Home > Turismo e Vacanze > L’estate degli affitti turistici: chi arriva dall’estero spende fino al 38% in più rispetto agli italiani

L’estate degli affitti turistici: chi arriva dall’estero spende fino al 38% in più rispetto agli italiani

scritto da: Ufficio Stampa Immobiliare.it | segnala un abuso

L’estate degli affitti turistici: chi arriva dall’estero spende fino al 38% in più rispetto agli italiani


 Il mondo degli affitti turistici è pronto per una nuova stagione estiva, in cui non saranno solo gli italiani a optare per una casa vacanze in alternativa agli hotel, ma anche chi arriva dall’estero per visitare il Bel Paese. Il portale CaseVacanza.it (http://www.casevacanza.it), sito leader in Italia per il settore degli affitti turistici, ha studiato le diverse abitudini di viaggio tra stranieri e italiani, scoprendo come la prima evidente differenza riguardi il budget che, nel caso di chi arriva dall’estero, è più alto e supera fino al 38% quello dei nostri connazionali.

L’analisi dei budget

Gli italiani che faranno una vacanza a giugno spendono mediamente 77 euro a notte per una casa vacanze, mentre il budget di chi prenota dall’estero è più elevato ed è pari a 99 euro (+28%). A luglio la differenza si fa più evidente, con la spesa media degli italiani pari a 90 euro e quella degli stranieri che arriva a 124 euro a notte (+38%), giustificata probabilmente da una permanenza più lunga, durante la quale si vuole alloggiare in una casa di maggiore qualità e quindi più costosa. Ad agosto i prezzi dell’altissima stagione accorciano le distanze: la spesa media degli italiani è di circa 104 euro, contro i 112 degli stranieri (+7%).

A giugno e luglio vacanze più lunghe

L’analisi ha considerato le prenotazioni effettuate sul sito per l’estate 2017. A giugno il risparmio rispetto ad agosto è pari a circa il 35% sulle tariffe delle locazioni. Gli italiani ne approfittano e allungano le vacanze: se l’anno scorso si parlava di cinque giorni in media, quest’anno i soggiorni arrivano a durare più di sei giorni a giugno e oltre nove a luglio. Gli stranieri, di contro, sfruttano i primi due mesi estivi per ferie più lunghe che superano la settimana a giugno e durano più di undici giorni a luglio. Nel mese di agosto si accorcia la permanenza degli stranieri, che prenotano mediamente per poco più di nove giorni, contro gli oltre dieci degli italiani.

Le mete del viaggio

Per gli italiani la Puglia è ancora regina delle prenotazioni, seguita dalla Sardegna e dalla Toscana. Quest’ultima regione è la prima a essere preferita da chi arriva da Germania e Regno Unito, mentre i francesi optano principalmente per la Sardegna, apprezzando anche l’altra grande isola italiana, la Sicilia, al terzo posto nelle loro prenotazioni e in quelle dei cittadini inglesi.

Le caratteristiche più cercate in una casa vacanze

Le abitudini vacanziere di italiani e stranieri si dimostrano differenti anche nelle caratteristiche che si ricercano nell’immobile da affittare e che rivelano priorità diverse. Analizzando i filtri usati da chi si sposta in Italia, si nota come sia di fondamentale importanza la possibilità di portare in vacanza anche i propri amici a quattro zampe; al secondo e terzo posto della classifica si trovano due comodità irrinunciabili per gli italiani vacanzieri, la lavatrice e l’aria condizionata. Guardando invece alle ricerche degli stranieri, la caratteristica più cercata è una piscina all’interno della proprietà da affittare, seguita dall’aria condizionata e dalla lavatrice. Diversa è anche l’importanza che si attribuisce alla connessione internet nell’immobile: gli stranieri la cercano molto più degli italiani, tanto che nel loro caso si piazza al quarto posto delle ricerche contro l’ottavo nei filtri più usati dai connazionali.

