Home > Altro > EURepack e PolieCo insieme per promuovere il riutilizzo

EURepack e PolieCo insieme per promuovere il riutilizzo

scritto da: Sound PR | segnala un abuso

EURepack e PolieCo insieme per promuovere il riutilizzo


Firmato il Protocollo di intesa tra i consorzi per lavorare in maniera sinergica alla riduzione dei rifiuti a base di polietilene promuovendone il riutilizzo. La prima iniziativa congiunta al Forum Internazionale sull’economia dei rifiuti di Ischia Milano, 14 settembre 2018 - EURepack, il Consorzio italiano di aziende che promuovono l’imballaggio riutilizzabile, e PolieCo, il Consorzio Nazionale per il riciclaggio dei rifiuti dei beni a base di polietilene, hanno firmato a fine luglio a Roma un Protocollo di intesa che stabilisce l’impegno congiunto nella promozione delle pratiche di riutilizzo dei contenitori in polietilene al fine di ridurre l’impatto ambientale dei rifiuti. L’obiettivo è sensibilizzare l’opinione pubblica circa l’importanza di ridurre il consumo dei materiali plastici, promuovendo parallelamente alla corretta gestione e riciclo dei rifiuti in plastica, la sempre maggiore diffusione di contenitori riutilizzabili in sostituzione degli analoghi monouso, in tutti i settori ove ciò sia fattibile tecnicamente e vantaggioso economicamente. La sinergia tra i consorzi contempla inoltre la promozione delle plastiche come materiali virtuosi ed ecosostenibili se impiegati e gestiti in maniera consona. Alla luce di questa collaborazione, iniziative comuni volte al coinvolgimento di governo, enti locali, operatori economici, consorzi di raccolta e forze sociali vedranno la partecipazione congiunta di EURepack e PolieCo al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del riutilizzo come migliore pratica dell’economia circolare. Un obiettivo sinergico che sarà illustrato in occasione della 10a edizione del Forum Internazionale sull’economia dei rifiuti di Ischia, da anni un importante appuntamento organizzato da PolieCo che rappresenta un momento di confronto sulla green economy tra imprese e stakeholder istituzionali. Quest’anno il Forum, che si terrà il 21 e 22 settembre, vedrà la partecipazione di EURepack con un intervento che mostra come il contenitore in plastica riutilizzabile, gestito nell’ambito di circuiti logistici virtuosi, a fine vita sia da considerarsi non un rifiuto potenzialmente dannoso ma una risorsa economica. “L’impegno che da sempre si prefissa il nostro consorzio è quello di promuovere la pratica virtuosa del riutilizzo presso istituzioni comunitarie, enti governativi, operatori economici, consorzi di raccolta ed opinione pubblica” commenta Carlo Milanoli, presidente di EURepack. “L’esistenza di modelli di business basati sulla pratica del riutilizzo rappresenta un’alternativa concreta ed efficace al problema ecologico dei rifiuti in polietilene e della loro corretta gestione. Da questo punto fermo è stato siglato l’accordo con PolieCo che siamo certi avrà importanti benefici per l’obiettivo che ci accomuna” – conclude Milanoli. “Privilegiare il riutilizzo dei beni in polietilene, prima del riciclo e del recupero, è una priorità del PolieCo che, in modo sempre più incisivo, sosterrà le imprese pronte a cogliere la sfida di una vera economia circolare, garantendo così la tutela dell’ambiente e la conseguente riduzione dei rischi per la salute”, afferma il presidente del consorzio PolieCo Enrico Bobbio. “Con EURepack siamo già pronti alla promozione di iniziative e progettualità comuni mirate a sensibilizzare sulla necessità di prediligere le plastiche riutilizzabili. Mettendo in rete sinergie e competenze, siamo certi che raggiungere traguardi di sostenibilità ambientale sarà molto più facile” – conclude Bobbio. --------------------- Informazioni su EURepack Istituito nel 2010 a Milano, il Consorzio EURepack (European Reusable Packaging & Reverse Logistics Consortium) è una realtà senza fini di lucro nata con lo scopo di promuovere la diffusione degli imballaggi riutilizzabili, in sostituzione di quelli a perdere, in tutti i settori della produzione e distribuzione dei beni di largo consumo, evidenziandone i vantaggi ambientali in termini di riduzione dei rifiuti solidi urbani e delle emissioni di CO2. EURepack ha raccolto l’adesione di significative realtà italiane, alcune delle quali emanazione di importanti gruppi europei e multinazionali, che operano come gestori di pooling di cassette in plastica per l’ortofrutta (IFCO Systems, CPR System, EuroPool System, SDI) e di pallets (NolPal, Lucart); società di produzione di imballaggi riutilizzabili per logistica industriale e distributiva (Karton, Schoeller Allibert, Pavoni Italia); società che sviluppano tecnologia per la gestione degli imballaggi riutilizzabili (Colussi); fornitori di servizi logistici (Jolly Service); istituzioni universitarie e organizzazioni ambientaliste (Università dell’Insubria, Legambiente). http://www.eurepack.eu/ Informazioni su PolieCo PolieCo è un Consorzio cui sono obbligati ad aderire i produttori e gli importatori, gli utilizzatori ed i distributori, i riciclatori ed i recuperatori di rifiuti, oltre ai soggetti che intendano essere coinvolti nella gestione dei rifiuti stessi di beni a base di polietilene, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 234 del d. lgs. 152/2006. Non ha scopi di lucro ed è retto dallo statuto di cui al d.m. del 15 Luglio 1998 Il Consorzio mira a favorire il ritiro dei beni a base di polietilene al termine del loro ciclo di vita, onde avviarli alle attività di riciclo e di recupero, concretizzando, nel contempo, una riduzione della quantità di rifiuti smaltiti in discarica e un minor consumo di materia prima. A tal fine, PolieCo promuove la valorizzazione delle frazioni di polietilene non riutilizzabili; l’informazione degli utenti, intesa a ridurre il consumo dei materiali ed a favorire forme corrette di raccolta e di smaltimento; il corretto monitoraggio del flusso dei beni a base di polietilene. http://www.polieco.it

