Home > Cultura > Il “Blu oltremare” di Anna Mozzi approda a Roma

Il “Blu oltremare” di Anna Mozzi approda a Roma

scritto da: Anita curci | segnala un abuso

Il “Blu oltremare” di Anna Mozzi approda a Roma


“Blu oltremare” è l’interessante libro della psicologa-psicoterapeuta Anna Mozzi, edito da Apeiron (pp. 75, euro 12,50), con prefazione di Angelo Giuseppe Pizza, curatore dell’opera. Dedicato ai dispersi in mare e ispirato alle diatomee, è composto da 30 straordinarie poesie accompagnate dai disegni originali ed esclusivi dell’artista Francesca Bartalini. Il volume sarà presentato venerdì 30 novembre 2018 ore 18.00 presso la Casa Internazionale delle Donne – Sala Simonetta Tosi a Roma (Via della Lungara 19). Con l’autrice dialogherà Angelo Giuseppe Pizza, tra letture di Sista Bramini e il canto e le melodie della viola di Camilla Dell’Agnola. Introdurrà l’antropologa Alexandra Rendhell. Nell’attenta analisi introspettiva che emerge dalla lettura dei trenta componimenti poetici, il mare assurge a simbolo di annichilimento rispetto ai dispersi che lo affrontano per raggiungere mete più favorevoli di vita, ma l’ispirazione è rivolta per l’intera raccolta, alle diatomee, disegnate per l’occasione dalla Bartalini, per il loro significato di rinnovamento. “Le poesie - chiarisce l’autrice casertana - nascono proprio da un ossimoro fondamentale: il mare come vita e morte, bellezza e tragedia, luce accolta e luce smarrita, indifferenza e pietà, ma la quintessenza si concentra nella bellezza delle diatomee, che sono microalghe unicellulari di silicea resistenza, presenti in tutti gli ambienti acquatici naturali, con oltre 200.000 specie, che ricoprono un importantissimo ruolo ecologico, poiché contribuiscono all’assorbimento dell’anidride carbonica”. La diatomea simbolo di rigenerazione? Sì, conferma la Mozzi, la diatomea è monade di leibniziana memoria, mandala, tassello di un universale mosaico, simbolo di Palingenesi, perché “la bellezza salverà il mondo”, come diceva Dostoevskij, purché la sappiamo tutelare! “Ma anche la sofferenza, purché la sdoganiamo, la decriptiamo, la derubrichiamo, la doniamo come testimonianza, - continua l’autrice - perché è dimensione profonda, personale, ma così personale da assurgere a una straordinaria valenza politica per coltivare il diritto alla speranza collettiva, che è ingrediente indispensabile per vivere”. La speranza, per l’autrice, è dunque le via regia per una palingenesi, per affrancarsi, per riscattarsi. La speranza come l’ultimo baluardo dell’umanità? È così per la Mozzi, dato che “noi umani dobbiamo tendere ad un itinerario di perfezionamento ad infinitum, attraverso l’experire”.

cultura | poesia | presentazioni | libri |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Prospettive ed aspettative per i pizzaioli, trovano successo per il loro futuro


Premio Carlo Riccardi: arte, moda, spettacolo e beneficenza


Anna Arnaudo, 10.000m Europei U23, argento e record nazionale U23


Global Service Solutions Spa presenta il nuovo Team Pedercini Racing


Guanti nitrile blu: cosa sono e a cosa servono


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Sarà presentato a Roma "Percy's song" il graphic novel di Martina Rossi, edizioni Phoenix Publishing, il 18 ottobre 2019 alla libreria letteraria Horafelix

Sarà presentato a Roma
 Sarà presentato a Roma il graphic novel Percy's song di Martina Rossi, edizioni Phoenix Publishing, sabato 18 ottobre 2019 alle ore 18 alla libreria letteraria Horafelix in via Reggio Emilia 89. Con l’autrice dialogheranno Laila Scorcelletti scrittrice e vice presidente dell’Iplac e Silvia Cozzi poetessa e segretaria dell’Iplac. Saranno presenti g (continua)

Presentazione del romanzo CUORINERI di Simona Pino d'Astore

Presentazione del romanzo CUORINERI di Simona Pino d'Astore
Graus Edizioni presenta alla Sala dell’Università PALAZZO GRANAFEI NERVEGNA Via Duomo, 20 BRINDISI Sabato 13 aprile 2019 ore 18,30 il volume CUORINERI Il direttore di Simona Pino d’Astore Intervengono con l’autrice i personaggi principali del libro Luigi Patisso detto Il Direttore Franco Altavilla detto 14 Luigi Narcisi detto Il Pazzo Modera Isabel Martina - (continua)

"Totò con i 4" il volume sull'artista napoletano scritto da Ciro Borrelli e Domenico Livigni sarà presentato il 19 dicembre 2018 alla Libreria Raffaello di Napoli


“Totò con i quattro” di Ciro Borrelli e Domenico Livigni è il primo volume della collana dedicata al Cinema, e secondo (il precedente ha per titolo: “È accaduto a Twin Peaks” di Antonio Tedesco, per Kairòs Edizioni) della linea SERIE ORO ideata e diretta dalla giornalista Anita Curci, in collaborazione stavolta con la casa editrice Apeiron. Con le introduzioni di Borrelli, Mauro Macario, Andrea J (continua)

Luciano Galassi presenta "Nonna nonna, nunnarella" il suo libro sulle ninne nanne napoletane

Luciano Galassi presenta
Luciano Galassi torna a cimentarsi con la lingua napoletana e le sue sfaccettature, questa volta prendendo in analisi un altro aspetto tradizionale della cultura popolare: le ninne nanne. In esse si ritrovano elementi religiosi, antiche influenze pagane, riferimenti locali e reminiscenze storiche; elementi che le rendono tracce imprescindibili per la comprensione della più autentica tradizione nap (continua)

“Eroi sconosciuti delle Quattro Giornate di Napoli” al Nuovo Teatro Sanità, in occasione del 75° anniversario, il 9 novembre 2018 alle ore 20

“Eroi sconosciuti delle Quattro Giornate di Napoli” al Nuovo Teatro Sanità, in occasione del 75° anniversario, il 9 novembre 2018 alle ore 20
Nunzia Gionfriddo dà anima e corpo al suo libro Gli angeli del rione Sanità portando sulla scena personaggi del romanzo, poeti, attori, cantanti, testimoni dell’epoca. Napoli - Al Nuovo Teatro Sanità (Piazzetta San Vincenzo alla Sanità 1), il 9 novembre 2018 alle ore 20, in occasione della ricorrenza del 75° anniversario delle Quattro Giornate, la coraggiosa insurrezione del popolo partenopeo (continua)