Home > Primo Piano > Marco Carra: bullismo e cyberbullismo in preoccupante aumento

Marco Carra: bullismo e cyberbullismo in preoccupante aumento

scritto da: Marco Carra | segnala un abuso

Marco Carra: bullismo e cyberbullismo in preoccupante aumento


Interessante incontro su bullismo e cyberbullismo, che ha visto molto partecipi i genitori e ragazzi presenti. Ha introdotto il consigliere regionale del PD Marco Carra affermando chel bullismo e il cyberbullismo, in tutte le sue manifestazioni sono fenomeni che oggi più che mai interessano un numero sempre maggiore di soggetti: in Lombardia sarebbero 71 mila i ragazzi d'età compresa tra i 15 e i 24 anni ad avere avuto esperienza diretta di episodi di cyberbullismo, mentre oltre 230 mila, i soggetti che conoscono amici che hanno avuto questi. Si è concentrato poi sui molteplici e gravi rilievi penali del fenomeno, che spesso sono totalmente ignorati dagli autori e dalle famiglie.
E’ intervenuta poi Marianna Pavesi, assessore all’Istruzione del Comune di Mantova, che ha illustrato come, all’interno del progetto legalità, siasno state messe in campo iniziative di prevenzione del fenomeno per studenti e genitori, perché il bullismo c’è sempre stato maora, con internet e i social, ha avuto un’impennata pericolosa.
E’ stata poi la volta di Fabio Pizzul, consigliere regionale del PD e relatore della legge approvata il 7 febbraio 2017 “Disciplina degli interventi regionali in materia di prevenzione e contrasto al fenomeno del bullismo e cyberbullismo”, che affida a Regione il compito di promuovere e sostenere interventi volti a prevenire e contrastare il fenomeno del bullismo e del cyber bullismo in tutte le sue manifestazioni. Pizzul ha parlato delle iniziative che possono essere messe in campo, anche se le risorse destinate sono poche, per contrastare il fenomeno e promuovere la cultura della legalità e l’uso corretto e consapevole dei social. 

Bullismo | cyberbullismo Marco Carra | Fabio pizzul | Marianna pavesi |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Il detective privato? Un esperto contro il cyberbullismo


Cyberbullismo - 0 in condotta: ragazzi incuranti della privacy usano lo smartphone dai 9 anni


La fashion blogger Teresa Morone si schiera contro la violenza sulle donne insieme ad USACLI


Bullismo e Cyberbullismo: opinioni a confronto. Seminario


Lotta al bullismo: Dire “NO” al bullismo diventa facile e virale...


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Avv. Marco Carra: sì al salario minimo

Avv. Marco Carra: sì al salario minimo
Dobbiamo ritornare a mettere il lavoro e la dignità dei lavoratori al centro dell’agenda politica, anche perché come dice l’art. 1 della Costituzione, siamo una Repubblica democratica fondata sul lavoro. Uno dei modi per farlo è certamente l’istituzione del salario minimo, ma non , a mio avviso, con una cifra prestabilita per legge (c’è infatti la proposta di 9 euro lordi l’ora). Se, finora, non (continua)

Avv. Marco Carra: le donne e il lavoro

Avv. Marco Carra: le donne e il lavoro
Le donne nel mercato del lavoro italiano rappresentano una storia di disuguaglianze. E’ vero che Il tasso di occupazione femminile italiano è aumentato negli ultimi anni, toccando il 48,8 per cento, ma media europea è però del 60 per cento. I dati sul lavoro delle donne in Italia indicano inoltre che esiste una disparità tra uomini e donne, come dimostra plasticamente il fatto che la diminuzion (continua)

Avv. Marco Carra: subito il taglio del cuneo fiscale

Avv. Marco Carra: subito il taglio del cuneo fiscale
La priorità il lavoro, che risulta da tutti i sondaggi la prima e più grande preoccupazione degli italiani. La principale misura da introdurre subito è il taglio del cuneo fiscale, che è, in sostanza, la differenza tra lo stipendio lordo versato dal datore di lavoro e la busta paga netta incassata dai dipendenti. Dall’ultimo rapporto Istat risulta che la retribuzione netta che resta a disposizion (continua)

Avv. Marco Carra: disabile licenziata per aggravamento malattia

Avv. Marco Carra: disabile licenziata per aggravamento malattia
Una donna, dipendente di Eurospin Tirrenica a Vinci, invalida, assunta come categoria protetta e con un figlio, è stata licenziata. Motivo: in seguito all’aggravamento della sua patologia (patologia in base alla quale era stata assunta come categoria protetta), la lavoratrice ha superato il limite di sei mesi di malattia (previsti dal Contratto) in quanto stava effettuando terapie salva vita. A (continua)

Marco Carra: scompare ben 1 milione di bambini ogni anno in Europa

Marco Carra: scompare ben 1 milione di bambini ogni anno in Europa
Scompaiono perché minori, stranieri e non accompagnati, senza genitori, documenti e protezione. Solo una piccola percentuale viene ritrovata: in Italia la media è di un bambino scomparso ogni sette giorni, solo il 18 per cento torna a casa. A volte scompaiono perché sottratti da un genitore, altre perché in fuga dal luogo in cui vivono. In alcuni casi scompaiono perché intercettati e rapiti in un (continua)