Home > Cultura > Cerimonia di consegna del Premio ANGAMC 2019 alla memoria di Pasquale Ribuffo

Cerimonia di consegna del Premio ANGAMC 2019 alla memoria di Pasquale Ribuffo

scritto da: CSArt | segnala un abuso

Cerimonia di consegna del Premio ANGAMC 2019 alla memoria di Pasquale Ribuffo


Si rinnova e si consolida la partnership tra Arte Fiera e l’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea: sabato 2 febbraio, nell’ambito della kermesse bolognese, sarà conferito il Premio ANGAMC 2019, riconoscimento teso a valorizzare il ruolo e la carriera di un gallerista affiliato ad ANGAMC distintosi nel panorama italiano per meriti artistici, umani e professionali.

Nel 2019 il Premio sarà assegnato alla memoria del gallerista Pasquale Ribuffo – recentemente scomparso – fondatore insieme a Franco Bartoli della Galleria De’ Foscherari di Bologna, quale riconoscimento per gli oltre cinquant’anni di attività di ricerca svolti nel campo dell’arte contemporanea.

La cerimonia di premiazione si terrà sabato 2 febbraio 2019, alle ore 10.15, nella Sala Notturno (Centro Servizi Blocco C, 1° piano, ingresso Costituzione). A consegnare il premio ad Elena e Francesco Ribuffo (figli di Pasquale Ribuffo) sarà Mauro Stefanini (Presidente ANGAMC), alla presenza di Simone Menegoi (Direttore Artistico Arte Fiera), di Antonio Bruzzone (Direttore Generale BolognaFiere) e di Pier Giovanni Castagnoli (storico dell’arte, già Direttore della GAM di Torino), che illustrerà la storia del gallerista premiato e della sua galleria.

«Abbiamo scelto all’unanimità – spiega Mauro Stefanini – di assegnare il Premio alla memoria di Pasquale Ribuffo, amico e stimato professionista, nome importante attorno al quale auspichiamo possa raccogliersi la città di Bologna e riconoscersi l’intera comunità dell’arte».

Il Premio ANGAMC, istituito nel 2017, viene assegnato ogni anno per decisione del Consiglio direttivo, dopo la discussione collegiale delle proposte emerse all’interno dello stesso. Nel 2017 è stata premiata Carla Pellegrini (Galleria Milano, Milano) «per la straordinaria attività di promozione artistica e culturale condotta con la Galleria Milano dal 1964 e per la sua attiva partecipazione all’Associazione fin dalla sua fondazione». Nel 2018 il riconoscimento è stato attribuito, invece, a Giorgio Marconi (Studio Marconi ‘65, Milano) «che dal 1965, con il suo straordinario lavoro dedicato all’arte e alla promozione degli artisti, ha nobilitato la preziosa professione del gallerista».

Come in passato, anche con il nuovo direttore artistico Simone Menegoi, prosegue la pluriennale collaborazione tra l’ANGAMC e Arte Fiera, manifestazione riconosciuta dal Consiglio direttivo dell’ANGAMC  come il più importante appuntamento fieristico per le gallerie associate e per il mercato italiano dell’arte moderna e contemporanea.

L’accesso alla cerimonia di premiazione sarà su invito. Per informazioni: tel. +39 02 866737, info@angamc.com, www.angamc.com.

ANGAMC – Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea nasce nel 1964 presso l’Unione Commercio, Turismo e Servizi di Milano come Sindacato Nazionale Mercanti d’Arte Moderna; nel 2001 assume la sua attuale denominazione. Suo obiettivo primario è quello di rafforzare sempre più la struttura del mercato dell’arte incentivandone le potenzialità grazie alla professionalità degli operatori, anche con interventi in ambito giuridico e amministrativo. La figura e l’attività del gallerista sono così definite con chiarezza nei loro aspetti giuridico-amministrativi, culturali, etici e sociali. L’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea, organizzata in sei delegazioni distribuite sull’intero territorio nazionale, ha lo scopo di rappresentare e tutelare, in ogni sede, gli interessi morali, economici e culturali della categoria.

La Galleria De’ Foscherari viene fondata a Bologna nei primissimi anni Sessanta da Franco Bartoli e Pasquale Ribuffo attuando un programma consacrato alla “tradizione del nuovo” che affianca l’interesse per i maestri del primo Novecento, come Klee, Ernst, Grosz, Matta o Sutherland, all’attenzione per la neonata Pop Art e per artisti quali Ceroli, Schifano o Pozzati. Dopo l’adesione al clima concettuale con mostre come “Arte povera” (1968), “Ghenos Eros Thanatos” (1974) o “Le figure del tempo” (1978) e l’avvio di un sodalizio tuttora vivo con artisti come Calzolari, Zorio, Piacentino o Parmiggiani, segue un tempestivo aggiornamento sulle variegate esperienze degli anni Ottanta con Ontani, Manai, Jori, Mainolfi. Dal 1964 al 1989 i cataloghi prodotti ospitano dibattiti teorici che coinvolgono importanti critici e storici dell’arte. Nel 2002 la galleria si sposta in via Castiglione, nel cuore di Bologna, operando all’insegna dell’apertura e del rinnovamento, con artisti come Nunzio, Luca Vitone, Eva Marisaldi, Liliana Moro, Vedovamazzei e Sophie Ko, ma con sguardo sempre vivo sul più recente passato.


