Home > Sport > TRIDENTUM CRIT ALL’ARREMBAGGIO

TRIDENTUM CRIT ALL’ARREMBAGGIO

scritto da: Newspower | segnala un abuso


“Tra le fantastiche vie del centro storico di Trento assaporando la storicità de ‘La Moserissima’ e anticipando la gloriosa ‘La Leggendaria Charly Gaul’, è con entusiasmo che vi invitiamo alla prima edizione della gara di scatto fisso”. La novità assoluta della serie di eventi dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ed ASD Charly Gaul Internazionale andrà in scena sabato sera, con il Tridentum Crit.

Una quarantina di atleti uomini e una decina di donne si ritroveranno alle ore 17 in Piazza Duomo per partire alle ore 20 ed affrontare un’avvincente sfida di 20 minuti + 1 giro (donne), e alle ore 21 per un contest della durata di 30 minuti + 1 giro (uomini), prima di celebrare chi compete senza l’uso dei freni nel corso delle premiazioni conclusive. Tanti campioni ai nastri di partenza della gara trentina, a cominciare da Ignazio Moser, il quale riceverà il ‘passaggio di consegne’ da papà Francesco, fresco di terza edizione de “La Moserissima”, ciclostorica nata per celebrare il decennale de “La Leggendaria Charly Gaul”. Ignazio Moser è figlio d’arte ma anche colui il quale detiene le più alte possibilità di vittoria sulle strade di casa in sella al team Cinelli Chrome. Martino Poccianti del team Cykeln Firenze di recente si è invece aggiudicato il titolo di campione del mondo, mentre Aldo Ilesic del team Specialized è uno dei cinque competitor più forti al mondo.

Da un atleta croato ad un corridore nostrano, Francesco Martucci del team Supernova, pioniere che ha portato questa spettacolare disciplina in Italia. Emanuele Poli, sempre del team Supernova, è giunto secondo nella gara di Milano del Red Hook Criterium dello scorso ottobre, e a Trento punterà al bersaglio grosso. Ivan Ravaioli è stato campione del Red Hook Criterium nel 2015, nonché unico italiano ad aver vinto a New York, Barcellona e ad essersi aggiudicato la classifica finale del challenge principe in tutto il mondo in materia di biciclette fixed. Ultimo ma non ultimo tra i maschi, Alessandro Mariani del team IRD Modena, ex professionista e plurimedagliato in tutte le sfide in Francia, Italia e Spagna.

Tra le atlete si distinguono la campionessa del mondo in carica Jasmine Dotti, del team IRD Modena come Mariani, Paola Panzeri del team Cinelli Chrome e Stefania Baldi, anch’ella pioniera al femminile e pluricampionessa anche all’estero.

Il Tridentum Crit sarà il primo evento assoluto di questo tipo in Trentino-Alto Adige, raccontato dal principale responsabile, Enrico Biganzoli, compagno di squadra di Ignazio Moser: “Lo scatto fisso è una nuova disciplina che abbina novità a storicità del ciclismo. Vi aspettiamo tutti alle ore 20 in Piazza Duomo, con varie sfide in cui gli atleti si daranno battaglia con bici senza freni. Un’occasione unica per mostrare le proprie abilità in uno spettacolo autentico. Ignazio sarà uno dei favoriti ed il pavè dimostrerà ancor di più come si corre con lo scatto fisso”.

Da un Moser all’altro, e Francesco, ciclista italiano più vincente di sempre, si prepara a salire nuovamente in sella per la sua “La Moserissima”, quest’anno lungo ben due spettacolari percorsi, all’insegna del ciclismo d’epoca. Una sfida non competitiva che tuttavia metterà alla prova i corridori, partendo alle ore 8.30 da Piazza Duomo ed arrivandovi dopo aver affrontato percorsi di 94 km e 943 metri di dislivello e di 57 km e 590 metri di dislivello, ristorandosi lautamente alle Cantine Moser, Cavit e bicigrill Faedo (percorso lungo). Pedalate importanti anche per “digerire” la gustosa cena della serata precedente, la “Cena rustica a casa di Checco”, aperta a tutti coloro i quali volessero degustare le specialità trentine e stare ad ascoltare alcuni aneddoti direttamente dalla bocca dello “Sceriffo”.

Per info e prenotazioni sulla cena a pagamento contattare direttamente APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi 0461.216000 – info@discovertrento.it.

Per info ed iscrizioni: www.lamoserissima.it


Fonte notizia: http://www.newspower.it/comunicati/CharlyGaul/comunicati/CharlyGaul_comu.htm


la leggendaria charly gaul | trento | monte bondone | valle dei laghi | trentino | newspower | la moserissima |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

TRENTO ASPETTA LA BIKE TRANSALP


CALUMET DELLA PACE FRA MOSER E SARONNI


INCREDIBILE A “LA MOSERISSIMA”


Presentato il Cesarini Sforza Tridentum Dosaggio Zero.


