Home > News > LESSINI DURELLO: IL PRIMO BRINDISI DI NATALE FIRMATO GIANNITESSARI

LESSINI DURELLO: IL PRIMO BRINDISI DI NATALE FIRMATO GIANNITESSARI

scritto da: Studiocru | segnala un abuso

LESSINI DURELLO:  IL PRIMO BRINDISI DI NATALE FIRMATO GIANNITESSARI


 L'azienda agricola di Roncà (Verona) si prepara alle feste. Sarà il primo anno per festeggiare con il Lessini Durello DOC firmato giannitessari

 

Il Lessini Durello DOC è pronto per il primo brindisi natalizio sotto la firma giannitessari. Da quest’anno infatti, la società agricola di Roncà (Verona) ha deciso di unificare tutti i suoi prodotti sotto lo stesso marchio, completando la linea di vini fermi con sei spumanti, due Metodo Charmat e quattro Metodo Classico. I riconoscimenti sono stati tanti, soprattutto per il Lessini Durello 120 mesi 2006, premiato da Merum con tre Cuori, il massimo riconoscimento, da Vini Buoni d’Italia 2018 con la Golden Star e con la Corona – Premio Giuria del Pubblico e dalla Guida Vitae AIS Italia con le Quattro Viti. Mentre il Lessini Durello Doc 60 mesi è un Grande Vino per la Guida Slow Wine 2018. La giannitessari si conferma così tra le prime ad aver creduto nelle potenzialità di questa varietà autoctona coltivata sui Monti Lessini, un’area di origine vulcanica che si estende tra Verona e Vicenza. L’uva durella spicca per acidità e ricchezza in tannini, merito dell’influsso del suolo composto da tufi e basalti, con un'alta percentuale di ferro e magnesio, che conferiscono al vino sapidità minerale. Il Metodo Classico prevede tre versioni di affinamento sui lieviti: 36 mesi, 60 mesi, o 120 mesi di sosta in bottiglia, per acquistare un equilibrio e una complessità che gli permettono di rivaleggiare anche con i Franciacorta e gli Champagne più eleganti; con l’obiettivo di diventare il nome di riferimento per il Lessini Durello. Oltre agli spumanti Metodo Charmat Brut ed Extra Dry, Metodo Classico 36 mesi, 60 mesi, 120 mesi e Rosé 36 mesi, l’azienda giannitessari produce tre diversi Soave (un Soave Doc e i Cru di Soave Classico Monte Tenda e Pigno); due monovitigni (Chardonnay e Pinot Nero) coltivati sui suoli vulcanici della Lessinia e altri tre vini rossi: Due (da uve Merlot e Cabernet), Tai Rosso e Pianalto (da vecchie vigne di Cabernet) sui terreni dei Colli Berici. Circa 55 ettari di vigneto distribuiti in tre DOC a cavallo tra le province di Verona e Vicenza (Soave, Monti Lessini e Colli Berici), una moderna cantina con circa 7.000 metri e 350.000 bottiglie prodotte, per un totale di quindici etichette.

Informazioni al sito: www.giannitessari.wine

 

Press info:

Michele Bertuzzo - Giada Azzolin

nataledurello |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La Cucina dei Sorrisi


53a Fiera del Riso di Isola della Scala - Verona


LESSINI DURELLO: CON MARCATO VINCE IL TERRITORIO


GIANNITESSARI METTE LA FIRMA SUL DURELLO


GIANNITESSARI: IL MARCHIO ORA DIVENTA AZIENDA


Villa Diamante Sapori&Salute


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

ASOLO PROSECCO, AL VIA IL NUOVO PIANO DEL “CRU” DI COLLINA

ASOLO PROSECCO, AL VIA IL NUOVO PIANO DEL “CRU” DI COLLINA
Il rebranding sottolinea il forte legame della tradizione del Prosecco con il territorio di Asolo, uno dei borghi più belli d’Italia, e i consumatori italiani ritengono inscindibile il connubio fra il nome Asolo e il nome Prosecco L’Asolo Prosecco cresce e vara la sua nuova strategia, totalmente indirizzata a mettere in luce, sia nei vini che nella comunicazione, il fortissimo legame fra la tradizione locale del Prosecco, le colline del territorio di Asolo e dei paesi vicini.Dopo aver superato i 17 milioni di bottiglie nel 2019 e aver messo a segno un’ulteriore crescita a doppia cifra nel primo quadrimestre 2020 (+ (continua)