Fonte notizia: http://www.angamc.com


ANGAMC | Arte Fiera | Pasquale Ribuffo | Premio ANGAMC | Galleria de Foscherari |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Premio ANGAMC 2020 alla carriera di Roberto Casamonti


Gallerie d'arte: Angamc scrive al ministro Franceschini


- Campania Palcoscenico del 4° Gran Premio Teatro Amatoriale FITA Stagione artistica 2018. (Inoltrato da Antonio Castaldo)


7 Small


CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA "LA MIA TERRA


Come organizzare un matrimonio in Italia


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

LA PROSPETTIVA DELL’EFFIMERO. Antonio Joli e la “scena per angolo”

LA PROSPETTIVA DELL’EFFIMERO. Antonio Joli e la “scena per angolo”
"La prospettiva dell'effimero. Antonio Joli e la scena per angolo" è il titolo della mostra che "La Galleria. Collezione e Archivio Storico" di BPER Banca presenta dal 18 settembre all'8 novembre 2020 presso gli spazi espositivi di Modena. L'esposizione viene inaugurata in occasione del festivalfilosofia 2020 e interpreta il tema selezionato per la ventesima edizione del festival - Macchine - a partire da una "scena per angolo" di Antonio Joli, parte della Collezione di BPER Banca. “La prospettiva dell’effimero. Antonio Joli e la scena per angolo” è il titolo della mostra che “La Galleria. Collezione e Archivio Storico” di BPER Banca presenta dal 18 settembre all’8 novembre 2020 presso gli spazi espositivi di via Scudari 9 a Modena. L’esposizione viene inaugurata in occasione del festivalfilosofia 2020 e interpreta il tema selezionato per la ventesima edizione del fe (continua)

Stoner. Landing pages

Stoner. Landing pages
Nell'ambito di “Ci sono sempre parole. [non]Festival delle narrazioni popolari (e impopolari)”, una mostra d'arte contemporanea liberamente ispirata al romanzo “Stoner” di John Williams. Promossa dall’Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdesa e prodotta dal Sistema museale “Museo diffuso Empolese Valdelsa”(MuDEV) e da YAB Young Artists Bay, si terrà a Certaldo e Gambassi Terme (FI) la seconda edizione di “Ci sono sempre parole. [non]Festival delle narrazioni popolari (e impopolari)”, posticipata di alcuni mesi a causa dell’emergenza sanitaria. Fissate anche le nuove dat (continua)

PAM! Privatissima. Arte Modena 2020

PAM! Privatissima. Arte Modena 2020
Mostra in tre sedi: Palazzo Piella, Castelfranco Emilia; Palazzo Ducale, Pavullo nel Frignano; Torrione medievale, Castelnuovo Rangone. A cura di Sergio Bianchi, Alessandro Mescoli e Federica Sala. Con il contributo di Fondazione di Modena. I Comuni di Pavullo nel Frignano, Castelfranco Emilia e Castelnuovo Rangone presentano, dal 5 settembre al 7 novembre 2020, “PAM! Privatissima. Arte Modena 2020”, mostra in tre sedi che fotografa lo stato attuale dell’arte a Modena.L’esposizione, a cura di Sergio Bianchi, Alessandro Mescoli e Federica Sala, è realizzata grazie al contributo della Fondazione di Modena, con la collaborazione d (continua)

Collectors Night 2020

Collectors Night 2020
A Pietrasanta, il 25 luglio, torna la notte più amata dai collezionisti d'arte. Otto gallerie per un unico progetto, all'insegna dell'arte e della cultura. Pietrasanta si conferma capitale dell’arte contemporanea. Sabato 25 luglio torna la “Collectors Night”, la notte più amata dai collezionisti, che raccoglie le proposte espositive di otto gallerie d’eccellenza nel panorama italiano, tutte iscritte all’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea. Realizzata con il patrocinio del Comune di Pietrasanta e con al fianco Perrie (continua)

Carlo Moretti e Cristina Iotti. Silenti fioriture

Carlo Moretti e Cristina Iotti. Silenti fioriture
Silenti fioriture: mostra d'arte di Cristina Iotti e Carlo Moretti a Villa Verde. Nella casa di cura di Reggio Emilia, dall'11 luglio al 26 settembre 2020, un doppio percorso espositivo, negli spazi d'accoglienza e nel parco, con opere a tema floreale La Casa di Cura privata polispecialistica Villa Verde di Reggio Emilia (viale Lelio Basso, 1) conferma, anche per l’estate 2020, il consueto appuntamento con la pittura e l’arte ambientale, attraverso un doppio percorso espositivo che, dall’11 luglio al 26 settembre 2020, collegherà l’esterno e l’interno della struttura, portando una selezione di opere a tema floreale degli artisti Cristina I (continua)