Home > Lavoro e Formazione > Come migliorare la gestione degli stakeholder

Come migliorare la gestione degli stakeholder

articolo pubblicato da: AIFUS | segnala un abuso

Come migliorare la gestione degli stakeholder

Comunicato Stampa

Come migliorare la gestione degli stakeholder

 

Corsi a Brescia e a Roma per aiutare le aziende nella gestione degli stakeholder, anche in materia di salute e sicurezza, e per definire e implementare idonee politiche di stakeholder management.

 

Nelle aziende avere un rapporto positivo e costante nel tempo con i propri portatori d’interesse, con gli stakeholder, aiuta a far nascere il consenso, ad accrescere la fiducia, a migliorare i processi decisionali e a ridurre i conflitti. Con grandi vantaggi in tutti gli ambiti aziendali e nella condivisione e raggiungimento degli obiettivi, anche in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

 

Ricordiamo che con il termine “stakeholder” possiamo fare riferimento a tutti gli individui o gruppi che hanno un interesse legittimo nei confronti dell’impresa e delle sue attività, passate, presenti e future, e il cui contributo (volontario o involontario) è essenziale al suo successo (D’Orazio, 2004).

Possiamo avere:

-      stakeholder interni all’organizzazione: ad esempio azionisti, manager e dipendenti dell’azienda;

-      stakeholder esterni all’organizzazione: ad esempio i clienti e i fornitori, i governi e le istituzioni, le associazioni imprenditoriali, i sindacati e altri attori sociali che operano nelle comunità locali.

 

La capacità di sapersi confrontare con i propri stakeholder deve essere un obiettivo primario per ogni azienda.

 

La gestione dei portatori d’interesse

Proprio partendo da questa ultima constatazione l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) ha organizzato a Brescia e a Roma due corsi di 8 ore, dal titolo “Stakeholder Management”, per far comprendere gli elementi di base delle pratiche di stakeholder management e le modalità con le quali è possibile integrarle nella propria realtà operativa.

 

I destinatari del corso - ad esempio responsabili e addetti al servizio di prevenzione e protezione o consulenti in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro - potranno conoscere gli strumenti e i canali specifici più adatti per gestire al meglio la relazione con i diversi stakeholder. È, infatti, attraverso il costante coinvolgimento di tali interlocutori che si può sviluppare nelle aziende non solo una efficace politica di dialogo, ma anche una maggiore condivisione degli obiettivi perseguiti e della rendicontazione dei risultati raggiunti in termini di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

 

L’importanza della sostenibilità d’impresa

I corsi proposti si inseriscono in un progetto più complessivo che vuole valorizzare il tema della sostenibilità d’impresa.

 

Infatti l’attenzione alla sostenibilità e agli stakeholder è ormai rilevante in qualsiasi contesto economico e per le imprese di ogni dimensione.

 

Le aziende sono, infatti, chiamate ad adottare comportamenti responsabili che rispondano alle aspettative economiche, ambientali e sociali e di tutti i portatori d’interesse. E, in questo senso, l’implementazione di politiche virtuose in materia di salute e sicurezza sul lavoro rappresenta un tassello fondamentale nel mosaico della sostenibilità d’impresa assieme alla tutela dell’ambiente e al rispetto delle comunità che gravitano attorno all’attività dell’impresa.

 

Gli argomenti e le sedi dei corsi

Si terranno due diversi corsi di “Stakeholder Management” nei mesi di settembre e ottobre 2018:

- 26 settembre 2018 a Brescia in via Branze, 45 – Aifos Service – 030/6595035 - info@aifoservice.it

- 8 ottobre 2018 a Roma in via di San Nicola da Tolentino, 22B - gruppo Ambiente Sicurezza – 06/64763266 - info@gruppoambientesicurezza.it

 

Durante la giornata verranno affrontati i seguenti argomenti:

              Introduzione allo stakeholder management;

              la mappatura degli stakeholder: strumenti ed esperienze a confronto;

              metodologie e strumenti di analisi degli stakeholder;

              la progettazione e implementazione di una politica di stakeholder management;

              metodologie e strumenti di coinvolgimento degli stakeholder.

