Home > Musica > “Il Piave Mormorava”: la voce di Enrico Nadai, con la Piccola Orchestra Veneta, incanta il “Borgo Malanotte” (Vazzola – Tv)

“Il Piave Mormorava”: la voce di Enrico Nadai, con la Piccola Orchestra Veneta, incanta il “Borgo Malanotte” (Vazzola – Tv)

scritto da: Gianni | segnala un abuso

“Il Piave Mormorava”: la voce di Enrico Nadai, con la Piccola Orchestra Veneta, incanta il “Borgo Malanotte” (Vazzola – Tv)


È il Piave – “placido e calmo”, ma anche capace di “rigonfiar le sponde” per opporsi al nemico che “volea sfogar tutte le sue brame” – il simbolo della tenacia con cui i soldati italiani resistettero all’avanzata degli austro-ungarici durante la Prima Guerra Mondiale. Soprattutto, le acque del “Fiume Sacro alla Patria” furono teatro della “Battaglia del Solstizio”, come la chiamò Gabriele D’Annunzio, azione bellica che impedì che il nemico si espandesse, come una epidemia, nella restante pianura veneta. Una vittoria decisiva, ottenuta grazie all’ardore patriottico, che regalò, dopo anni di conflitto, una premonizione dell’armistizio finale. Proprio per ricordare la “Battaglia del Solstizio”, durante il Centenario dalla fine della Grande Guerra, rendendo omaggio alle forze armate che vi parteciparono, moltissime città, associazioni e gruppi hanno organizzato manifestazioni e rivisitazioni storiche. Anche il Gruppo Borgo Malanotte, insieme a Le Sentinelle di Lagazuoi, ha proposto, a Borgo Malanotte di Vazzola (Tv), un fitto programma di eventi per ricordare quei giorni, includendo, domenica 17 giugno 2018, “Il Piave Mormorava”. Si tratta di un concerto- spettacolo che, con il cantante Enrico Nadai, e la musica della Piccola Orchestra Veneta, diretta dal Maestro Giancarlo Nadai, cerca, da vari anni, di affrontare una importante pagina della nostra storia. Con garbo e senza banalizzazioni di sorta. Un risultato ottenuto lasciando che siano i protagonisti di quegli anni, ovvero i soldati del fronte, a raccontarci, in prima persona, la loro esperienza di vita. A dare voce a ideali e valori, ma anche paure e timori, Enrico Nadai con il sottofondo della pianista Sabrina Comin. Le letture proposte sono frutto di un lavoro di ricerca eseguito dallo stesso Enrico. Di Giosuè Borsi, da “Lettere dal Fronte”, è tratta una sua commuovente testimonianza di vita in trincea: un’ultima lettera, datata 21 ottobre 1915, che inviò alla madre, e che fu scritta prima di morire a Zagora. Molti i temi affrontati, fra cui la vicinanza con Dio, ma si scopre anche una disperata e ultima presa di coscienza su cosa sia la “guerra vera”, dissimile da quella acclamata dalla propaganda e glorificata a grande voce dalla stampa. A perenne memoria di questo sacrificio, e di quello di una intera generazione di giovani e uomini, l’Alpino Giancarlo Poborsky Mazzero ha letto la “Preghiera per i caduti”. Ad intervallare le varie testimonianze, le esibizioni della Piccola Orchestra Veneta: Margherita Boatin, Sofia Boatin, Elia D’Errico, Leonardo Mariotto e Ilaria Mariuzzo ai violini; Roberto Casagrande al contrabbasso; Cristiano De Agnoi alla tromba (che ci ha incantato con il brano strumentale “Il Silenzio”); Laura Balbinot al violoncello e i solisti – violinisti Teresa Vio e Marco Giglione. A tutti loro, il pubblico ha regalato un lunghissimo applauso e non pochi segni di stima. Per la buona riuscita delle prestazioni musicali, ricordiamo l’impegno di Maurizio Mattiazzo, tecnico del suono, e di Nicola Boatin, curatore della regia tecnica. Enrico Nadai ha intonato alcune canzoni molto conosciute e adatte a ricreare l’atmosfera del tempo, come “Era una notte che pioveva”, “Ponte de Priula” e “Signore delle cime”, di cui è stato eseguito anche un bis. Non è mancata l’esecuzione de “La Canzone del Piave”, in cui – e scusate se mi autocito, ma credo che siano parole capaci di esprimere il senso del brano – “il Piave trascende la propria essenza di elemento naturale e si umanizza per partecipare attivamente ad una azione bellica, intimando al nemico di indietreggiare”. L’intonazione dell’”Inno di Mameli” è sempre un momento di grande partecipazione, di intima vicinanza reciproca, difficile da tramutare in parole, pena la sua semplificazione. Giancarlo Nadai, Direttore della Piccola Orchestra Veneta, era visibilmente emozionato per l’ammirazione che i suoi giovani talenti hanno suscitato nei presenti. Elisa Nadai, presentatrice, ha giustamente voluto dedicare un momento alla citazione di tutti coloro che hanno permesso la realizzazione della serata. Per primo, Lucio Pizzinato, Coordinatore del Gruppo Borgo Malanotte. Vinta la timidezza iniziale, ha preso parola per ringraziare tutti ed esprimere la propria felicità per la buona riuscita delle due giornate, dopo il precedente successo ottenuto nel 2008, per il novantesimo Anniversario della fine della Grande Guerra. Sono stati ricordati anche i vari sponsor: la Cantina Bonotto delle Tezze, Enopiave, Gral, Lucky Garden e Oth. Grazie anche all’Amministrazione Comunale di Vazzola. “Il Piave Mormorava” ha saputo raccogliere a sé un folto pubblico, fra cui alcuni affezionatissimi che continuano ad apprezzarne, senza stanchezza, lo spirito. Sono coloro che hanno appreso l’importanza di continuare a riflettere su questi fatti. E anche su tutti gli altri, altrettanto terribili, che accaddero durante la Seconda Guerra Mondiale. Solo coloro che hanno compreso come sia nostro dovere, soprattutto in questo emblematico tempo storico, essere solide roccaforti di memoria. SOFIA FACCHIN – FOTO: SILVANO SELVESTREL

