Home > Cultura > Tremestieri Etneo racconta la storia della Shoah agli studenti delle scuole

Tremestieri Etneo racconta la storia della Shoah agli studenti delle scuole

articolo pubblicato da: simopulvi | segnala un abuso

Tremestieri Etneo racconta la storia della Shoah agli studenti delle scuole
La Shoah raccontata ai ragazzi delle scuole del comune di Tremestieri Etneo. Un’iniziativa promossa dal sindaco Santi Rando, per non dimenticare le ferite della contemporaneità, occasione di confronto per gli studenti su una pagina tragica della storia dell'Italia fascista. Relatori dell'incontro, che si è tenuto nella Chiesa Madonna delle Grazie di Piano Tremestieri, sotto la guida spirituale di padre Ignazio Mirabella, il prof. avv. Corrado Labisi, Magnifico Rettore dell'Università telematica Unisanraffaele con sede a Zurigo, e la dott.ssa Adriana Muliere, dirigente della Polfer, polizia ferroviaria di Catania. Un rapporto profondo quello del prof. avv. Corrado Labisi con il mondo ebraico, lui che della sua discendenza israelitica da parte della famiglia paterna, e della bisnonna, la nobildonna Lucrezia Mehtler, ha fatto un vessillo. Un percorso sociale, culturale e spirituale iniziato già qualche mese fa con il convegno “Punto d’incontro”, presieduto dal rabbino capo della Sinagoga Yosef Tehilloth di Milano, Shlomo Bekhor, e che continua ad oggi in un dialogo costante tra Sicilia ed Israele. In una lettera indirizzata al sindaco Rando e a padre Mirabella, letta dal prof. Labisi, il rabbino, assente all’incontro, ringrazia per aver dedicato una giornata alla Shoah. “Ho visto con i miei occhi e sentito con le mie orecchie le storie di tanti sopravvissuti”, scrive nella lettera. “Ho pregato in sinagoga tanti anni con uomini che portano sul braccio in numero inciso ad Auschwitz. Non è inciso il loro nome bensì un numero. Perché per i nazisti le persone valevano solo come un numero. Il cristianesimo affonda le sue radici nella religione giudaica, e come diceva Papa Woytila gli ebrei sono i nostri fratelli maggiori. Rispetto per l’ebraismo vuol dire dunque rispetto per il cristianesimo, e per i valori universali di democrazia e libertà che in medio oriente sono ogni giorno messi in discussione.” Consegnati i saluti del rabbino Berkor e del cav. Andrea Di Veroli, presidente dell’Associazione di volontariato Jeruce e consigliere dell’ANED Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti, che nella sua lettera parla del ricordo come dovere morale prima ancora che istituzionale, il prof. avv. Corrado Labisi inizia una disamina storica della Shoah, spiegando ai ragazzi, attenti e partecipi, il significato delle leggi razziali concepite dai nazisti, soffermandosi sulla figura di Hitler e sul suo piano folle di sterminio. “Hitler era un satanista – spiega Labisi – un esaltato che temeva le conoscenze spirituali del popolo ebraico. Uno scempio europeo il suo, che costò la vita a circa 6 milioni di persone, tra le quali anche giovanissimi e neonati. Le preziose testimonianze che ci sono rimaste sono la nostra coscienza e la nostra storia: Anna Frank, per esempio, che ci ha lasciato il racconto della persecuzione sua e della sua famiglia, la fuga, il nascondiglio, la paura. E ancora Primo Levi, sopravvissuto ai campi di concentramento, sconvolgente nella sua ricostruzione della tragedia dell’Olocausto, degli esperimenti sui bambini usati come cavie, e del lungo viaggio di ritorno attraverso l’Europa.” Il prof. avv. Corrado Labisi ha aperto poi una finestra sul rigurgito del fanatismo nazista, preoccupante oggi quanto il terrorismo integralista islamico. Una giornata formativa ed educativa per non dimenticare, alla presenza di autorità civili, ecclesiastiche e militari, tra le quali l’ass. alla Cultura e alla Pubblica Istruzione Evelyn Garofalo, che si è conclusa con la consegna ai relatori di un attestato di merito per aver offerto ai ragazzi le proprie conoscenze sul delicato ed importante tema che riguarda non solo la storia di un popolo ma anche la formazione delle coscienze di ognuno di noi. A suggellare un ideale patto tra Sicilia ed Israele, la promessa del sindaco Santi Rando di costruire, su iniziativa del prof. avv. Corrado Labisi, a Tremestieri Etneo, su un terreno sequestrato alla mafia, una sinagoga che possa diventare anche centro di cultura ebraica.

