Home > Sport > DOMANI AL VIA L’IFSC CLIMBING WORLD CHAMPIONSHIP. ARCO (TN) E CLIMBING STADIUM IN VERSIONE IRIDATA

DOMANI AL VIA L’IFSC CLIMBING WORLD CHAMPIONSHIP. ARCO (TN) E CLIMBING STADIUM IN VERSIONE IRIDATA

scritto da: Newspower | segnala un abuso

DOMANI AL VIA L’IFSC CLIMBING WORLD CHAMPIONSHIP. ARCO (TN) E CLIMBING STADIUM IN VERSIONE IRIDATA


Domani il Campionato del Mondo di arrampicata sportiva entra nel vivo

Arco (TN) e il suo Climbing Stadium accoglieranno i migliori atleti mondiali

Ad aprire la rassegna sarà la disciplina boulder, domani dalle 12,00 le qualifiche maschili

Oggi arrivi delle squadre nazionali, con molti atleti “reduci” dalle gare di CdM di Chamonix

 

 

Ormai ci siamo, da domani Arco aprirà ufficialmente le danze dell’IFSC Climbing World Championship, il primo Campionato del Mondo di arrampicata sportiva ospitato in Italia.

“La macchina organizzativa è pronta ad accogliere gli atleti del Campionato del Mondo”, ha detto il presidente di Arco 2011 Albino Marchi, “tutto lo staff è schierato a dovere, pronto per il debutto. Chiaramente nell’aria c’è la tensione che deriva dalla responsabilità di ospitare un evento di questo calibro, per il quale abbiamo lavorato duramente. Speriamo che il meteo sia dalla nostra parte, è l’unica cosa che non possiamo controllare!”

A dare il via alle competizioni sarà la disciplina boulder, che domani dalle 12,00 richiamerà in parete i migliori specialisti dei “massi” per le qualificazioni di specialità, e soltanto per venti di loro ci sarà la possibilità di accedere alle semifinali di domenica 17, che selezioneranno i sei finalisti candidati alla medaglia. Le qualificazioni femminili sono invece in programma sabato 16, sempre a partire dalle 12,00, e nella stessa giornata andrà in scena anche l’attesa cerimonia d’apertura del Campionato Mondiale, in stile olimpico e ospitata nel nuovo Climbing Stadium (l’entrata è libera).

Il boulder, il cui nome significa appunto “massi”, si disputa su pareti di 4,5 metri per un totale 5 “blocchi” (4 per le finali), e il vincitore sarà l’atleta che chiuderà il maggior numero di boulder, raggiungendo cioè il “top” in più blocchi. Tra i favoriti in questa specialità ci sono i due attuali leader di CdM, gli austriaci Anna Stöhr e Kilian Fischhuber, quest’ultimo ormai matematicamente vincitore della sua 5.a Coppa boulder, ma tra i migliori ci sono anche il francese Glarion Mondet, il russo Sharafutdinov e la giapponese Noguchi. Gli azzurri in azione in questa disciplina saranno l’iridato Christian Core insieme a Stefano Ghisolfi, Gabriele Moroni, Lucas Preti e all’altoatesino Stefan Scarperi, al femminile invece saranno in gara “lady geco”, ovvero la veneta Jenny Lavarda, la piemontese Elena Chiappa e l’altoatesina Alexandra Ladurner.

A proposito di azzurri, oggi nello stadio di Prabi c’era anche l’atleta di casa (abita ad Arco) Martino Ischia, che in questo Campionato del Mondo sarà in gara nella disciplina lead. Martino Ischia è stato il migliore degli azzurri (e 28° assoluto) nella tappa di Coppa del Mondo lead che si è chiusa ieri sera a Chamonix, in Francia, e che è stata anche la prova d’apertura del circuito di specialità, oltre che l’ultimo test prima dell’evento di Arco: “Il mio obbiettivo è di superare le qualifiche – ha detto Ischia – sarebbe un sogno. Io sono convinto che è alla mia portata”.

All’appello francese, dove il 12 luglio è andata in scena anche la Coppa del Mondo speed, hanno risposto presente anche altri convocati in maglia azzurra, ovvero Stefano Ghisolfi (30°, ad Arco gareggerà in tutte le discipline), Marcello Bombardi (45°) e Silvio Reffo (46°).