 

Si segnala che il corso di 8 ore in presenza – dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 - è valido per il rilascio di crediti per l’aggiornamento relativo a:

-      6 ore per RSPP e ASPP;

-      3 ore per Formatori qualificati area 1

-      3 ore per Formatori qualificati area 2

 

Per avere ulteriori dettagli sui corsi e iscriversi, è possibile utilizzare questo link: http://aifos.org/home/formazione/corsi-qualificati/organizzativa/organizzativa/stakeholder_management

 

Ricordiamo, infine, che le spese di partecipazione a convegni, congressi e simili o a corsi di aggiornamento professionale, nonché le spese di viaggio e soggiorno, sono integralmente deducibili - entro il limite annuo di 10.000 euro - come previsto dall'articolo 9 della Legge 22 maggio 2017, n° 81 (cosiddetto "Jobs Act dei lavoratori autonomi").

 

Per informazioni:

Sede nazionale AiFOS - via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it  - info@aifos.it - formarsi@aifos.it

 

 

28 giugno 2018

 

Ufficio Stampa di AiFOS

ufficiostampa@aifos.it

http://www.aifos.it/

sicurezza sul lavoro | stakeholder management | corso | AiFOS |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Safety BarCamp: un nuovo modo di apprendere la sicurezza


Come promuovere la sostenibilità attraverso la salute e sicurezza?


Il ruolo del Project Manager e del Business Analyst nella raccolta e definizione dei requisiti


Terna Lundquist, CSR Awards conferma nella Top Ten per la Comunicazione Online


Come promuovere politiche per l’economia circolare nelle PMI della filiera agroalimentare


Terna, online il Rapporto di sostenibilità 2013


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Igiene vertebrale: un progetto gratuito per gli smart worker

Igiene vertebrale: un progetto gratuito per gli smart worker
Igiene vertebrale: un progetto gratuito per gli smart worker   Alla luce della diffusione dello smart working a causa dall'emergenza COVID-19 l’Associazione AiFOS mette gratuitamente a disposizione un progetto di educazione posturale con esercizi che possono essere svolti in ufficio e a casa.   In considerazione dell'evolversi dell’attuale emergenza correlata al nuovo (continua)

Videoconferenze: smart working, comunicazione in emergenza e HSE

Videoconferenze: smart working, comunicazione in emergenza e HSE
Comunicato Stampa Videoconferenze: smart working, comunicazione in emergenza e HSE   Durante l’emergenza COVID-19 tre videoconferenze permettono di approfondire diversi temi rilevanti in questa situazione: le attività in smart working, la comunicazione nella gestione dell’emergenza e il ruolo del professionista HSE.   Se in relazione all'evolversi della situazio (continua)

La formazione deve essere un investimento di valore

La formazione deve essere un investimento di valore
La formazione deve essere un investimento di valore   Il 29 maggio 2020 a Brescia si terrà un corso per approfondire gli argomenti legati alla formazione del personale partendo dalla stesura di un piano formativo per una formazione di valore in linea con i bisogni e le attese dei partecipanti.   Se non sempre nelle aziende si recepisce l’importanza del ruolo delle &ldq (continua)

Il corso per la redazione delle schede dati di sicurezza

Il corso per la redazione delle schede dati di sicurezza
Il corso per la redazione delle schede dati di sicurezza   Il 17 aprile 2020 a Brescia un corso permetterà di acquisire le conoscenze e capacità necessarie per redigere correttamente le Schede di Dati di Sicurezza (SDS) ai sensi del regolamento REACH.   Il 31 maggio 2018 è entrato in vigore, in tutte le sue parti, il Regolamento REACH (Regolamento n. 1907/2006) (continua)

Obiezione vostro onore: come affrontare un procedimento penale?

Obiezione vostro onore: come affrontare un procedimento penale?
Obiezione vostro onore: come affrontare un procedimento penale?   Si terrà il 3 aprile 2020 a Brescia un corso per analizzare un infortunio e inscenare, attraverso la tecnica simulativa del role playing, un procedimento penale davanti ad un giudice.   Sono necessarie nuove metodologie didattiche per riuscire a incidere veramente sui nostri atteggiamenti, sulle percezioni e (continua)