Home > Spettacoli e TV > Fabio Fazio RAI, un valore, non un costo

Fabio Fazio RAI, un valore, non un costo

scritto da: ItaliaBrandGroup | segnala un abuso

Fabio Fazio RAI, un valore, non un costo


 Aldo Cazzullo su Fazio e la RAI: “Credo che, quando si stabilisce o si discute il compenso di una persona, non ci si debba chiedere quanto costa, ma quanto vale (…)”.


Caro Aldo, 
mi piacerebbe conoscere la sua opinione sul caso Fazio. Può, deve, il servizio pubblico accettare di pagare un suo «pezzo pregiato» fior di milioni aumentando il compenso precedente? Avrei voluto vedere se Fazio, andando altrove, si sarebbe portato con sé i suoi fan.  
Valentina Micillo, Milano


Cara Valentina, 
 Ho ricevuto molte lettere sul tema, alcune decisamente più assertive della sua. Credo che, quando si stabilisce o si discute il compenso di una persona, non ci si debba chiedere quanto costa, ma quanto vale. Fabio Fazio vale molto, e non solo perché le sue trasmissioni incassano molta pubblicità, e quindi si ripagano e fanno anzi guadagnare la Rai: per essere concreti, RaiTre perde 15 milioni, ma RaiUno ne guadagna 22. 

Per anni Fazio è stato l’unico a riuscire a fare una trasmissione di libri in prima serata (al mattino c’è quella ormai storica di Corrado Augias). Le trasmissioni di libri non funzionano se hanno un approccio penitenziale, se comunicano questo messaggio: «Ora basta guardare sciocchezze, mettiti in ginocchio sui ceci, allaccia il cilicio e diventa migliore». Così la gente cambia canale. Se invece il messaggio dice in sostanza «stasera parliamo della vita, ridiamo, ci emozioniamo, ci indigniamo, e se vi interessa c’è questo libro», allora una parte significativa di pubblico risponde. In questo modo Fazio non solo ha portato in tv David Grossman e Daniel Pennac, Abraham Yehoshua e Emmanuel Carrère, Umberto Eco e Mario Vargas Llosa, insomma i più importanti scrittori del nostro tempo; ha dato loro un pubblico che in altre trasmissioni non avrebbero avuto. Questo non significa condividere tutto quello che Fazio fa o pensa. Ad esempio su Roberto Saviano ho un’opinione diversa dalla sua. Però credo che Fazio interpreti in modo corretto quel che dovrebbe fare il servizio pubblico. 

Si parla spesso di dedicare una rete alla cultura, togliendole la pubblicità. Sarebbe un esperimento interessante. Ma credo che un canale culturale dovrebbe comunque puntare ad avere un pubblico ampio. Abbiamo, con rare eccezioni, una classe di accademici che disprezzano la divulgazione perché disprezzano il popolo, anzi il volgo, e sono convinti di essere giudicati tanto più bravi quanto più sono oscuri. Questo aumenta il ruolo e la responsabilità della tv pubblica nella divulgazione e quindi nella formazione, come sostiene da sempre Piero Angela. Ora suo figlio Alberto ne ha raccolto il testimone. Il problema della Rai è avere più Alberto Angela e più Fabio Fazio; non meno.

Fonte:  Corriere della Sera


Fonte notizia: https://italiabrandgroup.tumblr.com/post/162319159242/fabio-fazio-e-la-rai-un-valore-non-un-costo


Rai servizio pubblico | Fabio Fazio RAI | RAI Fazio Cazzullo | RAI |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Antonella Clerici ; Le vite segrete di una diva


Competenze acquisite da Fabio de Matteis nella carriera di Avvocato


Sanremo 2013 - Tutto pronto per il debutto. Ospiti compresi


"Domenica In " - Mara Venier e Gianni Boncompagni i più amati della fortunata trasmissione. Lo dice il Web!


“Che Tempo Che Fa” Ascolti Fazio programma più visto fascia prima serata


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

RAI “Vita in diretta”, nel pomeriggio RAI si affaccia l’attualità

RAI “Vita in diretta”, nel pomeriggio RAI si affaccia l’attualità
 Di Antonio Dipollina Il POMERIGGIO di Rai 1 sta soprattutto nella rinnovata Vita In diretta: nuova gestione, di Andrea Vianello, e in conduzione accanto a Marco Liorni c’è Francesca Fialdini. Non esattamente una coppia dirompente e aggressiva ma non è un problema. O meglio: dall’altra parte c’è l’atomica Barbara D’Urso e bisogna farci i (continua)

“Che Tempo Che Fa” Ascolti Fazio programma più visto fascia prima serata

“Che Tempo Che Fa” Ascolti Fazio programma più visto fascia prima serata
 Ancora grandi ascolti per Fabio Fazio e “Che tempo che fa” che ieri sera è stato il programma più visto in prima serata (20.45/22.30) con 4 milioni 831 mila spettatori e uno share del 19% mentre la seconda parte con gli ospiti seduti al tavolo ha raggiunto il 15% di share e 2 milioni 861 mila spettatori. La media tra le due parti ha segnato 4 milioni di spettatori (continua)

Rai: CDA, Orfeo illustra dati ascolto

 Da inizio periodo di garanzia Rai unica a crescere rispetto a 2016. Rai cresce al 35,1% di share sull'intera giornata (+0,7%), al 36,2% sul daytime (+1,6) e al 36,6% sulla prima serata (+0,1). Forte il traino di Rai1 con il daytime che sale di quasi un punto con i programmi tradizionali della mattina e la nuova formula di Vita in diretta. Il Consiglio di Amministrazione della Rai si è (continua)

Parapini Romaeuropa Festival, l’impegno della Rai

Parapini Romaeuropa Festival, l’impegno della Rai
 Rai main media partner della 32esima edizione di Romaeuropa Festival. Giovanni Parapini: “Il nostro impegno vuole essere concreto e avrà molte declinazioni”. Il festival verrà seguito da Rai Cultura, Rai3, Radio3, Radio2, Radio Kids, Rai Ragazzi, Rai News 24, TG Lazio e GR del Lazio. “La Rai, in quanto TV di servizio, ha il diritto e il dovere di essere prese (continua)

RAI #Insiemepiùforti terremoto: La programmazione speciale per giovedì 24 agosto

RAI #Insiemepiùforti terremoto: La programmazione speciale per giovedì 24 agosto
 Tante iniziative tra speciali e approfondimenti su tutte le reti del servizio pubblico RAI. Sarà trasmessa in diretta la fiaccolata durante la notte. A un anno dalle prime scosse che hanno colpito il centro Italia, il racconto del terremoto da parte delle testate e delle reti Rai prosegue con un palinsesto speciale dedicato al ricordo del dramma del 24 agosto e alle difficoltà (continua)