TENUTA SETTE CIELI SVILUPPA LA DISTRIBUZIONE IN ITALIA INSIEME AL PARTNER PELLEGRINI

TENUTA SETTE CIELI SVILUPPA LA DISTRIBUZIONE IN ITALIA INSIEME AL PARTNER PELLEGRINI
La Tenuta toscana tra Bolgheri e Castagneto Carducci si propone nella Penisola con i suoi quattro vini a firma dell’enologa Elena Pozzolini Tenuta Sette Cieli si affaccia sul mercato del vino italiano grazie alla collaborazione con il distributore Pellegrini. L’Azienda vitivinicola, i cui terreni sono situati tra Bolgheri e Castagneto Carducci, ha deciso di destinare il 25% della sua produzione all’Italia, mentre il 75% continuerà a rivolgerla all’estero, in particolare a US, Svizzera, Regno Unito, Benelux, Germania, Russia, (continua)

UNIONBIRRAI: IL PORTALE DEDICATO AL MARCHIO SI RINNOVA IN TEMPO DI COVID-19

UNIONBIRRAI: IL PORTALE DEDICATO AL MARCHIO SI RINNOVA IN TEMPO DI COVID-19
IndipendenteArtigianale.it riunisce oltre 200 birrifici col Marchio che tutela i produttori artigianali italiani. Da oggi anche i pub potranno iscriversi al portale IndipendenteArtigianale.it, il portale dedicato ai birrifici italiani che possono fregiarsi dell’omonimo Marchio, cresce e si evolve al passo con i tempi per stare accanto ai piccoli produttori artigianali e, ora, anche ai locali che trattano le loro birre.Il Marchio Indipendente Artigianale, che il pubblico ha imparato a conoscere nei mesi scorsi ed è sempre più diffuso sul territorio nazion (continua)

I SOTTACETI DI MORGAN: TRE NUOVE RICETTE PER CHI AMA I SAPORI FORTI

I SOTTACETI DI MORGAN: TRE NUOVE RICETTE PER CHI AMA I SAPORI FORTI
Comune denominatore de L’Essenziale Sotto Aceto, L’Aromatico in olio e Le Cipolline in rosa la presenza dell’aceto e dell’acqua di mare Nasce la nuova linea I Sottaceti de La Giardiniera di Morgan, tre ricette verticali create per chi ama i gusti netti ed è alla ricerca di un sapore schietto e pungente. Tre prodotti accomunati dalla presenza decisa dell’aceto, non mitigata dalla combinazione con lo zucchero, e dalla sostituzione del sale con l’acqua di mare purificata ad uso alimentare, ricca di preziosi sali m (continua)

RICONOSCIUTO IL PASSAPORTO AMBIENTALE AL MERLOT KHORUS DI MACULAN

RICONOSCIUTO IL PASSAPORTO AMBIENTALE AL MERLOT KHORUS DI MACULAN
Conclusa con successo la verifica di CSQA Certificazioni nell’ambito del progetto dell’Università di Padova. Maculan tra i partecipanti col Rosso Veneto IGT da uve resistenti Maculan ha superato la verifica di terza parte sugli studi dei prodotti a ridotto impatto ambientale in seno al progetto europeo Passaporto Ambientale per i prodotti agroalimentari della Montagna Vicentina dell’Università di Padova. L’Azienda Agricola di Breganze ha partecipato con il vino Rosso Veneto IGT da uve Merlot Khorus, clone di vitigno PIWI selezionato dai Vi (continua)