Home > Arte e restauro > Vilder Rosi. Forme d’aria

Vilder Rosi. Forme d’aria

scritto da: CSArt | segnala un abuso

Vilder Rosi. Forme d’aria


 Le Forme d’aria di Vilder Rosi in esposizione, dal 20 ottobre al 14 novembre 2018, alla Galleria 8,75 Artecontemporanea di Reggio Emilia (Corso Garibaldi, 4). Curata da Chiara Serri, la personale sarà inaugurata sabato 20 ottobre alle ore 17.30.

Mostra d’esordio per il pittore reggiano che presenta al pubblico una ventina di opere ad olio su tela, tutte di recente produzione. Identificato nella Natura Morta il suo genere d’elezione, si è dedicato in particolare alle trasparenze di vetri e cristalli. Una ricerca che, nonostante il breve periodo di gestazione (2015-2018), presenta una notevole organicità, per idea, forma e scelta cromatica.
«Forme d’aria, scrive la curatrice, composizioni di vetri e cristalli su fondi neutri, realizzate con calma, nel tempo. Tempo lungo d’esecuzione in cui il gesto, modulato e reiterato, diventa il viatico per una profonda introspezione. A seguire, il tempo della visione, che non può essere fuggevole – in questo caso si coglierebbe solo l’abilità nell’uso della tecnica classica dell’olio su tela nella riproduzione di vasi Venini e vetri artistici di Murano – ma concentrata, per apprezzare il peso impalpabile della luce. Come per Giorgio Morandi, coppe e bottiglie non sono semplici contenitori, ma oggetti evocativi, a carattere magico e ipnotico. In un’atmosfera silenziosa e contemplativa l’osservatore, così come il pittore, si domanda quale sia il colore del vetro, ovvero quali siano i pigmenti che, una volta mescolati e dosati, possano restituire limpidamente il sentimento del visibile».
La Galleria 8,75 Artecontemporanea è aperta al pubblico di martedì, mercoledì, venerdì e sabato con orario 17.30-19.30 oppure su appuntamento. Ingresso libero. Per informazioni: tel. 340 3545183, ginodifrenna875arte@yahoo.it, www.csart.it/875, www.facebook.com/galleria875.
Vilder Rosi nasce nel 1947 a Reggio Emilia. Impiegato per oltre quarant’anni e grande sportivo, ha sempre coltivato la passione per la musica (a metà degli anni Sessanta ha fatto parte di un gruppo rock come chitarra solista), per la fotografia in bianco e nero (praticata negli anni Settanta) e per l’arte, con frequenti visite a mostre di ogni genere. Ha preso parte a diversi corsi di disegno, pittura e storia dell’arte. Dal 2015 frequenta con continuità lo studio dell’artista Carlo Ferrari, che lo ha presentato al gallerista Gino Di Frenna, presidente dell’Associazione Culturale 8,75 Artecontemporanea. Forme d’aria è la sua prima mostra. Vive e lavora a Reggio Emilia.

Fonte notizia: http://www.csart.it/875


Vilder Rosi | Galleria 8 | 75 Artecontemporanea | Chiara Serri | Arte | Arte contemporanea | Mostra | Pittura | Reggio Emilia |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Strategie di pricing per dropshipping: come determinare i tuoi prezzi nel 2021


L'intervista a Erno Rossi per i suoi 40 anni di professione...


La Ginnastica Petrarca conferisce la “Hall of Fame Petrarca” a Manola Rosi


"Una manetta sul mare": I Trilli e i Buio Pesto in concerto per la Onlus Gigi Ghirotti


Francesco Rosi - appuntamento con Augusto De Luca


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MARCHEGIANI – CACCIOLA. Dall’intonaco al cemento

MARCHEGIANI – CACCIOLA. Dall’intonaco al cemento
In occasione della Giornata del Contemporaneo, FerrarinArte e Kromya Art Gallery Verona presentano un progetto espositivo congiunto dedicato agli artisti Elio Marchegiani ed Enzo Cacciola, a cura di Bruno Corà. In occasione della diciassettesima Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, FerrarinArte e Kromya Art Gallery Verona presentano un progetto espositivo congiunto dedicato agli artisti Elio Marchegiani ed Enzo Cacciola. Curata da Bruno Corà, la mostra “Marchegiani - Cacciola. Dall’intonaco al cemento” interesserà le sedi delle due gal (continua)

Paesi vaghissimi. Giuseppe Zola e la pittura di paesaggio

Paesi vaghissimi. Giuseppe Zola e la pittura di paesaggio
Mostra dossier dedicata al pittore di paesaggio Giuseppe Zola curata da Lucia Peruzzi presso "La Galleria. Collezione e Archivio Storico" di BPER Banca a Modena. “La Galleria. Collezione e Archivio Storico” di BPER Banca presenta, dal 10 dicembre 2021 al 13 marzo 2022, presso gli spazi espositivi di via Scudari 9 a Modena, la mostra dossier “Paesi vaghissimi. Giuseppe Zola e la pittura di paesaggio”, a cura di Lucia Peruzzi. L’esposizione è dedicata a Giuseppe Zola (Brescia, 1672 - Ferrara, 1743), pittore originario di Brescia, giunto giovanissimo (continua)

Eleonora Roaro. FIAT 633 NM

Eleonora Roaro. FIAT 633 NM
Nuovo allestimento per la Project Room del CAMeC Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia con la video installazione "FIAT 633NM" di Eleonora Roaro, progetto vincitore dell'avviso pubblico "Cantica21. Italian Contemporary Art Everywhere". Nuovo allestimento per la Project Room del CAMeC Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia che, dall’11 dicembre 2021 al 1 maggio 2022, ospiterà la video installazione “FIAT 633NM” di Eleonora Roaro, progetto vincitore dell’avviso pubblico “Cantica21. Italian Contemporary Art Everywhere” promosso dalla Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari E (continua)

Antonella De Sarno. Artificialia

Antonella De Sarno. Artificialia
Mostra personale di Antonella De Sarno a Correggio in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità Nella Sala dei Putti del Palazzo dei Principi di Correggio (RE) sarà allestita, dal 4 dicembre 2021 al 2 gennaio 2022, “Artificialia”, mostra personale dell’attrice-performer ed artista visiva Antonella De Sarno, nata in provincia di Modena ma da anni residente in Francia. Curata da Francesca Baboni e Stefano Taddei, l’esposizione sarà inaugurata sabato 4 dicembre alle ore 16.30. Saranno pre (continua)

Ligabue, la figura ritrovata: oltre 3.600 visitatori, 22 visite guidate, percorsi riservati ai ragazzi, plauso della Giunta regionale

Ligabue, la figura ritrovata: oltre 3.600 visitatori, 22 visite guidate, percorsi riservati ai ragazzi, plauso della Giunta regionale
Con 3.639 visitatori totali ed una media giornaliera di 64 accessi, si è conclusa con successo la mostra “Ligabue, la figura ritrovata. 11 artisti contemporanei a confronto”, promossa dal Comune di Gualtieri e dalla Fondazione Museo Antonio Ligabue negli spazi museali di Palazzo Bentivoglio. riservati ai ragazzi, plauso della Giunta regionale   Con 3.639 visitatori totali ed una media giornaliera di 64 accessi, si è conclusa con successo la mostra “Ligabue, la figura ritrovata. 11 artisti contemporanei a confronto”, promossa dal Comune di Gualtieri e dalla Fondazione Museo Antonio Ligabue negli spazi museali diPalazzo Bentivoglio. Nell’ambito dell’esposizione, curata da (continua)