Home > Altro > AL VIA IL PROGETTO “RICETTE FIRMATE GRANDI CHEF MANUEL CAFFÈ”

AL VIA IL PROGETTO “RICETTE FIRMATE GRANDI CHEF MANUEL CAFFÈ”

scritto da: Serena comunicazione srl | segnala un abuso

AL VIA IL PROGETTO “RICETTE FIRMATE GRANDI CHEF MANUEL CAFFÈ”


 Manuel caffè crea “Ricette firmate Grandi Chef”, la collaborazione con chef di alto livello per realizzare ricette innovative, attraverso il caffè, la sambuca e gli infusi Manuel. Sarà Stefano Polato il primo ad interpretare gli ingredienti in tutte le declinazioni, con 20 ricette dolci e salate.

Parte il progetto Ricette firmate grandi chef Manuel Caffèche ha l’obiettivo di valorizzare i prodotti e il brand. Si comincia con Stefano Polato, “lo chef degli astronauti” che ha creato il menù stellare di AstroSamantha, già cuoco del ristorante Campiello di Monselice, appassionato di nutrigenomica e ideatore dei bonus food per gli astronauti.

“È stata un’esperienza entusiasmante – afferma Cristina De Giusti e continua -  Ci siamo riconosciuti nella filosofia dello chef Stefano Polato per l’innovazione e l’utilizzo di nuovi ingredienti, una cucina molto vicina al nostro stile, con l’utilizzo di meno sale e dolcificanti naturali e frutta liofilizzata. Ed è stata una sorpresa vederlo all’opera con la sua creatività stellare!”

Sono 20 le ricette dolci e salate, suddivise per i prodotti caffè, sambuca e infusi, che saranno presto disponibili in modo permanente sia online, in una sezione dedicata del sito www.manuelcaffe.it, sia  raccolte in un ricettario che può diventare anche oggetto-regalo e da collezione.

Come uno scienziato alchimista, Stefano Polato ha preparato ricette leggere, nutrienti e soprattutto ricche di antiossidanti, che combattono l’invecchiamento cellulare. L’utilizzo del caffè dà un valore aggiunto perché esalta il sapore e costruisce l’aromaticità della ricetta, in base al grado di tostatura della miscela utilizzata. Quelle più speziate esaltano i piatti di pesce, mentre quelle più dolci, con l’utilizzo della miscela Arabica, valorizzano i primi piatti, mousse e dessert dove il caffè primeggia come ingrediente principale. La Robusta invece, più legnosa e astringente, esalta il sapore delle carni. Proposti anche abbinamenti insoliti, combinati con spezie e peperoncino, cardamomo e noce moscata, cannella, chiodi di garofano e zenzero.

Per gli infusi, la creatività dello chef Polato spazia nella realizzazione delle ricette, giocando con sentori ora dolci ora astringenti e utilizzando sambuco, ribes rosso e calendula, arricchiti di cannella, vaniglia e chiodi di garofano, utilizzati nelle torte e nelle creme.

Per la Sambuca SAMtime, cremosa e perfetta a fine pasto, lo chef ha creato delle ricette con l’avvolgente aroma della miscela 100% Arabica Manuel e il gusto fresco dell’anice e dei fiori di sambuco.

Tradizione, sapienza, innovazione e intuizione sono gli ingredienti che hanno permesso a Manuel Caffè di creare miscele che soddisfano anche i palati più esigenti, degustate al bar e con una forte duttilità in cucina. L’azienda, gestita con successo dai fratelli Mauro, Cristina e Emanuela De Giusti vanta oltre quarant’anni di storia.

www.manuelcaffe.it

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Gran Caffè Italia ha successo a Napoli


La prima edizione del calendario “Un anno da Chef ”, nata da un’idea di Gianni Cesariello e Allegra Ammirati


BIMBY®, LA PIATTAFORMA COOKIDOO® RAGGIUNGE QUOTA 4.000 RICETTE TESTATE


L’interessante libro “Napu’è…mille sapure…”


Friuli Venezia Giulia. La Nuova Cucina. Dal 3 settembre al 29 ottobre Cene-laboratorio organizzate da Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

1930-2020 ARIA DI FESTA ALLA GIOVANNI COVA & C.

