Home > Informatica > ESET, pronti per il GDPR con crittografia e autenticazione a due fattori

ESET, pronti per il GDPR con crittografia e autenticazione a due fattori

scritto da: Elygiuliano | segnala un abuso

ESET, pronti per il GDPR con crittografia e autenticazione a due fattori


ESET scommette sul GDPR e lo fa con ESET Endpoint Encryption e ESET Secure Authentication, soluzioni rispettivamente di crittografia e di strong authentication richieste dal GDPR ed in grado di garantire un’efficace tutela dei dati. «Queste due soluzioni fanno parte dell’offerta di ESET già da tempo e sono quindi consolidate e in uso da parte di clienti in diversi settori di mercato. Tuttavia in concomitanza con il GDPR sono state arricchite con nuove funzionalità e stiamo riscontrando un rinnovato interesse per entrambe» afferma Anna Cerimele, Marketing and Communication Manager ESET Italia (https://www.eset.it).

Soluzioni a misura di GDPR

Lo slittamento al 21 agosto 2018 del decreto attuativo di adeguamento della normativa esistente non intacca le prescrizioni del Regolamento in tema di trattamento dei dati che dal 25 maggio scorso devono essere attuate da imprese e professionisti. «Secondo ESET l’adeguamento alla nuova normativa europea deve essere inteso come un’opportunità per innalzare il livello dei sistemi di sicurezza aziendale ed andare oltre il semplice utilizzo di un software antivirus. Nello specifico, l’articolo 32 del regolamento fa riferimento alla crittografia come tecnologia di protezione dei dati adatta al raggiungimento della compliance. Questa misura è citata anche nell’articolo 34, in cui si parla di tecnologie che rendono illeggibili i dati» spiega Cerimele. «Con ESET Endpoint Encryption l’azienda dispone di uno strumento che permette la cifratura completa dell’endpoint crittografando l’intero disco così come qualsiasi dispositivo esterno di archiviazione (usb, cd, dvd e hard disk esterni)». Funzionalità che, dichiara ESET, si sposano con facilità d’uso per gli utenti e semplicità di configurazione per l’IT grazie a una console di gestione centralizzata dalla quale definire e distribuire policy di configurazione e chiavi di crittografia per utenti e gruppi di lavoro diversi. L’offerta di ESET per l’adeguamento al GDPR è completata da ESET Secure Authentication, soluzione di autenticazione a due fattori grazie alla quale, attraverso una one-time password (OTP) generata da applicazioni mobili, SMS o token hardware, è possibile proteggere l’accesso remoto alla rete aziendale e ai dati sensibili contenuti nelle appliances utilizzate quotidianamente in azienda. «L’entrata in vigore del GDPR ha rappresentato uno stimolo in più per le aziende che hanno compreso l’importanza di rivedere i processi interni di sicurezza e la necessità di innescare un percorso virtuoso di miglioramento degli asset e della produttività aziendale» afferma Cerimele. «Abbiamo potuto constatare sin da subito l’esigenza per molte imprese di salvaguardare il proprio patrimonio informativo: in questo senso entrambe le soluzioni possono rappresentare lo strumento per iniziare con il piede giusto, oppure completare un percorso già avviato» afferma Cerimele.

Focus GDPR all’ ESET Security Days di Roma

La tematica della compliance al nuovo regolamento europeo è stata approfondita sotto vari punti di vista durante l’evento di ESET Italia “GDPR e Cyber Security: strumenti strategici per il tuo business”, che si è svolto a Roma lo scorso 17 maggio. Tra gli intervenuti all’evento Angelo Carelli, Presidente e legale rappresentante della società Omicron Consulting srl, ha annunciato che la tecnologia di autenticazione a due fattori di ESET è stata scelta da Euler Hermes Italia - compagnia d’assicurazione crediti commerciali leader in Italia - per la protezione dei dati aziendali e la compliance al GDPR.  «L’esigenza di tutela dei dati sensibili dal rischio di Data Breach è ormai sentita in molte realtà operanti in diversi settori di mercato, in particolare nel Finance e nell’Healthcare» ci dice Cerimele. «L’offerta di ESET si rivolge comunque a tutti, anche se con modalità e approcci differenti. La nostra strategia punta in primis a mostrare i vantaggi offerti dalle nostre tecnologie, ma fa leva altresì sulla nostra esperienza trentennale nel settore e sulle capacità dei nostri commerciali di proporre progetti di sicurezza tagliati su misura, a seconda della realtà di business con cui si interfacciano. Proponiamo infine una serie di strumenti aggiuntivi, come simulazioni, case study, tutorial, paper e un sito web dedicato proprio alla compliance al nuovo regolamento (https://encryption.eset.com/it/)».

