Home > Spettacoli e TV > Francesca Dellera, l’attrice che ispirò Marco Ferreri per il film “La carne”

Francesca Dellera, l’attrice che ispirò Marco Ferreri per il film “La carne”

articolo pubblicato da: articolinews | segnala un abuso

Una bellezza ed una sensualità che hanno saputo conquistare tutti: grande pubblico ed artisti. Dopo aver collaborato con fotografi di fama internazionale, Francesca Dellera intraprende la carriera cinematografica, collaborando con numerosi registi: il successo all'estero arriva con "La carne" di Marco Ferreri; intervistato il regista rivelò come scrisse il film solo perché c'era Francesca Dellera.

Francesca Dellera Francesca Dellera Francesca Dellera

La sensualità di Francesca Dellera tra cinema e fotografia

Conclusi gli studi classici, Francesca Dellera inizia la carriera di modella a Roma; la sua bellezza attira presto l'attenzione di importanti fotografi quali Helmut Newton, André Rau, Annie Leibovitz, Dominique Isserman, Greg Gorman e Michel Comte. Il suo forte impatto scenico e visivo non passano inosservati: dopo aver conquistato le prime pagine di importanti riviste e magazine, Francesca Dellera attira l'attenzione del mondo cinematografico. È l'inizio di una serie di successi che le varranno presto una fama internazionale. Arriva poi il primo importante riconoscimento: 10 milioni di italiani la seguono in tv con la miniserie La Romana, trasposizione cinematografica dell'omonima opera letteraria di Alberto Moravia, ed è lo stesso scrittore che la intervista per il settimanale l'Espresso, privilegio concesso prima di lei solo a Claudia Cardinale e Sophia Loren. La consacrazione ad attrice di fama internazionale arriva però attraverso il film La carne, realizzato da Marco Ferreri e scritto appositamente per lei; il film segna l'innamoramento artistico di Ferreri per la Dellera: "questa attrice è il massimo della femminilità" - ha dichiarato il regista in un'intervista - "ho scritto questo film solo perchè c'era lei e ne vado molto fiero". Lo stesso Ferreri, definì poi Francesca Dellera "la pelle più bella del cinema italiano". Il film di Ferreri viene scelto per partecipare al Festival di Cannes, riscuotendo un notevole successo presso il pubblico francese. Il fascino di Francesca Dellera nel frattempo ha conquistato anche il famoso stilista francese Jean-Paul Gaultier, che la sceglie come modella di eccezione. Successivamente ha girato il film tv di coproduzione italo-francese Nanà, prestando anche il proprio volto come testimonial in diversi spot e campagne pubblicitarie. Sempre in Francia Francesca Dellera prosegue la propria attività: Alain Delon la vuole al suo fianco nella pellicola del regista Jacques Deray L'Ours en peluche e successivamente protagonista nel kolossal La contessa di Castiglione, realizzato da Josée Dayan e con coprotagonista Jeanne Moreau.

Francesca Dellera - Marco Ferreri La Carne Marco Ferreri - Francesca DelleraFrancesca Dellera - Marco Ferreri

