Home > Eventi e Fiere > Un successo da Nazionale per il 43^ concorso regionale Aibes Campania

Un successo da Nazionale per il 43^ concorso regionale Aibes Campania

scritto da: Peppebar | segnala un abuso

Un successo da Nazionale per il 43^ concorso regionale Aibes Campania


Proclamati a Maiori i vincitori campani che parteciperanno alla 70esima edizione nazionale Aibes E’ stato un tutt’uno di successi il 43° concorso regionale che l’Associazione Italiana Barman e Sostenitori, quest’anno ha realizzato nella splendida cornice offerta dall’Hotel Pietra di Luna, di Maiori SA, dove si è svolta la 6a edizione di HoReCoast la business community itinerante rivolta ai professionisti e agli operatori del mondo Horeca, organizzato dalle aziende Lamberti Food e De Luca - attrezzature per la ristorazione, in collaborazione con l' agenzia di comunicazione MTN Company, di Carmine D'Alessio con Michele Lanzetta. Il successo dell’evento annuale, che l’Aibes realizza in Campania, è andato al di sopra di ogni più rosea previsione. Vari sono stati gli elementi che hanno permesso al gruppo direttivo campano Aibes di ottenere un riuscita che ha visto questa sezione del sodalizio dei barmen essere considerata come veramente vincente con il suo gruppo dirigenziale e tutti i suoi iscritti. Partendo dalla suggestiva location, si passa alla perfetta organizzazione ed al successo di presenze di partecipanti alle gare. A dirigere questa 43a edizione del concorso Aibes è stato chiamato Alfonso Cascella, past Vice Presidente Nazionale del sodalizio, ed a supervisionare le gare si è impegnato il fiduciario regionale, Luigi Gargiulo, che quest'anno ha compiuto veramente un gran lavoro con la sua squadra dirigenziale, ma anche con tantissimi soci per portare l’Aibes Campania ai più alti livelli come qualche anno addietro. Opera meritoria del gruppo campano Aibes è stata quella del saper comunicare, trasmettere e conquistare la fiducia e simpatia di altre organizzazioni come quella che ha permesso al concorso di poter essere svolto a Maiori in uno dei più prestigiosi alberghi della costiera, dove in contemporanea si è svolta la 6° edizione di HoReCoast, che dal proprio canto si è sempre più si ampliata e riscuote grandi successi, viste le sue giornate di kermesse ricche di eventi, master, degustazioni, convegni ed altro. Cosa molto importante e significativa perché questi risultati vengono ottenuti in un momento di svolta epocale per la quarta rivoluzione industriale che il nostro continente sta vivendo con il progetto ”Piano Industria 4.0”, varato nel 2016 dal Governo nazionale italiano e poi confermato dall’attuale Governo Conte come “Impresa 4.0”. Una vera svolta per “L’Industria Alimentare 4.0”, che in virtù dei processi tecnologici richiede nuovi orizzonti. Mete ambiziose che l’Italia deve salvaguardare rispettando “Tradizione e Innovazione” perché la tradizione è essenza stessa della innovazione ed occorre tracciare le strade per percorrerle con tutte le forze umane dei vari “Saperi”. Questo anche perché l’Italia vanta ben 5047 Specialità Alimentari Tradizionali, un record mondiale e che in particolare ci appartiene come Campania dato che siamo la prima regione d’Italia per numero di specialità agroalimentari tradizionali con 515 bandiere del gusto e detentori di due significativi ed importantissimi riconoscimenti come patrimonio immateriale dell’Unesco, con la Dieta Mediterranea e l’Arte del pizzaiuolo napoletano. A supportare l’impegno dell’Aibes sono state presenti, con i propri area manager, le aziende: RCR Cristalleria Italiana con Mario Sarperi, che ha fornito i bicchieri, la Fabbri 1905 con Fabio Monteforte, Pallini e Pronto Ghiaccio con Antonio Raia, Vini & Design con Piero Zacchini, Bevande Futuriste con Oriana Tafone e Martini con Gianni D’Ercole. Il concorso Aibes, in una 2 giorni esaltante, ha visto scendere in gara per Mixology Lab e Flair Show ben 44 concorrenti, che accolti da Gianni Anselmo Responsabile Didattica Aibes Campania e Consigliere Nazionale, insieme al Vice Fiduciario Aibes Campania Rosario Restino e presentati da Gigi Atripaldi Capo Barman Aibes, hanno disputato le gare di categoria cocktail UNICA per Aspiranti Barmen, Barmen e Capi Barmen: Fancy. In office si sono adoperati: i Capo Barman Aibes Antonino Coppola, Lucio Ciardiello, Giuseppe Lazzazzara, Antonio Mazzola, Andrea Pinto e Giuseppe Fasano. Gli aspiranti alla conquista dei vari premi sono stati giudicati da tre giurie: quella Tecnica composta da Thomas Deste Presidente Nazionale Promotion Aibes, Antonino Scirè Vice Presidente Nazionale Aibes, Franco Gargiulo Capo Barman Aibes e Luigi Sgaglione Consigliere Nazionale Aibes, che si è reso protagonista in serata di una performance di acrobazie di bottiglie, bicchieri e shaker, dimostrando la sua arte conquistata come campione italiano di flair bartending. Una giuria Degustativa composta dal Delegato Ufficiale: Alfonso Lazzazzara, Antonio Rotondaro Vice Presidente Nazionale Amira, Silvia Palumbo Distribuzione Atosa, Achille Morabito AD “Silenzio Cantatore” e l’affascinante italo brasiliana Barbara Schneider Show Girl TV Drink-Food, che nata in Brasile, da madre veneta e padre tedesco, si è trasferita a Sorrento terra che ama e ambiziosamente vuole esaltare, attraverso una promozione dei prodotti enogastronomici d’eccellenza che la Campania vanta, un suo progetto ”Coolking Class Sorrento”. Infine una giuria Decorazione composta da Giuseppe De Girolamo Giornalista enogastronomo, Rocco Di Costanzo Capo Barman Aibes, Dott.sa Rosa Rosanna Dirigente Scolastico “Pittoni” Pagani e Dott.sa Valentina Gibiino Comunicazioni “Francesca Eventi” Sorrento. Il concorso si è avvalso della collaborazione degli allievi della Scuola Alberghiera I.S.I.S. “Pantaleone Comite” di Maiori, diretta dal Preside Alessandro Ferraiuolo e coordinati dal Prof. Donato Massa. A termine gare, i voti delle giurie hanno determinato i vincitori: primo classificato per la categoria Barman e Capi Barman è stato decretato Antonino Coppola di Sant’Agnello - Sorrento, che andrà di diritto al Nazionale di Roma con il suo cocktail “Jasmine”, 2° Fabio Pinto di Battipaglia, 3° Gianni Nolfi, 4° Andrea Pinto, 5° Francesco Varnelli. Per la categoria Aspiranti Barman è giunto primo Marco Montella, 2° Gaetano De Rosa e 3° Stefania Di Giacomo. Il premio speciale Miglior Decorazione ha visto emergere Michele Pagliuca, mentre il Premio Speciale Miglior Tecnica è stato assegnato a Gennaro Schiano. A documentare con foto e riprese l’evento Aibes ha, come sempre, provveduto Michele De Angelis e Lina con la loro Mda Set Comunications. Joseph Peppebar

