Home > Primo Piano > La corri per il verde si colora anche delle donne della Sbarra & I Grilli Runners

La corri per il verde si colora anche delle donne della Sbarra & I Grilli Runners

scritto da: Matteo Simone | segnala un abuso

La corri per il verde si colora anche delle donne della Sbarra & I Grilli Runners


Domenica 9 Dicembre si è corsa la quarta tappa della “Corri per il Verde 2018”, oltre 1.000 atleti giunti al traguardo presso l'Area Archeologica della Villa dei Quintili, una bellissima location. Luca Zanetti (Atletica Futura) ha vinto la quarta tappa precedendo Giuseppe Falchi (Ambrogi's Team) e Lorenzo Cacciamani (Atletica Villa Guglielmi). Tra le donne ha avuto la meglio Elisa Giuseppetti (Ad Maiora Frascati) che ha preceduto Flavia Ferrari (Atletica Studentesca Rieti A. Milardi) e Angelica Apuzzo (Roma 6 Villa Gordiani). Tra le società maschili, ha avuto la meglio l'Atletica La Sbarra & I Grilli Runners che si assicura la vittoria finale avendo un vantaggio incolmabile grazie al grande lavoro del presidente Andrea Di Somma e del Vice presidente Italo Merolli e alla partecipazione di tanti runner alle prime tre tappe dimostrando unione di intenti e affiatamento di gruppo-squadra. A ridosso delll'Atletica La Sbarra & I Grilli Runners seguono i validi atleti maschili degli amici di Vitamina Running Team e Romatletica Footworks che si giocheranno il secondo posto la prossima tappa finale. La corri per il verde si colora anche delle donne dell’Atletica La Sbarra e i Grilli Runners, un gruppo unito e determinato. Per quanto riguarda le società femminili grande salto in avanti, conquistando il vertice della classifica, compie l'Atletica La Sbarra & I Grilli Runners scavalcando Romatletica Footworks, segue al terzo posto la Scavo 2000. Tra le donne dell'Atletica La Sbarra & I Grilli Runners ottime le prestazioni di Gabrielli Stefania, Silvestrini Alessandra e Milanese Laura che si classificano rispettivamente alla 10^, 11^ e 13^ posizione. Prossimo appuntamento domenica 16 dicembre alla Riserva Naturale della Valle dell'Aniene per l’ultima tappa e per festeggiare la chiusura dell'edizione numero 47 della Corri per il Verde. L’Atletica La Sbarra & I Grilli Runners è un’Associazione Sportiva Dilettantistica di Tor Tre Teste, attiva nel panorama podistico regionale e nazionale dal 1999, affiliata alla Federazione Italiana Di Atletica Leggera e all’Associazione Sportive e Sociali Italiane (ASI). Nel sito internet ufficiale www.lasbarraconigrilli.it è possibile leggere le seguenti informazioni: “L’ASD promuove delle attività sociali parallele a quelle agonistiche: tra queste la principale è quella legata alla promozione del nostro territorio e delle aree verdi che lo caratterizzano. Il rilancio di aree verdi urbane inserite in contesti marginali e spesso degradati delle periferie romane è uno dei nostri obiettivi associativi. In questo lo sport può essere un veicolo molto importante per ridare linfa a territori in cui domina incontrastato il disagio urbanistico e sociale.” La pagina Facebook ufficiale della squadra https://www.facebook.com/AtleticaLaSbarra/ è aggiornata con cadenza settimanale e comprende le immagini e i risultati dei nostri atleti alle competizioni ufficiali. Nel sito internet ufficiale www.lasbarraconigrilli.it è situato un blog di psicologia e sport a cura dello psicologo atleta e ultramaratoneta Matteo Simone che concentra la sua attività scientifica di ricerca sulla resilienza nello sport, sugli aspetti psicologici che caratterizzano le attività agonistiche in ambito di ultra maratone e sulla presentazione di libri inerenti il mondo del running. Tanti atleti della squadra La Sbarra & I Grilli si allenano nell’immenso Parco Tor Tre Teste - Alessandrino, uno dei tanti polmoni verdi di Roma, in questo parco c’è di tutto, è attraversato da un tratto di un antico acquedotto di Roma, l'Acquedotto Alessandrino che dà il nome al quartiere, inoltre all’interno c’è una pista di atletica che fa da perimetro ad un campo di Rugby dove si riversano tanti bimbi e ragazzi appassionati di questo sport come alternativa al calcio. All’interno del parco, il cui perimetro ha una lunghezza di circa 8 km, è possibile anche usare un paio di zone attrezzate per gli esercizi fisici all’aperto. Quella della società La Sbarra & I Grilli Runners è una bella storia fatta di bei momenti, di attimi, di parole, sguardi, pose, intese, dove diventa importante fidarsi è affidarsi, e dove è importante stare insieme, è molto meglio fare le cose insieme, il motto è diventato “together is much better” (insieme è molto meglio). Dietro una squadra vincente c’è la regia di un grande Presidente coadiuvato da tanti altri dirigenti e atleti. Ci sono tanti atleti forti e meno forti che si impegnano per se stessi e per la squadra. Ci sono tante persone che sostengono, supportano, incitano. Alcuni atleti forniscono il proprio supporto come guida podistica agli atleti con disabilità visiva portando avanti il progetto Achilles International presso il parco degli Acquedotti. Per info achillesinternationalroma@gmail.com o 3931053915. Ti aspettiamo! Matteo SIMONE Psicologo, Psicoterapeuta 380-4337230 - 21163@tiscali.it http://www.psicologiadellosport.net http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+matteo+simone.html

