Home > Economia e Finanza > Cosmesi made in Italy: la produzione conto terzi fa da traino al settore

Cosmesi made in Italy: la produzione conto terzi fa da traino al settore

articolo pubblicato da: claudiamarchi | segnala un abuso

Cosmesi made in Italy: la produzione conto terzi fa da traino al settore

 

I dati diffusi da Cosmetica Italia dipingono un 2017 florido per il settore cosmetico in Italia: a fare da traino al settore, la produzione conto terzi che viene esportata in tutto il mondo.

 

La crisi economica sembra non aver toccato il settore cosmetico in Italia che continua a crescere, anche fuori dai confini nazionali. Il 2017 è stato, per l’industria cosmetica italiana, un anno positivo: chiudendo a +4,4%, il fatturato è arrivato a toccare gli 11 miliardi di Euro. E le previsioni per l’anno in corso sono anche più ottimistiche: si registra un ulteriore aumento di 5 punti percentuali. Cosa è determinante per questa crescita? In parte il mercato interno, ma soprattutto le vendite all’estero.

 

Cosmesi made in Italy: mercato interno ed export

Il mercato interno ha registrato una crescita di circa l’1,3%; ma l’apporto più evidente si conferma quello delle vendite all’estero, che nel 2017 hanno raggiunto i 4,7 miliardi, in crescita del 9% rispetto al 2016.

“L’export si riconferma ancora una volta come motore del settore – commenta Fabio Rossello, presidente di Cosmetica Italia – la cosmesi made in Italy è sempre più apprezzata nel mondo e continua a conquistare nuovi mercati. Nel 2017, infatti, le destinazioni extra UE sono salite al 60%, mentre nel 2016 erano ferme al 48%, indice della competitività dell’offerta italiana anche su mercati meno consolidati”.

 

Produzione cosmetici conto terzi

All’interno del settore cosmetico, di rilevante importanza è la produzione di creme conto terzi, che da anni mostra una crescita inarrestabile anche a seguito dell’aumento dei canali professionali, i saloni di estetica e acconciatura, che nel 2017 hanno aumentato in Italia la richiesta e il consumo di prodotti cosmetici.

Il conto terzi in cosmetica cresce anche per la propensione all’export: gli elevati standard di qualità della produzione italiana sono oggettivamente apprezzati e riconosciuti in tutto il mondo. Il comparto della produzione cosmetica conto terzi ha chiuso il 2017 con un fatturato di oltre 1 miliardo di euro, con un trend positivo pari a +8,5%, destinato a riconfermarsi nel primo semestre 2018. Ancora in lieve calo, invece, le vendite in profumeria, con un -0,5% a fine 2017.

 

Fonte: cosmeticaitalia.it/centro-studi/Congiunturale-2017-secondo-semestre

https://www.aboutpharma.com/blog/2018/02/02/continua-trend-positivo-della-cosmesi-made-italy/

produzione creme conto terzi |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Made Rural: parliamo del “ Kapriol Dry Gin “ un prodotto da tenere d’occhio nel 2017


19 ottobre esce l'ultimo album di Danilo Amerio


Enogastronomia Tipica Veneta, scopriamo il Lugana La Rifra con Made Rural


Soluzioni informatiche e commerciali a basso costo per l'export del Made In Italy


Ufficialmente nominati in Campidoglio gli Ambasciatori del Doc Italy


 

Stesso autore

Architetti: quali ruoli svolgono e quali sono le competenze richieste?

Architetti: quali ruoli svolgono e quali sono le competenze richieste?
Quella dell’architettura è una delle professioni più antiche al mondo. Un lavoro pieno di responsabilità, se consideriamo che è in grado di unire la creatività e l’estro alla razionalità della pianificazione, della creazione e della progettazione di edifici adibiti ai più differenti ambiti: commerciale, residenziale, urbanistico. Un la (continua)

La cosmetica conto terzi, cosa è? Di che cosa si occupa?

 <h1>Facciamo un piccolo viaggio in un’azienda di cosmetica conto terzi per scoprire cosa produce e in che modo riesce a soddisfare le esigenze dei clienti</h1> Tra pochi giorni si svolgerà ad Amsterdam il PLMA 2019 “Il Mondo del Marchio del Distributore” a cui parteciperanno professionisti del settore, provenienti da oltre 120 paesi che visiteranno la fi (continua)

Gli Edifici a Energia Quasi Zero (nZEB) e Passivhaus – binomio perfetto per l’efficientamento energetico!

Gli Edifici a Energia Quasi Zero (nZEB) e Passivhaus – binomio perfetto per l’efficientamento energetico!
Un edificio a energia quasi a zero genera innegabili vantaggi in termini economici e di comfort se realizzato a partire da una Passivhaus. Fatta questa doverosa premessa, è facile comprendere come sia meglio realizzare prima un edificio con caratteristiche Passivhaus e poi eventualmente dotarlo di impiantistica ad energie rinnovabili. Prima di trarre le conclusioni, dobbiamo partire dall (continua)

Unità interna condizionatore: tipologie e differenze

Unità interna condizionatore: tipologie e differenze
La scelta del miglior impianto di climatizzazione passa anche dall’individuazione del numero ideale e della tipologia corretta delle unità interne, in maniera tale che siano il più possibile adatte alle nostre esigenze. In commercio troviamo varie soluzioni: a parete, canalizzate da incasso, a soffitto o a pavimento. Vediamo in cosa si differenziano e come scegliere quella che (continua)

Affettatrici a volano: da chi acquistare

Affettatrici a volano: da chi acquistare
  Vorreste acquistare un’affettatrice a volano made in Italy di grande qualità ma non sapete a chi rivolgervi? Ecco qualche consiglio per voi! Chi ha detto che affettare salumi non possa diventare una forma d’arte? Nella terra del Prosciutto di Parma e del Culatello si prestano amorevoli cure in tutte le fasi di vita degli affettati: la preparazione e la stagionatura, fa (continua)