Home > Altro > CHIESA ORTODOSSA RUMENA A PERUGIA

CHIESA ORTODOSSA RUMENA A PERUGIA

articolo pubblicato da: mauro | segnala un abuso

PERUGIA - Venerdì 10 giugno, presso il Centro ecumenico ed universitario "San Martino" in via del Verzaro di Perugia, si è tenuta una conferenza stampa, promossa dalla Curia diocesana, con la quale si è pubblicamente annunciata la consegna delle chiese perugine di San Fiorenzo e di San Matteo degli Armeni, rispettivamente alla comunità ortodossa romena e a quella russa. «Tale consegna sarà solennizzata da una cerimonia che si svolgerà dopo l'estate - spiega mons. Elio Bromuri, direttore degli Uffici diocesani per l'Ecumenismo ed il dialogo interreligioso e per le Comunicazioni sociali - con la presenza dei vescovi delle rispettive Diocesi ortodosse romena e russa».All'incontro con i media perugini sono stati presenti l'arcivescovo mons. Gualtiero Bassetti, il vicario generale, mons. Paolo Giulietti, il presidente del Capitolo dei canonici della cattedrale di San Lorenzo, mons. Fausto Sciurpa, il parroco della comunità ortodossa romena, don Jonut Radu, ed il parroco della comunità ortodossa russa, don Nicolae Dragutan. La chiesa di San Fiorenzo è sita in via Alessi; San Matteo degli Armeni si trova appena fuori Porta Sant'Angelo. La prima risale al secolo VIII (in gran parte riedificata tra il XVII ed il XVIII secolo); la seconda, recentemente restaurata, risale alla seconda metà del XIII.Nell'incontro con la stampa, mons. Bassetti ha dichiarato che «questo è un gesto importante, che ha attinenza con l'ecumenismo affettivo, importante per sviluppare un cammino di riconciliazione e comunione tra le Chiese di Cristo, in vista di un'effettiva unificazione». Ha anche sottolineato la grande amicizia e la fraternità con i due parroci ortodossi, don Jonut e don Nicolae.Il vicario generale mons. Giulietti ha sottolineato che «tale consegna è un segno dei tempi e risponde ad un'esigenza di accoglienza di fratelli nella fede e anche di rivitalizzazione del centro storico della città». Ha precisato anche che «i cattolici hanno sempre la possibilità di usare le suddette chiese per le loro celebrazioni in casi particolari come possono essere i funerali dei cittadini residenti ed altre circostanze». Francesco D'Amelj, neo-direttore dell'Ufficio diocesano per i Beni culturali ecclesiastici, ha descritto le due chiese come «gioielli ricchi di storia e di arte risalenti a secoli lontani».I due parroci ortodossi hanno ringraziato l'arcivescovo mons. Bassetti e la comunità ecclesiale. Don Nicolae ha ringraziato anche il sindaco di Perugia, Wladimiro Boccali, per aver concesso l'utilizzo di alcuni locali del complesso di San Matteo degli Armeni di proprietà del Comune, da destinare a sacrestia e servizi. A conclusione, è intervenuto il prof. Gianfranco Maddoli, già sindaco di Perugia dal 1995 al 1999, ricordando il progetto, da lui proposto, di fare del complesso di San Matteo degli Armeni un centro di dialogo interconfessionale e interreligioso. Mons. Bassetti si è trovato d'accordo nel riprendere questo progetto, in modo che la presenza della comunità ortodossa russa possa esserne considerata un primo elemento.Don Jonut Radu ha annunciato che già da domenica 12 giugno, solennità della Pentecoste (che quest'anno coincide con quella ortodossa), si ritroverà nella chiesa di San Fiorenzo con la comunità romena per officiare la liturgia; mentre la comunità ortodossa russa - ha precisato don Nicolae Dragutan - dovrà attendere un po' di tempo prima di potersi riunire in San Matteo degli Armeni per consentire l'esecuzione di alcuni lavori interni necessari per avere la sacrestia completamente fruibile.

TRATTO DA UJ.COM 


 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Blue Panorama Airlines, il grande tennis torna in Umbria


Blue Panorama Pecci: Tennis Cup Internazionali città di Perugia


Giornata del Mal di Testa


Pinalli apre tre store in Umbria


Cosa vedere in Umbria? Un Itinerario etrusco lungo questa regione


Perugia-Assisi 2018, anche Brusciano ha marciato nel nome della Pace e della Fraternità. (Scritto da Antonio Castaldo)


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Comitato Regionale Umbro: l'inchiesta diventa anche sportiva.

Oltre all’inchiesta penale, che ha portato al rinvio di Luigi Repace , numero uno del Comitato Regionale Umbro, e di altri 8 imputati con l’accusa di truffa e malversazione, si è mossa, con il compito di far chiarezza sullo svolgimento di quei lavori, anche la giustizia sportiva, davanti alla quale Repace deve rispondere per i presunti illeciti nella realizzazione del campo di c (continua)

MOTO GP: GARA DA DIMENTICARE PER DANILO PETRUCCI IN ARGENTINA

MOTO GP: GARA DA DIMENTICARE PER DANILO PETRUCCI IN ARGENTINA
Il pilota italiano che affrontava il Gp della Repubblica Argentina con la voglia di riscattare i problemi avuti in qualifica, era riuscito a fare una buona partenza, passando alcuni dei piloti che aveva davanti in griglia. Purtroppo alla quarta curva del circuito di Rio Hondo, nel tentativo di sorpassare all’interno Hector Barberà, veniva al contatto con l’avversario finendo la sua gara nella ghi (continua)

TRAGEDIA A MOSCA: ANDREA ANTONELLI CI HA LASCIATI...

TRAGEDIA A MOSCA: ANDREA ANTONELLI CI HA LASCIATI...
Andrea era un vero sportivo, un ragazzo solare che amava il motociclismo. A soli 25 anni era riuscito ha raggiungere importanti risultati prima nelle mini moto poi nei vari campionati nazionali ed europei di moto . Quest'anno il suo campionato nella supersport doveva essere il suo vero trampolino di lancio verso la Superbike  o magari la Moto gp. Purtroppo pero' domenica la tragedia si e' (continua)

PER MONTI L'ENNESIMA PROVA DELLA GIUSTIZIA SPORTIVA A DISCREZIONE....

 C'era da aspettarselo: la solita vecchia AIA, che vuole chiudere la bocca a tutti quelli che non si adeguano al sistema e che vogliono esprimere liberamente la propria opinione, ha deferito Roberto Monti per i suoi report sulla violenza subita dagli arbitri. Da tempo infatti Monti pubblicava mensilmente, attraverso facebook, mail alle sezioni e anche arbitri.com, dei rapporti contenenti le (continua)

L'UGL POLIZIA UMBRIA AL MUGELLO

L'UGL POLIZIA UMBRIA AL MUGELLO
 Domenica 2 giugno, festa della repubblica, molto speciale per l'Ugl Polizia di Stato Umbria, che ha visto i Segretari Regionali Mauro Fenci e Mauro Stefanelli ospiti del Team Iodaracing Came al Gp d'Italia di Moto al Mugello. La giornata era di quelle speciali, visto che oltre 80.000 persone affollavano una delle piste piu' famose del mondo. Grande attesa era per l'idolo di casa Valentino R (continua)