Home > Sport > 10 GIORNI ALLA GF NOVARA “MARCELLO BERGAMO”

10 GIORNI ALLA GF NOVARA “MARCELLO BERGAMO”

scritto da: Newspower | segnala un abuso


PERCORSI AVVINCENTI DAL RISO ALLE ALPI

 

3.a Granfondo Novara “Marcello Bergamo” domenica 14 maggio

Tre percorsi da non perdere: Corto, Medio e Lungo di 125, 148 e 171 km

Salite spettacolari descritte nel dettaglio alla volta di una memorabile domenica su due ruote

Iscrizioni a 40 euro comprensive di un gilet tecnico firmato Marcello Bergamo

 

 

Alla terza edizione della Granfondo Novara “Marcello Bergamo”, ennesima perla organizzativo-sportiva del GS Alpi di Vittorio Mevio, mancano appena una decina di giorni, poi si darà il via a lunghe e scenografiche pedalate, dal riso alle Alpi, come recita lo slogan della manifestazione, suddivise nei percorsi ‘corto’ di 124.3 km e 889 metri di dislivello, ‘medio’ di 148.8 km e1.762 metri di dislivello e ‘lungo’ di 171.3 km e 2.235 metri di dislivello.

Domenica 14 maggio la partenza comune per tutti e tre gli itinerari della Granfondo Novara 2017 avverrà in Piazza Martiri della Libertà a Novara. Dopo un avvio “controllato” i corridori attraverseranno Via XX Settembre, Cavalcavia di San Martino, Via Valsesia, con la partenza volante all’uscita di Novara (km. 2.5). La gara si snoderà attraverso i Comuni di San Pietro Mosezzo (Fraz. Cesto), Briona, Castellazzo Novarese, Mandello Vitta, Sillavengo, Carpignano Sesia; a Ghislarengo entrerà in provincia di Vercelli e proseguirà per Lenta e Rovasenda. A Brusnengo in provincia di Biella (km 47) invece inizieranno i primi saliscendi, ed a Curino (Km. 51) al bivio per Pray Biellese i competitors si cimenteranno con la prima salita, la Colma di Baltigati: con lunghezza di 4 km, pendenza media dell’8% e breve rampa prima della Fraz. di San Bononio (al km 1.8 di salita) del 13%.

Seguirà la discesa verso Baltigati e Ponzone (Fraz. di Trivero), e proprio in questo punto (km 58.6) i percorsi si divideranno, il corto svolterà a destra verso Pray Biellese mentre il medio e il lungo a sinistra, dove affronteranno la salita di Trivero. I corridori del percorso corto dopo una leggera discesa e pianura di circa 6 km giungeranno ad Azoglio al km. 64.7 (fraz. di Crevacuore), dove alla rotonda per Sostegno si ricongiungeranno tutti e tre i percorsi.

Per quanto riguarda invece il medio ed il lungo, la salita di Triviero è composta da km 5.2 con pendenza media del 5,2% e pendenza massima del 9-10% fra le Fraz. di Piana e Ronco, mentre il culmine della salita si trova in frazione Oro. Da qui una veloce discesa di 5 km circa fino a Coggiola (km 70) dove inizierà la più lunga salita della gara, all’Alpe Noveis (mt 1.100 alt.): lunghezza 9.2 Km, pendenza media 6.5% e pendenza massima del 13% alla fraz. Biolla, anche se solamente per un breve tratto. I ciclisti dovranno poi fare attenzione alla successiva discesa, molto tecnica specialmente nei primi 5 km fino ad Ailoche, poiché oltre alla pendenza elevata l’asfalto si presenta leggermente deteriorato. Arrivati a Crevacuore (km 88) i due percorsi di divideranno, il lungo a destra verso Pray Biellese e il medio a sinistra, dove dopo circa un km si congiungerà al corto, ad Azoglio (km 89.2 rotonda per Sostegno).

I ciclisti che arriveranno a Crevacuore dopo le ore 12.45 dovranno obbligatoriamente dirigersi verso il percorso medio.