Fonte notizia: https://www.facebook.com/EnricoNadaiUfficiale/


concerto | coro | orchestra | violino | pianoforte | live | tromba | classica |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ONLINE IL RICETTARIO PIAVE DOP & NICE TO EAT-EU 2022


RABOSO WINE EXPERIENCE 2019: IL MALANOTTE ALLA GALLERIA D'ARTE DI VILLORBA


DEGUSTAZIONI ONLINE: IL FORMAGGIO PIAVE DOP RACCONTATO ALLA STAMPA E AI BLOGGER AUSTRIACI E TEDESCHI


STABAT MATER


ENRICO NADAI- IL PIAVE MORMORAVA E NON SOLO: MUSICA DURANTE LA GRANDE GUERRA


ALBA VITÆ: NEL MALANOTTE 2010 LA SOLIDARIETÀ DI AIS VENETO


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

CONCERTO CON IL CORO "SCONCERTATI" E IL DUO PIANISTICO DEI FRATELLI BOIDI A VILLA BRANDOLINI DI SOLIGHETTO (TV)

CONCERTO CON IL CORO
L’Associazione Musicale “Toti dal Monte”, con il contributo dell’Amministrazione Comunale di Pieve di Soligo, invita tutta la cittadinanza, venerdì 22 novembre 2019, ore 20:45, presso la Sala Conferenze di Villa Brandolini a Solighetto (Tv), ad un appuntamento musicale con il Duo Pianistico Luciano e Daniele Boidi e il Coro Sconcertati diretto da Andrea Mazzer. Presenta Elisa Nadai. Nati (continua)

ENRICO NADAI TRA I 65 CONCORRENTI DI SANREMO GIOVANI 2020

ENRICO NADAI TRA I 65 CONCORRENTI DI SANREMO GIOVANI 2020
Enrico Nadai, artista indipendente, alle selezioni per Sanremo Giovani 2020 È ancora fresco l’annuncio della partecipazione del cantante Enrico Nadai, 23enne di Soligo (Tv), alla nuova edizione di Sanremo Giovani: sarà, infatti, uno dei 65 artisti, fra 842 candidati iniziali, che si sfideranno per arrivare sul palco del teatro Ariston. Ma la vera notizia è di tutt’altro genere: nella (continua)

ENRICO NADAI - CONSIGLI PER VIVERE BENE

ENRICO NADAI - CONSIGLI PER VIVERE BENE
Si faccia un salto in libreria. Superati i sacri limini di religione, narrativa, scienza e filosofia si arriverà nel compartimento “Self-help” dove i libri, prima di essere comperati, sono costretti a promettere qualcosa di grande al loro futuro lettore. Alcuni risolveranno i problemi di memoria; altri i problemi di autostima; altri ancora dicono di assicurare il raggiungimento del successo. Ci si (continua)

VIDOR (TV) NON SOLO VIVALDI CON LA PICCOLA ORCHESTRA VENETA ALL'ABBAZIA DI SANTA BONA

VIDOR (TV) NON SOLO VIVALDI CON LA PICCOLA ORCHESTRA VENETA ALL'ABBAZIA DI SANTA BONA
Domenica 13 ottobre 2019, l’antica Abbazia di Santa Bona, a Vidor (Tv), sarà aperta al pubblico per ospitare il concerto di Solidarietà, “Non solo Vivaldi”, con la Piccola Orchestra Veneta, e i suoi solisti. Con le voci dei cantanti Enrico Nadai ed Elena Lucca e la partecipazione del soprano Angelica Casonato. IMG-20190707-WA0015 “Non solo Vivaldi” è un concerto esclusivo, ma aperto a tut (continua)

ENRICO NADAI-PORTAMI LONTANO- INNO ALL'AMORE

ENRICO NADAI-PORTAMI LONTANO- INNO ALL'AMORE
Ho conosciuto Enrico Nadai alcuni anni fa quando, invitato a cantare al Centro Culturale Humanitas di Conegliano, venne premiato per la sua attività in mezzo ai giovani. Nato a Conegliano il 26 maggio 1996, in giovanissima età ha intrapreso alcune esperienze televisive, per le quali ha ricevuto il riconoscimento di Giulio Rapetti (Mogol). Nel 2011 ha partecipato al Concerto per la pace, tenutos (continua)