Home > Primo Piano > Marco Carra: 830.000 badanti ma 2 su 3 non in regola

Marco Carra: 830.000 badanti ma 2 su 3 non in regola

scritto da: Marco Carra | segnala un abuso

Marco Carra: 830.000  badanti ma 2 su 3 non in regola


 Nonostante la crisi, il lavoro privato di cura rimane una risposta essenziale alla non autosufficienza. Delle 830 mila assistenti familiari (badanti) che si stimano lavorare in Italia, molte si trovano nel cosiddetto sommerso. Si calcola che: oltre un quarto (26%) lavora e, trattandosi di straniere senza permesso di soggiorno valido, risiede irregolarmente in Italia (216 mila lavoratrici); circa un terzo (30,5%), pur risiedendo in maniera regolare perché italiana o straniera con permesso valido, lavora senza contratto (253 mila); infine, vi è chi lavora in regola con un contratto, che rappresenta il 43,5% del totale (361 mila). L’irregolarità contrattuale riguarda quasi due terzi delle assistenti familiari operanti nel nostro paese
La stragrande maggioranza delle badanti che lavorano nelle case degli italiani proviene dall’Europa dell’Est (in particolare Ucraina, Romania e Moldavia) e dal Sud-America (soprattutto Ecuador e Perù). Si tratta in larga parte di donne ultraquarantenni, madri, i cui figli risiedono perlopiù nel paese d’origine. Tenendo presente che una parte di queste 830 mila lavoratrici può assistere anche due persone, in maniera più o meno intensa, il numero di anziani assistiti da una badante si può ragionevolmente stimare intorno al milione. Si tratta di circa il doppio degli anziani che beneficiano dell’Assistenza domiciliare integrata, quasi cinque volte gli ultra 65enni non autosufficienti ricoverati in strutture residenziali e quasi sei volte il numero di persone anziane seguite a domicilio dai servizi di assistenza domiciliare comunali.

Badanti | Marco Carra | lavoro nero |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Patente di qualità per Assistenti familiari e corsi di formazione


Le badanti “cattive”


Cosa non devi fare con le badanti


Lavori che si riscoprono: badanti e babysitter


CMP presenta la sua Heritage Ski Capsule ispirata a Mondrian


Lavoretti part time per studenti: babysitter, badante, colf


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Avv. Marco Carra: sì al salario minimo

Avv. Marco Carra: sì al salario minimo
Dobbiamo ritornare a mettere il lavoro e la dignità dei lavoratori al centro dell’agenda politica, anche perché come dice l’art. 1 della Costituzione, siamo una Repubblica democratica fondata sul lavoro. Uno dei modi per farlo è certamente l’istituzione del salario minimo, ma non , a mio avviso, con una cifra prestabilita per legge (c’è infatti la proposta di 9 euro lordi l’ora). Se, finora, non (continua)

Avv. Marco Carra: le donne e il lavoro

Avv. Marco Carra: le donne e il lavoro
Le donne nel mercato del lavoro italiano rappresentano una storia di disuguaglianze. E’ vero che Il tasso di occupazione femminile italiano è aumentato negli ultimi anni, toccando il 48,8 per cento, ma media europea è però del 60 per cento. I dati sul lavoro delle donne in Italia indicano inoltre che esiste una disparità tra uomini e donne, come dimostra plasticamente il fatto che la diminuzion (continua)

Avv. Marco Carra: subito il taglio del cuneo fiscale

Avv. Marco Carra: subito il taglio del cuneo fiscale
La priorità il lavoro, che risulta da tutti i sondaggi la prima e più grande preoccupazione degli italiani. La principale misura da introdurre subito è il taglio del cuneo fiscale, che è, in sostanza, la differenza tra lo stipendio lordo versato dal datore di lavoro e la busta paga netta incassata dai dipendenti. Dall’ultimo rapporto Istat risulta che la retribuzione netta che resta a disposizion (continua)

Avv. Marco Carra: disabile licenziata per aggravamento malattia

Avv. Marco Carra: disabile licenziata per aggravamento malattia
Una donna, dipendente di Eurospin Tirrenica a Vinci, invalida, assunta come categoria protetta e con un figlio, è stata licenziata. Motivo: in seguito all’aggravamento della sua patologia (patologia in base alla quale era stata assunta come categoria protetta), la lavoratrice ha superato il limite di sei mesi di malattia (previsti dal Contratto) in quanto stava effettuando terapie salva vita. A (continua)

Marco Carra: scompare ben 1 milione di bambini ogni anno in Europa

Marco Carra: scompare ben 1 milione di bambini ogni anno in Europa
Scompaiono perché minori, stranieri e non accompagnati, senza genitori, documenti e protezione. Solo una piccola percentuale viene ritrovata: in Italia la media è di un bambino scomparso ogni sette giorni, solo il 18 per cento torna a casa. A volte scompaiono perché sottratti da un genitore, altre perché in fuga dal luogo in cui vivono. In alcuni casi scompaiono perché intercettati e rapiti in un (continua)