Home > News > D’ora in poi, se vai in Galleria, trovi “Ke’Kafè” a darti allegria

D’ora in poi, se vai in Galleria, trovi “Ke’Kafè” a darti allegria

articolo pubblicato da: peppebar | segnala un abuso

D’ora in poi, se vai in Galleria, trovi “Ke’Kafè” a darti allegria
Una passione di famiglia che Walter Wurzburger, propone agli appassionati Kenoniani Nella spettacolare, artistica e storica Galleria Umberto I di Napoli, d’ora in poi c’è un arricchimento realizzato da Walter Wurzburger, direttore commerciale dell’azienda Caffè Kenon, che sin dall’apertura è divenuto uno spettacolo nello spettacolo, perché nel punto più nevralgico di incontri di napoletani e turisti provenienti d’ogni dove, è nato “Ke’Kafè”. Una chicca, che dà a Napoli ed al mondo del beverage d’alta classe, quel tocco in più che solo chi ama il caffè, come Walter continuatore degli insegnamenti del papà Vittorio che dal 1892 diffuse la vendita del caffè da lui torrefatto, riscuotendo successi, poteva pensare di realizzare. E se Caffè Kenon, con Walter, insieme ai fratelli Giovanni, responsabile reparto amministrativo e Guglielmo capo del reparto produttivo, prospera rendendo questa azienda leader della produzione del caffè, in campo mondiale, la “creatura” “Ke’Kafè” che Walter, Membro anche del gruppo ”Giovani Imprenditori“ di Confindustria, ha volto creare realizzando un suo sogno è divenuta sin dall’apertura una grande attrazione anche per le tante originalità che propone. Lo stesso sindaco di Napoli Luigi De Magistris, intervenuto all’inaugurazione che ha visto come Testimonial e presentatore l’attore- regista Anthony Peth, Ambasciatore del Gusto e del DOC Italy nel mondo, nonché conduttore di “Gustibus” gettonatissima trasmissione in onda dalle reti de La7, si è complimentato con chi “Ha offerto a Napoli un valore in più”. Fra le attrattive ed originalità che questo bello e luminoso bar, singolare quanto funzionale nei servizi che offre, qualitativamente ottimo per far si che chi vada torni e trasmetta magari attraverso un passa parola le sensazioni e le emozioni provate e gustate, al primo posto c’è la “Sala Vittorio” che il titolare ha voluto doverosamente dedicare al papà con quei valori familiari che tutta la famiglia Wurzburger, nonostante tante deviazioni sollecitate dal mondo e dalla vita attuale riesce a mantenere saldi. Valori che se si guarda ad esempio la famiglia di Walter, trovi evidenti nella moglie Laura, e nei figli Vittorio William e Antonietta Charlotte, basta notare in ogni occasione l’affetto, comprensione e passione d’amore che i due coniugi esprimono spontaneamente, cercando molte volte anche di nascondere i sentimenti al fine di non essere protagonisti di sguardi attenti ed indiscreti o flash dei fotografi. Anche nella realizzazione di questa aspirazione di Walter nel voler dar vita a “Ke’Kafè”, infatti entra i ballo il sostegno di Laura che con la sua dolcezza l’ha accompagnato fino al momento più dolce della serata: il taglio di una bella torta in tema, per poi completarsi con una brindisi, una carezza e un bacio d’amore e adesione. Tornando a questa caffetteria, che mira anche a diventare un franchising in futuro, visto che già giungono da Italia ed estero tante richieste, e visto che è mirabilmente condotto da un amico di Walter, Gennaro Capasso, già noto in questo mondo del caffè, corre l’obbligo di dire che questo “Ke’Kafè”, affinato ed elegante, pronto ad offrire servizi come locale riqualificato e riqualificante, era già patria del caffè Kenon, che in tanti correvano lì a degustare con la precedente conduzione. Ora però con l’impegno dell’architetto Antonio Nuzzolo, che ha operato per il raggiungimento di questa bella nota positiva per Napoli, di