Home > Altro > Batteria Dell D837N

Batteria Dell D837N

scritto da: Zdziarski | segnala un abuso


 Quanto ai prodotti, il più interessante è senza dubbio l'Envy X2, un tablet convertibile indirizzato ai consumatori. Il nome è dovuto al fatto che il prodotto si compone di due pezzi sganciabili: la base e il coperchio. Quest'ultimo diventa un tablet a tutti gli effetti con schermo touch da 11,6 pollici. Il rivestimento esterno è in leghe di alluminio e magnesio, mentre lo schermo ha una copertura Gorilla Glass.La videocamera frontale è da 2 megapixel, quella posteriore invece arriva a 8 megapixel. Sono integrate due batterie: una dietro allo schermo per l'uso tablet e una sotto alla tastiera per la modalità notebook. Sommandole si ottiene un'autonomia complessiva dichiarata di circa 14 ore.La configurazione prevede la CPU Intel Atom, 32 o 64 GB di spazio di archiviazione e 2 o 4 GB di memoria a seconda delle versioni. La connettività prevede Wi-Fi e Bluetooth, uscita video HDMI e connettori USB 3.0. Arriverà in commercio in Italia da metà dicembre al prezzo consigliato di 899 euro. L'ultrabook Elitebook 9470M è un ultrasottile indirizzato alle aziende, con Windows 8 e gli HP Protect Tools per la sicurezza dei dati. Può integrare il lettore di impronte digitali, la connettività 4G e vanta un peso complessivo di 1,6 chilogrammi, a fronte di uno spessore di 18,9 millimetri.

La batteria integrata consente un'autonomia di 9 ore e può essere sostituita dall'utente per prolungare l'autonomia. Nel prezzo di listino di 1200 euro sono compresi tre anni di garanzia con presa e riconsegna presso il cliente entro 5 giorni lavorativi. La dotazione comprende la docking station, una CPU Ivy Bridge ULV Core i3, Core i5 e Core i7 a seconda dei modelli. Ci saranno configurazioni sia con unità SSD sia con soluzioni ibride costituite da SSD da 32 GB più hard disk tradizionale da 500 GB.ElitePad 900, il primo tablet di HP con Windows 8 direttamente indirizzato alle aziende, arriverà invece a gennaio. La dotazione si basa su un display da 10 pollici, il peso è di 680 grammi e il sistema operativo installato è Windows 8. La dotazione prevede connettività 3G e 4G integrata, mentre sono opzionali gli espansion package, fra cui è compresa anche una docking con porte USB aggiuntive e LAN, e la tastiera.HP ha preferito invece chiamarsi fuori dal settore dei tablet con Windows RT. "Attualmente siamo indirizzati su prodotti con sistema operativo Windows 8 perché pensiamo che ci sia più domanda verso questo tipo di sistema operativo. Abbiamo visto che ci sono sul mercato delle offerte con Windows RT ma in questo momento stiamo ancora valutando e capendo bene quale può essere l'accettazione dei clienti su quel tipo di soluzione" ci ha spiegato Savorelli. "Windows RT è un sistema operativo che è stato sviluppato per dispositivi mobili con tecnologia ARM. HP è al momento per un approccio con dispostivi standard Intel" ha concluso.

Angela Pontieri, Area Category Manager Desktop e All In One di HP Italia, ci ha presentato invece il nuovo Envy 23 Touchsmart, con Windows 8 e display touchscreen da 23 pollici che integra sintonizzatore TV. Sono in vendita due configurazioni diverse. Quella più economica costa 999 euro con processore Core i3, affiancato da 4 GB di memoria, disco fisso da 500 GB, Wi-Fi e tastiera e mouse wireless.Il top di gamma costa invece 1199 euro e ha in dotazione una CPU Core i5, 8 GB di memoria, disco fisso da 1 TB e grafica Radeon dedicata. Per tutti i dettagli potete l'intervista che abbiamo registrato.Il VivoBook S400 è un notebook di fascia bassa con Windows 8 e display touchscreen da 14 pollici. Il prezzo di 699 euro è più che accettabile considerata la linea sottile, la qualità costruttiva più che discreta e la configurazione di fascia media basata sul processore Intel Core i5.Il peso di 1,8 chilogrammi mette il nuovo VivoBook in diretta concorrenza con gli ultrabook dalle dimensioni più generose, e lo rende interessante per i molti che sono alla ricerca di un notebook da portare sempre con sé, senza rinunciare a uno schermo che garantisca una buona leggibilità.

