Home > Informatica > ESET aderisce al Cybersecurity Tech Accord per proteggere gli utenti Internet di tutto il mondo

ESET aderisce al Cybersecurity Tech Accord per proteggere gli utenti Internet di tutto il mondo

articolo pubblicato da: Elygiuliano | segnala un abuso

ESET aderisce al Cybersecurity Tech Accord per proteggere gli utenti Internet di tutto il mondo

A due mesi dal Cybersecurity Tech Accord, undici nuove società hanno aderito all’accordo per difendere tutti i clienti del mondo da attacchi malevoli da parte di imprese criminali e nazioni canaglia. Tra i nuovi firmatari figurano Atlassian, Carbon Black, Cyber ​​adAPT, ESET, Gigamon, GitLab, KoolSpan, KPN, MediaPRO, Salesforce e WISeKey. Queste aziende sovrintendono importanti aspetti dell’infrastruttura di comunicazione mondiale, tra cui la gestione delle relazioni con i clienti basata su Cloud, gli strumenti di collaborazione, le telecomunicazioni, la sicurezza degli endpoint, la sicurezza dei data center e la crittografia.

Trent’anni fa i fondatori di ESET hanno creato la prima versione del prodotto antimalware ormai conosciuto a livello mondiale e utilizzato su oltre 110 milioni di dispositivi nelle case, nei luoghi di lavoro e sui dispositivi mobile. Il loro impegno, e quello di tutti gli esperti di ESET, è forte oggi come lo era allora, ed è questa la ragione per cui ESET ha stretto una partnership con oltre trenta altre aziende tecnologiche, aderendo al Cybersecurity Tech Accord.

I membri del Cybersecurity Tech Accord si impegnano a sostenere i principi fondamentali dell’accordo per garantire che la protezione delle persone e l’esame dei modi per migliorare la sicurezza, la resilienza e la stabilità del cyberspazio, rimangano una priorità assoluta.

Proteggere la realtà online è un problema collettivo, nessuna azienda da sola può fornire la sicurezza, la stabilità e la resilienza richieste dal cyberspazio. Lavorando insieme su principi condivisi, il Cybersecurity Tech Accord punta sull’impegno combinato delle aziende partecipanti per annullare gli effetti negativi causati nel cyberspazio da tutti i malintenzionati.

Siamo lieti di diventare membri del Cybersecurity Tech Accord. Questa iniziativa suggella i 30 anni di impegno e di record senza precedenti che ESET ha già stabilito nella protezione di persone, dati e dispositivi” afferma Juraj Malcho, CTO di ESET. “Con stati e organizzazioni nazionali che sviluppano attacchi informatici che a volte cadono nelle mani sbagliate, come successo lo scorso anno con l’exploit utilizzato per distribuire WannaCryptor, è importante che si adottino azioni collettive per fermare tutti i malintenzionati della rete”.

ESET | Cybersecurity Tech Accord |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ESET premiata da AV-Comparatives per le soluzioni di sicurezza business e consumer


Accessori Hi - Tech Squadre di Calcio!!!


ESET presenta le nuove soluzioni per la sicurezza Internet degli utenti privati


ESET, pronti per il GDPR con crittografia e autenticazione a due fattori


ESET inaugura la nuova linea di soluzioni per la sicurezza aziendale


ESET aderisce all’Advisory Group di Europol sulla Internet security


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Industria Felix premia Future Time – ESET Italia come Migliore Piccola Impresa del Lazio

Industria Felix premia Future Time – ESET Italia come  Migliore Piccola Impresa del Lazio
Future Time Srl, distributore esclusivo delle soluzioni ESET in Italia, è orgogliosa di aver ricevuto il prestigioso riconoscimento del magazine Industria Felix come Migliore Piccola Impresa del Lazio. Future Time – ESET Italia è stata scelta tra oltre 9800 società di capitali con sede legale nel Lazio e fatturati compresi tra i (continua)

Adolescenti e tecnologia: come evitare la dipendenza dei più piccoli

Adolescenti e tecnologia: come evitare la dipendenza dei più piccoli
Lo smartphone è ormai una presenza costante nella vita di ogni individuo, ma soprattutto fra i più giovani rischia di diventare una vera e propria dipendenza. Con la sua immediatezza, la Rete offre molteplici vantaggi legati a diversi aspetti della vita quotidiana, dall’apprendimento all’informazione passando per la connessione fra coetanei. Ma come per ogni aspetto, (continua)

ESET: nuova campagna di spam estorsivo ai danni degli utenti italiani

ESET: nuova campagna di spam estorsivo ai danni degli utenti italiani
I ricercatori di ESET, il più grande produttore di software per la sicurezza digitale dell’Unione europea, hanno rilevato una nuova ondata di email fasulle che tentano con l’inganno di estorcere denaro ai destinatari: il criminale informatico nel messaggio dichiara di aver hackerato il sistema operativo e di aver ottenuto l’accesso completo all’account dell’u (continua)

GlobalCoin: in arrivo la valuta made in Facebook

GlobalCoin: in arrivo la valuta made in Facebook
Dopo le voci dei mesi passati, la possibilità per Facebook di creare la propria criptovaluta sembrerebbe ormai realtà. Il progetto era nell’aria da tempo, l’idea di Mark Zuckerberg di creare una moneta virtuale a disposizione dei suoi quasi due miliardi e mezzo di utenti starebbe quindi prendendo corpo. Nessuna conferma dal diretto interessato ma secondo la BBC che ha (continua)

Google Play: app fake di Trezor ruba le credenziali di accesso ai wallet di monete virtuali

Google Play: app fake di Trezor ruba le credenziali di accesso ai wallet di monete virtuali
Nel mese di maggio 2019 il valore del Bitcoin ha toccato nuovi vertici, superando le quotazioni più alte raggiunte a settembre 2018. Non sorprende quindi che i criminali informatici abbiano sfruttato questa crescita per tornaconti illeciti, insidiando gli utenti di criptovaluta con truffe di vario tipo e app dannose. Secondo i ricercatori di ESET una di queste, chiamata Trezor Mobile Wall (continua)