Home > Economia e Finanza > Oro in declino, quotazione ormai prossima a scendere sotto 1200 dollari

Oro in declino, quotazione ormai prossima a scendere sotto 1200 dollari

scritto da: Elleny | segnala un abuso


Il dollaro spinge e l'oro scivola. Nelle ultime settimane il metallo giallo anziché tornare a psingere verso l'alto- come molti analisti ritenevano - ha finito per scivolare ancora più in basso. La quotazione del metallo prezioso ha toccato il livello più basso da un mese a questa parte, penalizzato dalla corsa del biglietto verde.

Dollaro e oro

oroLa politica aggressiva della Federal Reserve ha dato slancio alla moneta statunitense, che è salita ai massimi di 16 mesi. L'istituto centrale americano è quasi sicuro che effettuerà il quarto rialzo dei tassi d’interesse dell’anno in occasione della prossima riunione a fine dicembre. Già questo basta per spingere il greenback. Al resto ci ha pensato l'incertezza politica che si respira in Europa, che ha finito per disegnare un quadro estremamente positivo per il bene rifugio per eccellenza (il dollaro appunto). Chi conosce le correlazioni forex (strategia e tabella), sa bene che questo innesca un movimento di segno opposto sul lingotto. Infatti l'oro viene reso più costoso per i possessori di altre valute. L'oro infatti è sceso dello 0,5% fino a toccare un minimo di un mese di $ 1,201,85.

Le incertezze

 Sembrano lontanissimi i tempi in cui l'oro era abbondantemente sopra i 1300 dollari l'oncia. Eppure questo accadeva soltano la scorsa primavera. Da quel periodo in poi però è cominciata una fase di calo intenso, finché l'oro non si è stabilizzato verso i 1220 dollari. Ma adesso è arrivata una nuova scossa. Settimana scorsa la quotazione aurifera era già andata in calo, registrando la performance settimanale peggiore dal mese di agosto. A livello tecnico il prezzo si trova sotto la media mobile a 50 giorni. Il trading range adesso è di $ 1,180 a $ 1,240. All'orizzonte c'è proprio il supporto dal valore fortemente psicologico di 1200 dollari. Nel caso in cui fosse superato in modo deciso, allora lo scenario ribassista potrebbe acuirsi.

Consiglio: prima di fare trading su valute, è sempre bene conoscere gli strumenti di analis tecnica, come ad esempio la strategia parabolic Sar Forex.

Il driver del metallo prezioso rimane ancora la differenza di clima che c'è tra USA ed Europa. Negli Stati Uniti c'è grande ottimismo e l'economia tira. In Europa invece si sentono le incertezze politiche nel Regno Unito e in Italia. Finché non arriveranno schiarite davvero concrete su questi due fronti, è probabile che il mercato aurifero continuerà ad essere penalizzato.

oro | dollari | strategia correlazioni forex | tabella correlazioni valute | parabolic sar forex |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Valutazione oro usato a Milano? Scopri perché affidarsi a Simply Gold


Dove si compra oro ?


Quotazione dell'oro sotto pressione dopo un 2020 da urlo


Investimenti in Oro in Aumento


Quotazione del platino, il sostegno arriva dalla gioielleria?


Cos'è una Fat Bike?


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Prezzo del caffé, diversi fattori lo stanno spingendo sempre più in alto

I problemi produttivi e quelli della catena di approvvigionamento hanno colpito quasi tutti i settori produttivi. Non solo energia e metalli, ma anche il mondo del caffé, dove i prezzi sono in netta crescita e si avviano a raggiungere massimi pluriennali.Come si sta muovendo il prezzo del cafféI futures sul caffè Arabica hanno infatti esteso i guadagni a oltre $ 2,1 per libbra, avvicinandosi al ma (continua)

Mercati finanziari, in settimana rapporto sui nonfarm payroll e vertice OPEC+

I mercati finanziari guarderanno con attenzione soprattutto a due avvenimenti questa settimana. In ordine cronologico sono il vertice OPEC+ sul petrolio, e il rapporto sui nonfarm payroll negli USA. Ma in mezzo ci sono anche i meeting della Banca centrale d'Australia e quella neozelandese.Gli eventi clou per i mercati finanziariPartiamo dal petrolio. L'OPEC e i suoi alleati si incontreranno lunedì (continua)

Banca del Giappone senza sorprese: tassi fermi in terriotrio negativo

Con un voto favorevole di 8 membri contro 1 contrario, la Banca del Giappone ha lasciato invariato il tasso di interesse di riferimento a -0,1%, dove si trova dal 2016. La BoJ ha inoltre lasciato immutato il target di rendimento dei titoli di stato a 10 anni intorno allo 0%. La banca centrale ha anche affermato che inizierà a erogare prestiti per il cambiamento climatico a dicembre.Il meeting del (continua)

Banche centrali e riserve auree, gli Usa battono tutti ma l'Italia è terza

L'oro è da sempre un metallo importante non solo per i consumatori e gli investitori al dettaglio, ma anche per le banche centrali. I caveau sono pieni di riserve auree (per lo più in lingotti), che rappresentano una garanzia di rimborso per i depositanti, i detentori di banconote e gli operatori commerciali. Ma il ruolo di tali riserve è importane anche al fine di supportare il valore della valut (continua)

Mercato azionario tedesco, si avvicina la svolta: listino principale a 40 titoli

Deutsche Boerse dovrebbe annunciare i nuovi entranti nell'indice blue-chip venerdì, mentre la variazione diventerà pienamente operativa a partire dal 20 settembre Si avvicina sempre di più il momento della svolta epocale per il mercato azionario tedesco. L'indice principale, il DAX, infatti passerà dagli attuali 30 membri a 40. Questo renderà più “vivace” l'indice stesso, oltre a portare uan ventata di aria nuova sul listino.  Cosa succederà al mercato azionario tedesco Il cambiamento è (continua)