Fonte notizia: http://www.psicologiadellosport.net




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La squadra maschile della “La Sbarra & I Grilli” prende il volo


La Sbarra & I Grilli, prima squadra maschile in fuga alla corri per il verde


Domenica 11 dicembre ultima tappa corri per il verde alla Villa dei Quintili


Atletica la Sbarra e i Grilli Runners, grande impegno individuale e di squadra


Sul podio della Corri per il Verde vedremo le donne della Sbarra & Grilli


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Franco Cannito, ultrarunner: Sai che le crisi vanno e vengono

Franco Cannito, ultrarunner: Sai che le crisi vanno e vengono
Francesco Cannito (Happy Runner Altamura) ha portato a termine, dal 19 al 23 novembre 2021, la “6th Authentic Phidippides Run Athens-Sparta-Athens", 490km di corsa su strada in 96h21’05”, poco più di 4 giorni. La mia mente è concentrata per l’obbiettivo che sto preparandoMatteo SIMONE Francesco Cannito (Happy Runner Altamura) ha portato a termine, dal 19 al 23 novembre 2021, la “6th Authentic Phidippides Run Athens-Sparta-Athens", 490km di corsa su strada in 96h21’05”, poco più di 4 giorni.Si sono classificati 19 atleti, di cui 18 uomini e una donna, e la vittoria è andata al polacco Lukasz (continua)

Nico Leonelli: L'obiettivo che si persegue è ciò che ci spinge a impegnarci

Nico Leonelli: L'obiettivo che si persegue è ciò che ci spinge a impegnarci
Nico Leonelli (M.C. Manoppello Sogeda) vanta 4 presenze nella nazionale italiana in gare di 24h di corsa su strada: Campionati Mondiali di 24 ore ad Albi (Francia) il 26-27 ottobre 2019, precedentemente ai Campionati Mondiali di 24 ore a Belfast l’1-2 luglio 2017; Campionati Europei di 24 ore a Timisoara (Romania) il 26-27 maggio 2018; Campionati Europei di 24 ore ad Albi il 22 ottobre 2016. . Di seguito approfondia Dietro un’Ultramaratona c'è semplicemente la voglia di andare oltre  Matteo SIMONE  3804337230- 21163@tiscali.it  Nico Leonelli (M.C. Manoppello Sogeda) vanta 4 presenze nella nazionale italiana in gare di 24h di corsa su strada: Campionati Mondiali di 24 ore ad Albi (Francia) il 26-27 ottobre 2019, precedentemente ai Campionati Mondiali di 24 (continua)

