Home > Pubblica amministrazione > Brusciano grida “No alla camorra!”. Consiglio Comunale Straordinario, Sindaco Montanile, Istituzioni, Stato, Chiesa e Cittadini in unità di intenti. (Scritto da Antonio Castaldo)

Brusciano grida “No alla camorra!”. Consiglio Comunale Straordinario, Sindaco Montanile, Istituzioni, Stato, Chiesa e Cittadini in unità di intenti. (Scritto da Antonio Castaldo)

articolo pubblicato da: TonySpeaker | segnala un abuso

Brusciano grida “No alla camorra!”. Consiglio Comunale Straordinario, Sindaco Montanile, Istituzioni, Stato, Chiesa e Cittadini in unità di intenti. (Scritto da Antonio Castaldo)

Sabato mattina, 2 marzo 2019, i Consiglieri Comunali e la Cittadinanza con il Sindaco, Avv. Giuseppe Montanile, e vari rappresentanti di Enti e Istituzioni, hanno scritto una inedita pagina di storia civile, sociale, culturale e politica della Comunità di Brusciano, dando vita al Consiglio Comunale Straordinario sul tema “Sicurezza, Legalità, Criminalità”, convocato dal suo Presidente, Gianfranco Castaldo, e svolto con l’assistenza della Segretaria Comunale Dott.ssa Rosa Riccardo e dalla Vice, Dott.ssa Raffaella Ruotolo, in seduta aperta nell’area parcheggio adiacente all’I. C. “De Filippo-De Ruggiero” di Via Giovanni Falcone.

All’appello hanno risposto presente al Civico Consesso: il Sindaco, Avv. Giuseppe Montanile, il Presidente Gianfranco Castaldo, i Consiglieri ex Candidati a Sindaco, Dott. Antonio Castaldo e Dott. Carminantonio Esposito, ed i Consiglieri, Vincenzo Cerciello, Antonio Di Palma, Franca Falco, Nicola Marotta,
Cesarina Onofrietto, Dott. Domenico Piccolo, Avv. Giacomo Romano. Geom. Domenico Ruggiero, Dott. Antonio Sposito, Giuseppina Sposito e Rocco Travaglino. Assenti, Sebastiano Ciccone e Felicetta Frattini.

Erano altresì presenti gli Assessori, Avv. Vincenzo Salvati, Vicesindaco; Ing. Giuseppe Cinque, all’Ambiente; Arch. Lucia Casalvieri all’Urbanistica e la Dott.ssa Tonia Marinelli, alle Politiche Sociali. 

Erano anche presenti alcuni Sindaci del territorio: Felice Di Maiolo di Mariglianella, che è anche Consigliere della Città Metropolitana di Napoli; Avv. Antonio Carpino di Marigliano; Dott. Aniello Rega di Castello di Cisterna; Prof. Edoardo Serpico; Dott. Pasquale Raimo di San Vitaliano; per il Sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno, era presente la Vicesindaco, Avv. Maria Vittoria Di Palma.

Per la Regione Campania, il Consiglieri On. Antonio Marciano ed On. Carmine Mocerino, Presidente della Commissione Anticamorra e beni confiscati. Vi erano Senatori della Repubblica, Avv. Valeria Valente del Partito Democratico e Avv. Francesco Urraro del Movimento 5 Stelle. Per la Chiesa ha partecipato il Parroco di Brusciano, Don Salvatore Purcaro. E’ poi sopraggiunto il sindacalista ed ex Rifondazione Comunista, On. Ciccio Ferrara, già Deputato SEL, oggi aderente ad Art.1-MDP, mentre in giornata è passato per la Casa Comunale, a dare il suo caloroso saluto di vicinanza al Sindaco Montanile, anche l’europarlamentare del PD Andrea Cozzolino. Lo stesso Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha solidarizzato, attraverso la sua pagina fb, con l’Amministrazione Comunale e la Comunità di Brusciano

