Home > Ambiente e salute > Le offerte nel turismo dentale

Le offerte nel turismo dentale

scritto da: Viaggiare | segnala un abuso

 Le offerte nel turismo dentale


 Le offerte nel turismo dentale

Uno dei motivi che spingono sempre più le persone ad affidarsi a dentisti in diversi paesi europei (Croazia, Romania, Ungheria, Albania in testa, e poi Moldavia o Polonia) è, senza ombra di dubbio, da rintracciare nei  nel risparmio che deriva dal curarsi in queste località, specialmente per quello che riguarda alle protesi dentarie. Risparmio che, come più volte si è detto, non coincide con una bassa qualità del servizio; d’altronde se così fosse sarebbe certamente controproducente e già ora dovrebbe verificarsi un calo delle richieste piuttosto che un aumento progressivo, così come effettivamente si sta prefigurando. Se andiamo a fare una comparazione tra i prezzi dei dentisti praticati in Italia e quelli praticati, ad esempio, in Croazia, si rileva immediatamente una differenza che, di per sé, costituisce già un motivo sufficiente per prendere in considerazione lo spostamento. Se poi a questo si aggiunge il sistema di garanzie sanitarie (non inferiori a quelli dei paese dell’Europa Occidentale) e il complesso e articolato sistema di accoglienza e soggiorno, ecco che i motivi diventano decisamente molti.

Proviamo, per comprendere il fenomeno sotto il profilo squisitamente economico, a dare qualche indicazione di massima sui prezzi. Naturalmente si può verificare qualche variazione ma, sicuramente, di piccolissimo conto e relativa a eventuali offerte aggiuntive.

  • In tutti i casi la prima visita e il preventivo sono gratuiti.
  • Un’anestesia costa mediamente intorno ai 5 euro e una radiografia intorno ai 10 euro.
  • Una devitalizzazione con terapia canalare costa nella maggior parte dei casi, tra i 70 e gli 80 euro.
  • Un’estrazione semplice può arrivare a 30/35 euro mentre un’estrazione chirurgica non supera i 60 euro.

Se poi entriamo nel merito delle protesi dentarie, le indicazioni di prezzo si fanno ancora più interessanti.  Ad esempio:

  • una corona in ceramica costruita con il sistema computerizzato di ultima generazione arriva intorno ai 260 euro (quelle costruite col metodo tradizionale costano 180 euro).

Se poi andiamo sui materiali più all’avanguardia, come il Titanio, scopriamo che

  • Gli impianti dentali in titanio garantiti 10 anni (prodotti e certificati da aziende italiane) possono andare dai 550 ai 640 euro.

Ora, questi elementi (che naturalmente non sono esaustivi e non esauriscono il ventaglio di offerte possibili) dimostrano in modo lampante sia la convenienza di scegliere di andare a curarsi in paesi a poche ore di macchina o ad una o due ore massimo di aereo. Su questi aspetti sono state dette tante cose ma l’esperienza pratica è certamente un’unità di misura insostituibile ed è sufficiente entrare nei blog o ascoltare le testimonianza di chi si è affidato a dentisti dell’est, per essere ulteriormente confortati nella convinzione che si tratti di una scelta che coniuga il risparmio alla qualità.

Bisogna inoltre ricordare che le spese dentali sono sempre detraibili e, anche se ci si cura all’estero, è possibile portarle in detrazione anche in Italia, è sufficiente allegare la fattura che il dentista rilascerà. Naturalmente dal momento che l’obbligo di legge prevede che i documenti fiscali siano redatti in lingua originale, bisognerà solo corredarla di un’opportuna traduzione. Per molte persone l’unico aspetto insormontabile sembra essere la questione del viaggio e della permanenza sul posto, immaginando difficoltà che poi non si incontrano mai; tuttavia questo non è sfuggito a coloro che operano nel settore in quelle aree né a coloro che creano opportuni indotti all’attività odontoiatrica, al punto che oggi sono disponibili agenzie specializzate in turismo odontoiatrico. “Viaggiare e Sorridere” e un’agenzia specializzata che offre soggiorno gratis per due persone in più un accompagnatore a disposizione. Per ulteriori informazioni su “Viaggiare e Sorridere”  visitate il sito www.dentistiinalbania.com. La concorrenza, dunque, si fa sempre più seria e i primi a subirla sono i dentisti italiani, tra i più cari nel mercato, che ora devono fare i conti anche con una crisi economica complessiva che ha delle inevitabili ricadute sul giro di affari e sulla disponibilità finanziaria dei potenziali clienti.

 

 

 

 

turismo | dentale | dentisti | dentista | estero | croazia | romania | ungheria | albania | denti |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Turismo Dentale


Salute dentale: 10 cattive abitudini che possono comprometterla


IGIENE DENTALE, ABLAZIONE DEL TARTARO NELLA CLINICA DENTALE ZANARDI


Implantologia dentale: tutto quello che occorre sapere


Come Utilizzando Dental Fotopolimerizzazione dentale


Tac dentale Cone Beam Roma versatile veloce sicuro, Gruppo Sanem


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Dentisti all’estero

 Dentisti all’estero
 Dentisti all’estero Perché sempre più persone decidono di affidarsi, per le necessarie cure dentali, a professionisti oltre confine, o meglio dire ai dentisti in Croazia, Romania o Ungheria? La domanda non è banale e la risposta non può essere solo quella relativa alla questione del risparmio economico. Già, perché risparmiare non sempre &eg (continua)

Dentisti in Croazia

 Dentisti in Croazia
 Dentisti in Croazia La cura dei denti è un fattore di spesa molto rilevante per le famiglie. Affrontare il costo di un percorso di cura o quello per impiantare una protesi significa, generalmente, disporre di una cifra consistente che, invece, si abbatte drasticamente quando si decide di recarsi in aree dell’Europa dell’Est come i Dentisti in Croazia, in grado di offrir (continua)

Turismo Dentale

 Turismo Dentale
 Turismo Dentale   Il Turismo Dentale è ormai un fenomeno conclamato, che interessa numeri sempre più consistenti di persone che decidono di intraprendere un viaggio in alcuni paesi dell’est Europa per le necessarie cure dentali. Non si tratta solo di una corsa al risparmio ma anche del riconoscimento della professionalità di tutti coloro che operano nel sett (continua)