Home > Eventi e Fiere > Torna a Napoli per la IV edizione il GOÛT de FRANCE

Torna a Napoli per la IV edizione il GOÛT de FRANCE

scritto da: Peppebar | segnala un abuso

Torna a Napoli per la IV edizione il GOÛT de FRANCE


Protagonisti i Discepoli di Escoffier, il Console di Francia e la Zi Teresa Come ormai consuetudine da tre anni, grazie al Console generale di Francia a Napoli, M. Jean-Paul Seytre ed alla organizzazione dei Discepoli di Auguste Escoffier, il 21 marzo 2018 è stata organizzata la IV edizione del “GOÛT de FRANCE”, che quest’anno avrà due momenti significativi. Un primo momento di incontro con coloro che desiderano assistere a questa manifestazione, che anche in Campania sempre più cresce di interesse negli anni, si terrà come negli anni precedenti all’Institut Français di Napoli, in Via Crispi, 86, dove alle ore 19.00, nell‘accogliente sala cinema dell’istituto, con la presenza del Console di Francia, e di Felice Franzese, segretario generale per la Campania dell’associazione internazionale dei Discepoli di Auguste Escoffier, diretta nella nostra regione dall’executive chef Nicola Di Filippo, verrà proiettato il film “Les Saveurs du Palais – la Cuoca del Presidente” di Christian Vincent con Chatherine Frot, Jean d’Ormesson e Hippolyte Girardot. Il filmato della durata di 95min., in lingua francese con sottotitoli in italiano, e ad ingresso libero fino all’esaurimento posti, ci porta a conoscere: Hortense Laborie, una cuoca rinomata che vive nel Périgord. Con suo grande stupore, viene nominata dal Presidente della Repubblica res-ponsabile dei suoi pasti privati al Palazzo dell’Eliseo. Nonostante le invidie degli chef della cucina centrale, Hortense si fa valere con il suo carattere forte. L'autenticità della sua cucina sedurrà rapidamente il Presidente, ma dietro le quinte del potere, gli ostacoli sono tanti. Lo step successivo si trasferisce, al famoso ristorante di Napoli “Zi’Teresa” della Chef Carmela Abbate, che da iscritta alla sezione campana del sodalizio internazionale dei discepoli del più grande cuoco francese definito “cuoco dei re, re dei cuochi”, ha aderito all’evento come promotrice ed esclusivista della importante cena di gala. Alle ore 21.00 inizierà la cena francese, che sarà possibile gustare, se preventivamente prenotata al numero telefonico: 081 7642565, in uno scenario dei più suggestivi che la città partenopea offre. Sarà un’occasione da non perdere per degustare i sapori tipicamente francesi elaborati da chef di Escoffier con a capo Carmela Abbate. Il menù prevede: Apéritif au Champagne Aperitivo con Champagne; Hors-d’oeuvre: Antipasto freddo Crevettes vapeur sauce Cognac, tartare de saumon à la ciboulette et au gingembre, Gamberi al vapore con salsa Cognac, tartare di salmone con erba cipollina e zenzero; Entrée: Antipasto caldo Bouchée à la reine aux champignons, Bouchée à la reine ai funghi; Plat: Piatto principale Filet de dorade en croûte d'amandes sur mousse de pomme de terre, Filetto di orata con gratte alle mandorle su mousse di patate; Dessert: Savarin à l'orange Savarin all'arancia; accompagné de vin blanc d'Alsace - accompagnato da vino bianco dell'Alsace. Alla cena è prevista la partecipazione delle massime cariche istituzionali sia francesi che del nostro territorio. Scopo della manifestazione “Goût de France Good”, che si tiene ogni anno il 21 marzo, in contemporanea in tutti i paesi del mondo, è quello di esaltare la cucina francese, il “Gusto di Francia”, con la sua cucina, i sui prodotti ed i suoi chef. Mentre in Francia tutti i ristoranti organizzano qualcosa per onorare questa giornata, anche nel resto del pianeta si creano eventi per ricordare la cucina francese ed in tante località si realizzano momenti suggestivi, che ogni anno presentano innovazioni con diversi programmi, anche di tipo vario come gare di cucina, cena degustazione, convegni ed altro, purchè si possa ricordare il “Goût de France”. Ad esempio in Campania, negli anni precedenti a questo, prima della cena c’è stata la presentazione di piatti elaborati da grandi chef di Escoffier, e lo scorso anno si è avuta la partecipazione di numerosi ragazzi degli istituti alberghieri che, organizzati sempre dalla delegazione campana dell’Associazione Internazionale dei Discepoli di Escoffier, hanno collaborato alla cena di gala che ha visto fra le tante autorità presenti anche il sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Nel nostro caso specifico, il progetto coinvolge Francia e Italia, con l’essenziale e prioritaria partecipazione dei Discepoli di Auguste Escoffier, come elemento che forma il trait d’union tra l’Italia, la nazione d’Oltralpe e l’eccellenza dei cuochi nel mondo. Nella giornata successiva, giovedì 22 marzo a Matera, nell'ambito dell'incontro nazionale della federazione delle Alliances françaises d'Italia a Matera, gli aspiranti chef del liceo alberghiero Turi, della città lucana, proporranno a 50 invitati venuti da tutta Italia, un pranzo "à la française". Giuseppe De Girolamo