EURepack | PolieCo | protocollo d intesa | Forum Ischia 2018 |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Nasce la rete europea per promuovere il riuso come migliore pratica dell’economia circolare in Italia e in Europa: il futuro è nel riutilizzo


EURepack presenta la rete europea per il riutilizzo “R1-Reuse”


EURepack incontra la Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea per dibattere di imballaggi riutilizzabili


Riutilizzare le auto? Gli italiani dicono sì


Continuano i progressi verso gli obiettivi di sostenibilità 2020 di Brambles


Tecnologie CCUS, così Saipem trasforma la CO2 da problema a risorsa


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Sicurezza informatica: cosa ci aspetta nel 2020?

Sicurezza informatica: cosa ci aspetta nel 2020?
Sophos (LSE: SOPH), leader globale nella sicurezza degli endpoint e della rete, svela i trend della cybersicurezza per il nuovo appena cominciato.                                                                        &n (continua)

Sicurezza Windows 7 sempre più a rischio: attacchi phishing in crescita del 400%

Sicurezza Windows 7 sempre più a rischio:  attacchi phishing in crescita del 400%
Secondo il recente Threat Report di Webroot le infezioni sono in crescita di oltre il 70% Milano, 11 novembre 2019 - Webroot, azienda del gruppo Carbonite, ha condiviso i risultati del suo ultimo Threat Report: Mid-Year Update, lo studio che intende esplorare l’evoluzione del panorama della cybersecurity. Sulla base dei trend osservati durante la prima metà del 2019, è emerso che 1 link su 50 è (continua)

Chiusura impianto di gassificazione SMPP di Falconara Marittima (AN): all’asta con Troostwijk numerose attrezzature e parti di ricambio di alta qualità

Chiusura impianto di gassificazione SMPP di Falconara Marittima (AN):  all’asta con Troostwijk numerose attrezzature e parti di ricambio  di alta qualità
Milano, 6 novembre 2019 – Il panorama della lavorazione del gas e del petrolio è tra i più complessi in Italia: ad oggi sono in funzione solo una decina di raffinerie rispetto alle 16 attive nel 2009. Negli ultimi anni, l’eccessiva capacità produttiva ha portato ad una fase di forte razionalizzazione che ha reso necessario dismettere alcuni impianti su tutta la penisola. Rispetto ai contest (continua)

Macchinari per i processi di lavorazione della frutta all’asta con Troostwijk: oltre 2000 lotti disponibili dal 26 al 28 novembre

Macchinari per i processi di lavorazione della frutta all’asta con Troostwijk: oltre 2000 lotti disponibili dal 26 al 28 novembre
Milano, 29 ottobre 2019 – Dal 2010 il settore produttivo di bevande alla frutta ha conosciuto un trend prevalentemente negativo che salvo poche occasioni di ripresa, come quella evidenziatasi per il 2017, ha mostrato segni di una debolezza strutturale. La tendenza ad una maggiore attenzione verso il consumo di prodotti salutari e a basso contenuto di zuccheri, ha spinto una cospicua parte d (continua)

CAMBIAMENTI CLIMATICI E RISCALDAMENTO DOMESTICO: CHI HA DETTO CHE NON CI SONO PIÙ LE MEZZE STAGIONI?

CAMBIAMENTI CLIMATICI E RISCALDAMENTO DOMESTICO: CHI HA DETTO CHE NON CI SONO PIÙ LE MEZZE STAGIONI?
Quando è troppo tardi per l’aria condizionata e troppo presto per il riscaldamento, serve una soluzione in grado di garantire il comfort abitativo senza inquinare Milano, 28 ottobre 2019 – Le conseguenze dei cambiamenti climatici sono sempre più evidenti e nonostante all’interno della comunità scientifica non sembrino più esserci dubbi sul fatto (continua)