Home > Eventi e Fiere > Il circo di Moira Orfei festeggia a Napoli i 250 anni di storia delle arti circensi dal 20 dicembre

Il circo di Moira Orfei festeggia a Napoli i 250 anni di storia delle arti circensi dal 20 dicembre

scritto da: Renail87 | segnala un abuso

Il circo di Moira Orfei festeggia a Napoli i 250 anni di storia delle arti circensi dal 20 dicembre


 Il Circo Tradizionale di Moira Orfei arriva a Napoli (precisamente le carovane circensi sosteranno al “Pareo Park”, nei pressi dell’uscita della tangenziale di Licola) per le festività natalizie. Monterà le tende in Città il 20 dicembre e rimarrà fino al 27 gennaio. In occasione della tappa napoletana presenterà il nuovo mirabolante show, tra clown, trapezisti, tigri, cammelli e caroselli equestri. Un ritorno caldeggiato e voluto dal pubblico campano, che lo scorso anno ha affollato il tendone più famoso d'Europa, tributando un grande successo alla certificata coppia del circo, Brigitta Boccoli e suo marito, il domatore tenebroso Stefano Orfei. In questa occasione la consorte non sarà presente in pista, ma rimarrà dietro le quinte nelle vesti di produttrice. La dolce Brigitta, infatti, ha selezionato assieme allo staff dirigenziale i migliori numeri internazionali possibili, componendo un cast di assoluto spessore. "Abbiamo organizzato uno spettacolo indimenticabile per i 250 anni del Circo! Eh sì, perché quest'anno il circo tradizionale festeggia un quarto di millennio – racconta Brigitta -.  La prima rappresentazione del circo, così come lo conosciamo oggi, avvenne a Londra nel 1768.  Per il mondo dello spettacolo è un vero privilegio poter celebrare l'arte della pista del tempo e nel tempo. Il circo è un patrimonio culturale che ci unisce tutti per un grande momento di spettacolo puro".

Il Circo di Moira Orfei, il più amato dagli italiani, ha presentato da sempre spettacoli di altissimo livello, scandendo alcune tappe importanti nella storia del circo italiano, passando dall’estetica della grande attrazione dei primi anni ‘70, al colossale Circo sul Ghiaccio (con due piste, una ghiacciata ed una tradizionale); dallo spettacolo di rivista con Alighiero Noschese, alla scelta di attingere artisti dall’enorme serbatoio sovietico negli anni ‘80. Per arrivare infine alla produzione odierna, particolarmente attenta al ritmo, all’eleganza e all’organicità dello spettacolo. Insomma quello di Moira è il circo per antonomasia, ma sempre contemporaneo e connotato da una magica atmosfera: il divertimento è garantito!

Il calendario degli eventi ed i prezzi dei biglietti possono essere visualizzati su www.moiraorfei.it



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Prolungata fino al 9 marzo la mostra “Beatles Memorabilia Show” alle Tenute La Montina


Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori: “In questi difficilissimi tempi, la fiducia e la stima reciproche con la clientela ci danno forza”


29 Febbraio: 2° Festival del Potatore della vite, Pruning Contest ideato e organizzato da Simonit&Sirch


Il Monastero Santa Rosa Hotel & Spa di Conca dei Marini (Sa) “Hotel of The Year” agli European Hotel & Restaurant Awards 2020


Mezzano di Primiero sulla rete televisiva ORF – Richieste di visite da parte di gruppi austriaci


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Nove torte targate pasticceria Seccia per la festa della mamma nel segno di cinema e serie tv

Nove torte targate pasticceria Seccia per la festa della mamma nel segno di cinema e serie tv
Cesira, Filumena, Adelina, Manuela, Olimpia, Cersei, Elizabeth e Dany (Daenerys): la festa della mamma più dolce e cinefila va in scena ai Quartieri Spagnoli di Napoli Anche quest'anno la pasticceria Seccia ai Quartieri Spagnoli, storico locale di via Concordia a Montecalvario a Napoli, ha realizzato per la festa della mamma, domenica 9 maggio, una linea di nove torte dai nomi insoliti, ispirati alle madri famose delle serie tv, del cinema e persino a quelle della classicità.Sono nati così in laboratorio la millefoglie e il pan di Spagna "Olimpia", le Chant (continua)

Il primo dolce ufficiale in memoria di Maradona a Napoli con Pasticceria Seccia

Il primo dolce ufficiale in memoria di Maradona a Napoli con Pasticceria Seccia
La Pasticceria Seccia, fiore all'occhiello dei Quartieri Spagnoli e da sempre legata al tifo e all'amore per il pibe de oro, lancia nell'ultima domenica di novembre una mignon dedicata alla memoria del compianto Diego Armando Maradona: un bignè craquelin panna e caramello da condividere sui social con l'hashtag #elpibe. La notizia della scomparsa di Diego Armando Maradona ha lasciato tutti sgomenti a Napoli, seconda casa del Pibe de Oro, e le manifestazioni d'affetto che stiamo vedendo in questi giorni ne sono la prova tangibile. Se allo Stadio San Paolo, che presto cambierà nome in suo onore a quanto pare, l’abbraccio di tifosi e appassionati è stato forse il più pittoresco e degno di una rockstar, con le candel (continua)

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano
È già in libreria il racconto “Storia di un (quasi) amore in quarantena”, primo libro del giornalista napoletano Davide Gambardella, edito da Graus e scritto in piena quarantena, quasi un instant book si potrebbe dire. In molti hanno parlato di amori e storie in quarantena, persino di tradimenti, eppure la narrazione di Gambardella è abbastanza insolita e si distingue bene dalle altre pub (continua)

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD
Un progetto ambizioso nasce al Sud, in Campania, e si presenta, con autorevolezza, come un’iniziativa di cui molto probabilmente se ne avvertiva l’esigenza già da mesi, prima del difficile periodo collegato al lockdown. Nasce infatti Gruppo Artisti del Gusto, grazie ad un accentuato spirito di gruppo, ad una coesione tanto visionaria quanto forte tra una quindicina di professionisti, di varia (continua)

Arte e dolci nel ricordo di Luciano De Crescenzo ai Quartieri Spagnoli di Napoli

Arte e dolci nel ricordo di Luciano De Crescenzo ai Quartieri Spagnoli di Napoli
A un anno dalla scomparsa di Luciano De Crescenzo i Quartieri Spagnoli di Napoli celebrano l’indimenticabile scrittore napoletano con un’iniziativa artistica a vico Tre Regine (angolo via De Deo): l’inaugurazione sabato 18 luglio alle 11.30 di un mural dal titolo “O pallone miez ‘e macchine”, opera di Michele Quercia e Francesca Avolio. Alla manifestazione, promossa dall’Associazione Quartier (continua)