Home > Sport > LA REGIA ORGANIZZATIVA DEL GIIR DI MONT OGNI ATLETA A PREMANA È PROTAGONISTA

LA REGIA ORGANIZZATIVA DEL GIIR DI MONT OGNI ATLETA A PREMANA È PROTAGONISTA

scritto da: Newspower | segnala un abuso

LA REGIA ORGANIZZATIVA DEL GIIR DI MONT OGNI ATLETA A PREMANA È PROTAGONISTA


26.a edizione del Giir di Mont a Premana (LC) il 29 luglio

L’AS Premana incrementa i servizi garantendo il massimo agli atleti

Giir di Mont tradizionale di 32 km e versione “Mini” di 20 km

Ben 15 ristori situati in posizioni strategiche


 

“Ogni atleta a Premana è un protagonista”.

Questo è il tormentone del Giir di Mont di Premana (LC), al via il 29 luglio con la 26.a edizione, ma non è solo una canzone bensì autentica realtà, dal grande campione all’ultimo amatore. Ma quali sono le peculiarità che hanno portato il Giir di Mont a crescere anno dopo anno diventando una delle gare leader di corsa in montagna a livello nazionale? Sono tanti gli aspetti, il calore del pubblico, la tradizione e la passione, ma ci sono dettagli che l’organizzazione cura da anni, “e crediamo che i numeri ci forniscano le risposte che cerchiamo”, afferma il comitato. Premana ha infiniti lati positivi, ma logisticamente è in una posizione non proprio privilegiata, e la conformazione della zona denota una carenza di parcheggi. Per ovviare a questo problema i bus navetta dalla scuola alberghiera e dalla zona industriale, che girano con una precisione svizzera, hanno sempre svolto un ottimo servizio per atleti e pubblico, in modo tale che tutti entro le ore 7.30 possano essere in paese per poter accedere all’ufficio gare per il ritiro del pettorale e successivamente raggiungere l’area di partenza con la relativa sicurezza. Nonostante ciò, il comitato suggerisce ai partecipanti di partire per Premana con largo anticipo per non incorrere in sorprese, poiché i numeri sono molto alti, 1060 concorrenti nell’ultima edizione non mondiale. Ricco anche il montepremi per i vincitori, un gadget di partecipazione a tutti, sia ai concorrenti del percorso lungo sia del corto, ed un prestigioso premio finisher per il vero Giir di Mont, un cimelio da portare con sé. Tutti gli alpeggi ed i punti cruciali del percorso sono punto di ristoro (15 ristori complessivi), con grandi quantità di alimenti e bevande. La regia della Pro Loco di Premana fa sembrare un gioco da ragazzi distribuire 1500 pasti con diverse opzioni, con più portate e senza lunghe code di attesa. Il buffet nel palazzetto per raccontare il proprio Giir agli amici in attesa delle premiazioni è un bel punto di ritrovo per una chiusura trionfale tutti insieme, perché, come detto: “ognuno a Premana è protagonista”.

Quest’anno il comitato vuole garantire anche una o più foto ricordo ad ogni partecipante, perché il Giir di Mont è bello da vivere, ma è anche un ricordo da incorniciare. Il Giir è una gara tosta, che prevede due cancelli orari per garantire soprattutto sicurezza, accessibili ad atleti preparati ma le statistiche dicono che sono veramente pochi i concorrenti a rimanere “esclusi”.

Il “Mini” di 20 km è il Giir per tutti, un percorso sulla parte più “calda” del Giir di Mont, con un buon pubblico, una vista bellissima, un sentiero senza difficoltà e senza troppi cambi, in pratica un “antipasto” della gara tradizionale, per esserci e per gustarsi l’evento dall’interno e poi immergersi nella torcida di Premana per l’arrivo dei fenomeni del Giir di Mont di 32 km.

La AS Premana in coro in chiusura: “Crediamo che questo mix di ingredienti sia la giusta ricetta che ha portato a Premana oltre mille atleti nell’ultima occasione, sempre in crescendo negli ultimi anni, con il passaparola quale migliore pubblicità. Per verificare se queste sono le vere caratteristiche del Giir di Mont non vi resta che iscrivervi su www.TDS-live.com”.

Per ulteriori informazioni www.giirdimont.it o pagina Facebook Giir di Mont.

 


Fonte notizia: http://www.newspower.it/GiirdiMont.htm


newspower | Giir di Mont |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

20° GIIR DI MONT: LA STORIA DELLO SKYRUNNING LA GARA DI PREMANA DEL 29 IN DIRETTA SU RAI SPORT


GIIR DI MONT, UNICO, IRRIPETIBILE ED IMMANCABILE


NON ESISTE MOUNTAIN RUNNING SENZA GIIR DI MONT PACCO GARA E PREMI DA URLO A PREMANA (LC)


