Home > Scuola e Università > La Film Commission Regione Campania in cattedra con il prof. Giordano e il direttore Maurizio Gemma

La Film Commission Regione Campania in cattedra con il prof. Giordano e il direttore Maurizio Gemma

scritto da: Renail87 | segnala un abuso

La Film Commission Regione Campania in cattedra con il prof. Giordano e il direttore Maurizio Gemma


 Si sta rivelando di grande successo il concept di lavoro del prof. Francesco Giordano, tra le altre cose docente e filmmaker, di coniugare lezione teorica e incontri con esperti del settore, per avvicinare gli studenti alle realtà professionali in cui potranno, una volta terminati gli studi, esprimere le competenze acquisite.

È questa la sfida del nuovo ciclo del Laboratorio di Produzioni Audiovisive Teatrali e Cinematografiche promosso dall'Universita' l'Orientale di Napoli. Un modo di insegnare ai giovani e di coinvolgerli poco convenzionale quello del prof. Giordano, conosciuto per diversi progetti audiovisivi e per aver diretto il film "Le stanze aperte". Si tratta, ne è convinto il docente, di un ottimo stimolo per la conoscenza del mondo del lavoro attraverso la dinamica dell’ incontro-lezione che di fatto avvicina gli studenti a personalità artistiche e professionisti dello spettacolo. Gli studenti hanno avuto la possibilità di incontrare e confrontarsi con Maurizio Gemma, direttore della Film Commission Regione Campania. Il suo intervento si inserisce in quella parte di programma che riguarda le nozioni di organizzazione ed economia dello spettacolo, enti di promozione e sostegno alle attività cinematografiche in Campania, accesso alle risorse finanziarie per gli audiovisivi, promozione del territorio come set per la produzione di film, serie televisive.

Grande empatia tra Maurizio Gemma e i giovani studenti apprendisti, tra cui una ragazza pakistana, che ha raccontato come avvengono e come sono regolate le produzioni cinematografiche in Pakistan, dove, ad esempio girare in esterni è molto più complicato e dove il mercato dell'audiovisivo è soggetto a restrizioni decisamente più forti. 

Maurizio Gemma si è soffermato sulla nascita, l'importanza e il ruolo delle Film Commission, fenomeno nato in America e poi giunto piu'recentemente in paesi come l'Italia. Insomma un successo che viene da lontano, ma che sta rivelando aspetti importanti e di valore sul nostro territorio, consegnando traguardi importanti, basti pensare ai David di Donatello conquistati con il film d'animazione: "La Gatta Cenerentola" dei registi Cappiello, Guarnieri, Sansone e Rak.

La Film Commission nasce, come spiega Maurizio Gemma, per regolare il rapporto tra produzioni audiovisive e territorio. "Volevano attrarre investimenti, assistere nelle procedure organizzative, incentivare e sostenere il mercato libero dell'audiovisivo", racconta Maurizio Gemma, che si sofferma sulle enormi differenze, in quanto a investimenti e storia tra le produzioni d'oltreoceano e quelle italiane, un mercato che va protetto, incentivato e potenziato, quanto prova a fare proprio la Film Commission, attraverso un'operazione che in Italia da poco tempo sta acquisendo contorni piu' netti e di cui si sta capendo l'importanza e la necessita' per sostenere I prodotti made in Italy.

E ancora Maurizio Gemma: "Quando il cinema usciva dagli studi e invadeva le strade, incontrando il cambiamento dei gusti del pubblico e raccontando la vita, quello che hanno provato a fare la Nouvelle Vogue in Francia e il neorealismo in Italia, nascevano le Film Commission". In particolare poi Gemma ha condotto per mano, attraverso esempi pratici e ad alta fruibilita', gli studenti attraverso il sistema delle produzioni e il legame profondo con lo sviluppo dei territori, ma anche le enormi difficolta' di affermarsi in un contesto economico scarno di investimenti, in cui si esporta poco e si hanno pochi mezzi a disposizione, nonostante recenti riforme legislative provino a tutelare e promuovere il mercato dell'audiovisivo. 
"Il Cinema - spiega ancora Maurizio Gemma - detta la linea dei consumi, promuove il territorio attraverso il coinvolgimento e l' identificazione, incuriosendo e disvelando realta'altrimenti sconosciute o dimenticate". Immediato il riferimento a film di grande successo ed enormi ricadute sul territorio come "Benvenuti al Sud", che ha portato alla ribalta il Cilento a livello internazionale. E dunque emerge l'importanza di realizzare prodotti che diano visibilita' alle realta' e professionalita' locali ma che siano anche prodotte in loco, per le ricadute economiche sui territori e che siano anche esportabili. L'Italia sul fronte esportazioni di audiovisivi sembra avere ancora molta strada da percorrere.

