Home > Turismo e Vacanze > Fare trekking in Islanda

Fare trekking in Islanda

scritto da: Egolem | segnala un abuso

Fare trekking in Islanda


 L'Islanda è un isola dell'oceano Atlantico Settentrionale che si trova a sud del circolo polare artico, a soli 260 km dalle coste della Groenlandia.

 
Il territorio islandese è un altopiano vulcanico a circa 600 metri sul livello del mare, sul quale troneggiano numerosi vulcani attivi, di cui il più elevato è l'Hecla. Si tratta di un territorio ideale per gli amanti delle escursioni, motivo per cui, ogni anno, molti gruppi di trekking si avviano a fare un viaggio in Islanda.
 
Una caratteristica dell'isola sono i fenomeni di vulcanesimo secondario come i geysers e gli estesi ghiacciai che ricoprono buona parte del settore centrale. Le coste invece sono frastagliate, con numerosi fiordi e baie orlate da molte isole minori.
 
Fenomeni di sprofondamento sono all’ origine delle due grandi baie, che si aprono sulla costa occidentale dell’isola ( Huna e Breidha ), mentre formazioni di faglia hanno creato i lunghi fiordi della costa settentrionale, che accentuano il contrasto esistente con la costa meridionale, bassa e irregolare.
 
Nelle varie fasi storiche dalla sua nascita si calcola che sul territorio islandese ci siano stati almeno diciotto sistemi vulcanici attivi con una media di almeno una forte eruzione ogni cinque anni. Da quando si è conclusa l’ultima Era Glaciale, e cioè a partire dagli ultimi quindicimila anni, si calcola che siano stati attivi più di duecento vulcani, dei quali trenta dall’inizio dell’insediamento umano ad oggi.
 
Gli attuali vulcani in attività si trovano a nord e a ovest del ghiacciaio Vatnajokull che ricopre quasi un terzo della superficie totale dell'Islanda.
 
Il tipo di vulcanismo che caratterizza l’Islanda è quello delle “eruzioni lineari”: la lava cioè, fuoriesce da una frattura, e quando l'eruzione termina spesso è difficile individuare le bocche eruttive.
 
Nelle eruzioni lineari in cui la lava fuoriesce da una frattura, e quando l’ eruzione termina le distese di lava nascondono la bocca eruttiva.
 
Una eruzione lineare differisce da una normale eruzione vulcanica perchè il materiale fuoriesce da una lunga fessura, piuttosto che da una bocca eruttiva centrale. Su questa frattura viene successivamente costruito il cono. Nelle eruzioni lineari d’ Islanda, la lava proviene da una frattura che può essere lunga anche diversi chilometri e fluisce in vasti espandimenti su entrambi i lati.
 
L’Islanda è composta interamente da materiali vulcanici, per la maggior parte da enormi strati di colate laviche successive, specialmente basaltiche, che risalgono dal fondo oceanico lungo la dorsale medio – atlantica, che si innalza da una profondità compresa fra 900 e 1500 metri sotto il livello del mare, fino a 2100 metri sopra il livello del mare.
 
L'ipotesi più accreditata vuole che sotto l’isola vi sia - oltre alla dorsale - anche un “punto caldo”, un punto cioè che “aspira” una grande quantità di magma dal mantello e che lo fa fuoriuscire proprio in prossimità della dorsale.
 
Sulla Terra vi sono circa un centinaio di “punti caldi”, ma sono pochissimi quelli che, per coincidenza, sorgono  proprio sulla dorsale. Tra questi, per esempio, abbiamo le isole Azzorre, l’Ascension e Tristan da Cunha. Ai nostri giorni il punto caldo islandese si trova sotto il vulcano Trolladyngja.

viaggio in Islanda | trekking in Islanda |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

MONOVOLUME DA CAMPAGNA


Islanda tra natura e cultura


Passione trekking: i must have firmati Fjällräven e Hanwag


Agoda.com lancia grandi offerte per gli appassionati di trekking diretti in Nepal


Fjällräven Classic - Il principale evento trekking del Nord Europa diventa globale


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La saldatura laser

La saldatura laser
La saldatura laser consiste nello sfruttare una fonte di calore per fondere un metallo base ed unirlo con un metallo chimicamente compatibile chiamato metallo d'apporto. Le saldatrici laser utilizzano impulsi termici ad altissima densità di potenza.Il fascio di luce laser (Light Amplification by Stimulated Emission Radiation), è un fascio di luce coerente (con la stessa lunghezza d’onda) con una potenza molto concentrata.Al termine della scarica del fascio laser avviene l’istantaneo raffreddamento. Il calore generato è sostanzialmente limitato all’area di lavoro e (continua)

La piegatura della lamiera

La piegatura della lamiera
La piegatura della lamiera è un processo di lavorazione molto diffuso che nasconde delle difficoltà legate alla natura stessa del materiale impiegato. La piegatura della lamiera modifica in maniera permanente la struttura della lamiera, tuttavia non la rompe; a questo scopo, è indispensabile considerare il limite oltre il quale la lamiera non si deforma plasticamente, bensì si rompe.L’operazione di piegatura viene effettuata attraverso un punzone e una matrice che presenta, in negativo, la stessa forma del punzone.La piegatura delle lamiere è un (continua)

Punzonatrici

Punzonatrici
La punzonatura è una tecnica utilizzata nella lavorazione della lamiera che permette di imprimere un segno, o una forma, su una superficie mediante la pressione o la percussione di uno strumento detto punzone (dal latino “punctio”, pungere). Il primo esempio importante di punzonatura applicata all’arte pittorica si ha nell’affresco della Maestà di Simone Martini nel palazzo Pubblico di Siena (1315 circa). Questa tecnica veniva anticamente utilizzata nella lavorazione e decorazione di metalli e nella produzione di monete, poi anche per la dentellatura dei francobolli.Oggi viene utilizzata frequentemente in meccanica per lavorare le lam (continua)

Presse piagatrici per lamiera

Presse piagatrici per lamiera
La piegatura è un processo destinato a semplificare la deformazione di un pezzo in lamiera. Le presse piegatrici sono macchine utensili utilizzate per la piegatura a freddo di lamiere di vario spessore.Nell’industria meccanica, la piegatrice è una macchina per piegare lamiere e profilati metallici secondo superfici cilindriche (ma in tal caso è denominata calandra) o più spesso secondo diedri con spigolo arrotondato: per lamiere di piccolo spessore vengono impiegate quelle costituite da (continua)

Epilazione laser definitiva per uomo e donna

Sempre maggiore è negli ultimi anni l’importanza assunta dall’epilazione laser in strati sempre più ampi della popolazione, in parte per la grande pubblicità delle riviste e dei giornali, ma soprattutto in seguito alla grande diffusione delle tecnologie (Laser e Luce Pulsata ) che sono ormai presenti in molti centri estetici.Anche l’abbassamento dei prezzi di questi trattamenti al consumatore fina (continua)