Per chi vuole spendere meno ricordiamo che Asus ha messo in commercio contestualmente anche il VivoBook S200, un prodotto contraddistinto dal display da 11,6 pollici che costa 499 euro e che contiamo di provare al più presto.L'evoluzione naturale continua e dopo il MacBook Pro Retina da 15", è arrivato uno dei best sellers tra i professionisti, la versione Retina del MacBook Pro da 13 pollici. Oltre allo schermo ultra-definito, esplicitato già nel nome del modello, Retina per i MacBook Pro significa anche massima integrazione. Profilo sempre più sottile e "tecnologia a stato solido", ovunque sia possibile, perfettamente integrata. Quest'ultima caratteristica, come vedremo, se da una parte porta vantaggi indiscutibili, nasconde anche alcune ombre.Il MacBook Pro 13" Retina si offre come naturale anello di giunzione tra il MacBook Air e il vecchio MacBook Pro, impacchettando in un sottile profilo e ingombro una piattaforma Intel in grado di offrire prestazioni più che adeguate, al livello dei precedenti MB Pro.La domanda a cui dobbiamo rispondere è: questo nuovo MacBook 13" Retina è il sostituto dei vecchi MacBook Pro, o assieme al 15" Retina compone una nuova linea prodotti?L'XPS 15 è un notebook con display da 15,6 pollici indirizzato all'intrattenimento domestico, che ha un posizionamento di prezzo superiore alla media per via della configurazione di fascia alta. Oltre al processore Core i7 infatti rispondono all'appello il display Full HD, la grafica dedicata di Nvidia e l'unità ottica integrata.

I test confermano l'attitudine all'esecuzione di applicazioni audio e video. Per quanto riguarda i giochi, siamo davanti a un prodotto dedicato solamente ai casual gamer, ossia a coloro che non sono appassionati e si accontentano di scendere a compromessi per svagarsi saltuariamente senza troppe pretese.La qualità costruttiva è molto buona, e a parte alcuni elementi di secondo piano ci sono poche critiche da fare ai progettisti. Da sottolineare che il prodotto che abbiamo ricevuto in prova aveva installato Windows 7 Home Premium, mentre quello ora disponibile sul sito di e-commerce di Dell con una configurazione simile e Windows 8 costa 1899 euro.L'Asus G75V è la nuova gaming machine di fascia alta della famiglia Republic Of Gamers, equipaggiata con display da 17,3 pollici Full HD e grafica Nvidia GTX 670M. Indirizzato unicamente agli appassionati di giochi con un budget elevato, questo notebook è l'alternativa Asus all'Alienware M17x R4 che abbiamo provato poco tempo fa.A distinguere il G75 è una linea senza dubbio più sobria, senza opzioni arcobaleno per la retroilluminazione della tastiera e con la soluzione intelligente delle griglie di aerazione sul retro per non infastidire l'utente. Questa soluzione era apparsa nella versione precedente e avevamo già avuto modo di apprezzarla.

Ritroviamo inoltre il display 3D e l'ottima qualità costruttiva. Alla fine si tratta di un prodotto particolarmente interessante, che sarebbe appetibile per molti se non avesse un prezzo elevato che rispecchia il valore dei componenti in campo, ma non le possibilità finanziarie dei più.Il MacBook Pro 15" con display Retina è fra i prodotti più interessanti dell'azienda di Cupertino. Come tutti gli altri prodotti di Apple che hanno esordito a giugno questo notebook beneficia di un processore Ivy Bridge e della connettività USB 3.0, ma l'attenzione è tutta per lo schermo IPS Retina da 2880 x 1800 pixel, con densità di 220 pixel per pollice e angolo di visualizzazione di 178 gradi.Oltre a questo componente, che analizzeremo a fondo nell'analisi specifica, il nuovo MacBook Pro presenta una linea ultrasottile (spessore di 1,8 centimetri) e un peso di 2,02 chilogrammi che è contenuto considerata la presenza di un pannello da 15,4 pollici. Gli altri prodotti in gamma con un display di pari dimensioni infatti pesano 2,54 chilogrammi e hanno uno spessore di 2,41 centimetri. Merito anche della mancanza del masterizzatore DVD, che al contrario dei MacBook Pro ordinari nel Retina è stato soppresso.

Sono invece identici in tutta la gamma Pro l'architettura unibody con telaio in alluminio, la tastiera a isola con i tasti di colore nero e gli altoparlanti ai lati, e il touchpad fra i più grandi in circolazione.Come avevamo già evidenziato nella notizia di annuncio, la principale controindicazione di questo prodotto è il prezzo: il modello che abbiamo provato, con CPU Core i7 a 2.6 GHz, 8 GB di memoria e SSD da 512 GB costa 2929 euro. Per risparmiare si potrebbe puntare alla versione entry level, con CPU Core i7 a 2.3 GHz, 8 GB di RAM e SSD da 256 GB, disponibile a 2299 euro: comunque troppo per le tasche di molti.È poi da tenere in conto che volendo spingere al massimo la configurazione i costi salgono in modo esagerato: per espandere la memoria a 16 GB bisogna aggiungere al conto altri 200 euro, per munirsi di un'unità SSD da 768 GB al posto di quella da 512 GB prevista nella dotazione base (operazione da fare per forza all'acquisto) bisogna mettere in preventivo altri 500 euro. Per passare dalla CPU a 2.6 GHz a quella leggermente più veloce da 2.7 GHz ci vogliono altri 270 euro, arrivando alla fine a un totale di 3899 euro.Il tutto senza tenere conto dell'adattatore da Thunderbolt a Gigabit Ethernet (29 euro) e di quello mini DisplayPort/VGA (altri 29 euro) che probabilmente serviranno considerata la mancanza di questi due connettori d'uso diffusi. Se ne valga o meno la pena valutate voi.