In platea fra i tanti cittadini, i rappresentanti della Scuola, con il Dirigente Scolastico della “Dante Alighieri”, Prof. Lugi Gesuele; dell’Associazionismo culturale e dell’impegno civile, del mondo della comunicazione on line, dell’arte e dell’architettura, del Terzo Settore e del Sindacato e mondo del lavoro: “Libera nomi e numeri contro le mafie” con il coordinatore provinciale, sociologo Antonio D’Amore; “Melagrana”, con il suo Presidente, Dott. Roberto Malinconico, “Mithtill Art” e “Il Cenacolo Bruscianese” con il loro fondatore, lo scrittore Alessandro Cavaliere; “La Casa di Pat” con sua la Presidente, Dott.ssa Chiara Sena, “Modern Dance” con  la coreografa Clelia Cortini; la Vesuvius con il Presidente Angelo Iannelli; “Nuovi Orizzonti” con il Presidente, Dott. Domenico Piccolo, Consigliere Comunale; la Pro Loco di Brusciano.

Mattia Montanile ex leader della FIOM di Pomigliano D’Arco, rappresentante storico del PCI a Brusciano ed ex Segretario della Camera del Lavoro e leader della FIOM di Pomigliano D’Arco e papà del Sindaco Peppe Montanile; “IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali”, con il sociologo Antonio Castaldo; i giornalisti, Agata Maria Giannino per il sito web “IlGiornale.it”, Vincenzo Esposito di “Videonola.tv”; Monica Cito, per il quotidiano “Il Roma” , il giornalista e direttore di SciscianoNotizie.it , Raffaele Ariola, la fotoreporter Nunzia Maione e il Dott. Domenico Modola, in arte Mimmo Taki a curare la diretta web per il sito web istituzionale  https://www.facebook.com/ComunediBrusciano/videos/157313195163572/ .

Della realtà politica locale vi erano i rappresentanti del PD, guidati dalla Segretaria del circolo cittadino, Maria Castaldo; della stessa appartenenza, oggi in Direzione Regionale PD e già Consigliera Comunale a Brusciano, la Prof.ssa Maria Pia Di Monda; il gruppo di attivisti del M5S bruscianese, guidati dal Dott. Giancarlo Siciliano; l’ex Assessore Comunale, Peppe Negri. Era anche presente il Consigliere della Città metropolitana di Napoli, Giovanni Varchetta.

Il Sindaco Avv. Giuseppe Montanile ha aperto il Consiglio Straordinario con queste parole: «Vi ringrazio tutti. Brusciano sta vivendo un periodo difficile. Noi ce la stiamo mettendo tutta e insieme a voi siamo più forti. Non è possibile che in questo territorio continui ad accadere tutto ciò! Ma stiamo lavorando non solo per fronteggiare l’emergenza, ma il lavoro più delicato è quello di analizzare le cause che hanno prodotto questa catena di gravissimi atti di criminalità. E le cause sono risalenti e sono da individuare anche nelle cattive amministrazioni. Noi torniamo in questo posto, lo avevamo promesso ai cittadini, in campagna elettorale, perché noi apparteniamo a quella parte di cittadinanza a quella parte della politica che no è presente soltanto nel momento elettorale per dire ciò che è utile in quella circostanza o per assumere condotte delinquenziali per carpire il consenso elettorale. Noi siamo qui e apparteniamo a quella categoria di persone che gli impegni li mantengono, esponendosi di prima persona e facendo sul serio». L’intervento del Sindaco Montanile ripreso dal sociologo e giornalista, Antonio Castaldo, per IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali, è integralmente riportato all’indirizzo web https://www.youtube.com/watch?v=3-tb2jURVGY&feature=youtu.be  .