Chi era Vito Melito? Ultramaratoneta, Campione Mondiale 100km nel 1981

Chi era Vito Melito? Ultramaratoneta, Campione Mondiale 100km nel 1981
Tante le glorie, tanti gli aneddoti relativi agli ultramaratoneti e soprattutto a Vito Melito che nel suo periodo di massimo splendore incontrava nelle sue gare i gemelli Elvino, Loris e l’altro fratello più giovane Pietro Gennari ma non riuscivano ad averla vinta su di lui. E’ stato anche Primatista Italiano dei 50 Km in 2h 59’44” Matteo SIMONE  Tante le glorie, tanti gli aneddoti relativi agli ultramaratoneti e soprattutto a Vito Melito che nel suo periodo di massimo splendore incontrava nelle sue gare i gemelli Elvino, Loris e l’altro fratello più giovane Pietro Gennari ma non riuscivano ad averla vinta su di lui. Anche nel 1977, alla (continua)

Ivan Cudin, ultrarunner: Ho semplicemente imparato a credere di più in me stesso

Ivan Cudin, ultrarunner: Ho semplicemente imparato a credere di più in me stesso
Ivan Cudin detiene il record italiano di 24h in 266,702 km, ottenuto il 7 e l’8 dicembre 2013 alla 24 ore di Soochow University di Taipei (Taiwan), poco più di 3km in più di Marco Visintini che il 23.10.2021 ha totalizzato 263.284 km a Brugg (SUI). È stato Campione Europeo della 24h nel 2010 con 263 km, in occasione dei Mondiali di 24h di corsa su strada a Brive-la-Gaillarde (FRA), dove ha conquistato il bronzo ai mondiali, preceduto dall'americano Scott Jurek 266 km e dal giapponese Shingo Inoue 273 km. Il titolo femminile mondiale ed europeo è andato alla francese Anne Cecile Fontaine con 239 km che ha preceduto Monica Casiraghi231 km e la tedesca Julia Alter 230 km. Nella classifica per nazioni la squadra maschile dell'Italia vince il titolo Europeo ed è seconda al mondo dietro al Giappone e davanti agli Stati Uniti, mentre la squadra femminile è seconda al Mondo e all'Europa dietro alla Francia. Di seguito approfondiamo la conoscenza di Ivan attraverso risposte ad alcune mie domande di qualche anno fa. Record italiano di 24h in 266,702 km ottenuto nel 2013 Matteo SIMONE  Ivan Cudin detiene il record italiano di 24h in 266,702 km, ottenuto il 7 e l’8 dicembre 2013 alla 24 ore di Soochow University di Taipei (Taiwan), poco più di 3km in più di Marco Visintini che il 23.10.2021 ha totalizzato 263.284 km a Brugg (SUI).  È stato Campione Europeo della 24h (continua)

Strumenti mentali per la performance: consapevolezza, autoefficacia, resilienza

Strumenti mentali per la performance: consapevolezza, autoefficacia, resilienza
O.R.A.: Obiettivi, Risorse, Autoefficacia Decidere obiettivo: Cosa? Quando? Immaginare di aver raggiunto obiettivo: Come ho fatto, quale percorso, difficoltà, chi mi ha aiutato, quanto ero motivato? Quali risorse mi permettono di raggiungere l'obiettivo, le ho? Cosa devo potenziare? Come? Cosa devo acquisire e come? Quanto è importante ogni risorsa?  Sviluppare autoefficacia: Cosa ho fatto di importante nel passato e come? Come replicarlo? Di fondamentale importanza risulta essere l’autoefficacia, la fiducia in sé, che si costruisce fin da piccoli a partire dalla propria famiglia di appartenenza, con l’aiuto di familiari e care giver, e negli ambienti scolastici e sportivi, con l’aiuto di insegnanti ed educatori che diventano modelli di riferimento. Matteo Simone, psicologo psicoterapeuta     O.R.A.: Obiettivi, Risorse, Autoefficacia Decidere obiettivo: Cosa? Quando? Immaginare di aver raggiunto obiettivo: Come ho fatto, quale percorso, difficoltà, chi mi ha aiutato, quanto ero motivato? Quali risorse mi permettono di raggiungere l'obiettivo, le ho? Cosa devo potenziar (continua)