Gianni Caiafa che si è prodigato nel gran lavoro relativo alle opere murarie e la creatività, e di Walter che ha con genialità di acquisite innovazioni tecnologiche, nei suoi tanti viaggi all’estero per poi riportarne alcune chicche nella sua “bomboniera”, il “Ke’Kafè”, è divenuto il bel luogo unico ed attirante di Napoli, oltre che per gustare un ottimo caffè miscela Kenon 100% Arabica, anche per tanti altri fattori. Walter ci ha detto: “Questo Ke’Kafè, che ho sentito la volontà di creare nel salotto di Napoli, una delle più belle e storiche gallerie d’Italia, rappresenta un progetto franchising, nato quasi per gioco, fondato sull’autonomia del locale, dove tutto viene fatto a vista dal caffè alla produzione di cornetti, dolci con le sfogliatelle napoletane, frullati ed altro, tutto elaborato in modo originale, con un forno a vista in vetro a 360gradi, per mostrare la cottura al momento della produzione. Anche il gelato, esclusivamente artigianale, presenta la novità di una innovativa macchina per la produzione, che oltre ai gusti che il cliente già trova, gli permette di chiedere gusti che se si hanno gli ingredienti disponibili, potrà essere realizzato de visu in soli 10 minuti. Utilizziamo solo prodotti di altissima qualità. Inoltre, abbiamo l’apporto della tecnologia che permette di riprodurre qualsiasi foto di un personaggio o altro su un cappuccino. Altra attrattiva è la Radio Ke’Kafè, una radio interna del locale che sarà possibile ascoltare mentre si gustano prelibatezze. Inoltre l’accogliente Sala Vittorio, oltre a permettere una panoramica visione dell’intera Galleria dall’alto, presenta altre originalità come la possibilità di chiamare un cameriere attraverso una apparecchiatura che è sui tavoli, e che volendo permette anche di ordinare direttamente quel che si vuole, o ancora diminuire o spegnere gli altoparlanti che trasmettono musica, anche sul solo tavolo occupato, per poter meglio discutere di lavoro o altro. E poi ancora l’originalità che riservano i bagni con, per lavabo, delle grosse tazze da caffè e tanto altro ancora”. Anche la nota giornalista, conduttrice tv Serena Albano, inoltre donatasi con passione sincera alla politica, intervenendo nella serata inaugurale ha espresso grandi elogi a Walter Wurzburger per il suo “Ke’Kafè”. Questo mentre Anthony Peth, che nel mese di Aprile volle esprimere un grande apprezzamento per l’Azienda Kenon, sino a giungere con le telecamere de La7 per realizzare un servizio sulla produzione e vita di Kenon, andato in onda con gran successo ed anche con tantissime visualizzazioni replay, procedeva a esaltare il momento della caduta dei grandi drappi neri che coprivano interamente la struttura per dare il via alla vita del “Ke’Kafè”. Il tutto con una perfetta organizzazione dell’accompagnamento con musica classica napoletana, cantata dal vivo e accompagnata dagli artisti della musica “Origin trio”, con Fabiana Sirigu, violinista del Teatro di San Carlo, Gianluca Grugnano alla batteria, Ciro Cino alle tastiere e guest Rosa Esposito voce che sono stati fortemente applauditi dal numeroso pubblico accorso. A cui è seguita una Accoglienza con la “A” maiuscola che non ha fatto mancare agli ospiti un continuo servizio di degustazione di Finger Food e dolci ad iniziare dalle creme, ai pasticcini e per finire, le sfogliatelle colorate di rosso bianco e verde, con prodotti assolutamente naturali, per ricordare i colori della bandiera italiana, il tutto accompagnato da beverage con bollicine ed altro, oltre ovviamente al famoso caffè Oro di Napoli datato 1892. Il“Ke’Kafè”, è pronto ad accogliere la sua clientela, tutti i giorni della settimana, con apertura dalle ore 7 alle 22. Giuseppe De Girolamo


Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Massimo Paracchini e Francesco Leale alla Galleria Nelson Cornici


Antonio Valente Anas a, il DM 5/11/01 sulle geometrie delle strade, il DM 14/09/2006


Antonio Valente Anas Ingegnere progettazione gallerie 1 introduzione


L’Italia è stata una delle prime nazioni europee a riconoscere le gallerie come un luogo a maggior rischio per la circolazione stradale e nel settembre 1999,ANTONIO VALENTE ANAS


PaviArt torna durante la design week


Bruno Di Bello alla Fondazione Marconi - Milano


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il video del “Come fare la pizza a casa?” su Facebook ottiene oltre 500mila visualizzazioni

Il video del “Come fare la pizza a casa?” su Facebook ottiene oltre 500mila visualizzazioni
La pizza napoletana fatta in casa è una delle maggiori delizie di cui si può godere in questi giorni di vita casalinga. Lo ribadisce Francesco Di Ceglie della pizzeria “Il Monfortino”, reduce da successi e riconoscimenti prestigiosi. «Ho iniziato la carriera da pizzaiolo a 14 anni e dopo tanti sacrifici ho aperto con il socio Fabio Russo la pizzeria “Il Monfortino” a Centurano, una frazione di Cas (continua)

Battaglia (UNSA): "Grido di dolore, basta ammalati e morti nella PA" Lettera a Conte e Dadone: "Più controlli e sanzioni, il decreto non basta"

 Battaglia (UNSA):
"Dopo l’ennesima nota sulle inadempienze nel pubblico impiego inviata al Governo nella giornata di ieri, continuano a pervenire segnalazioni di assembramenti negli uffici pubblici". Lo afferma in una nota Massimo Battaglia, segretario generale della federazione Confsal-UNSA. "Il nostro è un grido di dolore e rabbia che aumenta giorno dopo giorno, perché abbiamo notizie di colleghi che continuano (continua)

Lucia Bosé ci ha lasciati colpita da Coronavirus

Lucia Bosé ci ha lasciati colpita da Coronavirus
Il ricordo di chi l’ha intervistata anni addietro Ancora una vittima illustre. Ricoverata all’ospedale di Segovia (Spagna) in seguito Covid -19, si è spenta Lucia Bosé, in una solitudine che certo, più di tanti, non avrebbe mai voluto si verificasse. Il figlio Miguel, dal Messico dove vive con due dei quattro figli, ne ha dato informazione su Twitter scrivendo “è già nel migliore dei posti". La (continua)

Dichiarazioni di Massimo Battaglia e Giuseppe Carbone su Coronavirus

Dichiarazioni di Massimo Battaglia e Giuseppe Carbone su Coronavirus
“Paese soffre, ma emergono sacrificio ed eccellenze di Sanità e funzioni centrali” «Mentre l’emergenza Coronavirus non dà tregua, i lavoratori dello Stato, da sempre bistrattati, stanno mettendo in campo le risposte più coraggiose che ci si possa aspettare, con grande spirito di sacrificio, nonostante i rischi e con grande professionalità, senso di responsabilità e dello Stato. Il nostro pensier (continua)

Portici si è arricchita di una pizzeria dalle radici storiche

Portici si è arricchita di una pizzeria dalle radici storiche
In piazza San Ciro, “Da Tonino Salvo”, troviamo la storicità della Pizza La pizza nasce da ingredienti semplici e da insegnamenti antichi che nel tempo, tramandarsi di generazione in generazione, solo dalle nostre parti, hanno saputo divenire scuola. Ad esempio Antonio e Sebastiano Salvo, rappresentano la quarta generazione di una attività di pizzaioli in espansione, i due maestri pizzaioli affer (continua)