Il nuovo MacBook Pro Retina Display da 13 pollici diventerà il nuovo incubo di ogni assistenza: iFixit l'ha fatto letteralmente a pezzi e decretato un indice di riparabilità bassissimo. In pratica metterci le mani sarà complicato. Durante la presentazione stampa dell'altro ieri tutti si sono concentrati sui contenuti tecnici e il design.Giusto per ricordarlo si tratta di un portatile con Retina Display da 13,3 pollici (2560x1600 pixel). Lo spessore è di 1,9 centimetri mentre il peso è di 1,62 chilogrammi - il 20% più sottile e quasi mezzo chilo più leggero rispetto all'attuale MacBook Pro 13 pollici. Due le configurazioni disponibili. La prima con processore dual-core Intel Core i5 a 2.5 GHz, 8GB di memoria e 128GB di archiviazione NAND Flash a partire da 1779 euro. La seconda sale a 2079 euro con 256 GB di memoria NAND Flash. Non mancano due porte Thunderbolt, uno slot SDXC, due USB 3.0, fotocamera, una HDMI e le connessioni legacy di sempre. Volendo le opzioni comprendono anche processori dual-core Intel Core i7 più veloci e archiviazione NAND Flash fino a 768GB.Le brutte notizie sono tutte sotto lo chassis. La batteria è incollata al case superiore, come nel 15 pollici. Vi sono viti pentalobo a profusione: di fatto basta comprare il cacciavite giusto su Internet. La RAM è saldata con la logic board, e quindi bisognerà scordarsi ogni genere di aggiornamento. Lo compri con 8 GB? Te lo tieni così per tutta la vita. L'assemblaggio dello schermo non consente sostituzioni parziali. Se qualcosa si rompe bisogna cambiare tutto il pezzo.

Se il MacBook Air aveva preso 1 su 10 nella riparabilità, questo modello si ferma a 2 su 10 semplicemente perché l'aggiornamento con un drive da 2,5 pollici appare possibile. In ogni caso per avere un cavo compatibile bisognerà tribolare.Asus ha annunciato la nuova gamma di notebook con Windows 8, che sono in commercio a partire da oggi e gradualmente fino a dicembre. L'offerta si compone dei notebook economici VivoBook, degli ultrabook Zenbook Touch, del Transformer Book e del Taichi. Il denominatore comune è la presenza di display touchscreen, i prezzi vanno da un minimo di 499 euro a un massimo di 1800 euro.La scommessa su Windows 8 si gioca sull'idea di mettere in risalto la caratteristica peculiare del nuovo sistema operativo: tutti i prodotti, anche quelli di fascia bassa, sono connotati dalla presenza di display touchscreen. Un modo per avvicinare gli utenti alla nuova interfaccia "a mattonelle" e per fornire qualcosa di fresco nel panorama dei sistemi tradizionali.La gamma più interessante è senza dubbio quella dei VivoBook per via del prezzo conveniente. Il prodotto di fascia bassa è identificato dalla sigla S200 ed è caratterizzato da chassis con verniciatura in alluminio che pesa 1,4 chilogrammi. La portabilità è garantita dal display da 11,6 pollici con risoluzione HD. Fra le caratteristiche da segnalare ci sono l'audio Sonic Master e la tecnologia Instant On, che consente di riprendere il lavoro dopo lo standby in 2 secondi. Il prezzo di 499 euro è dovuto alla configurazione entry level con processore Core i3, affiancato da 4 GB di memoria e da un disco fisso tradizionale da 500 GB.


Fonte notizia: http://www.batteria-portatile.com




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Batteria Elettrica Economica, Ecco I Differenti Tipi Tra Cui Scegliere


19 ottobre esce l'ultimo album di Danilo Amerio


Telecamera con pannello solare: Efficienza energetica


Le Batterie Acustiche Professionali E Tutti I Dettagli A Cui Fare Attenzione Prima Dell'acquisto


Tonfo del mercato PC, il 2015 è un anno da dimenticare


Rimac sceglie Analog Devices per una gestione accurata delle batterie di veicoli elettrici a elevate prestazioni


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Batterie ASUS N50V

 Reliés à Internet par une station de base terrestre, les ailes communiqueront entre elles par laser. "Normalement, le laser fonctionne bien entre des points stables, et c'est comme viser 10 cents d'euro à 17 km de distance, précise le CTO. Nos appareils ne le sont pas. C'est un vrai défi technique. Et nous nous inspirons par exemple de ce que nous avon (continua)