Home > Auto e Moto > Osservatorio di AutoScout24

Osservatorio di AutoScout24

scritto da: Comunicazioneareapress@gmail.com | segnala un abuso


Cresce l’interesse degli italiani per le auto usate. Prezzi medi offerti stabili ma inferiori a Paesi come Francia e Germania. Età media delle auto in vendita di 6,7 anni, con quasi un quarto che supera i 10 Roma e Napoli prime province per passaggi di proprietà, ma rispetto alla popolazione Trento e Aosta sono le più dinamiche. Trieste e Milano le più care, Genova e Napoli le più economiche. Fiducia per l’andamento del mercato dei prossimi mesi Milano, 16 ottobre 2017 – Il mercato dell’usato delle quattro ruote continua a vivere un momento favorevole. Se da un lato nel III Trimestre crescono le vendite (+6,4%) e i prezzi delle vetture offerte sul mercato restano stabili (-0,1%) - anche se in calo rispetto a 5 anni fa e con un importo ben al di sotto di Paesi come Francia, Germania e Austria -, dall’altro si evidenzia come l’età media delle auto in vendita sia di 6,7 anni, con quasi un quarto che supera i 10 anni, a testimonianza che in questo momento storico la vettura si sostituisce più per necessità. Ottimismo per l’andamento del mercato nei prossimi mesi dell’anno. Questo il quadro che emerge dall’Osservatorio di AutoScout24 (www.autoscout24.it) sul mercato delle auto usate in Italia. Secondo l’elaborazione del Centro Studi di AutoScout24 su base dati ACI, nel III trimetre 2017, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, i passaggi di proprietà sono infatti aumentati del +6,4%, raggiungendo quasi 686.400 atti. Tra i capoluoghi di regione ai primi posti per numerosità troviamo Roma (50.217 passaggi), Napoli (30.145) e Milano (29.201), ma se si confrontano i dati con la popolazione residente (oltre i 18 anni), si vede come il podio passi a Trento con 177,3 passaggi di proprietà ogni 10.000 abitanti, Aosta (171,4) e Perugia (156,4). Ma cosa accade sul fronte dei prezzi delle auto in offerta sul mercato? Sempre nel periodo agosto – settembre, rispetto al trimestre precedente, si rileva una sostanziale stabilità (-0,1%), con un prezzo medio di vendita che si attesta a circa 12.270 €. Rispetto a 5 anni fa, invece, il calo è del +6%. Se si analizza il dato con altri Paesi Europei, si vede come in Francia il prezzo sia decisamente più alto (20.805 €), seguito da Germania (19.310 €), Austria (18.450 €) e Spagna (17.250 €). Per acquistare una vettura sul mercato italiano, tra le province capoluogo di regione “più care” troviamo al primo posto Trieste con un prezzo medio di 15.880€, seguita da Milano con 14.950€, Venezia con 14.920€, Bologna con 14.860€ e Roma con 13.665€. Nettamente più economica l’offerta a Genova e Napoli, dove gli acquirenti devono prevedere rispettivamente 9.100€ e 9.980€. Qual è l’offerta sul mercato a livello nazionale nel III trimestre? L’età media delle vetture proposte è di 6,7 anni e quasi un quarto delle auto offerte (23%) supera i 10 anni. Questo è un segno evidente che sono tanti gli italiani che pianificano la sostituzione della propria vettura per necessità più che per “sfizio” e voglia di cambiare. Sul fronte dei modelli offerti, vince su tutti la comodità: oltre 4 vetture su dieci (43%) è infatti costituita da berline, mentre il 21% da Station Wagon. Cosa accadrà nei prossimi mesi del 2017? “Questi ultimi mesi sono stati molto positivi per il mercato delle auto usate, che ha registrato incrementi significativi in molte città italiane – afferma Tommaso Menegazzo, Responsabile del Centro Studi di AutoScout24 - Anche dall’analisi dei nostri dati emerge la vivacità del settore, con una domanda e un’offerta che restano su livelli molto alti. E questo è un indicatore importante che ci fa guardare con ottimismo alla chiusura dell’anno, ma molto dipenderà dalla fiducia riacquistata dalle famiglie sul fronte dei consumi e della propensione a spendere.” A proposito di AutoScout24 AutoScout24 è la più grande piattaforma classified automotive online d’Europa. Consente alle persone di scegliere l’auto dei propri sogni in modo semplice, efficace e stress-free. AutoScout24 permette a dealer e privati di vendere le proprie auto, nuove e usate, attraverso gli annunci pubblicati sul sito. Inoltre, AutoScout24 offre a concessionari, Case auto e altri attori del settore automotive, prodotti pubblicitari, come display advertising e lead generation. AutoScout24 fa parte del Gruppo Scout24, che opera nei principali mercati online del settore immobiliare e automobilistico in diversi paesi europei. Visita il sito web www.autoscout24.it. Per ulteriori informazioni: MY PR - Ufficio stampa AutoScout24 Roberto Grattagliano – 02 54123452 – 338 9291793 - roberto.grattagliano@mypr.it Paola Gianderico – paola.gianderico@mypr.it


Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

AutoScout24: automobilisti pronti al cambio di stagione? Tra pneumatici invernali e catene da neve, per poter circolare senza il rischio di sanzioni c’è tempo fino al 15 novembre


CERTIFICATO DI ECCELLENZA AUTOSCOUT24


Di.Pa Srl a Lucera è tra i migliori rivenditori di auto della Puglia


AutoScout24: anche in auto impazza la febbre da Festival di Sanremo Occidentali’s Karma è il brano più ascoltato in auto tra i vincitori delle ultime edizioni. Vita Spericolata, Gianna e 4 marzo 1943 tra i successi del


AutoScout24: usato, per i prossimi acquisti il diesel resta la prima scelta degli italiani (44%), con punte al Sud Italia (59%) e nei piccoli centri (48%). Nelle città più grandi, come Milano e Torino, si preferiscono l


AutoScout24 presenta la ricerca “Italia mobility 2030 - I nuovi orizzonti della mobilità. Elettrico, car sharing, guida autonoma: tante strade, un unico futuro"


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Al via la nuova edizione di Open-F@b Call4Ideas di BNP Paribas Cardif: verso il futuro della protezione per un’assicurazione più accessibile.