«L’utenza straniera è uno dei target più interessanti per chi ha deciso di mettere a reddito il suo immobile come casa vacanze – dichiara Francesco Lorenzani, Amministratore Delegato di Feries srl, proprietaria di CaseVacanza.itSi tratta di turisti che viaggiano in periodi che per gli italiani sono di bassa o media stagione, occupando così la casa nei mesi meno gettonati e con budget di spesa mediamente più elevati. Per questo è importante che i proprietari si mettano nelle condizioni di rispondere alla loro domanda, ottimizzando, ad esempio, la pubblicazione dell’annuncio online in più lingue e fornendo indicazioni, suggerimenti e materiale informativo all’arrivo.»


Fonte notizia: https://www.casevacanza.it


CaseVacanza it | affitti turistici | turisti stranieri | estate |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Case vacanze Salento - salentobestweek.com


Italiaaffitti.it è vicina ai suoi clienti anche su Facebook e Google Buzz.


Italia Affitti: a disposizione anni di esperienza a chi vuole aprire un franchising affitti.


Agenzia immobiliare: apri con Italia Affitti, leader nel settore delle locazioni in Abruzzo, un agenzia immobiliare


Italia Affitti Franchising Immobiliare apre un’agenzia immobiliare Chieti ed amplia la sua offerta


L’agenzia Italia Affitti dispone di numerosi affitti Francavilla


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Agriturismo.it lancia la prima campagna di comunicazione per la sezione Ristorante e regala agli utenti un Ricettario di Natale digitale

Agriturismo.it lancia la prima campagna di comunicazione per la sezione Ristorante e regala agli utenti un Ricettario di Natale digitale
 Agriturismo.it (http://www.agriturismo.it), il sito leader in Italia per il settore della ricezione in agriturismo, inaugura con un’iniziativa speciale dedicata al Natale la nuova sezione Ristorante, appena lanciata. Il portale ha infatti da poco esteso l’offerta, prima esclusivamente rivolta al soggiorno, anche ai ristoranti, permettendo ai turisti internazionali e agli italian (continua)

In partenza per le feste: Cortina è la più richiesta per Natale e Gressoney per Capodanno; per l’Epifania boom di richieste in Abruzzo

In partenza per le feste: Cortina è la più richiesta per Natale e Gressoney per Capodanno; per l’Epifania boom di richieste in Abruzzo
 Come ogni anno, quello delle festività comprese tra Natale e l’Epifania è un periodo di grande fermento per il settore degli affitti turistici. CaseVacanza.it  (http://www.casevacanza.it), sito leader in Italia per il settore, ha studiato le richieste di prenotazioni per i giorni di festa tra dicembre e gennaio, delineando i trend delle vacanze invernali 2017/18. A (continua)

Per comprare il loro posto al sole i paperoni italiani preferiscono Spagna e Brasile

Per comprare il loro posto al sole i paperoni italiani preferiscono Spagna e Brasile
 L’inverno è alle porte e per tutti è tempo di prepararsi ai mesi più freddi dell’anno. Per tutti o quasi: per qualche fortunato infatti le festività natalizie sono il momento perfetto in cui partire verso la seconda casa al caldo. LuxuryEstate.com (https://www.luxuryestate.com), partner di Immobiliare.it per il settore degli immobili di prestigio, ha a (continua)

Case vacanza: per i soggiorni invernali gli stranieri spendono il 25% in più degli italiani

 Il mercato delle case vacanza promette ottimi affari anche per l’inverno: secondo un’analisi di CaseVacanza.it (https://www.casevacanza.it), portale italiano leader per il settore, per i mesi freddi i turisti stranieri in arrivo nelle regioni italiane sono disposti a spendere il 25% in più dei nostri connazionali. E se le regioni di montagna, Trentino Alto Adige in primis, (continua)

Classe energetica: il 23,5% degli immobili in vendita ne vanta una media o alta; per gli affitti la percentuale scende al 13,7%

Classe energetica: il 23,5% degli immobili in vendita ne vanta una media o alta; per gli affitti la percentuale scende al 13,7%
 Quella della riqualificazione energetica del patrimonio immobiliare italiano è una partita ancora aperta, sebbene qualcosa sembra essere cambiato negli ultimi due anni, soprattutto quando si parla del mercato delle compravendite. Analizzando gli annunci di immobili residenziali in vendita in Italia su Immobiliare.it (https://www.immobiliare.it) è emerso infatti che il 23,5% del (continua)