Il vincitore è stato l’austriaco Jakob Schubert, che ha battuto il forte spagnolo Ramon Julian Puigblanque (2°) e il fenomeno ceco Adam Ondra (solo 17°), tutti tra i favoriti di questo Campionato Mondiale arcense, nel quale i climbers della lead saranno in azione da mercoledì 20.

Molto combattuta la tappa lead femminile di Chamonix, con un ex aequo al 1° posto che legge a pari merito i nomi di quattro leader, ovvero la francese Caroline Ciavaldini, l’austriaca e campionessa europea Angela Eiter, la coreana (e vincitrice della Coppa lead 2010) Jain Kim e la slovena Mina Markovic. Un poker di primi, insomma, che rende conto dell’alto livello delle atlete in gara, non a caso tutte convocate per il Campionato del Mondo nelle rispettive squadre nazionali. Questa situazione di parità al vertice della classifica non potrà verificarsi ad Arco, infatti il regolamento del Campionato del Mondo prevede che, in caso di parità al 1° posto in classifica, venga disputata inderogabilmente la “super-finale”.

La migliore delle azzurre in trasferta francese è stata Jenny Lavarda (15.a), mentre non hanno superato il muro delle qualificazioni le altre due italiane in gara, Sara Avoscan (32.a) e Manuela Valsecchi (34.a).

In attesa dell’esordio mondiale, il Climbing Stadium oggi sta accogliendo gli atleti delle 58 squadre nazionali, 700 in totale quelli che prenderanno parte a questo IFSC Climbing World Championship, che durerà fino a domenica 24 luglio.

Info: www.arco2011.it

 

Programma di questo primo fine settimana:

 

Venerdì 15 Luglio

 

12,00 Climbing Stadium Boulder Qualificazioni Maschili

 

Sabato 16 Luglio

 

12,00 Climbing Stadium Boulder Qualificazioni Femminili

19,30 Viale delle Magnolie Raduno squadre

20,30 Centro Storico di Arco Sfilata Squadre

21,00 Climbing Stadium Cerimonia di Apertura del 11° CAMPIONATO DEL MONDO DI ARRAMPICATA IFSC e del 1° CAMPIONATO DEL MONDO PARACLIMBING IFSC presentazione squadre, saluto autorità, accensione tripode

21,45 Spettacolo di Apertura ENTRATA LIBERA

 

Domenica 17 Luglio

 

8,30 Climbing Stadium Boulder semifinali femminili

12,00 Climbing Stadium Boulder semifinali maschili

16,00 Climbing Stadium Boulder Finali femminili

19,00 Climbing Stadium Boulder Finali maschili

21.00 Viale delle Palme Arco Intrattenimento Musicale a cura Bar Casinò Città di Arco


Fonte notizia: http://www.newspower.it/


Newspower |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ITALIA SUPER VELOCE CON LEONARDO GONTERO, SPETTACOLO ANCHE IN PARETE LEAD AD ARCO (TN)


ARCO INCORONA SCHUBERT E FAKHRITDINOVA, PUCCIO E SHARAFUTDINOV PADRONI DEI MASSI


ARRAMPICATA MONDIALE IN SCENA AD ARCO (TN). PRETI, MORONI E SCARPERI VOLANO IN SEMIFINALE!


IFSC CLIMBING WORLD CHAMPIONSHIP 2011. TOLTO IL VELO ALL’EVENTO DI ARCO (TN)


PUIGBLANQUE E SCHUBERT, SINFONIA MONDIALE. SOLO DUE VOLANO AL “TOP” IN SEMIFINALE


ARIA “MONDIALE” NELL’ALTO GARDA TRENTINO. AD ARCO L’IFSC CLIMBING WORLD CHAMPIONSHIP


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MARCIALONGA: SOGNO PER CAMPIONI E AMATORI. 70 KM DI PASSIONE IN VAL DI FASSA E IN VAL DI FIEMME

