Home > Informatica > Gestionali cloud: aziende sempre più fra le nuvole

Gestionali cloud: aziende sempre più fra le nuvole

scritto da: Claudiamarchi | segnala un abuso

Gestionali cloud: aziende sempre più fra le nuvole


 Accessibilità sempre. Ovunque e comunque. Negli ultimi tempi le aziende hanno cominciato ad optare per soluzioni cloud che consentano una gestione più veloce ed efficace della propria impresa. Per la realtà di oggi si capisce bene come un imprenditore, occupato da tanti impegni, scadenze, appuntamenti, abbia la necessità di accedere in maniera rapida e da remoto a fatturazione e contabilità aziendale.

 

Le aziende che guardano al futuro non possono più non possedere di un software gestionale al servizio delle più svariate operazioni. Che si traduce in un notevole risparmio di tempo e un’ottimizzazione dell’attività aziendale a 360°. Quando si parla di gestionale cloud si fa riferimento ad uno strumento entrato ormai nel gergo e nella quotidianità di molte imprese, ma per meglio comprenderne il significato forse è il caso di tornare per un momento sul concetto stesso di cloud, nuvola.

 

Si tratta di un software che, dalla fatturazione alla gestione dei magazzini, permette al personale addetto di effettuare una vasta gamma di operazioni tramite una semplice connessione internet, eliminando la necessità di essere fisicamente presenti sul luogo di lavoro, grazie anche all’aiuto di apposite applicazioni per i dispositivi mobili e tablet.

 

cloud | gestionale cloud | software cloud |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Acronis: forte crescita dei servizi cloud promossi dai service provider


Una scelta di libertà: il mondo del cloud ibrido


Acronis distribuisce la nuova versione di Acronis Data Cloud, per una protezione dei dati informatici più semplice


Cloud aziende italiane: Arriva Babylon Coud la Nuvola Made in Italy


Il nuovo WinZip 23 Enterprise estende il supporto cloud per offrire un'archiviazione sicura dei file


Il nuovo WinZip 23 Enterprise estende il supporto cloud per offrire un'archiviazione sicura dei file


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Trasporto su strada: i dati del 2018

Trasporto su strada: i dati del 2018
Il "Dossier Trasporto merci su strada" di Anfia offre una fotografia del settore del trasporto su strada in Italia e in Unione EuropeaTrasporto su strada: la situazione nel nostro paeseIn Italia il settore del trasporto su strada ha visto impiegati per il 2018 oltre 330 mila addetti, un dato in calo rispetto agli ultimi anni e influenzato dal basso ricambio dei giovani. Rispetto all’anno preceden (continua)

Piegatura Strenx: cosa fare prima di eseguirla?

SSAB mette a disposizione dei professionisti un’utile guida che elenca alcune semplici regole da seguire prima di effettuare una piegatura Strenx. E tu, sai già tutto? Cosa fare prima della piegatura Strenx Il leader internazionale della siderurgia ha pubblicato una guida approfondita sulle corrette procedure da seguire prima di effettuare la piegatura Strenx. Un utile vademecum che for (continua)

Just in time logistica: quando l’ottimizzazione arriva dalla tecnologia

La logistica e i suoi servizi si stanno sempre più organizzando ed evolvendo anche in seguito all’emergenza sanitaria globale. Per continuare a esistere anche per il futuro, una visione just in time ha bisogno di un contributo sempre più concreto della tecnologia. Vediamo come  Logistica 4.0: quando l’innovazione migliora il processo Per riuscire a rimanere al passo con le innovazioni (continua)

Trasporto transnazionale di rifiuti: uno sguardo alle direttive europee

Negli ultimi anni il trasporto transnazionale di rifiuti ha visto crescere in maniera esponenziale le proprie attività. Una crescita che ha dovuto fin da subito scontrarsi con regolamenti e normative nazionali ed europee allo stesso tempo. Una complessità che non lascia spazio a errori e che richiede la messa in campo di professionalità esperte e competenti.La normativa vigente La normativ (continua)

Acciaio per l’industria alimentare, qual è il più adatto?

Acciaio per l’industria alimentare, qual è il più adatto?
I materiali che vengono a contatto con gli alimenti devono essere accompagnati da una dichiarazione particolare, detta MOCA: sai di cosa si tratta? Il decreto di legge del 12 dicembre 2007, n. 269, specifica quali caratteristiche devono avere i materiali che vengono in contatto con alimenti e bevande. Secondo il decreto, è vietato commercializzare e utilizzare materiali che sono destinati a venire in contatto con gli alimenti che siano in piombo, zinco, stagno o in leghe composte da più del 10% di piombo. L’acciaio inossidabile, invece, (continua)