Home > Altro > Solidarietà con gli operai ILVA di Cornigliano NO ai licenziamenti per i profitti!

Solidarietà con gli operai ILVA di Cornigliano NO ai licenziamenti per i profitti!

articolo pubblicato da: www.piattaformacomunista.com | segnala un abuso

Solidarietà con gli operai ILVA di Cornigliano NO ai licenziamenti per i profitti! L’assemblea degli operai dell’Ilva di Cornigliano ha deciso nella mattina di oggi 6 novembre lo sciopero a oltranza e l’occupazione della fabbrica, giudicando insufficienti le garanzie del governo Gentiloni-Renzi rispetto al piano di 4000 tagli, di cui 600 a Genova, presentato dal monopolio dell’acciaio AmInvestCo. Un piano che cancella l'accordo di programma e prevede che tutti gli operai devono passare dal licenziamento per una riassunzione con salari più bassi e senza le tutele degli accordi precedenti, grazie all’applicazione del Jobs Act antioperaio. Questo piano è un aspetto della guerra globale che il capitale muove contro il lavoro per aumentare lo sfruttamento e la precarietà. Ci vogliono rovinare, portare alla fame e alla disperazione. Bene hanno fatto gli operai ILVA di Cornigliano a dare una risposta di lotta dura per dimostrare che non si deve accettare il moderno schiavismo. Dopo una giornata di forte mobilitazione, che ha visto prima un corteo interno alla fabbrica, poi un blocco stradale, i lavoratori hanno allestito una tenda davanti all'ingresso della portineria, che resterà per tutta la durata dell'occupazione della fabbrica. Si prevedono altre manifestazioni. Gli opera ILVA con la loro lotta rappresentano gli interessi di tutti i lavoratori per l’occupazione, il blocco dei licenziamenti, migliori condizioni di vita e di lavoro. Perciò meritano il sostegno attivo di tutti i lavoratori e delle organizzazioni della classe operaia. La decisione presa dagli operai di Cornigliano è un esempio da seguire in tutte le fabbriche ILVA e in tutte le altre vertenze contro i licenziamenti di massa. Altro che la smobilitazione della lotta chiesta dal ministro confindustriale Calenda e dai suoi tirapiedi sindacali! Rivendichiamo lo sciopero generale per dire NO ai licenziamenti per i profitti! Nessun posto di lavoro deve essere perso, nessuna fabbrica deve essere chiusa! Lavoro regolare e stabile per tutti, no al Jobs Act e al precariato, riduzione generalizzata dell’orario di lavoro! Basta sacrifici per salvare i profitti dei capitalisti! Abbiamo la forza per imporre i nostri interessi: usiamola! Avanti con il fronte unico di lotta del proletariato! Con gli scioperi, le occupazioni e tutti i mezzi disponibili i lavoratori esprimeranno la loro volontà di non cedere ai ricatti e ai soprusi dei padroni; queste esperienze faranno maturare nella classe operaia la consapevolezza che essa deve recuperare interamente la propria autonomia politica ricostruendo il proprio partito di classe, il Partito comunista che la guidi alla vittoria contro il capitalismo, per il socialismo. 6 novembre 2017 Piattaforma Comunista - per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia www.piattaformacomunista.com teoriaeprassi@yahoo.it

Piattaforma Comunista | comunicato | occupazione ILVA Cornigliano |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Ilva: respingere con la lotta e l’unità i licenziamenti per i profitti!


ILVA: un accordo a vantaggio di chi?


L’importanza dello sciopero del 23 marzo in FIAT-FCA


La morte di un manager dispotico e il futuro degli operai FCA


Bruciati vivi per il profitto capitalistico


Il governo populista di M5S e Lega nasce per fare gli interessi dei padroni e dei ricchi, piegandosi a UE, NATO e Vaticano


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

NO all’intervento imperialista e alla reazione borghese, solidarietà con i lavoratori e il popolo del Venezuela

NO all’intervento imperialista e alla reazione borghese, solidarietà con i lavoratori e il popolo del Venezuela In Venezuela è in atto un tentativo di colpo di Stato, attraverso l’autoproclamazione a presidente ad interim di Juan Guaidò. Siamo di fronte a un'azione concertata dell'opposizione di estrema destra venezuelana, dell'imperialismo USA e dei governi complici del Brasile, Colombia, Perù, (continua)

Invito alla lettura di "Scintilla", n. 95 - gennaio 2019

Care/i compagne/i, presentiamo “Scintilla" n. 95 (gennaio 2019), giornale del proletariato rivoluzionario. Per leggerlo e scaricarlo visitate il sito internet www.piattaformacomunista.com Fra gli articoli pubblicati segnaliamo: Battere il governo Salvini-Di Maio sul terreno della lotta di classe Il “Decreto sicurezza” va cancellato con l’unità d’azione del proletariato! Il "reddito (continua)

Leggete Scintilla n. 94 - dicembre 2018

Buongiorno compagni e amici, è in diffusione Scintilla n. 94 (dicembre 2018), giornale del proletariato rivoluzionario. Per leggerlo e scaricarlo visitate il sito internet www.piattaformacomunista.com Fra gli articoli pubblicati: Le prospettive della situazione italiana; Proseguire la lotta al decreto Salvini; Intensificazione dello sfruttamento e del controllo nei luoghi di lavoro; FCA, (continua)

E' online Scintilla n. 93 - novembre 2018

E' online Scintilla n. 93 - novembre 2018 Care/i compagne/i, è disponibile online "Scintilla" n. 93 (novembre 2018), giornale del proletariato rivoluzionario. Per leggerlo e scaricarlo in pdf visitate il sito internet www.piattaformacomunista.com Tra gli articoli pubblicati: - La disputa fra UE e il governo populista - Dopo le giornate del 26 e 27 ottobre - Una risposta di massa a (continua)

Sulla manifestazione nazionale del 27 ottobre

Sulla manifestazione nazionale del 27 ottobre Sabato 27 ottobre si è tenuta la manifestazione nazionale indetta dal SI Cobas contro le politiche antioperaie e reazionarie del governo Salvini-Di Maio. Essa è stata preceduta dallo sciopero generale proclamato da diversi sindacati conflittuali per il giorno precedente, che ha visto significative adesioni nei magazzini e nei trasporti. Alla manife (continua)