha fatto immensamente piacere ecco perche gli ho assegnato il pettorale n°1. Era il minimo che potessi fare.” E quindi ce n’è per tutti, le pensi per tutti, a ognuno il suo, bravo questo è lo sport che vogliamo a misura di tutti grandi e piccini con ogni modalità. Prevedi anche una non competitiva o eventi collaterali culturali? “No, non prevedo gare di contorno. Mi piace concentrare tutte le attenzioni su una sola manifestazione. A me non interessa avere migliaia di persone ma voglio dare il massimo a quelle centinaia che decidono di venire.” Quando presenti la gara? “La gara la presento ogni giorno sui social.” Come e chi ti aiuta? Istituzioni locali? “Il lavoro di preparazione nel’arco dell’anno lo faccio prevalentemente io. Nella promozione mi aiutano i miei amici maratoneti, mentre il Presidente della Podistica Valmisa si occupa di curare i rapporti con le istituzioni. Il giorno della manifestazione per fortuna la podistica Valmisa in massa devo dire cerca di dare una mano. Devo dire che anche la Protezione Civile e la pro loco di Serra de Conti sono al nostro fianco. Anche il Comune e in modo particolare l’assessore allo sport Marco Silvi non ha mai fatto mancare il suo sostegno, anzi ricordo che lo scorso anno è stato con noi dall’inizio alla fine della manifestazione.” Un’intera città al servizio dello sport, bene turismo, cultura e sport per offrire agli atleti il meglio dell’ospitalità e dell’accoglienza, cercherò di venire, mi piacerebbe davvero. Un’ultima testimonianza ce la dà l’ultramaratoneta di Lucera, Domenico Martino con le seguenti parole: “Non posso mancare a questa bellissima "Festa". Ho fatto tante gare dott. Matteo Simone, siamo a 119....tra Maratone e Ultra, il fascino di questo piccolo borgo mi ha lasciato tanti ricordi. Organizzazione eccellente curata nei minimi dettagli l'amicone Franco Draicchio, Omar Atzori e altri sui collaboratori hanno curato nei minimi dettagli questa bellissima manifestazione. Per 6 ore non mi sono sentito mai solo non ho sentito la fatica, pubblico caloroso, musica, ristoro impeccabile.....non serve andare oltre, posso solo dire venite a Serra de' Conti. Matteo SIMONE http://www.prospettivaeditrice.it/index.php?id_product=357&controller=product

Fonte notizia: http://www.prospettivaeditrice.it/index.php?id_product=357&controller=product




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Clement Molliet, Sky Trailer: Ultrarunner è un manager della sua gara


Roldano Marzorati, 3° al Campionato Italiano IUTA 48h: Ciao Denis Lusi!


Il mondo degli ultramaratoneti è sorprendente


Christian Reali, 100km: Finalmente, sono riuscito ad abbattere il muro delle 8h


Gian Paolo Sobrino: Chiudere la 9CR è sempre una grande esperienza e un successo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Christian Reali, 100km: Finalmente, sono riuscito ad abbattere il muro delle 8h

Christian Reali, 100km: Finalmente, sono riuscito ad abbattere il muro delle 8h
Sabato 11 settembre 2021 ha avuto luogo la 100 km di Winschoten in Olanda e l’Italia ha ben figurato con la vittoria di Marco Menegardi in 6h37’09” che ha preceduto Iulian Filipov (6h41’07”) e Piet Wiersma (6h49’47”). A seguire Massimo Giacopuzzi (6h57’48”), Silvano Beatrici (7h06’58”), Filippo Bovanini (7h21’17”), Gabriele Turroni (7h21’56”), Martino Angelo Marzari (7h35’11”) e Giorgio Calcaterra 7h42'46". Christian Reali ha chiuso la 100km di Winschoten in 7h55’58”. Notevole le prestazioni delle donne italiane con il poker femminile formato da Francesca Bravi (7h43’45”), Federica Moroni (7h47’53”), Denise Tappatà (7h54’08”) e Lorena Brusamento (8h12’19”), arrivate al traguardo prima di tutte le altre avversarie, a seguire Hinke Schokker (8h13’21”), Lian Stadhouders (8h14’16”), Francesca Rimonda (8h15’50”). Di seguito approfondiamo la conoscenza di Christian Reali (Pol. Dil. Santa Lucia) in risposta ad alcune mie domande. Winschoten 2021 l'ho preparata in 3 mesiMatteo SIMONE21163@tiscali.it Sabato 11 settembre 2021 ha avuto luogo la 100 km di Winschoten in Olanda e l’Italia ha ben figurato con la vittoria di Marco Menegardi in 6h37’09” che ha preceduto Iulian Filipov (6h41’07”) e Piet Wiersma (6h49’47”).A seguire Massimo Giacopuzzi (6h57’48”), Silvano Beatrici (7h06’58”), Filippo Bovanini (7h21’17”), Gabr (continua)

