Home > Sport > Podio Corri per il verde: La Sbarra & I Grilli, Romatletica Footworks, Scavo 2000

Podio Corri per il verde: La Sbarra & I Grilli, Romatletica Footworks, Scavo 2000

scritto da: Matteo Simone | segnala un abuso

Podio Corri per il verde: La Sbarra & I Grilli, Romatletica Footworks, Scavo 2000


Matteo SIMONE Troppo forti gli atleti vedenti, ipovedenti, non vedenti e relative guide dell'Atletica La Sbarra & I Grilli Runners, squadra maschile in testa alla corri per il verde; la prima tappa dell'edizione numero 46 si è svolta domenica 5 novembre alla Riserva Naturale della Valle dell'Aniene. Nelle squadre maschili l'Atletica La Sbarra & I Grilli Runners è al comando in fuga con 16.420 punti, segue Romatletica Footworks con 9.449 punti, al terzo posto Scavo 2000 con 7.528 punti, vicini al quarto posto Virtus Villa Ada con 7.263 punti, al quinto posto vicini Vitamina Running con 7.188 punti. Nelle squadre femminili Romatletica Footworks è prima con quasi 2.849 punti, segue Scavo 2000 con 1.750 punti, al terzo posto l'Atletica La Sbarra & I Grilli Runners con 1746 punti, al quarto posto con più di 300 punti di distacco Rifondazione Podistica. Bravissime le donne vedenti, non vedenti e guide dell'Atletica La Sbarra e I Grilli Runners, terza squadra classificata alla corri per il verde e il meglio deve ancora venire. Grande giornata di Sport per tutti, grandi e piccoli, maschi e femmine, vedenti e non vedenti e ipovedenti; grazie alla UISP che organizza la corri per il verde dove non si corre per vincere soldi, non si corre per vincere prosciutti, non si corre per vivere. Si corre per incontrarsi e confrontarsi, per farsi foto e raccontarsi, per far squadra e sfidare altre squadre. Una grande giornata grazie a grandi squadre come l'Atletica La Sbarra & I Grilli Runners che invoglia persone a correre, grazie a grandi presidenti che coinvolgono i propri atleti a partecipare, a far squadra per sfidare altre squadre. Corri per il verde per riscoprire i nostri sensi, le nostre capacità atletiche e sensoriali. Tutto passa: preparazione atletica, iscrizioni, ritiro pettorali, riscaldamento, gara, post gara. Questo è lo sport che vogliamo e insieme è sempre molto meglio, daje! Di seguito la testimonianza di Sandro Mille, un atleta ipovedente: “Grazie a te amico mio... Alessandro oggi l'obiettivo principale era non cadere, ci siamo riusciti, poi come secondo obiettivo avevamo quello di raggiungere il traguardo in un tempo accettabile... bene Siamo riusciti a tagliare quel traguardo in 27 minuti e 57 secondi... un bel andare, decisamente, considerando la difficoltà del terreno e il circuito affollato di altri partecipanti. Grazie Alessandro, hai saputo fornirmi tutte le indicazioni di cui avevo bisogno, io ti ho ascoltato... siamo stati bravi oggi.” Davvero bravi l’atleta ipovedente Sandro Mille e la sua guida Alessandro Reali, fidarsi e affidarsi è davvero possibile legati con un laccetto con attenzione per tutto il tempo della gara e allenandosi un congruo periodo prima della gara per conoscersi e affiatarsi. Contento ed entusiasta anche Andrea Di Somma, Presidente della Sbarra & I Grilli, per la partecipazione degli atleti, per il lavoro organizzativo svolto e per il sostegno da parte dei suoli atleti. Di seguito le sue parole: “Corri per il Verde. Si riparte con un titolo da difendere e tanto tanto entusiasmo. Come sempre dalla Valle dell'Aniene. 50 uomini e 16 donne. Quest'anno sono molte di più le squadre con cui competere, si alza il livello ma noi siamo sempre qui! “Volevo ringraziare Lanfranco che stamattina alle 7.15 era con me a scaricare la macchina e montate il gazebo e Italo e Vale che sono rimasti fino alla fine a smontare tutto. Oggi c'è stata proprio una bella atmosfera, lo scorso anno questa gara ha segnato l'inizio di una nuova Unione che si è mostrata più proficua di quanto io stesso pensassi al principio di questa avventura sportiva. Vincere per un anno è bello, soddisfacente ma in alcuni casi può essere anche un po' casuale. La giornata di oggi ha dimostrato a tutti noi che di casuale non c'è stato nulla e che la programmazione a livello di collettivo è stata molto efficace. Come dice Vincenzo aspettiamo le classifiche per fare i calcoli ma lo spirito e la voglia di stare insieme che avete dimostrato oggi ci conferma che anche quest'anno saremo lassù a giocarcela fino alla fine. Ci vediamo tutti il 19 a villa de Sanctis. Buona serata a tutti.” Vero una squadra che punta alla partecipazione, all’inclusione, all’integrazione, al sociale, all’aggregazione. Nell’edizione precedente la squadra maschile dell'ASD La Sbarra & i Grilli ha trionfato davanti dell'ASD Romatletica Footworks, mentre la Scavo 2000 si è classificata terza. Le stesse tre squadre hanno occupato gradini diversi del podio femminile, vincitrice è stata l'ASD Romatletica Footworks, in seconda posizione la Scavo 2000; terzo posto l'ASD La Sbarra & i Grilli. La Sbarra & I Grilli è un’Associazione Sportiva Dilettantistica di Tor Tre Teste, attiva nel panorama podistico regionale e nazionale dal 1999 affiliata alla Federazione Italiana Di Atletica Leggera e all’Associazione Sportive e Sociali Italiane (ASI). Le altre tre tappe della corri per il verde si terranno il 19 novembre a Villa De Sanctis, il 26 novembre e il 10 dicembre. La novità dell'edizione 2017 è la quinta tappa prevista per il 17 dicembre in occasione delle premiazioni, nella quale, le società sportive partecipanti si cimenteranno in una staffetta mista e che rappresenterà l'ultimo sprint per accaparrarsi punti per la vittoria finale. Informazioni sulle modalità di partecipazione alle competizioni sono presenti sul sito www.uisproma.it le società possono effettuare l'iscrizione all'indirizzo iscrizioni.roma@uisp.it Matteo SIMONE 380-4337230 - 21163@tiscali.it http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+matteo+simone.html