INTERVISTA PUBBLICATA SU DATAMANAGER ONLINE


Fonte notizia: http://www.datamanager.it/2018/06/eset-pronti-per-il-gdpr-con-crittografia-e-autenticazione-a-due-fattori/


ESET | GDPR | ESET Security Days |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ESET presenta ESET Full Disk Encryption, la soluzione di crittografia che protegge i dati sia nel mondo reale che in quello digitale


Vendite conformi al GDPR? Acronis ti dice come fare


ESET: il GDPR come percorso virtuoso verso una migliore gestione del business


ESET presenta la nuova linea di soluzioni di sicurezza per gli utenti privati


ESET premiata da AV-Comparatives per le soluzioni di sicurezza business e consumer


ESET inaugura la nuova suite di soluzioni per la sicurezza aziendale


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Avast: come proteggersi dalle violazioni dei dati

Avast: come proteggersi dalle violazioni dei dati
Dalle violazioni più recenti a quelle più famose, la guida alla sopravvivenza degli esperti di Avast fornisce tutte le informazioni che occorrono per stare al sicuro. Il 2020 è iniziato in modo molto difficile. Anche nel mezzo di una pandemia globale, i criminali informatici non mostrano alcuna intenzione di allentare la presa anzi sembra che stiano incrementando la loro attività. Siamo appena a metà anno e abbiamo già visto alcune importanti violazioni come quelle di Roblox, Zoom, EasyJet e persino alcuni siti di incontri come MobiFriends; queste violazi (continua)

Le sfide del lavoro da remoto: Quali sono le misure che gli imprenditori devono adottare per mantenere alta la produttività del proprio team?

Le sfide del lavoro da remoto: Quali sono le misure che gli imprenditori devono adottare per mantenere alta la produttività del proprio team?
Per alcuni il ritorno in ufficio è ormai alle porte ma per i più lo smart working continuerà ancora per molto L’improvviso stop imposto dalla pandemia ha trovato molti imprenditori impreparati nel portare avanti il business da casa e anche per coloro che avevano già maturato una certa esperienza nel gestire le attività lavorative da remoto, farlo in maniera così totalizzante e continuativa può essere molto sfidante.Le difficoltà del lavoro da casaMolti dei capi in azienda sono persone estremamente at (continua)

Avast: crescono le minacce informatiche legate alle e-mail

Avast: crescono le minacce informatiche legate alle e-mail
Il 90% di tutte le violazioni di un’azienda riguardano le e-mail e sempre il 90% di tutti gli attacchi malware vengono veicolati attraverso la posta elettronica. Cosa si può fare per proteggere la propria azienda o il proprio account? Ce lo dicono gli esperti di Avast Le e-mail sono una parte così integrante della vita quotidiana che tendiamo a dimenticare, o semplicemente ignorare, che si tratta della più grande minaccia alla sicurezza informatica. Infatti il 90% di tutte le violazioni di un’azienda riguardano le e-mail; il 90% degli attacchi avvenuti con successo coinvolge lo spear phishing (email truffa indirizzata al singolo utente) e sempre il 90% di t (continua)

Gli anziani e la tecnologia: come aiutarli a stare connessi e sicuri durante la pandemia

Gli anziani e la tecnologia: come aiutarli a stare connessi e sicuri durante la pandemia
Rimanere in contatto con i nostri cari più anziani è ancor più importante durante questo difficile momento. Ecco i consigli degli esperti di Avast per aiutarli pur stando a distanza. In questo momento storico molti di noi sono preoccupati per i nostri cari più anziani: è molto importante proteggerli dai pericoli del Covid-19 e al tempo stesso, col passare delle settimane e dei mesi, dobbiamo cercare di attenuare la loro solitudine finché non potremo rivederli. In questo senso la tecnologia può fornirci una valida risorsa poiché per molti anziani i computer e cellulari ra (continua)

Contraffatti i siti di CNN, CNBC e People Magazine per promuovere un falso libro di sopravvivenza alla pandemia

Contraffatti i siti di CNN, CNBC e People Magazine per promuovere un falso libro di sopravvivenza alla pandemia
I siti Web truffa hanno ingannato oltre 10.000 persone negli Stati Uniti inducendole a visitare un falso negozio online che vende per $ 37 un libro che invece può essere scaricato gratuitamente. Attenzione a un altro tentativo dei truffatori di sfruttare la pandemia di coronavirus, in questo caso vendendo per $ 37 un e-book che in realtà è disponibile per il download gratuito. Il titolo del libro è Pandemic Survival e contiene una raccolta di suggerimenti e consigli presumibilmente diffusi dal governo su come affrontare correttamente la quarantena raccomandando, tra le altre cose, d (continua)