I concorrenti del percorso lungo, infine, dopo l’attraversamento del ponte sul torrente Sessera affronteranno la salita della sella di Curino, di 2.7 km di lunghezza, pendenza media del 6.8% e pendenza massima 8% (a metà salita). Seguirà una leggera discesa di circa 5 km e quindi i corridori ripeteranno la salita e discesa di Colma Baltigati, descritta precedentemente. Giunti a Ponzone svolteranno a destra e seguiranno il percorso fatto dai concorrenti del corto fino ad Azoglio (km 111.7 rotonda per Sostegno), punto di ricongiunzione dei tre percorsi.

Ed ecco assieme i tre itinerari avviarsi alla conclusione: dalla rotonda di Azoglio si attraverserà Serravalle Sesia (provincia di Vercelli) ed i ciclisti che si troveranno dopo l’auto di fine gara nei tre percorsi dovranno fare attenzione in questo tratto, per eventuali code di traffico che si verranno a creare. Attraversato il fiume Sesia (si entra in provincia di Novara) la corsa proseguirà per Grignasco, dove affronterà l’ultima difficoltà di giornata, la Selletta di Traversagna: lunghezza km 4 circa, pendenza media 3.6%, massima 8% che, come si evince dai numeri, è una “dolce” salita. Al termine della breve discesa la corsa transiterà nei pressi del Santuario di Boca, quindi a Boca, Baraggia di Boca, Piano Rosa, discesa verso Cureggio, Fontaneto d’Agogna, Cavaglio d’Agogna, Cavaglietto, Barengo, Proh (Fraz. di Briona), e dal bivio di Castellazzo la gara ripercorrerà il tracciato in senso inverso fatto all’inizio e anche il percorso cittadino in Novara sarà identico (in senso inverso) a quello di partenza, con l’arrivo scenografico di Piazza Martiri ciliegina sulla torta di una memorabile giornata di sport e spettacolo. Iscrizioni a 40 euro entro il 10 maggio comprensive di un imperdibile gilet tecnico fornito dal main e title sponsor “Marcello Bergamo”.

Info: www.gfnovara.it


Fonte notizia: http://www.newspower.it/comunicati/GranFondo_Novara/Comunicati/GranFondo__Novara_comu.htm


granfondo novara marcello bergamo | novara | gs alpi | newspower |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Come presentare la tua casa?


GF NOVARA “MARCELLO BERGAMO” DAL RISO ALLE ALPI


Marcello Bredice: come essere leader nel business e nello sport


Immobili di lusso a Bergamo


Le ville più belle di Bergamo


Gli attici in Bergamo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

LA VALLE DEL BIATHLON RITORNA IN PISTA: DUE ATTESI WEEKEND DI IBU JUNIOR CUP

LA VALLE DEL BIATHLON RITORNA IN PISTA: DUE ATTESI WEEKEND DI IBU JUNIOR CUP
L’ASV Martello scalda i motori per i due grandi appuntamenti Venerdì 10 e domenica 12 le prime sfide con Individual e staffette Gli azzurri sono già a Martello per preparare le gare Germania, Russia, Slovenia, Austria, Polonia, Svizzera e Italia le nazioni favorite Ci siamo. Dicembre è arrivato e questo vuol dire che siamo entrati nel mese tutto dedicato al biathlon in Val Martello. La ASV Martello, col comitato guidato da Georg Altstaetter, ha in programma due grandi appuntamenti con la IBU Junior Cup fra il 10 e il 18 dicembre presso il Biathlon Zentrum in località Grogg, nella vallata altoatesina. Ma andiamo con ordine, le piste sono completamente agibili (continua)

