Home > Economia e Finanza > Eni avanza negli Emirati Arabi: importante operazione per il Gruppo guidato da Claudio Descalzi

Eni avanza negli Emirati Arabi: importante operazione per il Gruppo guidato da Claudio Descalzi

scritto da: Pressreleasecd | segnala un abuso


Emirati Arabi: con l'acquisizione di due nuove concessioni esplorative, Eni continua nel suo percorso di crescita nel Medio Oriente. Un traguardo importante per l'AD Claudio Descalzi, che in un'intervista rilasciata a Il Sole 24 Ore a fine dicembre aveva considerato come strategico il consolidamento nell'area.

Claudio Descalzi

Importante operazione per Eni negli Emirati Arabi: la società guidata da Claudio Descalzi avanza nel Medio Oriente

Due accordi per acquisire il 70% di altrettanti blocchi offshore: questo l'importante traguardo raggiunto da Eni nel Medio Oriente, con la conquista di due nuove concessioni esplorative negli Emirati Arabi, della durata di 35 anni, messe a gara da Adnoc (Abu Dhabi National Oil Company), la compagnia di Stato. Il gruppo guidato da Claudio Descalzi le gestirà in compartecipazione con la tailandese Ptt Exploration and Production Company Limited (Pttep), che detiene il restante 30%. Situate nell'offshore nord-occidentale dell'Emirato di Abu Dhabi, le due concessioni (blocco 1 e blocco 2) saranno interessate da un investimento nell'ordine di uno o due miliardi con un obiettivo ben preciso: avviare la produzione di gas entro due anni. Gli accordi prevedono, inoltre, che la fase di esplorazione si estenderà su una durata massima di 9 anni, che diventeranno 35 qualora si arrivasse a una scoperta e si procedesse con le fasi di sviluppo e produzione. La superficie coperta dalle due aree è pari a circa 8mila chilometri quadrati.

Claudio Descalzi: un'operazione che segna un deciso passo avanti per Eni

Esprime grande soddisfazione l'Amministratore Delegato Claudio Descalzi, il quale sottolinea come questo accordo rappresenti "un nuovo importante passo verso l'espansione di Eni in una delle regioni leader a livello mondiale nel settore degli idrocarburi". Un'operazione tesa a rafforzare ulteriormente l'alleanza tra il Gruppo e Adnoc e per la quale verranno messe in campo le "competenze nell'esplorazione e tecnologia all'avanguardia" con l'obiettivo di "liberare ulteriori risorse nell'offshore di Abu Dhabi". Quella di Eni è una mossa in linea con quanto dichiarato dallo stesso AD in un'intervista rilasciata a Il Sole 24 Ore a fine dicembre, ovvero il consolidamento nell'area. Claudio Descalzi, dopo aver definito "un fatto storico" l'ingresso nel Medio Oriente, si era già sbilanciato allora su una presenza sempre più forte. La conquista delle due concessioni esplorative negli Emirati Arabi è una conferma di quanto detto e un segnale esplicito per le strategie future di Eni.


Fonte notizia: http://h2biz.net/manager/claudio-descalzi-1404


Claudio Descalzi | Eni |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Il futuro di Eni: il focus dell’AD Claudio Descalzi su piano 2020-2023 e Road Map al 2050


Eni, aggiudicato il 20% della Wind Farm più grande al mondo: il commento di Claudio Descalzi


Claudio Descalzi dà inizio al suo terzo mandato alla guida di Eni


Eni: assemblea degli azionisti, l’AD Claudio Descalzi: “2018, record della produzione”


Claudio Descalzi, al via il “Progetto Africa”: energia e agricoltura insieme per la sostenibilità


Il mondo dopo il Coronavirus: a Sky Tg24 le riflessioni dell’AD di Eni Claudio Descalzi


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Eni, l’AD Claudio Descalzi: l’impegno del Gruppo per la completa neutralità carbonica al 2050

Eni per un futuro energetico completamente decarbonizzato: l'AD Claudio Descalzi ha parlato del forte impegno del Gruppo per la neutralità carbonica.Eni al 2050 illustrata dall'AD Claudio DescalziIn linea con i criteri delineati nell'Accordo di Parigi, Eni è fortemente impegnata per favorire il raggiungimento della completa neutralità carbonica entro il 2050. In un messaggio pubblicato sul sito de (continua)

Eni, Claudio Descalzi fa visita al Presidente dell’Angola: sul tavolo nuove iniziative

Claudio Descalzi ha dichiarato che Eni intende investire 7 miliardi di dollari sullo sviluppo energetico dell'Angola.Claudio Descalzi: il punto sui progetti angolaniLa strategia esplorativa di Eni in Angola continua a dare i suoi frutti. Il giacimento offshore di Agogo, scoperto due anni fa nel Blocco 15/06, in acque angolane, ha consentito al Gruppo di ottenere finora due miliardi di barili di oi (continua)

L’AD di Eni Claudio Descalzi: ricerca e innovazione essenziali per un futuro positivo

Eni, siglato un nuovo accordo quadro con il Politecnico di Milano: intervenuto all'evento, l'AD Claudio Descalzi ha ricordato come per un futuro positivo sia "essenziale puntare sulla ricerca scientifica e sull'innovazione". Eni, evento per il rinnovo della collaborazione con il Politecnico di Milano: l'intervento dell'AD Claudio DescalziÈ "un accordo di importanza strategica che ci dà grande forz (continua)

Claudio Descalzi: ridurre drasticamente l’impronta carbonica, la strategia di Eni

"I principi dell'economia circolare saranno tra i pilastri strategici": così l'AD Claudio Descalzi in un intervento ad "Adnkronos" che illustra gli obiettivi di Eni al 2050."Eni sta cambiando volto, in modo radicale e irreversibile": le parole di Claudio Descalzi ad "Adnkronos"Economia circolare e riduzione drastica dell'impronta carbonica sono le fondamenta della trasformazione di Eni, (continua)

Claudio Descalzi: Eni accelera nel suo percorso di trasformazione con il Piano 2021-2024

Eni accelera la trasformazione iniziata nel 2014 con una nuova Strategy quadriennale che la proietta verso l'obiettivo delle zero emissioni nel 2050: il commento dell'AD Claudio Descalzi. Eni lancia il Piano 2021-2024: il focus dell'AD Claudio DescalziL'anno "più difficile della storia dell'industria energetica" è alle spalle. Eni ora guarda avanti, come sottolineato lo scorso 19 febbraio dall'AD (continua)