Fonte notizia: http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+matteo+simone.html




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La squadra maschile della “La Sbarra & I Grilli” prende il volo


Premiazioni Corri Per il Verde 2016: Sul podio la squadra La Sbarra & I Grilli


La Sbarra & I Grilli, prima squadra maschile in fuga alla corri per il verde


Domenica 11 dicembre ultima tappa corri per il verde alla Villa dei Quintili


La corri per il verde si colora anche delle donne della Sbarra & I Grilli Runners


Domenica 5 novembre si riparte con la corri per il verde


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Nico Leonelli: L'obiettivo che si persegue è ciò che ci spinge a impegnarci

Nico Leonelli: L'obiettivo che si persegue è ciò che ci spinge a impegnarci
Nico Leonelli (M.C. Manoppello Sogeda) vanta 4 presenze nella nazionale italiana in gare di 24h di corsa su strada: Campionati Mondiali di 24 ore ad Albi (Francia) il 26-27 ottobre 2019, precedentemente ai Campionati Mondiali di 24 ore a Belfast l’1-2 luglio 2017; Campionati Europei di 24 ore a Timisoara (Romania) il 26-27 maggio 2018; Campionati Europei di 24 ore ad Albi il 22 ottobre 2016. . Di seguito approfondia Dietro un’Ultramaratona c'è semplicemente la voglia di andare oltre  Matteo SIMONE  3804337230- 21163@tiscali.it  Nico Leonelli (M.C. Manoppello Sogeda) vanta 4 presenze nella nazionale italiana in gare di 24h di corsa su strada: Campionati Mondiali di 24 ore ad Albi (Francia) il 26-27 ottobre 2019, precedentemente ai Campionati Mondiali di 24 (continua)

Chi era Vito Melito? Ultramaratoneta, Campione Mondiale 100km nel 1981

Chi era Vito Melito? Ultramaratoneta, Campione Mondiale 100km nel 1981
Tante le glorie, tanti gli aneddoti relativi agli ultramaratoneti e soprattutto a Vito Melito che nel suo periodo di massimo splendore incontrava nelle sue gare i gemelli Elvino, Loris e l’altro fratello più giovane Pietro Gennari ma non riuscivano ad averla vinta su di lui. E’ stato anche Primatista Italiano dei 50 Km in 2h 59’44” Matteo SIMONE  Tante le glorie, tanti gli aneddoti relativi agli ultramaratoneti e soprattutto a Vito Melito che nel suo periodo di massimo splendore incontrava nelle sue gare i gemelli Elvino, Loris e l’altro fratello più giovane Pietro Gennari ma non riuscivano ad averla vinta su di lui. Anche nel 1977, alla (continua)