IL TEAM FUTURA ALTA QUOTA TRENTINO FISSA GLI APPUNTAMENTI PER LA NUOVA STAGIONE

IL TEAM FUTURA ALTA QUOTA TRENTINO FISSA GLI APPUNTAMENTI PER LA NUOVA STAGIONE
Il Team festeggia i primi 40 anni di storia tra sci e skiroll Il presidente Buttaboni presenta il nuovo calendario di stagione “Alta Quota” e “Trentino” i main sponsor, novità 2022 è la partnership con la Dobbiaco-Cortina Primo appuntamento con la Sgambeda di Livigno il 4 dicembre E la storia continua… il Team Futura Alta Quota Trentino festeggia in famiglia i primi 40 anni di esperienza nel mondo delle granfondo, e non vede l’ora di scendere in pista per questa nuova stagione.Il presidente Andrea Buttaboni vanta nel suo team non solo amatori e master, ma svela anche le punte di diamante come i fratelli Stefano e Riccardo Mich, Emanuele Bosin, Manuel Amhof e lo svedese Rick (continua)

SONO METÁ DI MILLE IN GARA A LIVIGNO. GRANFONDO AL VIA CON LA SGAMBEDA

SONO METÁ DI MILLE IN GARA A LIVIGNO. GRANFONDO AL VIA CON LA SGAMBEDA
Sabato la 31.a edizione a numero chiuso e sold out La Sgambeda è la prima gara di lunghe distanze della stagione Al via anche i Pro Teams italiani, ci sarà da divertirsi Campioni di ieri, fondisti oggi: Marianna Longa e Nikolaj Pankratov I granfondisti scalpitano, ancora di più gli amanti dello skating, perché sabato 4 dicembre a Livigno apre ufficialmente la stagione delle granfondo con la 31.a edizione della Sgambeda. È un “classico” a Livigno perché nel Piccolo Tibet la neve si presenta sempre con grande anticipo. Una Livigno tutta imbiancata e bardata a festa in vista delle festività natalizie e occasione ghiotta per le prime (continua)

DEFRANCESCO E SALVADORI GIOCANO IL JOLLY. A LIVIGNO OCCHIO ANCHE A SILVESTRI E CUSINI

DEFRANCESCO E SALVADORI GIOCANO IL JOLLY. A LIVIGNO OCCHIO ANCHE A SILVESTRI E CUSINI
Coppa Italia venerdì 3 dicembre con 10 e 15 km in tecnica libera Gare concomitanti con Coppa Europa e del Mondo, molti atleti sgomitano Tra i tanti al via anche i due “gioielli” di Livigno che si esibiscono in casa Da non sottovalutare Maj, DeZolt, Cassol, Bertolina, Fanton, Rastelli e Nöckler Appena smaltite le fatiche del weekend scorso a Santa Caterina Valfurva, gli atleti della Coppa Italia di fondo si apprestano ad affrontare un nuovo appuntamento venerdì 3 dicembre a Livigno.Una gara attesa, perché gran parte dei fondisti di Coppa Italia si sono preparati prima dell’avvio di stagione proprio sulle piste del Piccolo Tibet.Venerdì le sfide si concentreranno su una 10 km femminile e (continua)

DH E SUPER-G A SANTA CATERINA VALFURVA. COPPA EUROPA PUNTANDO SUGLI AZZURRI

DH E SUPER-G A SANTA CATERINA VALFURVA. COPPA EUROPA PUNTANDO SUGLI AZZURRI
Due vittorie italiane nelle prime due tappe di Coppa Europa A Zinal (SuperG) colpaccio di Franzoso e Franzoni L’11 e 12 dicembre gare di discesa libera, lunedì 13 il SuperG A Santa Caterina Valfurva sulla pista Deborah Compagnoni 22 nazioni “Benvenuti in paradiso” si legge a caratteri cubitali sul sito di Santa Caterina Impianti.E come dare torto alla località della Valfurva? Piste imbiancate, ambiente unico, quello del Parco Nazionale dello Stelvio, con le vette del gruppo Ortles-Cevedale a fare da sfondo, una vera e propria attrattiva turistica.Ma anche lo sport, d’inverno, gioca qui le sue carte migliori e infatti la pista ‘Debora (continua)