Home > Spettacoli e TV > Milano: La cultura dell’arte di strada esiste da sempre

Milano: La cultura dell’arte di strada esiste da sempre

articolo pubblicato da: webtvstudios | segnala un abuso

Milano: La cultura dell’arte di strada esiste da sempre

 La cultura dell’arte di strada esiste da sempre nelle realtà cittadine di tutto il mondo. Quando radio o televisione non facevano ancora parte della vita quotidiana dell’uomo, gli spettacoli organizzati per le strade costituivano una parte fondamentale dell’intrattenimento aperto a un pubblico

La prima legge che regolasse questo tipo di artisti la troviamo, addirittura, nell’antica Roma nel 462 a.C.; tale legge prevedeva la morte per gli artisti che eseguivano pubblicamente parodie o canti diffamatori nei confronti di qualcuno. Oggi le leggi che riguardano questo ruolo sono ovviamente molto meno rigide, però sono tuttora fonte di dibattito e sono differenti per ogni paese del mondo

Ma com’è organizzata l’arte di strada a Milano?
Tutti gli artisti, di qualsiasi genere essi siano, sono per natura degli spiriti liberi, quindi non dovrebbe esistere nulla di più autonomo ed esente da costrizioni di un artista che abbia come proprio palcoscenico le strade di una città intera. Nonostante ciò, per raggiungere un giusto equilibrio tra “caos” e quiete tra le strade, è necessario che esista un buon sistema organizzativo che regoli le esibizioni, e sembra proprio che il regolamento milanese funzioni molto bene. Milano, infatti, è stata proclamata da una ricerca internazionale 

la terza città al mondo per arte di strada.
Per diventare un busker a tutti gli effetti, nella metropoli lombarda è sufficiente iscriversi alla piattaforma on-line Stradarte (accessibile anche dal portale del Comune di Milano), caricare su Youtube un video “dal quale emerga la capacità artistica e l’identità delle persone che si iscrivono” e prenotare una delle postazioni proposte all’artista in base alla tipologia della sua offerta espressiva. Le esibizioni sono distinte in due categorie: le “espressioni artistiche di strada” che non prevedono richieste di compensi, ma solo eventuali offerte “a cappello” (giocolieri, acrobati, clown, cantanti, musicisti, mimi, ecc.) e i “mestieri artistici di strada” che chiedono uno specifico corrispettivo per la vendita delle loro opere o per le loro prestazioni artistiche (pittori, esoterici, ritrattisti, ecc.). A questi ultimi è richiesto il pagamento della tassa di occupazione del suolo pubblico (COSAP).

 

Oggi a Milano sono presenti circa 252 postazioni per oltre 64 mimi, 49 clown, 36 giocolieri, 22 artisti di bolle di sapone, 94 pittori, 54 cartomanti e 1.400 musicisti, e in questi giorni sono andata a conoscerne 5 di loro mentre si esibivano tra il Duomo di Milano e il Castello Sforzesco.

Canale di Informazione Web Tv Studios 
https://www.facebook.com/webtvstudios
http://www.webtvstudios.it

News, Sport, Spettacolo, Teatro, Sfilate di Moda

 

Un’immagine illustra … Il Video ti emoziona!

 

 

artisti da strada | ARTITI MILANO | centro di Milano | corso margenta | milano | RADIO | Ragazzi | SOCIAL NETWOORK | TELEVISONE | via torino | webtvstudios | webtvstudios di Roma |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Lo stimato Prof. Alberto D’Atanasio parla della conferenza che si terrà il 7 Marzo presso la Milano Art Gallery


IV Festival Internazionale dei Depuratori - Rassegna Artistica


Massimo Paracchini e Francesco Leale alla Galleria Nelson Cornici


PaviArt torna durante la design week


arte da mangiare approda ad HOMI


Arte da mangiare per distretto design della Valle dei Monaci


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Rieti: 25° Motoraduno Guzzisti Sabini Santuario di Vescovio – Comune di Torri in Sabina

Rieti: 25° Motoraduno Guzzisti Sabini Santuario di Vescovio – Comune di Torri in Sabina
 Il 4 agosto 2019 si è svolto nella meravigliosa cornice del santuario di Vescovio il Raduno Moto Guzzi #guzzistisabini #webtvstudios Memorial “Alessio e Massimo”. Gli appassionati sono giunti da varie zone del Lazio per incontrarsi e mostrare questi splendidi veicoli, che in perfetto assetto, lucidi e ben tenuti, hanno fatto mostra di sé.  Le iscrizioni si so (continua)

Casperia: L’altra sagra km Zero dal 8 – 9 – 10 Agosto !!!

Casperia: L’altra sagra km Zero dal 8 – 9 – 10 Agosto !!!
  L'Altra Sagra a km0:  terza edizione della Sagra gastronomica nel rispetto della tradizione  caratterizzata dall'uso esclusivo di prodotto locale di qualità. Nata tre anni fa dalla collaborazione fra l'Amministrazione Comunale,  la Proloco, e alcune delle aziende Agricole presenti sul territorio di Casperia e zone limitrofe, (tra cui anche L'Azienda (continua)

Roma Polizia di Stato: Consegnate 30 Land Rover Discovery La Partnership Trentennale

Roma Polizia di Stato: Consegnate 30 Land Rover Discovery La Partnership Trentennale
 Questa mattina, il Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli, ha ricevuto Daniele Maver, presidente della casa automobilistica Jaguar Land Rover Italia, per una stretta di mano che ha suggellato la trentennale esperienza di partnership commerciale   A seguire, al Museo delle Auto della Polizia di Stato, si è tenuta la cerimonia di consegna della Land Rover Discovery, l&rsqu (continua)

Torri in Sabina: Torna a Rivivere le Antiche Tradizioni

Torri in Sabina: Torna a Rivivere le Antiche Tradizioni
 Torri torna a rivivere (e riscoprire le antiche tradizioni torresi) è una festa nata 24 anni fa con lo scopo di valorizzare tutto ciò che appartiene al passato dei nostri luoghi e che costituisce la base del nostro vivere quotidiano dal punto di vista culturale, sociale, musicale e gastronomico Video  Questa manifestazione si è svolta sabato 6 luglio 2019 ed ha vis (continua)

Torri in Sabina: Torna a Rivivere

Torri in Sabina: Torna a Rivivere
 Dal 1995 nel periodo a cavallo tra giugno e luglio nel comune di Torri in Sabina, conosciuto nel mondo per il celebre Santuario di Vescovio, si svolge “TORna a RIvivere”   La festa organizzata dalla Pro Loco locale con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Torri in Sabina è tra le migliori occasioni per scoprire la Bassa Sabin (continua)