Home > Sport > BOSCACCI TORNA E VINCE SULL’ALPE CERMIS. PRIMA TAPPA “EPIC SKI TOUR” A GACHET-MOLLARET

BOSCACCI TORNA E VINCE SULL’ALPE CERMIS. PRIMA TAPPA “EPIC SKI TOUR” A GACHET-MOLLARET

scritto da: Newspower | segnala un abuso

BOSCACCI TORNA E VINCE SULL’ALPE CERMIS. PRIMA TAPPA “EPIC SKI TOUR” A GACHET-MOLLARET


 

“La Sportiva Epic Ski Tour” oggi e domani in Val di Fiemme

Michele Boscacci vince davanti a Davide Magnini e Philip Götsch

Axelle Gachet-Mollaret tra le donne su Victoria Kreuzer e Alba De Silvestro

Domani seconda ed ultima tappa a Bellamonte nel Parco Naturale di Paneveggio

 

 

Il campione del mondo di scialpinismo Michele Boscacci – dopo aver conquistato ogni tappa della scorsa edizione de “La Sportiva Epic Ski Tour” – riparte da dove aveva lasciato, imponendosi nella prima sfida della ‘spedizione’ che vede gli atleti cimentarsi tra l’Alpe Cermis della trentina Val di Fiemme, e Bellamonte nel Parco Naturale di Paneveggio che invece impegnerà i partecipanti nella giornata di domani, con i distacchi odierni a determinare le partenze (start alle ore 9). Circa 10 nazioni complessive, con anche un discreto numero di appassionati “4All”, coloro i quali hanno sfidato il Cermis accompagnati da una guida alpina e con minor dislivello. ll valtellinese Boscacci si è imposto sul trentino che giocava in casa Davide Magnini e sull’altoatesino Philip Götsch, terzo. Tra le donne non si è invece riconfermata (per ora) la svizzera Victoria Kreuzer, sopraffatta dalla francese campionessa europea in carica Axelle Gachet-Mollaret. Terza posizione per la veneta Alba De Silvestro.

Una sorta di “piccolo mondiale” – come l’ha definito Magnini – visti i partecipanti illustri che si suddivideranno il montepremi di 18.000 euro. Boscacci, oltre ad esserne testimonial, è ormai il re de “La Sportiva Epic Ski Tour”: “Gara tutta di testa, bisognava tener duro perché la partenza qui la patisco sempre. Sono passato in testa nel tratto più tecnico nel bosco dopo essere stato sulle code di Philip, per poi fare il cambio d’assetto in cima e giungere in fondo senza commettere errori, tagliando il traguardo con qualche secondo di vantaggio su Davide”. E domani? “La mia posizione sarà la più svantaggiosa perché farò da punto di riferimento, cercherò di tenere un ritmo intelligente e come sempre sarà la gara a decidere il vincitore di questo Epic Ski Tour. Certamente una battaglia da seguire”. Magnini e Götsch dovranno ricucire il gap, ma i due non sembrano preoccupati: “Parto tranquillo, la gara si fa ancora più tecnica e se riuscirò ad arrivare nei cinque sarò soddisfatto”, afferma Götsch. Una prova bella ed avvincente, con l’ultimo cambio pelli a ridosso del traguardo a dare ancor più pepe alla contesa.

Victoria Kreuzer quest’anno avrà un bel da fare nel riconfermarsi campionessa de “La Sportiva Epic Ski Tour”: “Mi sentivo un po’ stanca all’inizio ma poi ho recuperato, ho battagliato in cima con Axelle ma mi ha battuto sulla discesa, dove ho sempre problemi. Non vedo l’ora di competere domani, speriamo vada come la scorsa edizione”. Soddisfatta la francese Gachet-Mollaret: “Sono soddisfatta, domani si vedrà”. A colorare un po’ d’azzurro il podio femminile franco-svizzero ci ha pensato la veneta Alba De Silvestro, compagna di Boscacci nello sport come nella vita: “Condurre non è bello ma dietro bisogna guadagnare tutto ciò che si può, ce la metterò tutta”. Conclusa questa bella prova si pensa già a domani, con l’inedita competizione di Bellamonte a chiudere i conti e ad eleggere i protagonisti di questa terza edizione de “La Sportiva Epic Ski Tour”, dove non mancheranno di certo anche i partecipanti “4all”, i meno affini alle tecniche scialpinistiche, condotti… “sulla retta via”.