Francesca Dellera: un fascino riconosciuto da registi e critici cinematografici

Non solo il pubblico italiano e straniero ha saputo riconoscere le doti artistiche e la sensualità di Francesca Dellera. Nel corso della sua carriera, registi, critici e artisti di tutto il mondo ne hanno apprezzato la presenza scenica e la bellezza. Oltre a un importante premio televisivo vinto per l'interpretazione nello sceneggiato "La romana", l'attrice viene anche premiata come protagonista all'interno della categoria miglior spot dell'anno, l'attrice e modella è riuscita a conquistare l'ammirazione di molti professionisti del mondo dello spettacolo." Natalia Aspesi, giornalista e scrittrice italiana, ne ha rimarcato la sensualità d'altri tempi, "confronto ai canoni asessuati della bellezza dei nostri giorni, Francesca Dellera è una ragazza d'altri tempi, il suo biancore soffice, carnale, è di quelli che non si vedono più, essendo oggi la femminilità anche vistosa completamente asessuata, come vuole la televisione, come vuole la moda". Apprezzata particolarmente in Francia, Paese dove ha continuato a svolgere attività di modella e attrice, Francesca Dellera è stata inserita nel libro che Cannes ha dedicato al cinquantesimo anniversario del Festival cinematografico. Anche il famoso critico cinematografico Tullio Kezich ha apprezzato molto l'attrice scrivendo di lei: "la fisicità di Francesca Dellera è parlante, possiede quel qualcosa in più che hanno le figure schermiche di eccezione, tanto a suo agio davanti la macchina da presa che quando è vestita sembra nuda, e quando è nuda sembra vestita". Anche l'artista Prince fu rapito dal fascino dell'attrice italiana, tanto da fare un viaggio appositamente dall'America per poterla così conoscere di persona a Parigi dove poi la corteggiò ripetutamente chiedendole anche di seguirlo negli Stati Uniti così da poter realizzare un video insieme a lei.

Francesca Dellera |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Stella del cinema italiano, la sensuale attrice Francesca Dellera torna a raccontarsi in un’intervista


La bellissima Francesca Dellera racconta l’intenso corteggiamento da parte della star internazionale Prince


I traguardi professionali dell’attrice e fotomodella Francesca Dellera


Il film “Pinocchio” mai realizzato di Federico Fellini: Francesca Dellera nel ruolo della Fata


Francesca Dellera, a tre anni dalla morte di Prince, ne ricorda con affetto il corteggiamento


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Contributi per investimenti di efficientamento energetico: l’intervento dello studio di Andrea Mascetti

L'avvocato Alessandra Brignoli dello studio legale di Andrea Mascetti spiega le novità contenute nel recente D.L. 30 aprile 2019 n.34 e concernenti alcune disposizioni in tema di ambiente, efficientamento energetico ed economia circolare. Lo studio di Andrea Mascetti: gli aggiornamenti in tema di politiche ambientali Il legale Alessandra Brignoli, che esercita la professione forense nel (continua)

FME Education: le soluzioni per dotare le scuole di strumenti per arginare il copia e incolla degli studenti

FME Education si impegna in prima linea nel contrasto alla cultura del copia e incolla dilagante tra studenti e docenti. In questo senso, è prioritario perseguire tale obiettivo anche in vista del raggiungimento dell'SDG 4 dell'Unesco. FME Education: il "copia e incolla" come stile di vita FME Education sostiene il pensiero per il quale l'istituzione scolastica, e prima ancor (continua)

Gruppo Green Power: “Prendiamo esempio dalla Svezia”

Fondato nel 2009 e guidato da David Barzazi, Gruppo Green Power concentra la sua attività principale nell'efficientamento energetico e nei servizi attinenti le energie rinnovabili. Gruppo Green Power: perché dobbiamo lasciarci ispirare dalla Svezia Grazie all'accordo siglato con la Norvegia nell'ambito delle fonti di energia alternativa, la Svezia ha già raggiunto i suoi (continua)

Rinaldo Ceccano tra i relatori del convegno: “Sosteniamoci, assumiamo l’impronta ecologica”

Nel corso del convegno "Sosteniamoci", Rinaldo Ceccano ha presentato il progetto "Waste Manager", proposto da Accademia Life, ente formativo e player di riferimento della Regione Lazio. Nello specifico, è emerso che i discenti hanno acquisito delle competenze ideali per avere successo nel mondo professionale odierno, come hanno sottolineato gli altri manager e imprendito (continua)

Il racconto di Sanremo 2019 di Paolo Campiglio

Accanto alla carriera manageriale, Paolo Campiglio porta avanti quella di critico televisivo e musicale. In occasione della 69esima edizione del Festival della Canzone Italiana, è stato componente della Giuria Tecnica in qualità di Rappresentante della Stampa Estera, essendo corrispondente di Radio 1 New York. Paolo Campiglio: formazione e carriera professionale Classe 1975, Pao (continua)