Elvino Gennari: Ho fatto 31 100ķm, 20 volte sul podio con 10 vittorie

Elvino Gennari: Ho fatto 31 100ķm, 20 volte sul podio con 10 vittorie
Un grande Elvino Gennari, classe ’46, che continua ancora a correre con la Pol. Unione 90, le sue parole alcuni anni fa: “Tre fratelli vincono una maratona in 2h35'24'', che tu sappia ci sono stati altri casi simili? Sono 44 anni che corro, ho fatto 31 100ķm, 20 volte sul podio con 10 vittorie, 200 Maratone, ho girato il mondo: Australia, Cina, Sudafrica, Alaska, Stati Uniti, ecc. ecc.” In effetti l’8 Aprile 1985 i 3 fratelli Gennari vinsero la maratona di Rio Saliceto arrivando insieme, mano nella mano, con il crono di 2h35’24”: Elvino e Loris nati il 16 gennaio 1946 avevano 39 anni, e il più giovane Pietro nato il 24 settembre 1955 aveva 30 anni. Mentre Gloria Gessi vinse la prova femminile in 3h19’17”. Ho girato il mondo: Australia, Cina, Sudafrica, Alaska, Stati Uniti, ecc.Matteo SIMONEhttp://www.psicologiadellosport.net Un grande Elvino Gennari, classe ’46, che continua ancora a correre con la Pol. Unione 90, le sue parole alcuni anni fa: “Tre fratelli vincono una maratona in 2h35'24'', che tu sappia ci sono stati altri casi simili? Sono 44 anni che corro, ho fatto 31 100ķm, 20 (continua)

Gabriele Turroni settimo alla 100 km di Winschoten in 7h21’56”

Gabriele Turroni settimo alla 100 km di Winschoten in 7h21’56”
Sabato 11 settembre 2021 ha avuto luogo la 100 km di Winschoten in Olanda e l’Italia ha ben figurato con la vittoria di Marco Menegardi in 6h37’09” che ha preceduto Iulian Filipov (6h41’07”) e Piet Wiersma (6h49’47”). A seguire Massimo Giacopuzzi (6h57’48”), Silvano Beatrici (7h06’58”), Filippo Bovanini (7h21’17”), Gabriele Turroni (7h21’56”), Martino Angelo Marzari (7h35’11”) e Giorgio Calcaterra 7h42'46". Notevole le prestazioni delle donne italiane con il poker femminile formato da Francesca Bravi (7h43’45”), Federica Moroni (7h47’53”), Denise Tappatà (7h54’08”) e Lorena Brusamento (8h12’19”), a seguire Hinke Schokker (8h13’21”), Lian Stadhouders (8h14’16”), Francesca Rimonda (8h15’50”). Di seguito le impressioni di Gabriele Turroni (A.S. 100 km del Passatore) attraverso risposte ad alcune mie domande. Desideravo avvicinarmi il più possibile al tempo delle 7h15Matteo SIMONE21163@tiscali.it Sabato 11 settembre 2021 ha avuto luogo la 100 km di Winschoten in Olanda e l’Italia ha ben figurato con la vittoria di Marco Menegardi in 6h37’09” che ha preceduto Iulian Filipov (6h41’07”) e Piet Wiersma (6h49’47”).A seguire Massimo Giacopuzzi (6h57’48”), Silvano Beatrici (7h06’58”), Filippo Bovani (continua)

Fabio Giancarli: Io la Resia-Rosolina non la corro, la vinco

Fabio Giancarli: Io la Resia-Rosolina non la corro, la vinco
Ha avuto luogo la staffetta Resia – Rosolina che prevedeva la percorrenza di 433km lungo il fiume Adige con partenza il 1o settembre 2021 ore 04.00. La squadra “Team Senza Paura Roma”, organizzata dal presidente dell’Atletica La Sbarra, Andrea Di somma ha partecipato per la seconda volta consecutiva, puntando a fare prima di tutto una bellissima esperienza di sport di gruppo e poi cercare di essere competitivi. Il Team Senza Paura Roma ha vinto su tutti in 32h08’30” precedendo Vicenza Marathon 32h17’40” e Lauf Club Pfeffersberg 33h12’40”. Di seguito l’esperienza di Fabio (ASD Atletica La sbarra), uno staffettista del gruppo, attraverso risposte ad alcune mie domande. Siamo partiti quasi certi di voler toccare il podioMatteo SIMONE Ha avuto luogo la staffetta Resia – Rosolina che prevedeva la percorrenza di 433km lungo il fiume Adige con partenza il 1o settembre 2021 ore 04.00.La squadra “Team Senza Paura Roma”, organizzata dal presidente dell’Atletica La Sbarra, Andrea Di somma ha partecipato per la seconda volta consecutiva, puntando a fare prima di (continua)

Peppa Randazzo, Resia Rosolina: Siamo andati con l'intenzione di vincere

Peppa Randazzo, Resia Rosolina: Siamo andati con l'intenzione di vincere
Ha avuto luogo la staffetta Resia – Rosolina che prevedeva la percorrenza di 433km lungo il fiume Adige con partenza il 10 settembre 2021 ore 04.00. La squadra “Team Senza Paura Roma”, organizzata dal presidente dell’Atletica La Sbarra, Andrea Di Somma ha partecipato per la seconda volta consecutiva, puntando a fare prima di tutto una bellissima esperienza di sport di gruppo e poi cercare di essere competitivi. Il Team Senza Paura Roma ha vinto su tutti in 32h08’30” precedendo Vicenza Marathon 32h17’40” e Lauf Club Pfeffersberg 33h12’40”. Di seguito l’esperienza di Peppa (Purosangue Athletics Club), uno staffettista del gruppo, attraverso risposte ad alcune mie domande. Per fortuna questa volta avevamo degli angeli ad accompagnarci in bici!Matteo SIMONE Ha avuto luogo la staffetta Resia – Rosolina che prevedeva la percorrenza di 433km lungo il fiume Adige con partenza il 10 settembre 2021 ore 04.00.La squadra “Team Senza Paura Roma”, organizzata dal presidente dell’Atletica La Sbarra, Andrea Di Somma ha partecipato per la seconda volta consecutiva, punt (continua)