Home > Musica > "Teorie sull'amore" è il nuovo singolo di Sonicsphere

"Teorie sull'amore" è il nuovo singolo di Sonicsphere

scritto da: Rc | segnala un abuso


È uscito “Teorie sull’amore”, nuovo singolo di Sonicsphere “Teorie sull’ amore” è il primo singolo rilasciato da Sonicsphere (Giovanni Manzo) nel 2018. E’ un pezzo dalle sonorità pop rock/brit pop, che si ispira molto a sonorità Dream pop. Il video è una rivisitazione di una scena del film Casablanca e parla di due persone innamorate che non riescono ad incontrarsi. Link al video di: “Teorie sull’amore” https://youtu.be/XvK8qG6avTE “Nessuno” https://www.youtube.com/watch?v=TKtVv3Ji4IU Sonicsphere – Biografia Sonicsphere, nome d’arte di Giovanni Manzo, è un progetto che nasce nel 2014 come solista. Registra quattro tracce nel 2016 e produce il cd “Talk about love”; in seguito decide di comporre alcuni brani cantati in italiano e scrive “Nessuno” e Teorie sull’amore”. Giovanni Manzo suona e compone musica da sempre, lasciando comunque spazio al suo principale amore per la pittura. Le influenze sono Ride, Brian Jonestown Massacre, Neil Young. Il genere che predilige è il dream pop al quale tutti i suoi brani si ispirano. Credits: Testi e musiche di Giovanni Manzo Tutti i brani sono registrati e mixati a casa con Reason Giovanni Manzo suona tutti gli strumenti e canta in tutti i brani weblinks: https://www.facebook.com/thesonicspheres/

Fonte notizia: https://www.facebook.com/thesonicspheres/


Napoli | Giovanni Manzo | Sonicsphere |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

EXPOARTE Montichiari-Brescia: un maggio tra arte moderna e contemporanea

EXPOARTE Montichiari-Brescia: un maggio tra arte moderna e contemporanea
L’arte moderna e contemporanea torna ad animare in un weekend primaverile il Centro Fiera del Garda di Montichiari. L’appuntamento per questa edizione di EXPOARTE è l’11-12-13 maggio 2019. Giunta alla sua terza edizione, sotto la direzione artistica di Giovanni Zucca, Direttore Artistico anche di PaviArt, la kermesse bresciana dedicata all’arte non si propone solo come una grande mostra-mercato d (continua)

Erk14 a Napoli tra neo-pop e concettuale

Erk14 a Napoli tra neo-pop e concettuale
Il 27 dicembre 2018 presso gli spazi espositivi di Palazzo Fondi in Via Medina 24, Napoli, verrà presentata la mostra personale di ERK14, tra neo-pop e concettuale. L’artista napoletano attivo tra Roma, Milano e Napoli, dopo una lunga formazione nel campo del design e della moda ha realizzato una serie di opere che nascono dall’ibridazione dei linguaggi e dalla costante ricerca sulle simbologi (continua)

Bruno Di Bello alla Fondazione Marconi - Milano

Bruno Di Bello alla Fondazione Marconi - Milano
Bruno Di Bello torna protagonista alla Fondazione Marconi con una mostra che mette a confronto opere degli anni Settanta e Ottanta, eseguite con tecniche foto/grafiche, con lavori degli ultimi anni, tra cui figurano i grandi trittici del 2016 e 2017, opere realizzate al computer e stampate su tela Fine Art. “Vedo questa nuova fase dell’opera di Di Bello fortemente protesa con lo Zeitgeist iniz (continua)

PaviArt 2018: un weekend di maggio tra arte e cultura

PaviArt 2018: un weekend di maggio tra arte e cultura
Il 12 e 13 maggio il Palazzo delle Esposizioni di piazzale Europa si animerà ancora una volta, trasformandosi in una grande galleria collettiva, luogo di incontri e di opportunità. Sono 60 le prestigiose gallerie italiane che anche per questa edizione porteranno a PaviArt un’ampia rosa di artisti selezionati tra le migliori firme italiane e straniere, sotto la direzione artistica di Giovanni Zucc (continua)

Corpo, performance, gesto e luce: Arnulf Rainer e Bruno Di Bello

Corpo, performance, gesto e luce: Arnulf Rainer e Bruno Di Bello
Eidos Immagini Contemporanee partecipa a Miart 2018 con un progetto speciale e site specific (come peraltro abitudine della galleria nell’arco delle sue partecipazioni a Miart e non solo): quest’anno il tema è Corpo, performance, gesto e luce: Arnulf Rainer e Bruno Di Bello A confronto la produzione dei due autori a cavallo degli anni 70 e 80, periodo in cui sperimentano l'azione performativa con (continua)