Sono aperte le iscrizioni per l’ottava edizione del contest che premierà i progetti più innovativi sul tema dell’accessibilità dell’offerta assicurativa. Le proposte dovranno essere presentate entro il 26 settembre 2021. Tra le novità di quest’anno più spazio ai giovani grazie alla partnership con PNICube. Un mondo nuovo richiede nuove forme di protezione. Nell’era dell’immediatezza, in cui il cambiamento è costante e imprevedibile, il settore assicurativo si trova davanti a una sfida complessa: adattarsi alle nuove esigenze e offrire ai clienti soluzioni di protezione sempre più semplici da comprendere e utilizzare, personalizzate nelle coperture e nei rimborsi, inclusive. “L’Assicurazione + (continua)

Quando l’innovazione incontra la salute e la sostenibilità: dalla collaborazione con Healthy Virtuoso nasce la BNP Paribas Cardif Health Challenge 2021.

Quando l’innovazione incontra la salute e la sostenibilità: dalla collaborazione con Healthy Virtuoso nasce la BNP Paribas Cardif Health Challenge 2021.
Sport, camminata, riposo notturno, meditazione e tanto altro: con queste attività i collaboratori di BNP Paribas Cardif possono prendersi cura di sé, accumulando crediti e sfidando i colleghi, e donare attrezzature sportive a persone con disabilità grazie alla partnership con l’associazione PlayMore!. E per ogni partecipante Healthy Virtuoso pianterà un albero in giro per il mondo. In un’Italia più sedentaria, in cui, secondo le ultime stime dell’Istituto Superiore di Sanità, 4 persone su 10 combattono con la bilancia, e solo 1 su 10 consuma la corretta quantità di frutta e verdura, occorrono idee innovative in grado di generare il cambiamento anche in tema di benessere. E se queste riescono anche a coniugare i valori della prevenzione e della sostenibilità, a favore de (continua)

BNP Paribas Cardif a tutela della salute delle persone: nasce il “New health journey”, la nuova strategia su protezione, prevenzione e digitalizzazione

La Compagnia rinnova il proprio impegno per soddisfare i nuovi bisogni generati dall’emergenza sanitaria. Con la polizza Unica BNL, la soluzione di protezione salute realizzata in sinergia con la Banca, sono a disposizione 4 aree di intervento in campo socio-sanitario e strumenti di Digital Care per dare ai clienti assistenza digitale e a domicilio BNP Paribas Cardif, tra le prime dieci compagnie assicurative in Italia[1], consolida la propria strategia orientandola sempre più su salute e prevenzione per i propri clienti e i loro familiari. Nasce così “New health journey”, l’evoluzione di un percorso iniziato nel 2018 che si rinnova per andare incontro ai nuovi bisogni di salute delle persone mettendo al centro la prevenzione, ancora pri (continua)

Difendere i giovani dal cyberbullismo con un'app: ecco “Bodyguard per le famiglie”, la soluzione di protezione digitale sviluppata da Bodyguard e BNP Paribas Cardif in collaborazione con Fare X Bene Onlus

Difendere i giovani dal cyberbullismo con un'app: ecco “Bodyguard per le famiglie”, la soluzione di protezione digitale sviluppata da Bodyguard e BNP Paribas Cardif in collaborazione con Fare X Bene Onlus
BNP Paribas Cardif, tra le prime dieci compagnie assicurative in Italia, Bodyguard, start-up a vocazione sociale e Fare x Bene Onlus, associazione che sostiene promuove e tutela i diritti inviolabili della persona, presentano “Bodyguard per le famiglie”, una soluzione di protezione dal cyberbullismo che permette ai genitori di proteggere i figli in tempo reale da qualsiasi forma d’odio sui social network.  Stop cyberbullismo: ecco “Bodyguard per le Famiglie”, la rete di protezione digitale sviluppata da Bodyguard e BNP Paribas Cardif per difendere i più giovani dall’odio e dalla violenza sui social La start-up a vocazione sociale e la Compagnia assicurativa, in collaborazione con FARE X BENE Onlus, hanno creato il primo servizio di cyberprotection che permette di bloccare preventiva (continua)

Ricerca BNP Paribas Cardif Benvenuta Generazione Alpha: i primi passi di una nuova umanità iperconnessa, green e inclusiva

Ricerca BNP Paribas Cardif Benvenuta Generazione Alpha: i primi passi di una nuova umanità iperconnessa, green e inclusiva
Nativi digitali che amano la tecnologia, gli altri e la natura: ecco la generazione dei bambini che sta cambiando le regole superando gli stereotipi tradizionali Moderni, iperconessi, green, inclusivi: i bambini della Generazione Alpha, nati dal 2010 in poi, sono i primi veri “nativi digitali a 360 gradi”, i primi di una nuova umanità che sembra non conoscere barriere, né tra reale e virtuale, né tra uomo e donna, né tra etnie, e che ha a cuore il futuro del pianeta. È questo l’identikit emerso dalla ricerca "Tecnologica, inclusiva e green: benvenuta (continua)