TEAM GIIR DI MONT PRONTO A…CORRERE, PARLA IL NEO PRESIDENTE DELL’AS PREMANA


PREMANA (LC) IN FERMENTO


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

I LOMBARDI HANNO L’ORO IN BOCCA. IN COPPA VINCONO NÖCKLER E DEFRANCESCO

I LOMBARDI HANNO L’ORO IN BOCCA. IN COPPA VINCONO NÖCKLER E DEFRANCESCO
Ultima giornata di gare a Schilpario con pursuit di Coppa Italia e staffetta mista ai Campionati Italiani U14 Nöckler e Defrancesco conquistano la vittoria tra i grandi, alle Alpi Centrali il tricolore dei giovani Fanton e Coradazzi dietro a Didì, Bellini e Corradini a seguire Ilenia, a Veneto e Trentino il podio tricolore Grande soddisfazione per Michel Rainer, Omar Galli e Andrea Giudici: “Bilancio più che positivo” “Buongiornoooo Schilparioooo!” L’enfasi era quella di Good morning Vietnam. Lo storico speaker di Schilpario Maurizio Capitanio ha “acceso” così stamattina lo stadio del fondo.E se è vero che ‘l’unione fa la forza’, a Schilpario se n’è avuta l’ennesima dimostrazione. In occasione della pursuit di Coppa Italia senior e U23, ad imporsi sono stati Dietmar Nöckler e Ilenia Defrancesco, mentre per quel (continua)

SCHILPARIO TRICOLORE PER GIACOMELLI ED EPIS. IN “COPPA” VINCONO FANTON E DEFRANCESCO

SCHILPARIO TRICOLORE PER GIACOMELLI ED EPIS. IN “COPPA” VINCONO FANTON E DEFRANCESCO
Seconda giornata di sci nordico in Val di Scalve con Individuale Coppa Italia senior e Campionati Italiani U14 Paolo Fanton e Ilenia Defrancesco dominano la Coppa Italia e incamerano vantaggio per la pursuit Tricolore U14 a Stella Giacomelli, secondo successo consecutivo, e a Stefano Epis entrambi Alpi Centrali Lara Magoni: “Uno spettacolo vedere così tanti giovani in previsione di Milano-Cortina 2026” Si è svolta oggi la seconda giornata di sci di fondo in Val di Scalve con i ‘big’ della Coppa Italia senior e U23 ad animare la scena, precedendo i giovanissimi atleti impegnati nei Campionati Italiani U14 a Schilpario. È stata una mattinata trascorsa sotto una leggera nevicata che ha preso il via alle 9 con la 15 km individuale uomini, seguita a ruota dalla 10 km donne, dove a vincere sono stati (continua)

UNDER14 MISSILI IN VAL DI SCALVE: GIACOMELLI E LEONE CAMPIONI

UNDER14 MISSILI IN VAL DI SCALVE: GIACOMELLI E LEONE CAMPIONI
Campionati Italiani U14 in Val di Scalve aperti con il Cross Country Cross Sventolano i primi tricolori a Schilpario per Stella Giacomelli e Gabriele Louis Leone Domani Individuale di Coppa Italia Senior e U23 alle 9, a seguire i Campionati Italiani U14 Abbinata vincente tra Sci Club Schilpario e Sci Club Oltre CPA C’era il sole ad accompagnare la prima giornata del weekend tricolore di Schilpario, con il venerdì interamente dedicato ai giovani U14 che si sono contesi i Campionati Italiani di sci di fondo nella disciplina Cross Country Cross. I titoli nazionali sono andati a Stella Giacomelli, figlia d’arte di Guido Giacomelli, grande protagonista dello skialp nei primi anni 2000, e Gabriele Louis Leone, ent (continua)

IL MARMOTTA TROPHY SI TINGE D’AZZURRO. EYDALLIN VINCE, BONNET ROVINA LA FESTA TRICOLORE

IL MARMOTTA TROPHY SI TINGE D’AZZURRO. EYDALLIN VINCE, BONNET ROVINA LA FESTA TRICOLORE
Grande spettacolo in Val Martello per la giornata conclusiva di Coppa del Mondo di skialp Gara ‘Individual’ vinta dall’azzurro Matteo Eydallin e dalla svedese Tove Alexandersson Lo svizzero Bonnet rovina la festa italiana giungendo secondo davanti ad Antonioli, Magnini e Boscacci Vittorie italiane anche per Giulia Murada (U23), Andrea Prandi (U23) e Samantha Bertolina (U20) Il cielo è azzurro sopra la Val Martello… in tutto e per tutto. Gran giornata di scialpinismo in Alto Adige al Trofeo Marmotta, quarta tappa di Coppa del Mondo, con un sole splendente, spuntato proprio nel momento dell’arrivo della prima atleta al traguardo, quasi a voler ‘benedire’ la manifestazione, a riscaldare il percorso nella valle delle fragole, con i più grandi protagonisti della disciplin (continua)

LA ‘SPRINT’ APRE IL MARMOTTA TROPHY. VITTORIA A LIETHA E ALEXANDERSSON, CANCLINI 2°

LA ‘SPRINT’ APRE IL MARMOTTA TROPHY. VITTORIA A LIETHA E ALEXANDERSSON, CANCLINI 2°
Sole e paesaggio da sogno al Marmotta Trophy in Val Martello per la Coppa del Mondo di skialp Gara ‘Sprint’ vinta e dominata da Arno Lietha (Sui) e Tove Alexandersson (Swe) tra i Senior Nicolò Canclini ottimo secondo davanti a Cardona Coll, mentre Fatton e Harrop completano il podio donne Domani alle 9 ‘Individual’ con grande spettacolo e percorsi mozzafiato tra le cime dell’Ortles-Cevedale Un bellissimo sole e un paesaggio da sogno in Val Martello, dove oggi si è svolta la prima giornata di gare del Marmotta Trophy, quarta tappa di Coppa del Mondo di scialpinismo. Al Centro Biathlon ‘Grogg’, nella ‘Sprint’ inaugurale, si sono sfidati i più forti protagonisti della disciplina, con lo svizzero Arno Lietha e la svedese Tove Alexandersson a dettare legge sulle nevi altoatesine. È stata (continua)