Nelle sue conclusioni del Consiglio Straordinario, il primo cittadino ha ribadito: «Per noi è un No alla camorra! Il Consiglio Comunale di Brusciano deve dire NO alla camorra! E per combatterla dobbiamo evitare ogni forma di inquinamento e di condizionamento dell’azione amministrativa e diciamo no al voto di scambio perché il consenso e la dignità non si comprano mai! A Brusciano che è una, ai cittadini e alle persone perbene della 219 dobbiamo dire: non potete vivere in questo degrado, non potete avere paura di uscire.  Mi dispiace che il Consigliere Esposito sia andato via, ma volevo solo dare un contributo di maggiore conoscenza del territorio. In questo paese non si spaccia soltanto, c’è il fenomeno delle estorsioni che offende gli imprenditori e i commercianti onesti. E quindi -ha concluso il Sindaco Montanile- No alla camorra! No al voto di scambio! No alle estorsioni!».

La Senatrice del PD, Avv. Valeria Valente, ha dichiarato che «sentiti i fatti di Brusciano, abbiamo prodotto una interrogazione parlamentare sperando che il Ministro dia più risorse ai sindaci e alle comunità. Questa comunità ha deciso di esporsi in una battaglia. Aspettiamo una risposta dal Parlamento. Sindaco, non sei solo! Diritti, opportunità, uguaglianza sono nella Costituzione e al gesto simbolico di oggi si accompagna una attività continua e non sotto i riflettori come oggi».

Il Senatore del Movimento 5 Stelle, Avv. Francesco Urraro,  ha affermato: «I fatti d Brusciano sono la cifra di quanto sta succedendo nell’area napoletana. La Commissione Antimafia sta lavorando, ma il sindaco va aiutato. Non è sufficiente la repressione per la patologia sociale diagnostica, ma tanta prevenzione. La mafia è diventata un’agenzia della povertà. Sanità, ambiente, istituzioni se vacillano si depaupera la forza dello Stato. L’impegno del Governo è forte e trasversale, mettendo da parte qualsiasi colore. Il fronte comune è sempre più forte, andiamo avanti in questo senso!».

L’Assessore alle Politiche Sociale e Vicesindaco del Comuna di Somma Vesuviana, Avv. Di Maria Vittoria Palmam ha espresso «la vicinanza del Comune di Somma Vesuviana a Brusciano. Purtroppo spesso, parlando di criminalità, si rischia la retorica. Occorre educare la gente alla non violenza. Sindaco, siamo sempre al tuo fianco!».

Il Consigliere del Gruppo “Caldoro Presidente” della Regione Campania, On. Carmine Mocerino, ha affermato che quello di oggi «non è un atto formale, ma è presenza dello Stato, fra soggetti diversi, Enti diversi. Ai fatti di Brusciano, prova dell’escalation del territorio, va data una risposta organizzata, di collaborazione istituzionale. In ruoli e funzioni diversi abbiamo gli stessi obiettivi. Intanto la Commissione Anticamorra ha pensato di uscire dal Palazzo. E’ un percorso lungo che non ci vede da soli, la Chiesa ha un magistero di impegno, le Forze dell’Ordine accertano i fatti e assicurano gli autori alla giustizia e poi ci siete voi, i cittadini: tutti insieme dalla stessa parte!».

La Consigliera del Gruppo PD della Regione Campania, Loredana Raia, ha affermato: «Brusciano non torna indietro. Ho accompagnato dall’inizio l’operazione di mettere insieme in campo le forze sane e perbene di Brusciano in termini positivi. Chi non ce l’ha fatta sta provando a contrastare il buon governo di questa città. Oggi stiamo inaugurando una rete grandissima che deve operare come vicinanza strutturale e operativa a fianco del sindaco. Siamo noi tutti, la parte sana, a tentare di affrancare chi è sotto il giogo dell’altra parte. Non è un destino ineluttabile ma tutte le agenzie educative devono dare aiuto. Con De Luca e il “Piano per il Lavoro” lo stiamo facendo».