1930-2020 ARIA DI FESTA ALLA GIOVANNI COVA & C.
Aria di festa alla Giovanni Cova & C., che quest’anno si appresta a celebrare i suoi primi 90 anni. Un anniversario particolarmente significativo che vede la famiglia Muzzi erede e artefice di una straordinaria storia d’eccellenza tutta italiana. Da 90 anni, la GIOVANNI COVA & C. produce il Panettone, icona della pasticceria milanese, unico dolce ad aver unito gli italiani da nord a sud, riconosciuto come eccellenza in tutto il mondo. Di strada ne ha percorsa tanta, dall’anno della sua fondazione! Era il 1930, quando la Belle Epoque promuoveva uno stile di vita eclettico, mondano, internazionale ed aveva come cardine la ricerca (continua)

NATALE 2020: GIOVANNI COVA & C. CELEBRA IL “DIVIN PITTORE” RAFFAELLO CON PINACOTECA AMBROSIANA E PINACOTECA DI BRERA

NATALE 2020: GIOVANNI COVA & C. CELEBRA IL “DIVIN PITTORE” RAFFAELLO CON PINACOTECA AMBROSIANA E PINACOTECA DI BRERA
Il Panettone diventa il simbolo gastronomico della ripartenza post pandemia Natale 2020: la pasticceria Giovanni Cova & C. con la nuova linea di esclusivi Panettoni, celebra Raffaello in occasione dei 500 anni dalla sua morte. I suoi capolavori e il suo inconfondibile tratto prendono vita negli incarti dei dolci natalizi, restituendo storia e bellezza. Un’iniziativa di grande levatura artistica, resa possibile grazie alla collaborazione con la Pinacoteca Ambrosiana e la Pinacoteca di Brera, unite straordinariamente per le celebrazioni di Raffaello. 500 anni fa moriva Raffaello, il divin pittore, genio del Rinascimento e con l’ambizione di riaffermare una nuova normalità riprendono anche le sue celebrazioni nel Mondo e in Italia. Il grande talento di Raffaello Sanzio ci ha regalato un percorso artistico senza precedenti che verrà appunto sottolineato anche nelle elegantissime confezioni che racchiudono i panettoni della storica pasticcer (continua)

BORSARI PARTNER DELLA FONDAZIONE CITTA’ DELLA SPERANZA UN AIUTO ALLA RICERCA PER I BAMBINI MALATI

BORSARI PARTNER DELLA FONDAZIONE CITTA’ DELLA SPERANZA  UN AIUTO ALLA RICERCA PER I BAMBINI MALATI
La BORSARI PASTICCERI IN VENETO DAL 1902 al fianco della FONDAZIONE CITTA’ DELLA SPERANZA, in un progetto che vede i bambini protagonisti con la collaborazione dell’Esercito Italiano. Correre in nome di tutti quei bambini e ragazzi che, a causa di una malattia, non possono farlo. Dare loro voce per sottolineare quanto possa fare la differenza la ricerca scientifica, la vera carta vincente per ambire al meglio e puntare alla guarigione.Con questi obiettivi, la Borsari Pasticceri in Veneto dal 1902  sostiene sabato 26 settembre la staffetta nazionale intitolata “Una sq (continua)

GIOVANNI COVA & C. DEDICA IL PANETTONE ALLE DONNE DELL’OPERA LIRICA

GIOVANNI COVA & C. DEDICA IL PANETTONE ALLE DONNE DELL’OPERA LIRICA
La collezione Giovanni Cova & C. esplode quest’anno in tutta la sua bontà e bellezza. Tra le novità per il Natale 2020 Il Panettone di Lusso Milano prodotto dalla nota pasticceria milanese, icona della convivialità con i suoi lievitati, diventa portavoce di gusto ed eleganza al femminile dedicando alle Donne dell’Opera gli incarti dei suoi panettoni confermando la straordinarietà della collaborazione con l’Archivio Storico Ricordi. La Pasticceria Giovanni Cova & C. ha intrapreso da anni un percorso di celebrazione delle eccellenze milanesi, in una magica congiunzione di passione, arte, storia, bellezza che l’ha portata a collaborare con l’Archivio Storico Ricordi, il più importante archivio musicale privato al mondo. Anche quest’anno, per valorizzare ciò che ha reso e rende l’Italia inimitabile, la collaborazione è (continua)

EMPORIO BORSARI NELL’ ALBO D’ORO DELLE MIGLIORI PASTICCERIE D’ITALIA

EMPORIO BORSARI NELL’ ALBO D’ORO DELLE MIGLIORI PASTICCERIE D’ITALIA
La prestigiosa giuria della Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria e Cioccolateria, ha inserito nell’albo d’oro delle migliori Pasticcerie d’Italia, Emporio Borsari, diretto dal Pastry Chef Ruggiero Carli e dal suo staff; a conferma di un percorso d’eccellenza costruito su impegno studio e ricerca. La Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria e Cioccolateria quest’anno ha attribuito la “FRUSTA TOP QUALITY ORO” alle migliori Pasticcerie Gelaterie Cioccolaterie d’Italia, inserendo Emporio Borsari nell’albo d’oro delle migliori pasticcerie d’Italia. Il concorso si è svolto a Massa Carrara ma non ha potuto dar seguito alle premiazioni che erano previste alla Fiera del Tirreno a causa (continua)