Home > Cultura > Psichiatria e la verità da raccontare

Psichiatria e la verità da raccontare

scritto da: Scientology Brescia | segnala un abuso

Psichiatria e la verità da raccontare


Gli psichiatri sono al di sopra della legge: ricoverano persone senza processo, le privano dei propri diritti umani mentre impongono trattamenti non voluti. Per denunciare questa violazione dei Diritti Umani sono stati lasciati alcuni opuscoli ed un DVD con un documentario di 140' alla biblioteca di Palazzolo, in modo che gli interessati possano esaminarlo.

Ricorso agli ansiolitici e loro effetti collaterali

Sono stati diffusi, presso la biblioteca di Palazzolo opuscoli informativi sugli ansiolitici. Assieme a questi è stato posizionato un documentario "Psichiatria: Un industria di morte" che raggruppa alcune informazioni già di pubblico dominio, che aiutano a meglio comprendere la psichiatria nella sua reale dimensione.

L'opuscolo posizionato in questi giorni illustra, fra l'altro, gli effetti collaterali degli ansiolitici.

Questi di solito provocano ad una persona una o più delle seguenti cose: inducono uno stato ipnotico, rilassano i muscoli, arrestano le convulsioni o causano lievi perdite di memoria. Inoltre agiscono come sedativi sul sistema nervoso, così, di solito, rendono le persone assonnate. Ecco perché i dottori ti avvertono di non guidare mentre li si sta assumendo. O almeno questo è quanto dovrebbero dirti.

Oggi, ad almeno 20 milioni di persone in tutto il mondo vengono prescritti questi “tranquillanti minori”. Nel frattempo, le nazioni dell’Europa Occidentale e del Nord America sono alle prese con livelli epidemici di cittadini dipendenti da questi farmaci. E sebbene gli ansiolitici siano un disastro per quanto riguarda la salute pubblica, le società farmaceutiche rastrellano l’enorme cifra di 14 miliardi di Euro all’anno vendendoli.
Mentre, chi li usa viene lasciato in balia di terribili effetti collaterali

Infatti, le stime ci dicono che il 60% delle persone che prendono calmanti ne diventa dipendente e soffre di effetti indesiderati causati dai farmaci, quali una collera estrema e un comportamento ostile. Gli anziani corrono rischi persino più gravi, con un aumentato rischio di cadute e incidenti in auto. Un sito web britannico sugli ansiolitici riporta che il 40% di guidatori di autoveicoli rimasti feriti o morti in incidenti, assumeva farmaci, per lo più ansiolitici.

I volontari del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani stanno continuando ad informare il pubblico circa la diffusione degli psicofarmaci ed i loro effetti collaterali in modo da creare una sempre più ampia conoscenza.

Il comitato e la sua campagna internazionale.

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus, è un'organizzazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata a investigare e denunciare le violazioni psichiatriche dei diritti umani.

Il CCDU è stato fondato in Italia nel 1979 ed è diventato una Onlus nel 2004. Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus è una organizzazione indipendente ed è collegato ideologicamente al CCHR (Citizen Commission on Human Rights), che ha sede a Los Angeles.

Il CCHR International è stato fondato nel 1969 dalla Chiesa di Scientology e dal Professor Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria all'Università di Syracuse, Stato di New York e autore di fama internazionale. A quel tempo le vittime della psichiatria erano una minoranza dimenticata, segregate in condizioni terribili nei manicomi sparsi nel mondo. In seguito a ciò, il CCHR elaborò una dichiarazione dei Diritti Umani sulla Salute Mentale che è diventata la linea guida per le riforme nel campo della salute mentale.

 


Fonte notizia: http://www.ccdu.it/videos/psychiatry-an-industry-of-death/


Informazione | Prevenzione | Scientology | Psicofarmaci | Depressione | Stragi | Follia | Psichiatri | Mente | Psicologia | Trattamento | ADHD | Discalculia | Dislessia | Minori |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

DOVE STA ANDANDO LA PSICHIATRIA ?


Il TSO e la commemorazione della Shoah: com’è iniziata?


Intervista a Gianfranco Bernes autore di un interessantissimo libro su Franco Basaglia e sull’esperienza di Trieste.