Il Consigliere del Gruppo PD della Regione Campania, Antonio Marciano, ha dichiarato: «Grazie a tanti protagonisti a alla Brusciano perbene. Con Montanile ricordo di aver partecipato negli anni ‘80 alla Marcia degli contro la camorra della famiglia Cutolo. Quando la criminalità organizzata aggredisce la città intera, quando aggredisce sindaco, assessori, ogni cittadino, le forze presenti qui danno un tratto unitario contro la criminalità. Chi torna a Roma nel parlare al ministro dirà che è la criminalità e non l’emigrazione, il problema. Chi torna in Regione si impegni ad andare oltre il Piano da  10.000 posti di lavoro. Chi torna in Città Metropolitana parli con De Magistris. Ma attenzione, la camorra no è solo quella che spara o butta sassi soltanto. La camorra ha interessi a stare nella liste delle elezioni comunali, in giacca e cravatta. Lanciamo una Marcia Anticamorra qui a Brusciano, affolliamo le strade mettiamo in ridicolo e a tacere la camorra, Con questo Consiglio Comunale abbiamo aggiunto un passo in più verso la fine delle mafie».

Per il Parroco di Brusciano, Don Salvatore Purcaro, «è necessario superare la fase dell’emergenza, non ci aiuta stare sotto ai riflettori o a rincorrere lo scoop. Io dividerei i problemi epidermici da quelli endemici. Per quanto riguarda i Carabinieri, che lavorano bene nelle indagini, va chiesto allo Stato di raddoppiare la loro presenza qui, la nostra gente ha bisogno di vedere i Carabinieri. Occorre uscire dall’emergenza e chiudere una perenne campagna elettorale a tutti i livelli, con continui faremo, vedremo. Facciamole le cose! Il Consiglio Comunale è il luogo del pensare, del mettere proposte sul tavolo. Abbiamo bisogno di una Assemblea Cittadina, una forma di Sinodo, dove tutte le realtà posso fare proposte. Invito il Sindaco a  non cadere nella trappola dei social perché la stupidità vince sempre. E a tutti. Nel ricordare il Vangelo di Luca di domenica scorsa, dico: Vinciamo il male con il bene!».

Il Presidente dell’ANCI Campania. Domenico Tuccillo, che ha parlato anche a nome dei sindaci presenti ha espresso  «vicinanza e solidarietà al Sindaco, Peppe Montanile, e alla Città di Brusciano di noi, come Associazione di Comuni, per questo episodio increscioso che si è verificato. Se vogliamo fare il recupero di queste realtà è di un grande piano delle periferie che ha bisogno il nostro Paese. I sindaci non hanno risorse per fronteggiare criticità ad ampio raggio. L’Anci è impegnata a recuperare finanziamenti che si rischia di perdere. Le Regioni hanno le risorse e anche lo Stato può fare la propria parte».

Il Consigliere Comunale, Dott. Carminantonio Esposito, Capogruppo di “Rinnovamento Bruscianese”, ha invocato «efficienza dei Servizi Pubblici e lotta alla disoccupazione su cui speculano le imprese malavitose. Lotta alla delinquenza, spaccio di sostanze stupefacenti, ma questa zona 219 non può essere ghettizzata. Moltissime persone, modello di vita, anche loro sono vittime delle stese che avvengono nel nostro paese. Noi dobbiamo avere la libertà, senza essere condizionati, di andare dove si vuole.  Libertà e incolumità fisica ci accomunano tutti e diciamo No alla criminalità e no alla violenza! Faccio un invito semplice ed univoco: cambiate condotta di vita, abbandonate la illegalità, la legalità conviene a voi e ai vostri figli. C’è un abisso fra lo Stato e le associazioni malavitose, abbandonatele e salite sulla nave ideale della legalità. Dal 1948 con la Costituzione siamo tutti liberi, cittadini dello Stato e del Comune. E per chi è nelle Istituzioni, l’esercizio di potestà pubblica al servizio della legalità non è abito da indossare nei giorni di festa ma è abito quotidiano! Io rinnovo l’impegno rispetto alla Costituzione, per la legalità sostanziale e di ispirazione al valore non negoziabile della dignità umana. Io mi rendo disponibile a dare un aiuto nelle scuole, per fare qualcosa di bene per il mio paese e suggerisco la creazione di una Consulta Comunale Permanente, gratuita a Brusciano che vanta una antica onestà».

