Home > Economia e Finanza > Sterlina britannica di nuovo debole. Due appuntamenti chiave domani

Sterlina britannica di nuovo debole. Due appuntamenti chiave domani

scritto da: Elleny | segnala un abuso


Tornano ad emergere dei segnali di debolezza per la sterlina britannica. E come al solito a pesare sono le ultime novità riguardanti il fronte Brexit.

Brexit e sterlina britannica

sterlina brexitLa premier Theresa May intende illustrare giovedì a Bruxelles "nuove proposte" sul backstop, ovvero il meccanismo che permetterà di avere un confine non rigido tra l’Irlanda del Nord – che fa parte del Regno Unito – e la Repubblica dell’Irlanda una volta formalizzata la separazione del Regno Unito dal resto della UE. Le idee sul tavolo sono tre. Non è chiaro però se ne verrà presentata una sola oppure due o tutte quante a Jean-Claude Juncker, così da consentire alla Ue di esprimere una preferenza. Quel che è certo è che il cammino della May va avanti con il preciso intento di trovare una intesa entro il 29 marzo, senza chiedere deroghe.

Il tentativo di May è stato aspramente criticato da Jeremy Corbin, leader dell'opposizione. "Ottenere modifiche all'accordo sulla Brexit che non è riuscita a portare a casa in due anni è vano, e rischia di mettere il Paese di fronte al pericolo d'uno sconsiderato No deal".

Gli effetti sul mercato valutario

Questa situazione di nuova incertezza sta pesando sulla sterlina britannica, che attualmente scambia intorno ai 1,29 dollari dopo aver dato luogo a un pattern pennant trading. Secondo molti analisti c'è però spazio per un ulteriore ribasso della valuta britannica, giacché i mercati sono preoccupati che ammesso che si trovi un accordo con la UE, la clausola di backstop possa essere motivo di una nuova bocciatura da parte del parlamento. Scenario questo che provocherebbe una ‘no-deal Brexit’, con invetiabili pesanti conseguenze sulla sterlina britannica.

Domani intanto c'è un altro appuntamento importante per i mercati, ovvero la prima riunione del 2019 della Bank of England (BoE). Ma sarà un appuntamento che, contrariamente a quanto accade di solito, non scalderà gli animi di chi fa strategie scalping Forex 1 5 minuti. Infatti tenuto conto della situazione generale, difficilmente l'istituto centrale londinese farà dei cambiamenti di politica monetaria. I tassi di interesse dovrebbero rimanere invariati allo 0,75%, anche se ci sarà molto interesse riguardo al report sull'inflazione. Quella a breve termine dovrebbe essere riveduta al ribasso a causa di prezzi dell'energia più bassi, ma ciò che è più importante da un punto di vista di politica monetaria è l'inflazione a due e tre anni. Va pure ricordato che i dati macro recenti non sono stati incoraggianti. Tutti gli indici Pmi di gennaio sono stati deboli, e quelli sui servizi che sono scesi al livello più basso da luglio 2016.

brexit | sterlina | pattern pennant | pennant trading | forex scalping 1 minuto |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Sterlina britannica in volo dopo l'intesa sulla Brexit


Sterlina, futuro in bilico in relazione ai negoziati sulla Brexit


Brexit e sterlina legate a filo doppio. Scenari in bilico per la GB


Nasce sterlina-oro.it il nuovo portale dedicato alla sovrana inglese


Sterlina, balzo nel Forex dopo le voci sui negoziati


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Svalutazione, la Lira precipita ancora e la CBRT deve intervenire

La banca centrale della Turchia è stata costretta ancora una volta a intervenire con urgenza, per tamponare la svalutazione della moneta nazionale. Alla quale, sia chiaro, ha contribuito in modo diretto e notevole.Come procede la svalutazione della LiraI fatti. Tra martedì e mercoledì la Lira ha proseguito lungo il percorso ormai durevole di svalutazione, toccando e poi aggiornando il nuovo minimo (continua)

Investitori, tanti appuntamenti in focus nei prossimi giorni

La settimana che ci aspetta sui mercati finanziari. Dati PMI evidenzieranno la salute economica di USA, UE e Regno Unito Tra meeting di banche centrali, dati macro molto importanti e verbali del FOMC, l'ultima settimana di novembre si preannuncia intensa per gli investitori dei mercati finanziari. Nel frattempo, il primo assaggio è arrivato dalla Cina, dove la banca popolare ha mentenuto invariato il tasso di interesse per il 19esimo meeting di fila. Dove guarderanno gli investitoriI dati clou per gli investitori (continua)

Moneta australiana in ripresa dopo il report arrivato dalla Cina

I dati macro in arrivo dalla Cina consentono al dollaro australiano di respirare. La moneta australiana infatti comincia bene questa settimana, spinta dalla produzione industriale cinese, che è aumentata del 3,5% su base annua nell'ottobre 2021, accelerando da un progresso del 3,1% nel mese precedente e battendo le previsioni di mercato.La Cina e la moneta australianaRicordiamo che la moneta austr (continua)

Investimenti, è in corso al rivoluzione utility: da settore difensivo a occasione

La transizione energetica ha avuto un impatto notevole sul settore delle utility. Quella che tradizionalmente era considerata una asset class tipicamente difensiva, adesso sta diventando una grossa occasione per gli investimenti.Da settore divensivo a occasione per investimentiI dati evidenziano infatti che le ex municipalizzate hanno chiuso il bilancio dei primi 9 mesi del 2021 con una crescita a (continua)

Mercati europei titubanti prima della FED (che poi vara il tapering)

Le Borse Europee hanno marciato blande prima che la FED prendesse la sua decisione La Federal Reserve ha deciso di varare il tapering, ossia di ridurre il suo stimolo all'economia. Nell'attesa di questa decisione, che è stata presa quando i mercati europei erano già chiusi, le borse del Vecchio continente si erano mosse in ordine sparso. Proprio l'attesa del meeting della banca centrale americana, aveva indotto i mercati a muoversi con cautela. In giornata aveva però parlato Ch (continua)