Info: www.epicskitour.com    


Fonte notizia: http://www.epicskitour.com


newspower | epic ski tour | la sportiva | fiemme | scialpinismo |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

NUOVI ORIZZONTI CON CAPOL E ANRATHER, ECCO “LA SPORTIVA EPIC SKI TOUR” 2017 4ALL


“EPIC SKI TOUR” AL CAMPIONE DEL MONDO BOSCACCI. BIS DELLA CAMPIONESSA D’EUROPA MOLLARET


“EPIC SKI TOUR”: PARTENZA COL BOTTO


EPIC SKI TOUR AD UN PASSO DAL TRAGUARDO. CHIUSURA ISCRIZIONI GIOVEDÌ 21 FEBBRAIO


“LA SPORTIVA EPIC SKI TOUR” ATTO TERZO. ITALIA VS FRANCIA TRA CERMIS E BELLAMONTE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MARCIALONGA: DI STORY… IN STORY. APERTURA ISCRIZIONI PER L’EVENTO CULT

 MARCIALONGA: DI STORY… IN STORY. APERTURA ISCRIZIONI PER L’EVENTO CULT
10 anni di Marcialonga Story, sabato 29 gennaio 2022, antipasto della Marcialonga Partenza dallo Stadio del Fondo di Lago di Tesero con arrivo a Predazzo Apertura ufficiale iscrizioni venerdì 29 ottobre Lo sci di fondo del presente e del passato nelle Valli di Fiemme e Fassa La Marcialonga è storia e tradizione dello sci di fondo, e non solo italiano. E di “Story” si parla ormai da 10 anni, con l’evento di una vigilia della Marcialonga delle Valli di Fiemme e di Fassa sempre vivace.Mancano poco più di tre mesi alla Marcialonga Story del 29 gennaio, che apre le iscrizioni per scrivere il decimo capitolo. La Marcialonga Story è nata nel 2013 come ‘limited edition’ per f (continua)

MARCIALONGA: SOGNO PER CAMPIONI E AMATORI. 70 KM DI PASSIONE IN VAL DI FASSA E IN VAL DI FIEMME

MARCIALONGA: SOGNO PER CAMPIONI E AMATORI. 70 KM DI PASSIONE IN VAL DI FASSA E IN VAL DI FIEMME
Pian piano si dispone l’attrezzatura per innevare i 70 km da Moena a Cavalese È la gara amata dai grandi campioni dello sci di fondo, con “ritorni” eccellenti Il 29 e 30 gennaio ce n’è per tutti i gusti con Light, Story, Baby, Mini, Young e Stars C’è ancora qualche posto, la corsa al pettorale sta per concludersi C’è un’equazione fissa che mette alla prova gli organizzatori della Marcialonga: basse temperature, produzione neve.È vero che il termometro in questo periodo fluttua su e giù dallo zero, è comunque tempo di spolverare i 26 ‘cannoni’ che gli uomini della mitica granfondo degli sci stretti, la cui 49.a edizione è in programma il 29 e 30 gennaio, hanno tolto dal magazzino. L’imperativo è iniziare la (continua)

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO
Sono sempre di più gli iscritti alla prima gara di stagione del fondo Gli organizzatori livignaschi hanno stabilito il tetto massimo di 500 unità Da sabato 23 ci si potrà allenare sull’anello frutto dello snow farming La “superstar” Klaebo di nuovo a Livigno per la preparazione in altura della stagione Olimpica Da Pauli Siitonen, il finlandese che ha avuto l’intuito, a Bill Kock, l’americano che per primo sviluppò la nuova tecnica negli anni ‘70. Lo skating è una disciplina dello sci di fondo che piace, frizzante ed esplosiva.La prima opportunità di stagione di calzare gli sci stretti e fare a gara col cronometro in tecnica libera è la storica Sgambeda, che sabato 4 dicembre è pronta ad alzare il sipario (continua)

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone
Seconda giornata del weekend di skiroll a Trento Luca Curti attende e poi scappa. Sul podio Tanel e Masiero Mortagna accende i giochi, poi paga e vince Beri davanti a Becchis Spettacolo dei giovanissimi. Organizzazione di Trento Eventi Sport e Team Futura Il Monte Bondone, la montagna di Trento per antonomasia, è sempre stato banco di prova per ogni genere di “scalatore”. Dalle auto alle moto, dalle bici al running, ma anche autentica “bestia nera” per gli skirollisti.Oggi confronto serrato sui tornanti del Bondone lungo quella salita che, non a caso, porta il nome di Charly Gaul, il lussemburghese che nel 1956 in una giornata da tregenda qui vinse (continua)

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno
L’11 giugno 2022 quarta edizione della Dolomites Saslong Half Marathon Un percorso di 21 km e 900 m. di dislivello tra Val Gardena e Val di Fassa Iscrizioni online con Enternow, la quota base è di 50 euro 600 posti per un’occasione sportiva intorno al Gruppo del Sassolungo Alcuni atleti nella scorsa edizione di giugno, disputata comunque nonostante i disagi della pandemia, dicevano di non riuscire a concentrarsi in gara, tanto la vista li affascinava. C’è da crederci. Forse un po’ meno per Xavier Chevrier, favorito della vigilia, e Caterina Stenta, outsider vincente tra le donne, autori di una gara velocissima.E così dopo gli entusiasmi per il successo e i complimen (continua)