MARCIALONGA: SOGNO PER CAMPIONI E AMATORI. 70 KM DI PASSIONE IN VAL DI FASSA E IN VAL DI FIEMME
Pian piano si dispone l’attrezzatura per innevare i 70 km da Moena a Cavalese È la gara amata dai grandi campioni dello sci di fondo, con “ritorni” eccellenti Il 29 e 30 gennaio ce n’è per tutti i gusti con Light, Story, Baby, Mini, Young e Stars C’è ancora qualche posto, la corsa al pettorale sta per concludersi C’è un’equazione fissa che mette alla prova gli organizzatori della Marcialonga: basse temperature, produzione neve.È vero che il termometro in questo periodo fluttua su e giù dallo zero, è comunque tempo di spolverare i 26 ‘cannoni’ che gli uomini della mitica granfondo degli sci stretti, la cui 49.a edizione è in programma il 29 e 30 gennaio, hanno tolto dal magazzino. L’imperativo è iniziare la (continua)

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO
Sono sempre di più gli iscritti alla prima gara di stagione del fondo Gli organizzatori livignaschi hanno stabilito il tetto massimo di 500 unità Da sabato 23 ci si potrà allenare sull’anello frutto dello snow farming La “superstar” Klaebo di nuovo a Livigno per la preparazione in altura della stagione Olimpica Da Pauli Siitonen, il finlandese che ha avuto l’intuito, a Bill Kock, l’americano che per primo sviluppò la nuova tecnica negli anni ‘70. Lo skating è una disciplina dello sci di fondo che piace, frizzante ed esplosiva.La prima opportunità di stagione di calzare gli sci stretti e fare a gara col cronometro in tecnica libera è la storica Sgambeda, che sabato 4 dicembre è pronta ad alzare il sipario (continua)

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone
Seconda giornata del weekend di skiroll a Trento Luca Curti attende e poi scappa. Sul podio Tanel e Masiero Mortagna accende i giochi, poi paga e vince Beri davanti a Becchis Spettacolo dei giovanissimi. Organizzazione di Trento Eventi Sport e Team Futura Il Monte Bondone, la montagna di Trento per antonomasia, è sempre stato banco di prova per ogni genere di “scalatore”. Dalle auto alle moto, dalle bici al running, ma anche autentica “bestia nera” per gli skirollisti.Oggi confronto serrato sui tornanti del Bondone lungo quella salita che, non a caso, porta il nome di Charly Gaul, il lussemburghese che nel 1956 in una giornata da tregenda qui vinse (continua)

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno
L’11 giugno 2022 quarta edizione della Dolomites Saslong Half Marathon Un percorso di 21 km e 900 m. di dislivello tra Val Gardena e Val di Fassa Iscrizioni online con Enternow, la quota base è di 50 euro 600 posti per un’occasione sportiva intorno al Gruppo del Sassolungo Alcuni atleti nella scorsa edizione di giugno, disputata comunque nonostante i disagi della pandemia, dicevano di non riuscire a concentrarsi in gara, tanto la vista li affascinava. C’è da crederci. Forse un po’ meno per Xavier Chevrier, favorito della vigilia, e Caterina Stenta, outsider vincente tra le donne, autori di una gara velocissima.E così dopo gli entusiasmi per il successo e i complimen (continua)

A gennaio torna lo Skiri Trophy: sciolina alla mano per i giovani fondisti

A gennaio torna lo Skiri Trophy: sciolina alla mano per i giovani fondisti
Il 22-23 gennaio in Val di Fiemme appuntamento col 38° Skiri Trophy XCountry A Lago di Tesero (TN) classico happening dello sci di fondo giovanile Al via le categorie Baby, Cuccioli, Ragazzi e Allievi e quindi il Revival Un mix di iniziative per tutti gli appassionati: dai più giovani ai nostalgici Lo sci di fondo può guardare lontano con entusiasmo: quello che è comunemente definito il ‘mondialino’ degli sci stretti è confermato per l’imminente stagione: dopo l’annullamento dello scorso gennaio a causa della pandemia, il 22-23 gennaio prossimi la Val di Fiemme vedrà nuovamente i giovani atleti degli sci stretti darsi battaglia in occasione del 38° Skiri Trophy XCountry. L’evento è ormai una (continua)