Ivan Cudin, ultrarunner: Ho semplicemente imparato a credere di più in me stesso

Ivan Cudin, ultrarunner: Ho semplicemente imparato a credere di più in me stesso
Ivan Cudin detiene il record italiano di 24h in 266,702 km, ottenuto il 7 e l’8 dicembre 2013 alla 24 ore di Soochow University di Taipei (Taiwan), poco più di 3km in più di Marco Visintini che il 23.10.2021 ha totalizzato 263.284 km a Brugg (SUI). È stato Campione Europeo della 24h nel 2010 con 263 km, in occasione dei Mondiali di 24h di corsa su strada a Brive-la-Gaillarde (FRA), dove ha conquistato il bronzo ai mondiali, preceduto dall'americano Scott Jurek 266 km e dal giapponese Shingo Inoue 273 km. Il titolo femminile mondiale ed europeo è andato alla francese Anne Cecile Fontaine con 239 km che ha preceduto Monica Casiraghi231 km e la tedesca Julia Alter 230 km. Nella classifica per nazioni la squadra maschile dell'Italia vince il titolo Europeo ed è seconda al mondo dietro al Giappone e davanti agli Stati Uniti, mentre la squadra femminile è seconda al Mondo e all'Europa dietro alla Francia. Di seguito approfondiamo la conoscenza di Ivan attraverso risposte ad alcune mie domande di qualche anno fa. Record italiano di 24h in 266,702 km ottenuto nel 2013 Matteo SIMONE  Ivan Cudin detiene il record italiano di 24h in 266,702 km, ottenuto il 7 e l’8 dicembre 2013 alla 24 ore di Soochow University di Taipei (Taiwan), poco più di 3km in più di Marco Visintini che il 23.10.2021 ha totalizzato 263.284 km a Brugg (SUI).  È stato Campione Europeo della 24h (continua)

Strumenti mentali per la performance: consapevolezza, autoefficacia, resilienza

Strumenti mentali per la performance: consapevolezza, autoefficacia, resilienza
O.R.A.: Obiettivi, Risorse, Autoefficacia Decidere obiettivo: Cosa? Quando? Immaginare di aver raggiunto obiettivo: Come ho fatto, quale percorso, difficoltà, chi mi ha aiutato, quanto ero motivato? Quali risorse mi permettono di raggiungere l'obiettivo, le ho? Cosa devo potenziare? Come? Cosa devo acquisire e come? Quanto è importante ogni risorsa?  Sviluppare autoefficacia: Cosa ho fatto di importante nel passato e come? Come replicarlo? Di fondamentale importanza risulta essere l’autoefficacia, la fiducia in sé, che si costruisce fin da piccoli a partire dalla propria famiglia di appartenenza, con l’aiuto di familiari e care giver, e negli ambienti scolastici e sportivi, con l’aiuto di insegnanti ed educatori che diventano modelli di riferimento. Matteo Simone, psicologo psicoterapeuta     O.R.A.: Obiettivi, Risorse, Autoefficacia Decidere obiettivo: Cosa? Quando? Immaginare di aver raggiunto obiettivo: Come ho fatto, quale percorso, difficoltà, chi mi ha aiutato, quanto ero motivato? Quali risorse mi permettono di raggiungere l'obiettivo, le ho? Cosa devo potenziar (continua)

Christian Reali, 100km: Finalmente, sono riuscito ad abbattere il muro delle 8h

Christian Reali, 100km: Finalmente, sono riuscito ad abbattere il muro delle 8h
Sabato 11 settembre 2021 ha avuto luogo la 100 km di Winschoten in Olanda e l’Italia ha ben figurato con la vittoria di Marco Menegardi in 6h37’09” che ha preceduto Iulian Filipov (6h41’07”) e Piet Wiersma (6h49’47”). A seguire Massimo Giacopuzzi (6h57’48”), Silvano Beatrici (7h06’58”), Filippo Bovanini (7h21’17”), Gabriele Turroni (7h21’56”), Martino Angelo Marzari (7h35’11”) e Giorgio Calcaterra 7h42'46". Christian Reali ha chiuso la 100km di Winschoten in 7h55’58”. Notevole le prestazioni delle donne italiane con il poker femminile formato da Francesca Bravi (7h43’45”), Federica Moroni (7h47’53”), Denise Tappatà (7h54’08”) e Lorena Brusamento (8h12’19”), arrivate al traguardo prima di tutte le altre avversarie, a seguire Hinke Schokker (8h13’21”), Lian Stadhouders (8h14’16”), Francesca Rimonda (8h15’50”). Di seguito approfondiamo la conoscenza di Christian Reali (Pol. Dil. Santa Lucia) in risposta ad alcune mie domande. Winschoten 2021 l'ho preparata in 3 mesiMatteo SIMONE21163@tiscali.it Sabato 11 settembre 2021 ha avuto luogo la 100 km di Winschoten in Olanda e l’Italia ha ben figurato con la vittoria di Marco Menegardi in 6h37’09” che ha preceduto Iulian Filipov (6h41’07”) e Piet Wiersma (6h49’47”).A seguire Massimo Giacopuzzi (6h57’48”), Silvano Beatrici (7h06’58”), Filippo Bovanini (7h21’17”), Gabr (continua)