AIBES |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

L’A.I.B.E.S. ha i suoi nuovi Consiglieri Nazionali


Torna Barmen in Passerella con “Christmas Cocktails Competition”. Ed è subito successo


L’Aibes riapre le sue frontiere


Partiti a Pozzuoli i Corsi Aibes per ragazzi Speciali


Aibes e Amira verso nuovi successi


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

L’evoluzione artistica di Olga De Maio e Luca Lupoli

L’evoluzione artistica di Olga De Maio e Luca Lupoli
Due personaggi del mondo dello spettacolo che spaziano dalla Lirica alla solidarietà Olga De Maio (soprano) e Luca Lupoli (tenore) sono artisti lirici del prestigioso teatro di San Carlo di Napoli e hanno alle spalle già una lunga carriera: in particolare Olga De Maio inizia alla tenera età di 10 anni come “voce bianca” e solista dei Pueri Cantores di Santa Chiara e presso il teatro di San Carlo, diplomata a pieni voti presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli ed (continua)

Dal 15 al 17 marzo Sigep Exp 2021, presenti anche 12 aziende campane

Dal 15 al 17 marzo Sigep Exp 2021, presenti anche 12 aziende campane
Business e Creatività del fuori casa Dolce dai territori all’esperienza digitale La community di professionisti e aziende della gelateria, pasticceria, panificazione artigianali e caffè si incontrerà, dal 15 al 17 marzo prossimi, in piattaforma web con buyer da tutto il pianeta, grazie a Sigep Exp The Digital Experience per vivere anche quest’anno l’iconica manifestazione internazionale firmata Italian Exhibition Group. Sarà il modo, in un periodo di restrizioni di prese (continua)

Oggi su RAIDUE, alle 21:20, anche ANNA CAPASSO e CLEMENTINO a “STASERA TUTTO È POSSIBILE”

Oggi su RAIDUE, alle 21:20, anche ANNA CAPASSO e CLEMENTINO a “STASERA TUTTO È POSSIBILE”
Nell’appuntamento dell’allegria e del buonumore, dal mondo della recitazione arriverà Anna Capasso e ci sarà anche il rapper Clementino Dopo una settimana di pausa, torna, martedì 23 febbraio alle ore 21.20, l’appuntamento con l’allegria e il buonumore di “Stasera tutto è possibile”, il comedy show di Raidue condotto da Stefano De Martino. Sul palco dell’Auditorium Rai di Napoli tutti gli ospiti si divertiranno con i tanti giochi dello show, primo tra tutti la celebre Stanza inclinata. Nessuna gara, solo intrattenimento e leg (continua)

Le Pizzerie Centenarie, hanno Salvatore Grasso, come loro nuovo presidente

Le Pizzerie Centenarie, hanno Salvatore Grasso, come loro nuovo presidente
Con il 105 anni di vita della pizzeria “Gorizia 1916”, in Via Bernini, 29/31 a Napoli L’Unione Pizzerie Storiche Napoletane “Le Centenarie”, ha eletto il suo nuovo presidente che risponde al nome di Salvatore Grasso, colui che ebbe l’idea di realizzare questo sodalizio. Abbiamo intervistato Grasso al quale abbiamo chiesto un po’ la storia della nascita di quest’Unione e lui chi ha detto: “L’idea di costituire un gruppo di proprietari di pizzerie con una storicità, definito po (continua)

E’ nato in Piazza dei Martiri il bar “’Na tazzulella”

E’ nato in Piazza dei Martiri il bar “’Na tazzulella”
L’imprenditore Gaetano Pozone: «Dopo aver vissuto il Covid ho aperto un nuovo bar in piazza dei Martiri» «Ho provato il Covid sulla mia pelle - afferma l’imprenditore napoletano Gaetano Pozone - sono stato malissimo, ricoverato all’ospedale Cotugno per tantissimi giorni, ho davvero visto la morte con gli occhi. Ora spero solamente che questo brutto periodo passi, innanzitutto per la salute di ognuno di noi. Spero che più persone possibile possono salvarsi da questo bruttissimo male. Questa malat (continua)