Corrado Labisi | shoah | olocausto | giornata della memoria |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Consegnato attestato di merito dal Comune di Tremestieri Etneo al prof. avv. Corrado Labisi


CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA "LA MIA TERRA


Si è concluso il progetto Tu Come Stai?


Memorial Livatino Saetta Costa - Premio Speciale in ricordo dei giudici Francesca Laura Morvillo, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e degli uomini delle loro scorte


Evento della Fondazione dell’Ordine etneo degli Ingegneri EDILIZIA E NUOVI STANDARD DI SICUREZZA DALLA GERMANIA A CATANIA, ECCO IL CANTIERE DEL FUTURO Presentato sistema hi tech in uso nel territorio etneo per la costr


XXIII Memorial Livatino Saetta Costa


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Nasce a Catania ANGELICAeLEALTRE, un progetto di promozione per la lotta contro ogni tipo di violenza sulle donne

Nasce a Catania ANGELICAeLEALTRE, un progetto di promozione per la lotta contro ogni tipo di violenza sulle donne
Un anello per un riscatto. Sociale, culturale, di genere. Un anello simbolo di solidarietà femminile, amuleto prezioso, metafora di difesa, che racconta Angelica, protagonista dell'Orlando Furioso di Ludovico Ariosto, bella principessa del Catai che, in continua fuga dai suoi irruenti ammiratori, svanisce per magia di un anello in grado, all'occorrenza, di renderla invisibile. Come Angelic (continua)

Sabato 16 dicembre arriva Pictures il primo album del compositore catanese Giuseppe Palmeri

Sabato 16 dicembre arriva Pictures il primo album del compositore catanese Giuseppe Palmeri
Note come immagini affrescate sui tasti bianchi e neri di un pianoforte. Un progetto musicale dal nome evocativo Pictures, nato dagli oltre 15 anni di esperienza nell’ambito della musica per immagini di Giuseppe Palmeri, pianista e compositore catanese, che dalle immagini, sia statiche che in movimento, ha creato le forme musicali che caratterizzano i brani dell’album. Ciascuna delle dodici tra (continua)

Memorial Livatino Saetta Costa - Premio Speciale in ricordo dei giudici Francesca Laura Morvillo, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e degli uomini delle loro scorte

Memorial Livatino Saetta Costa - Premio Speciale in ricordo dei giudici Francesca Laura Morvillo, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e degli uomini delle loro scorte
È il riconoscimento all’impegno sociale, alla difesa della legalità, del rispetto delle regole, della divulgazione di un’informazione libera e corretta, e celebra la memoria di tre magistrati vittime di mafia: Antonino Saetta, Rosario Livatino e Gaetano Costa. Un evento itinerante il Memorial Livatino Saetta Costa, che ha voluto ricordare in questa nuova edizione – approdata qualche giorno fa ne (continua)

IP Security Forum Bari è alle porte, privacy in primo piano

IP Security Forum Bari è alle porte, privacy in primo piano
BARI - Formazione normativa e aggiornamento tecnologico per vincere le sfide della rivoluzione digitale nel settore della sicurezza: tutto questo all’IP Security Forum, a Bari, domani venerdì 26 maggio. Tutti i segmenti della sicurezza, a partire dalla videosorveglianza, sono interessati dalla transizione verso soluzioni su base IP. Conoscere le straordinarie opportunità che il mondo IP riserva a (continua)

IP Security Forum Bari. Vincoli normativi nelle più recenti applicazioni di videosorveglianza

IP Security Forum Bari. Vincoli normativi nelle più recenti applicazioni di videosorveglianza
BARI – Il prossimo venerdì 26 maggio, a Bari, IP Security Forum proporrà tante opportunità per i professionisti dell’IP e della sicurezza, nella diciannovesima edizione dell’evento per eccellenza dedicato all’IP Security. Tra i vari argomenti che saranno trattati, si parlerà anche delle più recenti applicazioni di videosorveglianza nel pieno rispetto dei vincoli nomativi e legali attinenti alla (continua)