Come sottolinea il prof Giordano, in.qualita' anche di presidente della "Ved association": "Non si è fatto molto fino a poco tempo fa in promozione. Si deve uscire dall' autoreferenzialita', ma educare ad un certo tipo di cinema e di fruizione".
Maurizio Gemma dal canto suo ha spronato infine I giovani studenti a formarsi e specializzarsi, acquisendo un know how forte e specifico, perche' "sono le competenze distintive che fanno la differenza".

Durante l'incontro è intervenuto anche il prof. Michele Gallo, coordinatore del Dipartimento di Scienze Politiche, che ha sottolineato la funzione di grande importanza del laboratorio del prof. Giordano per guidare gli studenti nel mondo del lavoro, avvicinandoli praticamente alle realtà produttive del settore e sottraendoli al disorientamento che un' Università scollegata dal mondo del lavoro produce.

Ufficio stampa



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Al via accordi @ DISACCORDI – Festival Internazionale del Cortometraggio – 17. Edizione ONLINE


"Nell'immensitá del cielo" il nuovo videoclip del cantautore Giordano


Ecco le finaliste campane a Miss Italia 2019


Premio Giuliano Gemma 2017 - Forza, Passione, Identità


Venezia a Napoli, i film del lido, edizione festival, 2019 arrivano a Napoli per una settimana fino al 28 ottobre


MICHELANGELO GIORDANO: “LE STRADE POPOLARI” è il disco d'esordio dell’artista escluso da Sanremo per i “troppi voti”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

"Nei nostri sogni", il libro di Antonella Capobianco sarà presentato a Piazza Dante a Napoli


“Nei nostri sogni”, il libro dell’esordiente Antonella Capobianco, che affronta tematiche sociali come omofobia e coming out familiari attraverso una vicenda soprannaturale, sarà presentato mercoledì 7 luglio, ore 18.30, in Piazza Dante presso il caffè bistrot letterario “Il Tempo del Vino e delle Rose. "Che stupidi che siamo: quanti inviti respinti, quante parole non dette, quanti sguardi non ricambiati. Tante volte la vita ci passa accanto e noi non ce ne accorgiamo nemmeno". Il discorso che Stefano Accorsi ci regalava 20 anni fa nel bel film di Ferzan Ozpetek, “Le fate ignoranti”, si presta bene a raccontare la vicenda di Emma, protagonista del libro di Antonella Capob (continua)

Nove torte targate pasticceria Seccia per la festa della mamma nel segno di cinema e serie tv

Nove torte targate pasticceria Seccia per la festa della mamma nel segno di cinema e serie tv
Cesira, Filumena, Adelina, Manuela, Olimpia, Cersei, Elizabeth e Dany (Daenerys): la festa della mamma più dolce e cinefila va in scena ai Quartieri Spagnoli di Napoli Anche quest'anno la pasticceria Seccia ai Quartieri Spagnoli, storico locale di via Concordia a Montecalvario a Napoli, ha realizzato per la festa della mamma, domenica 9 maggio, una linea di nove torte dai nomi insoliti, ispirati alle madri famose delle serie tv, del cinema e persino a quelle della classicità.Sono nati così in laboratorio la millefoglie e il pan di Spagna "Olimpia", le Chant (continua)

Il primo dolce ufficiale in memoria di Maradona a Napoli con Pasticceria Seccia

Il primo dolce ufficiale in memoria di Maradona a Napoli con Pasticceria Seccia
La Pasticceria Seccia, fiore all'occhiello dei Quartieri Spagnoli e da sempre legata al tifo e all'amore per il pibe de oro, lancia nell'ultima domenica di novembre una mignon dedicata alla memoria del compianto Diego Armando Maradona: un bignè craquelin panna e caramello da condividere sui social con l'hashtag #elpibe. La notizia della scomparsa di Diego Armando Maradona ha lasciato tutti sgomenti a Napoli, seconda casa del Pibe de Oro, e le manifestazioni d'affetto che stiamo vedendo in questi giorni ne sono la prova tangibile. Se allo Stadio San Paolo, che presto cambierà nome in suo onore a quanto pare, l’abbraccio di tifosi e appassionati è stato forse il più pittoresco e degno di una rockstar, con le candel (continua)

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano
È già in libreria il racconto “Storia di un (quasi) amore in quarantena”, primo libro del giornalista napoletano Davide Gambardella, edito da Graus e scritto in piena quarantena, quasi un instant book si potrebbe dire. In molti hanno parlato di amori e storie in quarantena, persino di tradimenti, eppure la narrazione di Gambardella è abbastanza insolita e si distingue bene dalle altre pub (continua)

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD
Un progetto ambizioso nasce al Sud, in Campania, e si presenta, con autorevolezza, come un’iniziativa di cui molto probabilmente se ne avvertiva l’esigenza già da mesi, prima del difficile periodo collegato al lockdown. Nasce infatti Gruppo Artisti del Gusto, grazie ad un accentuato spirito di gruppo, ad una coesione tanto visionaria quanto forte tra una quindicina di professionisti, di varia (continua)