Il Consigliere Comunale del PD, Dott. Antonio Castaldo, ha espresso «un affettuoso saluto al Sindaco al Vicesindaco e ai Consiglieri Comunali che hanno voluto fortemente questa manifestazione. Tutti noi abbiamo l’obbligo di riscattare Brusciano da questo triste presente. Questa zona è sempre stata bella. Poi è successo qualche cosa, qualche meccanismo perverso che ha cambiato l’ordine delle cose. Qui oggi dobbiamo dire la verità. Le stese, le bombe, non sono un effetto di mala politica ma causa. Stiamo oggi tutti qua per la semplicissima ragione per dire la verità e per dire che lo Stato c’è! Dobbiamo essere sinceri. Negli anni addietro abbiamo preso sottogamba tanti fenomeni criminosi, il ventilato voto di scambio c’è stato, come ci sono stati l’occupazione abusiva di stabili e gli atti vandalici qui in questa zona e anche nel resto di Brusciano.  Erano i segni di un cancro che oggi si è metastatizzato. Ma cosa dobbiamo fare? Oggi non abbiamo più opportunità di dire: questa cosa non ci riguarda!». Sulla pagina fb “Antonio Castaldo per Brusciano” è postato integralmente il suo coraggioso contributo all’indirizzo  https://www.facebook.com/antoniocastaldosindaco/videos/308382729874497/

La Consigliera Comunale di Maggioranza, Giuseppina Sposito, ha sottolineato il ruolo della famiglia «come mamma faccio l’appello a tutte le mamme, alla moralità. Nella differenza fra bene e male, si può sempre scegliere. Spero nel ritorno dell’educazione civica nella scuola. Questo spero che sia l’inizio di una svolta a Brusciano. Auguri a tutti!».

La Consigliera Comunale di Maggioranza, Cesarina Onofrietto, ha affermato: «la paura non ci appartiene! Passeggiamo per il paese, facciamo la spesa, partecipiamo alle manifestazioni, alla Chiesa, esserne fieri, facciamo in modo che il paese venga vissuto, per spazzare via il malaffare. Diciamo basta!».

Il Consiglio Comunale Straordinario, baciato dal sole, è stato svolto in piena serenità sotto la vigilanza degli agenti di Polizia Municipale mentre giravano per il quartiere ed il paese le macchine dell’Arma dei Carabinieri.

 IESUS

Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali - Brusciano NA -



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

-Brusciano per la Legalità e la Sicurezza. Comune, Scuola, Chiesa, Associazionismo, Cittadini e Forze dell’Ordine “Tutti Associati” per una “Buona Vita Organizzata”. (Scritto da Antonio Castaldo)


Brusciano riassapora la serenità della vita sociale in vari eventi del fine settimana del 18-20 maggio con grande partecipazione politica, culturale e religiosa. (Scritto da Antonio Castaldo)


- Brusciano: Nuova sede del Partito Democratico con l’installazione di una “Cassetta Rossa” per le segnalazioni dei Cittadini. (Scritto da Antonio Castaldo)


- Brusciano Auguri per la Festa dei Gigli dalla Giglio Society di East Harlem in New York USA. (scritto da Antonio Castaldo)


Brusciano Altro week end di impegno politico culturale civile e religioso. (Scritto da Antonio Castaldo)