Psichiatria eugenetica e Shoah


La giornata della memoria e gli scienziati dell'epoca


Scientology nel Giorno della Memoria


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Ministri Volontari di Scientology puliscono il giardino Gerre

Ministri Volontari di Scientology puliscono il giardino Gerre
Anche al giardino Gerre, tra Via Volturno e la tangenziale Ovest, i Ministri Volontari di Scientology si sono ritrovati perché "Qualcosa si può fare a riguardo". Ritrovarsi per mostrare che si può tener pulito un parco.Anche al giardino Gerre in Via Petrarca i Ministri Volontari di Scientology hanno messo in pratica il loro motto "Qualcosa può essere fatto a riguardo" e come in altre analoghe iniziative, hanno provveduto a raccogliere quanto abbandonato sul prato o sotto le siepi. Al giardino Gerre, 12 persone indossando le consuete magliette gialle, hanno (continua)

Ministri Volontari di Scientology: Qualcosa si può fare a riguardo

Ministri Volontari di Scientology: Qualcosa si può fare a riguardo
Il motto dei Ministri Volontari di Scientology è: Qualcosa si può fare a riguardo. In risposta a questo 11 volontari si sono recati al parco Ducos in Viale Piave per ripulirlo da cartacce e bottiglie abbandonate. Ognuno può fare qualcosa a riguardo.Il motto dei Ministri Volontari di Scientology "Qualcosa può essere fatto a riguardo" è un incitamento a fare qualcosa di utile in ogni settore, senza nulla pretendere. Al parco Ducos, nella porzione rivolta su Viale Piave, 11 persone, con le caratteristiche maglie gialle, sono intervenute per svolgere una diffusa raccolta di rifiuti, abbandonati dai fruitori de (continua)

Ministri Volontari di Scientology e l'azione dei singoli

Ministri Volontari di Scientology e l'azione dei singoli
I Ministri Volontari di Scientology si sono recati al parco Ducos 2 per raccogliere rifiuti abbandonati, dando il messaggio che l'azione dei singoli determina un parco pulito e in generale un ambiente pulito. L'azione di ognuno singolarmente, per la pulizia del dell'ambiente.Al parco Ducos 2 i Ministri Volontari di Scientology sono intervenuti per svolgere la raccolta di rifiuti, grandi e piccoli, abbandonati dai fruitori del vasto parco. Con sacchi, guanti e pinze, divisi in 4 squadre hanno perlustrato le diverse aree riscontrando rifiuti sia nei pressi delle panchine che nelle vicinanze delle siepi. (continua)

Ministri Volontari di Scientology sottolineano il contributo individuale

Ministri Volontari di Scientology sottolineano il contributo individuale
Alcuni Ministri Volontari di Scientology hanno voluto mostrare, con un'azione concreta, che ognuno può contribuire ponendo attenzione e avendo cura degli spazi verdi e dell'ambiente in generale. Il contributo di tutti per la pulizia del Parco Gallo.I Ministri Volontari di Scientology, con sacchi, guanti e pinze, si sono recati al Parco Gallo, per ripulire gli spazi verdi da oggetti e rifiuti abbandonati che purtroppo sono spesso presenti per la noncuranza di qualche persona. A volte per distrazione o ritenendo inutile rispettare l'ambiente o "furbo" non sottostare a regole o semplicemente (continua)

Ministri Volontari di Scientology per un forte senso civico

Ministri Volontari di Scientology per un forte senso civico
Al Parco Torri Gemelle, i Ministri Volontari di Scientology si sono impegnati per sottolineare l'indispensabilità di un senso civico diffuso sui residenti e più in generale sui cittadini. Un gesto per una maggiore bellezza del parco.Al parco Torri Gemelle 8 Ministri Volontari di Scientology, armati di apposite pinze, guanti e sacchi, hanno raccolto i rifiuti abbandonati che sono riusciti a trovare sotto le siepi o intorno agli alberi. L'area molto pulita, come in altre zone, riesce a nascondere, dietro le siepi e vicino alle panchine, in punti non raggiungibili dai mezzi di pulizia (continua)