Home > Sport > RICHIAMO D’AUTUNNO CON LA 3T BIKE TRACCIATO “VECCHIO STAMPO” PER BIKERS DOC

RICHIAMO D’AUTUNNO CON LA 3T BIKE TRACCIATO “VECCHIO STAMPO” PER BIKERS DOC

scritto da: Newspower | segnala un abuso


A Telve Valsugana si sta lavorando da tempo sulla quarta edizione della 3T Bike

Il GS Lagorai Bike per il 2 ottobre propone alcune interessanti novità

Quest’anno la 3T Bike è ultima tappa di Trentino MTB

Assistenza meccanica garantita dagli addetti della Comunità di S.Patrignano

 

 

La 3T Bike (2 ottobre) comincia a “sgomitare” nell’affollato panorama della mountain bike, nel 2011 la gara che accomuna i territori di Telve Valsugana, Telve di Sopra, Torcegno e Carzano (TN) cala il poker. La 4.a edizione presenta alcune novità di sicuro richiamo per gli appassionati, “affamati” di off road verso fine stagione, quando si avvicina l’ora di mettere in soffitta la due ruote.

Quest’anno il calendario vede la gara del GS Lagorai Bike inserita nel primo week-end di ottobre, e soprattutto sarà l’evento che andrà a chiudere l’edizione 2011 dell’apprezzato circuito Trentino MTB.

Il tracciato di gara “vecchio stampo” piace molto e anche quest’anno ha subìto migliorie, soprattutto dopo essere diventato a tutti gli effetti pista ciclabile di mtb. Questo salto di qualità comporta un servizio di manutenzione periodica per il percorso della 3T Bike, 30,8 km di gara di cui la quasi totalità è in fuoristrada, ma per i bikers sono assicurati anche transiti nei centri storici dei vari comuni, sicuro punto di contatto anche col pubblico meno sportivo.

La 3T Bike, il cui comitato è presieduto da Enrico d’Aquilio, continua a macinare idee su idee. Già quest’anno è stata assicurata la partnership con il laboratorio della Comunità di  San Patrignano di San Vito-Pergine che garantirà a Telve Valsugana, nella piazza che ospiterà l’arrivo, l’assistenza meccanica gratuita sia il giorno di vigilia sia il giorno di gara.

La Comunità di San Patrignano di San Vito-Pergine, che si dedica al recupero dei tossicodipendenti in Trentino, fin dalla nascita si è occupata della realizzazione di componentistica di pregio per biciclette, passando poi a realizzare speciali telai di bici da corsa, ora anche su misura.

Il già citato percorso, di poco superiore ai 30 km, è il piatto forte della manifestazione. Parte a margine di Telve ma dopo poche pedalate è già in centro paese con una leggera salita, dove con tutta probabilità il gruppone del 2 ottobre inizierà ad allungarsi. Poi a Masi di Carzano c’è la caratteristica salita di S.Antonio, su acciottolato, che comincia a selezionare i migliori. Sono appena 650 metri, ma capaci davvero di fare la differenza. Poche pedalate, poi, su asfalto per riportare la frequenza cardiaca in ordine, successivamente inizia la lunga salita della strada forestale Restena-Frisanco, la quale in meno di 2 km al 10% porta ai 970 m. del primo GPM, intitolato a Giovanni Rigon.

La gara è già nel vivo, perché poi in successione c’è una veloce discesa (ideale per chi ha un po’ di “pelo”) scavata nel bosco, capace di mettere alla prova gli arditi del “no brake”. Una volta raggiunta la frazione di Parise, dopo un tratto in acciottolato sotto castagni secolari, c’è la parentesi forse più tecnica della 3T Bike, un single track con alcuni tornanti “secchi” che portano ai piedi dei ruderi di Castel Alto, e come sempre dopo una tecnica salita c’è la tecnica discesa. Si tratta del sentiero “del secio e dela secia” con pendenza del 25%. Le pedalate si susseguono veloci, dopo aver attraversato il castagneto del Colle di S.Pietro-Ziolina c’è un secondo GPM, intitolato a Flavio Trentin, seguito da una discesa verso il paese di Telve di Sopra. Dopo un bel guado alla periferia di Telve ci si imbatte in una salitina di appena 150 metri ma al 20% di pendenza, da togliere il fiato. Lasciato alle spalle il borgo di Telve, le fatiche maggiori sono finite, il percorso propone ancora continui saliscendi e il passaggio nello splendido parco fluviale di Carzano, dopo il quale si punta all’arrivo nei pressi della chiesa  arcipretale di Telve, con gli ultimi 100 metri tutti in salita.

Anche quest’anno c’è la possibilità di seguire in piazza a Telve l’evolversi della gara, grazie al gruppo radioamatori Valsugana, sono infatti previste quattro telecamere per trasmettere in diretta i passaggi nei punti cruciali della 3T Bike, con immagini sul maxischermo in zona arrivo.

Il periodo è quello delle castagne, prodotto tipico della zona, con i colori dell’autunno che regalano viste affascinanti, un’occasione da sfruttare per trascorrere uno degli ultimi week-end all’aria aperta in Valsugana, accogliente e con gli operatori turistici che, in occasione della 3T Bike, offrono ospitalità a prezzi concorrenziali.

La quota di iscrizione è bloccata a 26 Euro fino al 29 settembre, mentre l’1 e il 2 ottobre salirà a 30 Euro.