Brusciano: Proclamati eletti i Consiglieri Comunali. Il Sindaco Montanile designa Salvati quale suo Vicesindaco. (Scritto da Antonio Castaldo)


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Brusciano Grande partecipazione alla Solennità di Sant’Antonio di Padova con il Vescovo S. E. Mons. Marino. (Scritto da Antonio Castaldo)

Brusciano Grande partecipazione alla Solennità di Sant’Antonio di Padova con il Vescovo S. E. Mons. Marino.  (Scritto da Antonio Castaldo)
 A Brusciano, giovedì 13 giugno 2019, c’è stata una grande partecipazione alla Messa Solenne, celebrata dal Vescovo, S. E. Mons. Franceso Marino, ed alla Processione di Sant’Antonio di Padova promossa dalla Comunità Interparrocchiale guidata dal Parroco Don Salvatore Purcaro. Nel saluto di accoglienza sull’Altare della Chiesa S. Maria delle Grazie, per (continua)

Saviano: Seminario sull’Anticorruzione in Memoria di Andrea Ciccone con Raffaele Cantone ANAC. (Scritto da A. Castaldo

Saviano: Seminario sull’Anticorruzione in Memoria di Andrea Ciccone con Raffaele Cantone ANAC. (Scritto da A. Castaldo
Presso la Casa Comunale di Saviano, nell’Aula Consiliare, verrà svolto, venerdì 14 giugno 2019, con inizio alle ore 10.00, la Giornata di studio sulla “Lotta alla corruzione tra prevenzione e repressione” dedicata alla figura dello scomparso segretario regionale Campania dell’Unione Nazionale Segretari Comunali e Provinciali, Andrea Ciccone, gi&agrav (continua)

-Brusciano Consiglio Comunale con Maggioranza compatta su Rendiconto 2018 e Inventario dei Beni. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Brusciano Consiglio Comunale con Maggioranza compatta su Rendiconto 2018 e Inventario dei Beni.                                          (Scritto da Antonio Castaldo)
  Un sindaco che cade e si rialza, che sfida la sorte ed i buoni consigli dei medici, dopo l’infortunio casalingo patito nei giorni scorsi, aggiunge un tocco melodrammatico alla storia amministrativa del Comune di Brusciano sotto la guida dell’Avvocato Giuseppe Montanile eletto un anno fa vincendo al ballottaggio la sfida con il Giudice Dott. Carminantonio Esposito.  Nell&rs (continua)

- Brusciano: Verso la Celebrazione Solenne di Sant’Antonio di Padova con il Vescovo Sua Ecc. Marino. (Scritto da Antonio Castaldo)

- Brusciano: Verso la Celebrazione Solenne di Sant’Antonio di Padova con il Vescovo Sua Ecc. Marino. (Scritto da Antonio Castaldo)
La Comunità interparrocchiale di Brusciano si appresta alla Celebrazione Solenne di Sant’Antonio di Padova. Martedì 11 Giugno è terminata la “Peregrinatio Antoniana” a Brusciano promossa dall’intraprendente Parroco Don Salvatore il quale ha espresso il suo ringraziamento a tutta la Comunità, alle famiglie ed ai fedeli per la sentita e numerosa pa (continua)

-Brusciano: Il poeta Emanuele Cerullo con “Il Ventre di Scampia” ospite dell’Associazione “Pensammece Mò”. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Brusciano: Il poeta Emanuele Cerullo con “Il Ventre di Scampia” ospite dell’Associazione “Pensammece Mò”. (Scritto da Antonio Castaldo)
A Napoli, metropoli del Terzo Millennio, fra la “Camorra”, quella della cronaca nera, e la “Gomorra”, quella della rappresentazione cinetelevisiva, emerge la voce resistenziale del poeta Emanuele Cerullo, il quale denuncia malessere, rivendica spazi di libertà, afferma una rinnovata soggettività e reclama normalità del vivere nella indipendente espr (continua)