Home > News > COSA TI PIGNORO OGGI? LE ANGOSCE E PAURE DEI CONTRIBUENTI

COSA TI PIGNORO OGGI? LE ANGOSCE E PAURE DEI CONTRIBUENTI

articolo pubblicato da: Confedercontribuenti | segnala un abuso

COSA TI PIGNORO OGGI?  LE ANGOSCE E PAURE DEI CONTRIBUENTI

Con l’inizio di luglio e l’abolizione di Equitalia si ritorna a parlare tra i contribuenti del pignoramento.

Per Confedercontribuenti partire dalla soglia di povertà  ISTAT

Il pignoramento è regolato dal dl 203/2005, che ha introdotto l’articolo 72 bis del DPR 602/1973, in base al quale è prevista l’azione diretta sui crediti del debitore detenuti da terzi.

Nonostante alcune regole  circa  i pignoramenti di  stipendiconto correnti e pensioni ci sono ancora tanti dubbi e tante lacune che andrebbero a discapito del cittadino.

Tra i casi che ogni giorno ci vengono sottoposti quello  di una signora assistita dalla nostra responsabile Confedercontribuenti Abruzzo avv. Maria Grazia Piccinini: - “su uno stipendio di 76 euro mensili sono stati  trattenuti circa il 1/10 E’ una storia inverosimile ma ce ne sono tante ed in questo periodo di crisi è necessario intervenire”.

La legge dice che si opera il pignoramento degli stipendi: non oltre 1/10 per retribuzioni fino a 2.500 euro; in misura pari ad un settimo per importi da 2.501 a 5mila euro, mentre oltre i 5mila euro il pignoramento massimo è di un quinto. Per il conto corrente  sul quale viene versato lo stipendio è pignorabile solo nella parte che eccede il triplo dell’assegno sociale (per il 2017 ammonta a 448,07 euro mensili) e per la pensione, è impignorabile la somma pari all’assegno sociale (per il 2017 ammonta a 448,07 euro mensili) aumentato di un mezzo: la parte in eccedenza rispetto a questa cifra può essere pignorata secondo le regole generali (fino a non oltre un decimo per debiti fino a 2.500 euro; in misura pari ad un settimo per debiti da 2.501 a 5 mila euro; oltre 5mila euro il pignoramento massimo è di un quinto).

“La regola dei pignoramenti è comunque poco chiara. C’è bisogno di equità tra contribuenti. Abbiamo un valore  che viene stabilito dall’ISTAT che determina la soglia di povertà, pertanto sarebbe opportuno che come base per i pignoramenti si parta dalla quota eccedente di tale valore” -  interviene il presidente nazionale di Confedercontribuenti Carmelo Finocchiaro.

La Commissione Europea  già nel 2008  con Raccomandazione nr. 867  ha ribadito la responsabilità degli Stati membri nella promozione e diritto fondamentale della persona a risorse e prestazioni sufficienti per vivere conformemente alla dignità umana. 

E’ necessario garantire il minimo vitale stabilito appunto dall’ISTAT in  base all’età, all’area geografica e al nr dei componenti. Se per esempio il reddito minimo di sopravvivenza è fissato per 1500 euro ma il contribuente ne guadagna 1700 bisognerebbe prendere il famoso quinto dalle 200 euro in eccesso. Noi di Confedercontribuenti utilizzeremo comunque ogni forma e mezzo per far valere tale principio. Noi siamo convinti che molti dei contribuenti morosi lo siano non per volontà ma per impossibilità pertanto è necessario che si investa più nel lavoro e nelle imprese” – conclude Finocchiaro.

pignoramenti | crisi | confedercontribuenti |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Polizze per la casa: nel 2018 la richiesta è aumentata del 13%


.BRUSCIANO NOTIFICHE TARSU DA EQUITALIA. MATTIA MONTANILE DELL'ACU CAMPANIA SCRIVE UNA LETTERA APERTA AL SINDACO AVVOCATO GIUSEPPE ROMANO. (Inviato da Antonio Castaldo)


Ecco A Chi È Possibile Dare Il 5x1000, Come Trovare I Beneficiari


COMUNICATO ACU CAMPANIA ; CIDAS; ATTIVISTI E CITTADINI VS cartelle accertamento T.A.R.S.U.. retroattivo. Annualità 2011/2012 ( Ricevuto e Trasmesso da Antonio Castaldo)


Importare beni dalla Cina con il sistema INTRASTAT


Proprietari e famiglie di Capua fra XVII e XIX secolo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Carmelo Finocchiaro presidente nazionale di Confedercontribuenti scende in campo per le amministrative della città di Catania

Carmelo Finocchiaro presidente nazionale di Confedercontribuenti scende in campo per le amministrative della città di Catania
Carmelo Finocchiaro il vulcanico presidente nazionale di Confedercontribuenti scende in campo con l’orgoglio di essere del PD con la lista civica “I Progressisti” per il rinnovo del consiglio comunale della città etnea. Carmelo Finocchiaro, 55 anni, consulente aziendale, porta  insieme a se idee e progetti che riguardano la vita della gente che pr (continua)

La legge “Salva-Banche” mette per strada famiglie e imprese, Confedercontribuenti ne richiede modifica.

La legge “Salva-Banche” mette per strada famiglie e imprese, Confedercontribuenti ne richiede  modifica.
  Questa mattina a Salboro (Padova) è previsto lo sgombero di un appartamento pur non essendo ancora venduto all’asta come previsto dalla Legge 119/2016. Annunciata la presenza di una delegazione di Confedercontribuenti con il vice presidente nazionale Alfredo Belluco. Una pratica purtroppo sempre più diffusa in Italia a cui Confedercontribuenti chiede di porre un freno c (continua)

Commissione Banche, per Confedercontribuenti inutile agli utenti bancari

Commissione Banche, per Confedercontribuenti inutile agli utenti bancari
Presentata relazione finale della Commissione d’inchiesta banche, alla fine nessun risultato concreto per gli utenti bancari. E’ stata presentata la relazione finale della commissione d’inchiesta sulle banche in cui è emerso che negli ultimi dieci anni l’attività di vigilanza di Banca d'Italia e Consob sul sistema bancario italiano è stata (continua)

Confedercontribuenti – Puglia: salvo immobile di famiglia alberobellese

Confedercontribuenti – Puglia:  salvo immobile di famiglia alberobellese
 Il Giudice Michele De Palma del Tribunale di Bari (II sezione civile) con sentenza datata 11 gennaio 2018  “ha salvato” dalla vendita dell’immobile,  una famiglia di Alberobello supportata da Confedercontribuenti – Puglia con l'ausilio legale dell’Avv. Giuseppe Baldassarre del foro di Bari e perizia dello studio DMS di Bari.  Il Giudice ha dedott (continua)

Confedercontribuenti, crollano le denunce per usura criminale in Italia.

Confedercontribuenti, crollano le denunce per usura criminale in Italia.
Calo delle denunce,  per Confedercontribuenti bisogna avviare fase nuova per incentivare a denunciare. “Il dato è assolutamente preoccupante”  - afferma Carmelo Finocchiaro presidente Nazionale della Confedercontribuenti, dopo avere letto i dati forniti dalla Polizia di Stato. Sono state 'solo' 163 nel primo trimestre di quest'anno contro le 218 dello s (continua)