Escoffier |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Con la primavera torna Goût de/Good France


NAPOLI CITTÀ DELLA CONVERSAZIONE


agoda.com propone alcuni hotel ispirati all’arte per il Festival d'Automne 2011 di Parigi


"Domenica In " - Mara Venier e Gianni Boncompagni i più amati della fortunata trasmissione. Lo dice il Web!


Paris Region ricompensa la distribuzione italiana a Napoli


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

AI QUARTIERI SPAGNOLI APRE “’A TAVERNA D’‘E ZOCCOLE”...

AI QUARTIERI SPAGNOLI APRE “’A TAVERNA D’‘E ZOCCOLE”...
Un locale attirante napoletani e turisti Nasce una nuova attività ristorativa. “’A taverna d’‘e zoccole”, nel centro storico di Napoli, in vico Lungo Gelso nel dedalo di viuzze che caratterizzano uno dei teatri a cielo aperto più famosi della città, nel mezzo dei Quartieri Spagnoli. Il fondatore, Aldo, uomo di grande coraggio, già titolare di un locale a Portici (“La vineria senza cucina”, in piazza Matteotti a Portici) aveva un sog (continua)

L’AVPN istituisce l’onorificenza “Premio Verace alla Carriera”

L’AVPN istituisce l’onorificenza “Premio Verace alla Carriera”
I grandi maestri Pasquale Parziale e Gaetano Fazio, aprono gli appuntamenti per le assegnazioni L’AVPN è ripartita alla grande con i suoi corsi di formazione per maestri pizzaioli e dell’arte culinaria, creando anche un premio particolare per chi le è stato da sempre vicino valorizzando l’opera che uno dei più storici maestri della ristorazione e della pizza napoletana, presidente di questo sodalizio Antonio Pace, ha portato e porta avanti con instancabile impegno da una vita. L’onorifi (continua)

Per l’Amira in Campania tutto è Ripresa e tutto è Successo

Per l’Amira in Campania tutto è Ripresa e tutto è Successo
Ne è riprova, la vitalità, che sembra non aver subito nessun attacco Covid Se non avessimo vissuto il lungo periodo pandemico del Covid, potremmo pensare che nulla è accaduto ed il settore del turismo e della ristorazione non si sia mai fermato, perché quello che sta proponendo la sezione AMIRA Napoli – Campania, guidata dal fiduciario Dario Duro, insieme a tutto il direttivo da lui composto ed unitamente ai referenti di zona delle varie provincie e località limitro (continua)

Una “questione” da bongustai

Una “questione” da bongustai
A colloquio con il giornalista enogastronomo Giuseppe De Girolamo By Nicoletta Evangelisti                     27 Maggio 2021                               37          (continua)

Tenuta D’Ausilio lanciata verso il dopo Covid

Tenuta D’Ausilio lanciata verso il dopo Covid
Una ripresa, che veri imprenditori propongono per il rilancio del Sud Nel cuore del verde, ai confini della provincia di Caserta per poi passare a quella di Isernia, sulla antica strada statale 85 venafrana che da Napoli, percorrendo l’autostrada del Sole ed uscendo a Caianello porta a raggiungere la cittadina di Venafro e di seguito posti molto frequentati, non solo dai napoletani, come Roccaraso tipica località di neve del cento-sud dello stivale, a pochi Km. (continua)