Home > Moda e fashion > Nuovi mercati e segnali di ripresa: VicenzaOro è positiva per Graziella

Nuovi mercati e segnali di ripresa: VicenzaOro è positiva per Graziella

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

Nuovi mercati e segnali di ripresa: VicenzaOro è positiva per Graziella


Graziella archivia con il sorriso l’edizione invernale di VicenzaOro. Il più moderno abbinamento tra moda e gioiello ha permesso di aprire nuovi mercati, ma allo stesso tempo sono arrivati segnali di ripresa anche dalle aree interessate alle classiche produzioni in oro: questi due risultati hanno permesso all’azienda aretina di tracciare un bilancio particolarmente positivo dell’evento che ha aperto il calendario fieristico del 2019. La partecipazione a VicenzaOro è stata caratterizzata da un rinnovo dello stand nelle vetrine e negli ambienti interni attraverso un progetto studiato appositamente per raccontare la ricchezza delle varie collezioni orientate ad aree del mondo diversificate, che hanno trovato apprezzamenti e interesse da tanti buyers dall’Italia, dall’Est Europa e da nuove aree come il Sud America.

Un’attenzione particolare è stata rivolta alla valorizzazione del connubio tra l’oreficeria di Graziella e la pelletteria della fiorentina Braccialini, proponendo linee orientate al mondo della moda attraverso l’unione tra gioielli e borse. Nella fiera vicentina è stata infatti presentata la collezione Primavera-Estate 2019 dal nome “Wonder’s Cruise” che, ispirata al tema marino e ideata per i mercati occidentali, è caratterizzata da forme leggere e colorate che integrano pelli, pietre, argento, oro e seta.

Lo stand di VicenzaOro ha ospitato anche le tradizionali collezioni in oro che da sessant’anni rappresentano il fulcro dell’operato e della creatività di Graziella, permettendo all’azienda di consolidarsi tra i brand di riferimento in Est Europa, Nord Africa, Medio Oriente ed Estremo Oriente. Queste aree hanno conosciuto negli ultimi anni una flessione dei consumi che ha motivato l’azienda a compiere scelte innovative come il progetto con Braccialini, ma nella prima fiera del nuovo anno è stata registrata una ripresa del giro d’affari che fa ben sperare per il proseguo del 2019. «La fiera si avvia alla conclusione con molteplici motivi di ottimismo - commenta Eleonora Gori, retail manager di Graziella. - Il progetto di sinergia tra Graziella e Braccialini ha permesso di orientarci maggiormente verso il mondo della moda che caratterizza le scelte d’acquisto nei mercati occidentali, diversificando così la nostra produzione che negli ultimi decenni era stata concentrata sui gioielli in oro. Questo ha favorito una nostra internazionalizzazione e una nostra crescita nel mondo, ma per lungo tempo ci ha visti assenti dal mercato nazionale. L’intuizione di unire borse e gioielli è stata ben accolta e abbiamo ottenuto ottime risposte soprattutto dall’Italia, con il nostro stand che è stato visitato da tanti operatori di tutta la penisola e con l’apertura di nuovi interessanti orizzonti commerciali».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Graziella archivia una positiva edizione di VicenzaOro


Dall’oro al bijoux: le novità di Graziella in vetrina a VicenzaOro


Da VicenzaOro a New York Graziella Braccialini torna in fiera


Graziella Holding festeggia gli ottant’anni di Graziella Buoncompagni


Gold Italy e Jis Miami chiudono l’anno fieristico di Graziella


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Nuova inaugurazione per Graziella Braccialini al Valdichiana Village

Nuova inaugurazione per Graziella Braccialini al Valdichiana Village
Nuova inaugurazione per Graziella Braccialini. La maison toscana, impegnata in un percorso di sviluppo della propria rete di distribuzione in Italia, ha previsto investimenti diretti anche sul territorio e ha così inaugurato il suo primo negozio in assoluto in terra d’Arezzo e il suo quarto negozio in regione dopo i tre già presenti a Firenze. La scelta è stata di aprire un punto vendita di (continua)

“Una poesia per Raggiolo” un’iniziativa per raccontare il borgo casentinese

“Una poesia per Raggiolo” un’iniziativa per raccontare il borgo casentinese
Raccontare e rappresentare il borgo di Raggiolo attraverso il patrimonio poetico italiano. “Una poesia per Raggiolo” è il nome della nuova iniziativa promossa dalla Brigata di Raggiolo che, al via da mercoledì 8 dicembre, ambisce a creare un collegamento tra le parole dei poeti e le specificità del piccolo paese casentinese alle pendici del Pratomagno. L’invito è ad individuare un’intera poes (continua)

Quattro titoli italiani per la Ginnastica Petrarca alle Finali Nazionali Silver

Quattro titoli italiani per la Ginnastica Petrarca alle Finali Nazionali Silver
Quattro titoli italiani per la Ginnastica Petrarca alle Finali Nazionali Silver - Winter Edition di Rimini. L’evento ha configurato una vera e propria festa dedicata alla ginnastica che ha riunito oltre cinquemila atleti da tutta la penisola di ogni età e, tra questi, erano presenti anche tanti ragazzi e ragazze della società aretina che sono riusciti ad emergere con positivi piazzamenti.Otti (continua)

Le Acli di Arezzo premiano gli associati più fedeli e più longevi

Le Acli di Arezzo premiano gli associati più fedeli e più longevi
Un riconoscimento per la “fedeltà aclista”. L’iniziativa è delle Acli di Arezzo che, venerdì 10 dicembre, hanno previsto un momento per ringraziare e valorizzare i soci più longevi per l’impegno al servizio dei bisogni dei territori e delle comunità. Questa particolare premiazione sarà ospitata dal circolo di Badia al Pino e si svolgerà all’interno della tradizionale cena degli auguri di Natale ch (continua)

Una mini-rassegna natalizia con la Libera Accademia del Teatro

Una mini-rassegna natalizia con la Libera Accademia del Teatro
“Libera… un sacco di storie” e “Mater teatro”: la Libera Accademia del Teatro torna in scena con una mini-rassegna natalizia. La storica scuola cittadina sarà protagonista di tre appuntamenti che, in programma tra l’8 e il 26 dicembre, permetteranno a spettatori di tutte le età di respirare la magia delle festività attraverso i grandi racconti della tradizione e la riscoperta dell’arte sacra (continua)