Domani La Bike Transalp In Arrivo A Trento, Pernsteiner-Geismayr Sul Trono Della 5. Tappa


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MARCIALONGA: SOGNO PER CAMPIONI E AMATORI. 70 KM DI PASSIONE IN VAL DI FASSA E IN VAL DI FIEMME

MARCIALONGA: SOGNO PER CAMPIONI E AMATORI. 70 KM DI PASSIONE IN VAL DI FASSA E IN VAL DI FIEMME
Pian piano si dispone l’attrezzatura per innevare i 70 km da Moena a Cavalese È la gara amata dai grandi campioni dello sci di fondo, con “ritorni” eccellenti Il 29 e 30 gennaio ce n’è per tutti i gusti con Light, Story, Baby, Mini, Young e Stars C’è ancora qualche posto, la corsa al pettorale sta per concludersi C’è un’equazione fissa che mette alla prova gli organizzatori della Marcialonga: basse temperature, produzione neve.È vero che il termometro in questo periodo fluttua su e giù dallo zero, è comunque tempo di spolverare i 26 ‘cannoni’ che gli uomini della mitica granfondo degli sci stretti, la cui 49.a edizione è in programma il 29 e 30 gennaio, hanno tolto dal magazzino. L’imperativo è iniziare la (continua)

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO
Sono sempre di più gli iscritti alla prima gara di stagione del fondo Gli organizzatori livignaschi hanno stabilito il tetto massimo di 500 unità Da sabato 23 ci si potrà allenare sull’anello frutto dello snow farming La “superstar” Klaebo di nuovo a Livigno per la preparazione in altura della stagione Olimpica Da Pauli Siitonen, il finlandese che ha avuto l’intuito, a Bill Kock, l’americano che per primo sviluppò la nuova tecnica negli anni ‘70. Lo skating è una disciplina dello sci di fondo che piace, frizzante ed esplosiva.La prima opportunità di stagione di calzare gli sci stretti e fare a gara col cronometro in tecnica libera è la storica Sgambeda, che sabato 4 dicembre è pronta ad alzare il sipario (continua)

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone
Seconda giornata del weekend di skiroll a Trento Luca Curti attende e poi scappa. Sul podio Tanel e Masiero Mortagna accende i giochi, poi paga e vince Beri davanti a Becchis Spettacolo dei giovanissimi. Organizzazione di Trento Eventi Sport e Team Futura Il Monte Bondone, la montagna di Trento per antonomasia, è sempre stato banco di prova per ogni genere di “scalatore”. Dalle auto alle moto, dalle bici al running, ma anche autentica “bestia nera” per gli skirollisti.Oggi confronto serrato sui tornanti del Bondone lungo quella salita che, non a caso, porta il nome di Charly Gaul, il lussemburghese che nel 1956 in una giornata da tregenda qui vinse (continua)

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno
L’11 giugno 2022 quarta edizione della Dolomites Saslong Half Marathon Un percorso di 21 km e 900 m. di dislivello tra Val Gardena e Val di Fassa Iscrizioni online con Enternow, la quota base è di 50 euro 600 posti per un’occasione sportiva intorno al Gruppo del Sassolungo Alcuni atleti nella scorsa edizione di giugno, disputata comunque nonostante i disagi della pandemia, dicevano di non riuscire a concentrarsi in gara, tanto la vista li affascinava. C’è da crederci. Forse un po’ meno per Xavier Chevrier, favorito della vigilia, e Caterina Stenta, outsider vincente tra le donne, autori di una gara velocissima.E così dopo gli entusiasmi per il successo e i complimen (continua)

A gennaio torna lo Skiri Trophy: sciolina alla mano per i giovani fondisti

A gennaio torna lo Skiri Trophy: sciolina alla mano per i giovani fondisti
Il 22-23 gennaio in Val di Fiemme appuntamento col 38° Skiri Trophy XCountry A Lago di Tesero (TN) classico happening dello sci di fondo giovanile Al via le categorie Baby, Cuccioli, Ragazzi e Allievi e quindi il Revival Un mix di iniziative per tutti gli appassionati: dai più giovani ai nostalgici Lo sci di fondo può guardare lontano con entusiasmo: quello che è comunemente definito il ‘mondialino’ degli sci stretti è confermato per l’imminente stagione: dopo l’annullamento dello scorso gennaio a causa della pandemia, il 22-23 gennaio prossimi la Val di Fiemme vedrà nuovamente i giovani atleti degli sci stretti darsi battaglia in occasione del 38° Skiri Trophy XCountry. L’evento è ormai una (continua)