Tutta la modulistica e le indicazioni per il pagamento sono disponibili al sito www.3tbike.it

La 3T Bike è aperta non solo ai tesserati FCI, ma anche agli iscritti agli enti di promozione sportiva. Durante la gara saranno previsti due ristori, oltre a quello finale, l’assistenza sanitaria sul percorso e all’arrivo, il servizio doccia e lavaggio bici a fine corsa, senza dimenticare il delizioso pasta party finale.

Info: www.3tbike.it


Fonte notizia: http://www.newspower.it


Newspower | 3TBike |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

I vini veneti si raccontano in enoteca": un viaggio nel territorio fra degustazioni delle eccellenze enogastronomiche regionali, arte, sport, cultura


ADF Award 2020: premiato Arnistil di DOC Ofta per il packaging più innovativo in farmacia


1000GROBBE BIKE BUONA LA PRIMA, A LAVARONE FUGHE VINCENTI PER MENSI E FERRARI


Ufficialmente nominati in Campidoglio gli Ambasciatori del Doc Italy


ORTLER BIKE MARATHON: RAGNOLI E SÜSS ÜBER ALLES


DOMENICA “APRE” TRENTINO MTB, VALDINON BIKE… TUTTA IN FIORE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone
Seconda giornata del weekend di skiroll a Trento Luca Curti attende e poi scappa. Sul podio Tanel e Masiero Mortagna accende i giochi, poi paga e vince Beri davanti a Becchis Spettacolo dei giovanissimi. Organizzazione di Trento Eventi Sport e Team Futura Il Monte Bondone, la montagna di Trento per antonomasia, è sempre stato banco di prova per ogni genere di “scalatore”. Dalle auto alle moto, dalle bici al running, ma anche autentica “bestia nera” per gli skirollisti.Oggi confronto serrato sui tornanti del Bondone lungo quella salita che, non a caso, porta il nome di Charly Gaul, il lussemburghese che nel 1956 in una giornata da tregenda qui vinse (continua)

Becchis e Borettaz missili al Muse. Il campionato italiano sprint a Trento

Becchis e Borettaz missili al Muse. Il campionato italiano sprint a Trento
Emanuele Becchis, settimo titolo tricolore, ma Berlanda… c’è Sabrina Borettaz, inizia una nuova era sprint Gare anche per i giovanissimi: Trombetta, Invernizzi, Combi e Falanelli campioni Bella la location e ottima regia di Trento Eventi Sport e Team Futura Roma ha i suoi sette re, lo skiroll ne ha uno che vale per sette! Emanuele Becchis oggi a Trento ha vinto il Campionato Italiano sprint di skiroll per la settima volta consecutiva, ed è la nona vittoria nel capoluogo trentino del tre volte campione del mondo. Gli fa eco la giovane Sabrina Borettaz, che è andata ad interrompere la lunga supremazia delle sorelle Bolzan, Lisa prima e Anna (2019) poi. (continua)

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno
L’11 giugno 2022 quarta edizione della Dolomites Saslong Half Marathon Un percorso di 21 km e 900 m. di dislivello tra Val Gardena e Val di Fassa Iscrizioni online con Enternow, la quota base è di 50 euro 600 posti per un’occasione sportiva intorno al Gruppo del Sassolungo Alcuni atleti nella scorsa edizione di giugno, disputata comunque nonostante i disagi della pandemia, dicevano di non riuscire a concentrarsi in gara, tanto la vista li affascinava. C’è da crederci. Forse un po’ meno per Xavier Chevrier, favorito della vigilia, e Caterina Stenta, outsider vincente tra le donne, autori di una gara velocissima.E così dopo gli entusiasmi per il successo e i complimen (continua)

A gennaio torna lo Skiri Trophy: sciolina alla mano per i giovani fondisti

A gennaio torna lo Skiri Trophy: sciolina alla mano per i giovani fondisti
Il 22-23 gennaio in Val di Fiemme appuntamento col 38° Skiri Trophy XCountry A Lago di Tesero (TN) classico happening dello sci di fondo giovanile Al via le categorie Baby, Cuccioli, Ragazzi e Allievi e quindi il Revival Un mix di iniziative per tutti gli appassionati: dai più giovani ai nostalgici Lo sci di fondo può guardare lontano con entusiasmo: quello che è comunemente definito il ‘mondialino’ degli sci stretti è confermato per l’imminente stagione: dopo l’annullamento dello scorso gennaio a causa della pandemia, il 22-23 gennaio prossimi la Val di Fiemme vedrà nuovamente i giovani atleti degli sci stretti darsi battaglia in occasione del 38° Skiri Trophy XCountry. L’evento è ormai una (continua)

Skiroll di lusso a Trento e sul Bondone: Trento Eventi Sport e Team Futura al lavoro

 Skiroll di lusso a Trento e sul Bondone: Trento Eventi Sport e Team Futura al lavoro
Presentato oggi presso l’APT di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi l’evento del weekend Campionato Italiano e Coppa Italia di Skiroll, due giorni di spettacolo Cinque campioni del mondo in gara: i fratelli Becchis, Tanel, Borettaz e Berlanda Sabato si corre al MUSE, domenica sul Monte Bondone Si danza in punta di piedi, ma si può danzare anche sugli skiroll. A ritmo di rock & roll con il Campionato Italiano Sprint sabato a Trento nel quartiere delle Albere, con l’eleganza della tecnica classica domenica sui tornanti del Monte Bondone per la Coppa Italia. Il weekend trentino dello skiroll è stato presentato oggi presso la sede dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi col dett (continua)